Archivio Itinerari Archivio Articoli Forum Gallery Cerca nel Sito:      

Home Page
Appennino Ligure
Alpi Apuane
Alpi Liguri
Alpi Marittime
Alpi Cozie
Articoli

Forum
Gallery
Vecchia Gallery
Rivista
FAQ
Link
Vecchio Sito
Contatti
News

Area Riservata

User:

Password:











Rivarossa
(paolo59, 15/04/2008)

Si segue il sentiero (segnavia 208) che sale ripido nel bosco. Il sentiero (antica mulattiera) č ora rovinato dai passaggi frequenti di moto da cross che ne hanno deturpato il fondo e rovinato i resti in pietra dell'antiva via. Si continua a salire nel bosco fino ad un crinale dove il sentiero spiana e la vegetazione si dirada. Si incominciano a scorgere i resti del borgo di Rivarossa dove si arriva poco dopo. Qui si prosegue (palina) lungo una strada sterrata (con accesso anche alle auto purtroppo!) che in pochi metri porta alla chiesetta della Madonna di Rivarossa. La strada prosegue in falsopiano per tagliare poi sulla sinistra le pendici del M. Gavasa. Salendo si raggiunge un passo (a sinistra si trovano delle antenne e dei ripetitori) a destra invece al ritorno si puņ raggiungere la cima del Monte Gavasa compiendo una deviazione. Si prosegue ora in discesa fino ad un'altra selletta e poi la sterrata ora in salita raggiunge una baracca in lamiera per giungere ad un'altro colletto dove si vede la cima del Monte Barilaro, riconoscibile per il ripido versante sudorientale di conglomerato. Arrivati ad un bivio si trascurano le strade sterrate che scendono sia a destra che a sinistra e si sale, di fronte, per il sentiero nel bosco che in breve porta sulla cima (2 h tot.)


Nessuna immagine associata

Altre informazioni o foto:
http://www.paolosnow.it/Appennino/barilaro/index.htm



© QUOTAZERO.COM - E-mail: info@quotazero.com - Avvertenze - sito ottimizzato per risoluzione 1024x768 e superiori