Archivio Itinerari Archivio Articoli Forum Gallery Cerca nel Sito:      

Home Page
Appennino Ligure
Alpi Apuane
Alpi Liguri
Alpi Marittime
Alpi Cozie
Articoli

Forum
Gallery
Vecchia Gallery
Rivista
FAQ
Link
Vecchio Sito
Contatti
News

Area Riservata

User:

Password:











Bric Scimarco ( Finale Ligure ) ; vie di arrampicata ...e altro
Nuove vie alla Placca d'angolo
(Erne, 10/05/2007)

Area Tematica: sport e montagna
Area Geografica: Alpi Liguri

Bric Scimarco


La bella e verticale struttura del Bric Scimarco è da considerarsi uno dei gioielli dell’arrampicata Finalese, poiché offre, oltre alla bellezza del posto, una serie di antri, muri e placche lavorate su cui sono state tracciate bellissime vie (anche di due o tre tiri) con caratteristiche spesso diverse tra loro.
E’ una falesia frequentata da molti anni, sulla quale sono state aperte dapprima le vie più logiche tra fessure e diedri e poi (grazie agli spit) sono state affrontate le placche più aperte dove buchetti e gocce la fanno da padroni.
Dagli gli anni ’90 la falesia è stata riattrezzata con fittoni resinati, dapprima grazie al lavoro del gruppo ALA Sanremo e poi con l’intervento di Marco Pukli che ha concluso la riattrezzatura, aggiunto nuove linee e allungato itinerari già esistenti; a tal proposito bisogna porre attenzione alle lunghezze di tali vie, poiché a volte superano i 30/35 m.
Negli ultimi anni sono stati aperti due nuovi settori del Bric Scimarco, uno sul fianco sinistro della struttura ed uno sul fianco destro; nel primo, caratterizzato da ampi antri rossi, M. Tomassini,A. Taccagni e L. Faitanini hanno attrezzato o richiodato diverse nuove e belle vie su strapiombi atletici, nel secondo invece, oltre il settore del “Pilastro del re”, Ernesto e Dino Dotta hanno recentemente aperto altri nuovi monotiri nei pressi di una grottella.

Il Bric Scimarco consente inoltre un bel giro escursionistico ad anello con un sentiero che parte da in mezzo alle Case Valle, caratteristico nucleo di case color ocra poste oltre la fraz. di Perti (sopra Finalborgo), e sale al colle di S. Antonino (segnavia tre pallini rossi); da qui è consigliata una deviazione per visitare prima i ruderi del Castrum e poi la chiesetta di S.Antonino seguendo, in andata e ritorno, un sentiero che punta a sud. Ripreso il sentiero principale si divalla per poi passare sotto la struttura rocciosa del Bric Scimarco, al primo bivio si svolta a sinistra (segnavia due rombi rossi) risalendo una valletta laterale che conduce fino al Bric del Frate; da questo punto si scende a Pian Marino e si ritorna, passando dalle case di Montesordo, verso le Case Valle.






Qui di seguito si riporta l’elenco aggiornato (si spera!) delle vie di arrampicata del Bric Scimarco.

Antri Rossi: da sinistra a destra

1- Granada 10 m. (6a)
2- Alta Tensione 20 m. (6b)
3- Metamorfosi del movimento 25 m. (7a)
4- Pyramide 15 m. (6b)
5- Micro chip emozionale 10 m. (6b)
6- Voyage dans le surplomb 10 m. (6c)
7- Madrid 15 m. (6b)
8- Rio Cannas 12 m. (6b+)
9- Meteora 12 m, (6b+)
10- Synthetique 15 m. (5c) (richiodata)
11- Visage 15 m. (4b) (richiodata)
12- Olivella 12 m. (6b) (richiodata)
13- La pulce nera 20 m. (6b) (richiodata)
14- Mistero 25 m. (6b+)
15- Rendez-vous avec le vol 20 m. (6c+)
16- Grigio relativo 22 m. (6b)
17- La linea d’ombra 18 m. (6b+)
18- Super goccia 18 m (6a) (richiodata)

Settore centrale: da sinistra a destra

1- Brutto anatroccolo 25 m. (6b+) ALA Sanremo - 1989
2- Valle Argentina 25 m. (6c) //
3- Due calzini 25 m. (6b+) //
4- Inviata speciale 20 m. (5c) //
5- Petit four 20 m. (5c) //
6- Albi 80 m. (L1: 4b L2: 6a L3: 5b) C. D’Angelo, U. Lemucchi - dic. 1974 (storica)
7- Senza nome 15 m (5c) ?
8- Panico e salamico 20 m. (6b+) R. Dapelo, M. Parodi - gen. 1989
9- Ancia 15 m. (6c+) ARCI - 1993
10- Tifone 25 m. (7b+) ALA Sanremo, F. Bessone - 1992
11- Ciclone 25 m. (7a+) //
D- Ti voglio 35 m. (6c)
12- Il senso del dovere 20 m. (6a+) ALA Sanremo - 1993
13- Dubbio * 40 m. (L1: 6a L2 6a) //
E- Camurria 10 m. (7a)
14- Festa del lavoro 35 m. (7a) ALA Sanremo - 1992
15- Pilastro della regina * 15 m. (5c) R. Dapelo, M. Parodi - gen. 1992
F- Al di là del mare 37 m. (7a)
16- Imagine 70 m. (L1: 6a+ L2: 5c L3: 6b) R. Dapelo, M. Parodi - gen. 1989 (spit !?!)
17- False promesse 20 m. (6b+) ALA Sanremo - 1989
18- Fessurina 20 m. (6b) //
G- Superfessurina 35 m. (6c) (prosecuzione di Fessurina)
19- Katana 20 m. (7a+) R. Armando, R. Delfino, L. Capanna - sett. 1989
20- Microbica 20 m (7b) ALA Sanremo, F. Bessone - 1993
21- Mitica 20 m. (6c) //
H- Oltremitica 37 m. (6c+) (prosecuzione di Mitica)
22- Raggi cosmici 15 m. (7a+) ALA Sanremo - 1992
23- Via del traverso * 90 m. (L1: 5c L2: 6b L3: 5c) N. Campora, M Mesciulam - feb. 1985
24- Il diritto 20 m. (7a+) ALA Sanremo
25- Stefano Cuneo 70 m. (L1: 6b+ L2: 6b L3: 5c) M. Schenone - 1984
26- Pietra stregata 20 m. (6b+) ALA Sanremo - 1992
27- Cengia allegra 20 m. (7a) //
28- Dita da cani 20 m. (6c) //
29- Alapaga 20 m. (7a+) //
30- Mix max ala 20 m. (7c) //
31- Orbita quadrata 20 m. (7a) //
32- Afa letale 20 m. (6c) //
33- Pazzia controllata 80 m. (6a/A1) R. Casarotto, P. Gualandi - nov. 1979 (storica; nervi saldi!)
34- Ghenaelle 80 m. (L1:5c L2:6b L3:4) M. Bernardi, G.C. Grassi - nov. 1979(storica;nervi saldi!)
I- Tutti questi temerari uccellini 32 m. (6c) (percorre la prima parte di ghenaelle)
L- Hyperzot 34 m. (7a) (percorre la parte alta di ghenaelle)
35- Il cinghiale 60 m. (L1:5b L2:5c) G. Calcagno, G. Ghiglione, U. Lemucchi - dic. 1974(storica)
36- Mirada 30 m. (6c) ALA Sanremo - 1992
37- Bauhaus * 80 m. (L1: 6a+ L2: 6a+ L3: 6a) G. Fornaro, R. Golly, C. Pizzorno - nov. 1985

Pilastro del re: da sinistra a destra

38- Uccidi lo schnauzer * 30 m. (6a) G. Colosso, G. Fornaro - nov. 1985
39- The cure 30 m. (6b+) G. Fornaro, C. Pizzorno - nov. 1985
M- La lotta della solitudine.. 38 m. ?
40- Macabrus 30 m. (7a) G. Fornaro - mag. 1987
41- Tenedò * 45 m. (L1: 6a L2: 5c) A. Colosso, G. Fornaro - nov. 1985
42- Pilastro del re * 60 m. (L1: 6a L2: 5c) A. Grillo, V. Simonetti - dic. 1974 (storica)
43- Bronsky beat * 50 m. (L1: 6a+ L2: 6c) A. Calosso, G. Fornaro, C. Pizzorno - 1985



Nuovo settore sulla ”Placca d’angolo”: a destra delle vie del “Pilastro del re”.


- PREMESSA

Arrampicare è un divertimento, un’ impegno fisico e mentale, un’ attività sportiva, una passione….. insomma è quello che voi volete che sia. Nell’ apertura di nuove vie di salita, siano essi monotiri che vie di più tiri, c’è tutto questo e a volte c’è anche qualcosa in più …..
I nuovi monotiri da me chiodati alla “Placca d’angolo” del Bric Scimarco nel 2005/06 sono nati … dal sentimento, dal dolore, dal ricordo.
Queste vie sono dedicate ad un’amica scomparsa; alla sua e alla mia famiglia che, insieme, hanno subito una grande “perdita” ……


Già più volte in passato avevo “visionato” questa piccola e segreta placca seminascosta dagli alberi e dalla vegetazione, con roccia ancora “vergine” e in buona parte coperta da edera, posta alla destra della parete del Bric Scimarco.
Poi, improvvisa, una “molla” interiore mi ha letteralmente “spinto” verso questa paretina; molte volte in completa solitudine in giornate infrasettimanali, alla ricerca di un rifugio per la mente e per l’anima, altre volte in compagnia di mio padre…….ma sempre per “una questione privata”.




Accesso: dal casello di Finale si scende
verso Finalborgo, si sale verso la fraz di
Perti e si prosegue fino ad un gruppo di
case ocra (Case Valle); il sentiero parte
da in mezzo le case, oltre un ponticello,
e sale verso il colletto di S.Antonino, da
qui scende sotto la parete.
( 20 min. segnavia tre pallini rossi ).

Il settore si trova all’estrema
destra della parete.

Si può salire anche dalla valle
di Orco, stesso posteggio del
Pianarella, superando i “Tre
Frati” fino alla parete. 25 min.





Il nuovo settore di parete (all’origine coperta in gran parte da edera e arbusti) è stato pulito e disgaggiato, ma la roccia rimane “vergine” e perciò da affrontare con attenzione (almeno per ora). Alla base della placca vi è una caratteristica grottella ed una cengia di terra da cui partono le vie.
I vari tiri sono stati attrezzati (autofinanziandosi e con i soliti tempi lunghi) con resinati; i piccoli commenti che seguono sono personali (e quindi perfettibili) ed i gradi da confermare. Buone arrampicate a tutti.

Le vie: da sinistra a destra
1- Bombo dei campi (alias Tommy): Ernesto e Dino Dotta maggio 2006 (6a)
placca verticale, leggermente a dex. su placca abbattuta, poi a sin. verso un vago diedrino, gradino/cengia, placca verticale
2- Per Paola: Ernesto Dotta aprile 2005 (5c)
(in ricordo di una amica) attacca sul bordo sin della grottella, piega un poco a dex, fessura verso sin, gradino, placca verticale
3- Il Bansigo: Ernesto e Dino Dotta febbraio 2005 (6a/6a+)
la prima realizzata nel settore, placca, diedro fessurato, pronunciata pancia piuttosto atletica, diedro-camino verticale
4- T.E.T. : Ernesto Dotta (?)
progetto
5- Gens Dotta: Ernesto Dotta giugno 2006 (…6b+ ??)
placca dapprima abbattuta poi verticale fino a della roccia rossastra, fessura/diedro strapiombante
(valutazione da confermare !!)


© QUOTAZERO.COM - E-mail: info@quotazero.com - Avvertenze - sito ottimizzato per risoluzione 1024x768 e superiori