Archivio Itinerari Archivio Articoli Forum Gallery Cerca nel Sito:      

Home Page
Appennino Ligure
Alpi Apuane
Alpi Liguri
Alpi Marittime
Alpi Cozie
Articoli

Forum
Gallery
Vecchia Gallery
Rivista
FAQ
Link
Vecchio Sito
Contatti
News

Area Riservata

User:

Password:











La Palestra di Arrampicata di Canepa (Sori)
Il lavoro del Conte Ugolino
(delorenzi, 11/03/2007)

Area Tematica: sport e montagna
Area Geografica: Argomento generico

Riflessioni semi serie sulla giornata di domenica alla “Palestra di Arrampicamento” di Canepa

Domenica, come da convocazione non ufficiale mi preparo per andare alla Falesia di Canepa in Comune di Sori, come da indicazioni postate sul forum.

Arrivato a Sori, benché avessi stampato la descrizione dell’ avvicinamento, sbaglio clamorosamente strada!!!!!. Al bivio per Canepa, invece di continuare diritto tiro su a destra verso Sussisa. Arrivato alla località in questione iniziano a balenarmi i primi dubbi: avrò sbagliato strada ????. La falesia è esattamente dall’ altra parte della vallata!!!!!!.

Continuo allora lungo la strada in salita e quando vedo le indicazioni per Cornua inizio a preoccuparmi. Ma continuo, avendo come meta il campanile della chiesa di Canepa.

Finalmente dopo una serie interminabile di curve, arrivo a Canepa (non ci sono cartelli per chi scende, solo per chi sale, forse per risparmiare) e posteggio a lato della chiesa.

Dopo pochi minuti, arriva il Conte con la famiglia. Posteggiata l’auto e fatta scendere la Contessa e le Contessine, dotate di zainetto di ordinanza, incontriamo Corrado, uno degli esecutori materiali della Palestra.

Salutato anche il Conte, e consegnatogli ufficialmente le toppe di quotazero, si scarica dall’ auto qualche attrezzatura. Dal bagagliaio esce fuori ogni cosa: un numero indefinito di zaini, trapano, portatrapano, imbrachi di varie marche, corde, cordini, caschi, due o tre sacchetti di plastica il cui contenuto mi rimane ancora oscuro, scarpe, scarponi ecc. ecc. (ma come ha fatto ad infilare il tutto nella macchina ??? boh !!).

Carichi come dei muli partiamo per la palestra. Durante l’avvicinamento, breve lezione di botanica alle figlie che raccolgono il timo per la carne sulla “ciappa”, e finalmente arriviamo alla falesia, dove ci sono già Walter1, Roug$, ed alcuni altri di cui mi scuso ma non ricordo i nomi.

Dopo pochi minuti arrivano anche Skeno, Sara e Frankie (il cane), stranamente un pò a disagio e più tranquillo del solito causa la mancanza di macigni degni di nota da trasportare.

La mattinata prosegue tranquilla tra una trapanata qua e là, tanto per non perdere l’ abitudine, ed alcune salite sulle vie attualmente già utilizzabili.

Ma ahimè, come diceva qualcuno, il tempo è tiranno e prima dello scoccare del mezzodì, torno a casa, facendo la strada giusta (la prossima volta non mi frega più).


© QUOTAZERO.COM - E-mail: info@quotazero.com - Avvertenze - sito ottimizzato per risoluzione 1024x768 e superiori