Archivio Itinerari Archivio Articoli Forum Gallery Cerca nel Sito:      

Home Page
Appennino Ligure
Alpi Apuane
Alpi Liguri
Alpi Marittime
Alpi Cozie
Articoli

Forum
Gallery
Vecchia Gallery
Rivista
FAQ
Link
Vecchio Sito
Contatti
News

Area Riservata

User:

Password:











Escursione serale di Quotazero
..... non ci facciamo mancare niente..
(delorenzi, 27/06/2007)

Area Tematica: sport e montagna
Area Geografica: Appennino Ligure

E’ ormai inarrestabile l’ attività dei forumisti di quotazero….. e quindi non ci si poteva fare mancare l’escursione in notturna.

Sotto la direzione organizzativa di Scinty, si sono trovati in quel di Varazze:

Bade
Dani80
Scinty
Paolo59
Rikkytikkytavi
Pepito
Granpasso
Pazzaura e Claudia
Wolf041 e Lorenza
Topo e Elena
Erne e Tittmorde
Delorenzi
Pollon e Alexander
Ago
Titti
Cortofiato
Manù
Max Payne
Nanà
Kalla
Alec
Skeno e Sara + Frankie
Colsub


Io raggiungo Pazzaura e Claudia davanti al loro negozio, ubicato nel noto quartiere di comunisti mangiabambini di Sestri Ponente. Ci imbarchiamo sul potente mezzo alla volta di Varazze……………ma prima bisogna raccattare il Bade e Max Payne che attendono invano Manù sotto il ponte dell’ autostrada di Voltri.

Il Bade è un filo alterato. Ha cercato di contattare ripetutamente Manù mandandogli numerosi sms ma la nostra, rispettosa del codice della strada, essendo in macchina non gli risponde. E il bade un pò se la prende……

Pertanto tiriamo su i due abbandonati da Manù, che da li a pochi minuti arriva al punto indicato….. ma non troverà nessuno, e ci dirigiamo alla volta di Varazze praticamente con freno a mano tirato e senza mettere mai nemmeno la quarta per vedere se la Manù ci riesce a raggiungere….. ma non si vede nessuno.

Allora l’ aspettiamo all’ uscita del casello. E parte il toto colore della macchina di Manù, che sappiamo avere una fiammante seicento. Di seguito elenchiamo i colori che secondo noi sono più consoni alla persona: quindi nell’ ordine: giallo canarino, fucsia, verde pisello. Non ci andiamo tanto distante: è verdina metallizzata.

A questo punto per non fare la strada in cinque sulla macchina di Pazzaura e lasciare la Manù da sola il Bade (amministratore eroico) si offre volontario e va a fare da navigatore sulla seicento.

Pensando di essere in ritardo ci portiamo alla volta della ridente cittadina rivierasca di Varazze, ma con grande stupore di tutti, noi che pensavamo di essere gli ultimi (qualcuno che lavora esiste ancora), passiamo davanti al nutrito gruppo che si era dato appuntamento a Varazze……ore prima.

Per sfregio non rallentiamo nemmeno e ci dirigiamo alla partenza indicata con il numero 1. Preparativi del caso, carichiamo armi e bagagli e ci avviamo lungo la strada che sale alla vetta.

Come al solito la puntualità non è di tutti e pertanto, nonostante nove pagine di messaggi sull’ apposito topic, arrivano primi in vetta Ago, Colsub e Alec, seguiti dal gruppone tirato da Manù, appesantita da una teglia di torta di mele o almeno credo e ad una incollatura il gruppo più folto di quotazero, che ha scelto il percorso con meno dislivello, capeggiato da Frankie…….. e ho detto tutto.

Arrivati tutti in vetta iniziano i preparativi; aggiungiamo un altro tavolo a quello che c’è già vicino………… al burrone sotto la chiesetta, ed apparecchiamo.

Dagli zaini esce fuori un pò di tutto: salami, torte salate, torte dolci, vino (molto), acqua (poca), liquori, pateca (anguria per i non genovesi) etc. etc….

Il momento topico della serata è senza ombra di dubbio (poca ombra perché erano già calate le tenebre), la torta per il Sommo Giudice Erne, che festeggia gli anni….. ma non si quanti….
Erne, che si presenta con tre dita della mano fasciate, io penso ad un infortunio su di un passaggio dal 7a in su, ma in effetti trattasi di incidente …………..domestico (????), ci mette un certo impegno nello spegnere l’ unica candelina sulla torta (la torta era abbastanza grande ma forse non a sufficienza per ospitare tutte le candeline necessarie), ma è battuto nel titanico sforzo……dal vento…….

Dopo avere bevuto e mangiato a sazietà, Topo tira fuori la chitarra, vero elemento di terrore per il Bade ed inizia a menestrellare su di un vasto repertorio, accompagnato da altri componenti della spedizione………

Ma, come tutte le cose belle, anche l’ escursione serale finisce e armati di pila frontale scendiamo lungo la strada che ci riporta alle macchine.


Riflessione seria: termino questo racconto spendendo due parole per il forum di quotazero, che si sta rivelando uno strumento che ha permesso e permette a persone così diverse tra loro, vuoi per età, professione, passioni legate alle tante sfaccettature del mondo della montagna, di conoscersi e di incontrarsi in modo non solo virtuale.

Un plauso va quindi a Bade ed agli altri ideatori del forum. Bravi

Video di Alexander


Gallery Fotografica


© QUOTAZERO.COM - E-mail: info@quotazero.com - Avvertenze - sito ottimizzato per risoluzione 1024x768 e superiori