Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è dom ago 18, 2019 6:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Sentiero Monte Bano-Monte Candelozzo
MessaggioInviato: lun mar 17, 2014 18:02 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao a tutti. E' giunto il momento di aprire questo topic specifico, perchè, dopo ripetuti sopralluoghi con le più varie condizioni atmosferiche e verificate tutte le possibili varianti, credo che sia possibile passare alla fase operativa per la ritracciatura di questo collegamento, che, sino alla fine degli anni Settanta, rappresentava il prolungamento dell'attuale quadrato rosso pieno che da Prato sale a Capenardo (peraltro oggi piuttosto deteriorato o impercorribile in qualche tratto) e che venne dismesso per motivi che nessuno alla Fie è riuscito a ritrovare nella memoria o negli archivi.

Nel topic "Val Noci" potrete leggere vari interventi su questo argomento. Riassumendo al massimo posso dire che non esistono assolutamente difficoltà al ripristino di questo sentiero, che potremmo benissimo inserire nei "QZ" dopo aver risuscitato il Prato-Monte Lago, poichè, in gran parte, segue itinerari che, negli anni, cacciatori e trialisti sono riusciti a mantenere aperti e percorribili, tanto è vero che l'unica sezione per cui occorrerà un maggior impegno di ritracciatura è quella iniziale tra la vetta del Bano e le Case Brugosecco.

Per un solo centimetro (1035 a 1036) il Candelozzo è più alto del Bano, per cui, seguendo i consueti criteri direzionali l'itinerario ufficiale sarà Bano-Candelozzo. Ancora adesso il vecchio segnavia è visibile in moltissimi punti, e questo testimonia sia l'accuratezza del lavoro dei segnalatori dell'epoca sia l'uso di vernici davvero ottime per resistere a oltre quarant'anni di esposizione sia al sole che alle intemperie.

Solo due tratti saranno da risegnalare del tutto: la parte iniziale, come detto, dove occorre qualche minima deviazione rispetto alla traccia d'epoca per aggirare un paio di punti davvero impenetrabili, e quella che dall'innesto sulla sterrata di Noci porta in vetta al Candelozzo.

Con Lmmt siamo già d'accordo per un lavoro di squadra, chi si volesse unire è bene accetto.

Ripristinando questo sentiero si creerebbe un anello completo segnalato (poi naturalmente si possono fare varie integrazioni o tagli) intorno alla Val Noci: quadrato giallo pieno dal Bano al Candelozzo - quadrato rosso pieno (o doppia linea rossa verticale) dal Candelozzo al bivio con il cerchio rosso barrato - cerchio rosso barrato dal bivio sopra Capenardo alla sella del Monte Lago - bandierina biancorossa AV dalla sella del Lago alla Gola di Sisa - croce gialla da Gola di Sisa a Sanguinetto e strada provinciale - rombo giallo pieno da strada provinciale per vetta del Bano.

A presto per gli aggiornamenti.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 16, 2014 16:20 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Da poco prima delle case Brugosecco (arrivando da Teitin) all'altezza della piazzuola con resti di teleferica a sinistra, stamattina ho tracciato una superprovvisoria traccia di itinerario fino in cima al Bano, con qualche baffo colorato su pietre e alberi, più o meno sulle orme del quadrato giallo pieno, che però non potrà essere totalmente ripercorso per via di un paio di roveti ormai insuperabili.

L'idea è di seguire la traccia principale dei cacciatori, vista la natura del terreno, sistemando qualche regolare palo h 1.30-1.40 con segnaletica bidirezionale, per facilitare al massimo l'individuazione.

Se qualcuno, comunque, vuole seguire l'itinerario direi che può farlo tranquillamente, come peraltro amici quotazerini hanno già riferito nel topic Val Noci. Indispensabili, però, in salita, i bastoncini, perchè alcuni "salti" sono un minimo impegnativi. Più "facile" procedere in senso contrario anche perchè si ha come chiaro riferimento i tetti delle Case Brugosecco.

Alla prossima. Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mag 22, 2014 13:27 
Non connesso
Matricola

Iscritto il: ven set 20, 2013 20:12
Messaggi: 44
E' vero, il quadrato rosso da Prato al Candelozzo è molto deteriorato...mi viene da pensare che vi siano percorsi fie di serie a e di serie b, naturalmente quelli di serie a sono quelli importanti per gli allacciamenti alle alte vie, per le marce non competitive ecc.
Vi è, insomma, obiettivamente, una "discriminazione" di molti sentieri, considerati inutili, non importanti, non logistici e quindi trascurati e lasciati completamente a se stessi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mag 22, 2014 18:33 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao, il fatto è che la Fie ormai lavora pressocché solo su commissione e in quella zona non c'è ente parco o qualche altra realtà che abbia voglia di far sistemare quei sentieri. Non so, poi, autonomamente come attualmente si muova la Fie (e, a questo proposito, se Michele Picco mi leggesse lo invito a darci qualche informazione) ma sicuramente in quella zona non ha mosso foglia. Gli unici ritocchi li ha fatti, del tutto volontariamente e a proprie spese (e con piacere, s'intende) chi ti scrive. In futuro, sistemato il Bano-Candelozzo, vorrei dedicarmi anche al Prato-Candelozzo, ma ci vuole tempo (spero di averlo se riesco ad andare in pensione a fine anno). Ciao.

Ps Annuncio a tutti che il Comune di Montoggio dovrebbe fornire un ottimo contributo (a livello di materiali) per il Bano-Candelozzo. Vi aggiornerò.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio apr 02, 2015 22:45 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao a tutti. Siamo finalmente giunti al via delle operazioni di ripristino di questo sentiero, facente parte della rete Fie sino alla fine degli anni 70 e poi dismesso per motivi che non si è riusciti a individuare dagli archivi della Federazione. Poiché la Fie non opererà in proprio diciamo che saremo noi di Quotazero a lavorare in autonomia per completare un bel circuito di sentieri segnalati intorno alla Val Noci. Aggiungo che, forse entro l'anno, il gruppo camminatori Coop intende sistemare un segnavia al sentiero che da Morasco porta verso Campoveneroso per creare un "itinerario della Resistenza" ricordando come quel luogo sia stato base della Brigata Severino durante la Seconda guerra mondiale. Se questo progetto andrà in porto ecco che il nostro sentiero avrà anche un'importante via d'accesso/sbocco diretto sul fondo valle Scrivia.

Come già riferito nel topic relativo al sentiero Prato-Monte Candelozzo le condizioni di questo itinerario sono buone. E' vero che nel tratto mediano ci sono tre fronti di smottamento ma il passaggio è per niente problematico. La parte su cui occorre intervenire con più attenzione, sul piano del segnalamento, è quella che da Case Brugosecco porta alla cima del Bano.

Ecco alcune immagini dell'itinerario su cui speriamo presto ricomparirà il quadrato giallo pieno del Sentiero Quotazero 2.
Cominciamo dalla vetta del Candelozzo, a quota 1036, dove oggi hanno termine il sentiero quadrato rosso pieno proveniente da Prato e il doppia linea verticale rossa che sale da Paravagna (entrambi freschi freschi di ripulitura e risegnalamento a cura di QZ)...
Allegato:
P1000586.JPG
P1000586.JPG [ 6.97 MiB | Osservato 7226 volte ]


Da lì seguendo prima la cresta e poi un sentierino si scende a intersecare (dopo 400 metri) l'Alta via dei monti liguri e la strada sterrata che da Capenardo porta a Noci, che si deve seguire per 1,830 km fino a questo punto da cui si sale a destra lungo un sentiero ben delineato (sul pietrone abbiamo sistemato un provvisorio segnale direzionale giallo)...
Allegato:
P1000587.JPG
P1000587.JPG [ 8.34 MiB | Osservato 7225 volte ]


... con bella vista, a sinistra, su Noci
Allegato:
P1000588.JPG
P1000588.JPG [ 7.19 MiB | Osservato 7225 volte ]


...e dopo 400 metri si giunge al punto in cui il nostro sentiero prende decisamente il versante della Valle Scrivia scendendo a destra verso Campoveneroso. Proseguendo dritti si sale invece più o meno sulla cresta del Monte Caricato (può essere un itinerario alternativo che ritrova il quadrato giallo più o meno all'incrocio con la mulattiera che scende a Noci).
Allegato:
P1000589.JPG
P1000589.JPG [ 6.85 MiB | Osservato 7225 volte ]


Si passa quasi sempre nel bosco ma non mancano ampie aperture verso la catena dell'Antola
Allegato:
P1000590.JPG
P1000590.JPG [ 7.35 MiB | Osservato 7225 volte ]


Dopo 1,040 km si arriva alla confluenza col sentiero di cresta del Monte Caricato e la mulattiera da/per Noci. Proseguendo per altri 690 metri eccoci alla Casa Teitin, purtroppo via via sempre più diroccata
Allegato:
P1000593.JPG
P1000593.JPG [ 7.18 MiB | Osservato 7225 volte ]


Da qui si prosegue salendo prima con qualche tornantino e poi in leggera discesa verso le Case Brugosecco. Poco prima (780 metri da Casa Teitin) il nostro sentiero lascerà l'itinerario principale per prendere a destra una traccia utilizzata dai cacciatori
Allegato:
P1000594.JPG
P1000594.JPG [ 7.27 MiB | Osservato 7225 volte ]


che dopo poche decine di metri ritrova i vecchi segnali quadrato giallo che salgono dritti tagliando le fasce verso la cresta sopra le Case Brugosecco per poi piegare a sinistra (ecco il segnavia, che ha resistito per oltre quarant'anni senza essere mai rinfrescato, e questo la dice lunga sulla qualità della vernice e la perizia dei segnalatori) all'altezza di una bella targa in marmo posta dalla società Audax, risalente al 1927
Allegato:
P1000596.JPG
P1000596.JPG [ 7.2 MiB | Osservato 7225 volte ]


e ricorda Pietro Pendola, che, a quanto si capisce, era un grande escursionista nonché tracciatore di sentieri dell'epoca
Allegato:
P1000595.JPG
P1000595.JPG [ 8.61 MiB | Osservato 7225 volte ]


Da qui in un quarto d'ora si arriva in cima al Bano, considerato a ragione (leggi targa) una delle cime "più pure" del nostro appennino. Contrariamente al tracciato originale, ormai sbarrato da arbusti spinosi in cui non è il caso di infilarsi, ritracceremo il sentiero procedendo a mezza costa lungo la traccia che vedete in questa immagine e che porta agli alberi sullo sfondo dove si ritrova il sentiero segnalato che sale direttamente ai 1035 metri del Monte Bano, che vedete nuda a destra, dopo aver superato facilmente l'anticima alberata. Proprio in questo tratto, per facilitare il cammino anche con la neve, sistemeremo dei paletti su cui piazzare i segnavia poichè non ci sono pietre o alberi adatti a ospitarli
Allegato:
P1000597.JPG
P1000597.JPG [ 7.69 MiB | Osservato 7225 volte ]


A presto per gli aggiornamenti.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab apr 04, 2015 9:51 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 629
Località: La Spezia
Grazie per l'ottimo lavoro : Thanks : e Felice Pasqua

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom dic 20, 2015 11:23 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao. Vi aggiorno sugli interventi effettuati e ho il piacere di dirvi che siamo quasi in dirittura d'arrivo. A livello di segnavia è completato il tratto che dalla vetta del Candelozzo arriva alla Costa dei Fo' e (quasi in maniera definitiva) il tratto fra Case Brugosecco e cima del Bano, dove abbiamo anche effettuato una buona opera di taglio arbusti. In quest'ultima parte, come detto in passato, abbiamo sistemato il quadrato giallo anche su pali nei tratti in cui mancano alberi o rocce ideali in maniera tale che la traccia sia ben visibile. Un altro paletto si trova all'inizio della salita per il Candelozzo, praticamente all'incrocio fra la carrozzabile per Noci e l'Alta Via. Nei prossimi giorni conto di terminare i segnavia tra Casa Teitin e Costa dei Fo'.

Il tutto sarà completato dalla posa di frecce indicatrici presso alcuni bivi (Noci e Campoveneroso, ad esempio) mentre sto preparando un decente quadro di chiusura percorsi da sistemare in cima al Monte Bano. Anche in cima al Candelozzo prevediamo di mettere indicazioni chiare su lunghezza e tempistica di questo che diverrà ufficialmente il sentiero QZ2 (l'1, come ricorderete, è quello dei "mille scalini" da Cavassolo alla cima del Lago).

Eccovi una prima serie di immagini:
Allegato:
Commento file: L'incrocio strada per Noci-salita al Candelozzo col paletto indicatore in alto
bivionoci.jpg
bivionoci.jpg [ 2.02 MiB | Osservato 7082 volte ]


Allegato:
Commento file: Monti Lago e Alpesisa visti dalla Costa dei Fo'
costadei fo'.jpg
costadei fo'.jpg [ 1.25 MiB | Osservato 7081 volte ]


Allegato:
Commento file: La catena dell'Antola vista da dopo la Costa dei Fo'
catenaantola.jpg
catenaantola.jpg [ 1.3 MiB | Osservato 7081 volte ]


Allegato:
Commento file: I tetti di Campoveneroso
campoveneroso.jpg
campoveneroso.jpg [ 2.06 MiB | Osservato 7080 volte ]


Allegato:
Commento file: Panorama dal sentiero andando verso Casa Teitin. A sinistra si vede Ciappa
panorama3.jpg
panorama3.jpg [ 1.33 MiB | Osservato 7081 volte ]


Allegato:
Commento file: Paolocerreta impegnato nel taglio di un arbusto invadente
cima (2).JPG
cima (2).JPG [ 6.49 MiB | Osservato 7081 volte ]


Allegato:
Commento file: Sistemazione di un palo segnaletico nel tratto subito dopo Brugosecco
palo.jpg
palo.jpg [ 6.46 KiB | Osservato 7080 volte ]


Allegato:
Commento file: Serie di pali distanziati lungo il costone che sale al Bano dopo Brugosecco
palo2 (1).JPG
palo2 (1).JPG [ 7.09 MiB | Osservato 7080 volte ]


Allegato:
Commento file: In cima al Bano con vista "spaziale"
cima (1).JPG
cima (1).JPG [ 7.17 MiB | Osservato 7081 volte ]


Allegati:
Commento file: Paolo mentre disbosca
palo2 (2).JPG
palo2 (2).JPG [ 6.55 MiB | Osservato 7082 volte ]

_________________
pace e bene
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom dic 20, 2015 15:25 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 1530
Località: Genova / Imperia
Tu ed i tuoi amici siete dei benemeriti !! =D> =D> =D> =D> =D>
Bravissimi . : Thumbup :
Opera stra- meritoria . Appena posso proverò questo itinerario , visto che il Bano manca alla mia collezione di cime .... :risata:

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom dic 20, 2015 19:44 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 629
Località: La Spezia
Condivido parola per parola!
Complimenti!

: Thanks :

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun dic 21, 2015 19:35 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 06, 2015 22:19
Messaggi: 4
Grandissimi!!!! : Thumbup : : Thumbup :


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar dic 22, 2015 8:45 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6986
Località: Genova
Ottimo lavoro, grazie come sempre

: Thumbup :

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar dic 22, 2015 14:19 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Aggiungo qualche altra immagine. Fra meteo e festività completeremo l'opera ai primi dell'anno nuovo.

Allegato:
Commento file: Sulla base della stele in cima al Candelozzo il quadrato giallo. Accanto indicheremo chilometraggio e tempistica
20151217_145229.jpg
20151217_145229.jpg [ 2 MiB | Osservato 7009 volte ]


Allegato:
Commento file: Penultimo o secondo segnavia, a seconda della direzione, e stele del Candelozzo
20151217_145157.jpg
20151217_145157.jpg [ 1.97 MiB | Osservato 7009 volte ]


Allegato:
Commento file: Vedute dal Candelozzo verso Nord Est-Est
20151210_132419.jpg
20151210_132419.jpg [ 1.53 MiB | Osservato 7008 volte ]


Allegato:
20151210_132425.jpg
20151210_132425.jpg [ 1.49 MiB | Osservato 7008 volte ]


Allegato:
20151210_132432.jpg
20151210_132432.jpg [ 1.54 MiB | Osservato 7009 volte ]


Allegato:
Commento file: Noci visto dalla Costa dei Fo'
20151217_120528.jpg
20151217_120528.jpg [ 1.8 MiB | Osservato 7008 volte ]


Allegato:
Commento file: Segnavia sulla Costa dei Fo'
20151217_120614.jpg
20151217_120614.jpg [ 2.69 MiB | Osservato 7009 volte ]


Buone feste e ciao a tutti. Ai prossimi aggiornamenti.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar dic 22, 2015 15:27 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2630
Località: Genova Quarto
Semplicemente, grazie.

=D> =D> =D>

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab gen 09, 2016 16:47 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Pittogrammi completati da Costa dei Fo' a Brugosecco. Nei prossimi giorni chiuderemo l'operazione tra Brugosecco e vetta del Bano. Alcune immagini

Allegato:
Commento file: Il trivio di Noci presidiato da Joey. Sull'albero a sinistra col quadrato giallo sistemeremo due frecce direzionali con le indicazioni delle mete opposte, tempi e distanza. Su un altro tronco freccia indicatrice per Noci. Un'altra freccia sarà messa al bivio per Campoveneroso
noci1.JPG
noci1.JPG [ 7.47 MiB | Osservato 6940 volte ]


Allegato:
teitin (2).JPG
teitin (2).JPG [ 7.46 MiB | Osservato 6940 volte ]


Allegato:
Commento file: Casa Teitin. Segnale e indicatore di direzione sopra il braciere, proprio dove c'era l'antico segnavia Fie
teitin (1).JPG
teitin (1).JPG [ 7.25 MiB | Osservato 6940 volte ]


Allegato:
Commento file: Alpesisa e dintorni tra nuvole basse al tramonto vista da Casa Teitin
pano.JPG
pano.JPG [ 5.76 MiB | Osservato 6940 volte ]


Alla prossima. Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar gen 12, 2016 18:08 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: mer mar 23, 2011 10:59
Messaggi: 108
Località: Genova
Leggo solo ora... Che dire, grazie per il lavoro svolto! : Thanks :
Tanta stima! Ora non mi resta che provarlo!

_________________
Al mondo ci sono tante cose affascinanti... Alzati e valle a cercare !


Il mio profilo Flickr : http://www.flickr.com/photos/61608896@N04

Il mio sito fotografico http://www.naturaliguria.it


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar gen 12, 2016 19:40 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 678
Località: Valbrevenna
Un bellissimo itinerario..in piu ora che è tutto tracciato di fresco!! Grazie terralba per l'impegno e l'entusiasmo che hai messo per resuscitare questo sentiero inspiegabilmente dimenicato!! =D>

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab gen 16, 2016 18:24 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao a tutti. Con grande piacere vi annuncio che ho completato oggi la posa dei pittogrammi quadrato giallo pieno anche nel tratto conclusivo da Brugosecco alla cima del Monte Bano. Ho approfittato della bellissima giornata e del clima secco che ha permesso di fissare al meglio il colore. Ora, dunque, gli oltre sette chilometri di questo itinerario sono pronti: sono passati 35 anni dalla dismissione di questo sentiero da parte della Fie (per motivi che nessuno in Federazione è riuscito a ritrovare) e direi 3-4 da quando a chi scrive, dopo tante escursioni in questa zona, è venuto in mente di impegnarsi per risistemarlo.

Ringrazio Lorenzo Torre (lmmt) per i suggerimenti, Paolo Brassesco (paolocerreta) per l'aiuto concreto sul terreno e Joey che mi ha tenuto compagnia su e giù da queste parti e con tutti i climi e che mi ha fornito, col suo fiuto delle piste, preziose indicazioni su qualche rettifica rispetto al tracciato originario.

Naturalmente bisogna mettere la ciliegina sulla torta: il cartello di fine itinerari in cima al Bano, le frecce indicatrici presso alcuni bivi (grazie anche alla Fie per il materiale che mi ha fornito), le indicazioni sul cippo del Candelozzo. Ma il più grosso è fatto. Prossimamente un po' di immagini nonchè i dati verificati sul terreno di lunghezze e tempi di percorrenza.

Ultima cosa, ma importante: l'ultimo tratto del sentiero, da Brugosecco alla cima del Bano, è molto stretto; talvolta è quasi una traccia e proprio per questo ho sistemato i pali col segnavia per dare un riferimento a più lunga distanza. Al di là del fatto che presenta qualche dislivello un minimo impegnativo per superare le antiche fasce, è piuttosto erboso e scivoloso. Lo etichetterei come EE (tutto il resto è E, e T sulla sterrata per Noci). Il consiglio (ma questo vale anche per il sentiero rombo giallo che sale da Caiasca e l'ultima parte del triangolo giallo vuoto da Montoggio) è di non percorrerlo in giornate umide o piovose o dopo precipitazioni; l'ideale è farlo in giornate terse come quella di ieri per i panorami grandiosi (che appena posso inserisco) che si godono da lassù. Bastoncini sempre obbligatori.

Gambe in spalla a tutti. Alla prossima.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab gen 16, 2016 19:57 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 629
Località: La Spezia
: Thanks : : Thumbup : Spero di riuscire a percorrerlo a breve!

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun gen 18, 2016 10:47 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 331
Località: Genova
Un immenso ringraziamento a Terralba e a tutti quanti hanno collaborato alla rinascita di questo tracciato.
=D> =D> =D> =D> =D> =D>
Spero di riuscire a sperimentarlo già questo inverno.
Ciao,
F.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom gen 24, 2016 16:52 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Partiamo dai titoli di coda. Ecco cosa ora appare sul cippo di vetta del Monte Candelozzo:

Allegato:
cippo.JPG
cippo.JPG [ 7.39 MiB | Osservato 6752 volte ]


Da qui parte il rinato sentiero per il Monte Bano: 5,670 km la lunghezza, 1h40' il tempo di percorrenza calcolato con andatura spedita in condizioni climatiche ideali. In condizioni meteo avverse, infatti, sia il tratto finale da Case Brugosecco alla cima del Bano (per la ristrettezza della traccia) sia la parte di sentiero compresa tra la sella di Costa dei Fo' e il trivio per Noci per via di alcuni fronti di smottamento può, in caso di pioggia o dopo delle piogge, rallentare e anche di molto il passo.

L'ora e 40 minuti in direzione Candelozzo-Bano sale a 1h55' in direzione opposta per via del maggiore dislivello in salita e per il fatto che, comunque, la discesa dalla vetta del Bano a Brugosecco non si può fare a passo speditissimo, perché, come già detto e come vedrete in foto, l'itinerario in alcuni tratti è pressoché un traccia su un terreno molto erboso, che con umidità o dopo precipitazioni, è davvero scivolosissimo.

Eccovi, dunque, lunghezze e tempistica parziali (dal via):

Vetta Candelozzo (m. 1036 s.l.m.) - Incrocio A.V. su sterrata per Noci: Km 0,430 - 8'

Incrocio A.V. - Bivio sentiero per Costa dei Fo' (m. 850 s.l.m.): km 2,550 - 29'

Bivio sentiero per Costa dei Fo' - Sella Costa dei Fo' (m. 900 s.l.m.): km 2,940 - 35'

Sella Costa dei Fo' - Bivio per Campoveneroso (m. 840 s.l.m.): km 3,340 - 41'

Bivio per Campoveneroso - Trivio di Noci (m. 900 s.l.m.): km 3,980 - 52'

Trivio di Noci - Casa Teitin (m. 915 s.l.m.): km 4,660 - 1'01'

Casa Teitin-Bivio Case Brugosecco (m. 920 s.l.m.): km 5.260 - 1h11'

Bivio Case Brugosecco-Vetta Monte Bano (m. 1035 s.l.m.): km 5,670 - 1h35'

In direzione opposta di base servono circa 5 minuti in più da Trivio per Noci a Sella Costa dei Fo' e circa 10 minuti in più dall'innesto del sentiero dalla Costa dei Fo' sulla carrareccia da/per Noci e la cima del Candelozzo.

A proposito di quest'ultimo monte vi posto questa immagine: la croce di vetta che stava accanto al cippo è stata sdradicata (probabilmente perché gli insetti e l'umidità l'hanno rovinata alla base). Qualcuno (che ovviamente ringraziamo) l'ha sistemata sul cippo, allargando i ferri che lo circondano e bloccandola con delle pietre. Ora la croce copre l'indicazione di fine sentiero degli itinerari da Prato e Paravagna, ma l'importante è che sia fissata in attesa che magari venga rimessa nella postazione originaria. Eccovi l'immagine:

Allegato:
cippo2.JPG
cippo2.JPG [ 7.26 MiB | Osservato 6752 volte ]

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom gen 24, 2016 17:43 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 331
Località: Genova
Percorso ieri questo sentiero, sono riuscito a farlo ben prima del previsto... Siccome ormai è un sentiero fatto e finito, ho anche aperto il corrispondente topic nella sezione escursionismo.

Per quanto riguarda la parte "tecnica" non posso che complimentarmi con Terralba e con tutti coloro che hanno aperto e segnato in modo impeccabile il sentiero. Grazie ai segnavia sempre presenti, si è trattato di un percorso piacevole anche se il tracciato non è sempre in ottime condizioni. Solo un paio di suggerimenti: 1) i pali segnaletici nell'ultimo tratto andrebbero rinforzati con pietre o cunei alla base, altrimenti alla prima pioggia un po' intensa vanno a terra (l'avrei volentieri fatto io se non avessi avuto problemi di tempo); 2) la tempistica di 1h40 si riferisce a un passo spedito, mentre le paline sei sentieri di solito si riferiscono a un escursionista medio: io ci ho messo 2h20, diciamo con qualche pausa fotografica, ma niente di che. Di solito io rispetto approssimativamente i tempi delle paline dei nostri sentieri di zona. Siccome una delle funzioni (se non la principale) delle tempistiche segnalate è quella di evitare che le persone vengano colte dal buio ancora durante il percorso, credo sarebbe più prudente allungare un po' questo tempo, non dico alle mie 2h20, ma almeno a 2 ore.

Il tratto che aggira a N il monte Caricato potrebbe dare problemi sul medio periodo, per infrascamento di rovi, pruni e altro nella zona di Campoveneroso e per frane nel tratto successivo. Immagino però che il tratto sia evitabile.

Grazie per il lavoro, è stato un piacere percorrere questo sentiero!
Ciao
F.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom gen 24, 2016 17:47 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 678
Località: Valbrevenna
: Thanks : Francesco per le utili informazioni sulle distanze chilometriche!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun gen 25, 2016 8:45 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6986
Località: Genova
Complimenti ancora e grazie =D>

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun gen 25, 2016 22:18 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
fabio.rapallo ha scritto:
Percorso ieri questo sentiero, sono riuscito a farlo ben prima del previsto... Siccome ormai è un sentiero fatto e finito, ho anche aperto il corrispondente topic nella sezione escursionismo.

Per quanto riguarda la parte "tecnica" non posso che complimentarmi con Terralba e con tutti coloro che hanno aperto e segnato in modo impeccabile il sentiero. Grazie ai segnavia sempre presenti, si è trattato di un percorso piacevole anche se il tracciato non è sempre in ottime condizioni. Solo un paio di suggerimenti: 1) i pali segnaletici nell'ultimo tratto andrebbero rinforzati con pietre o cunei alla base, altrimenti alla prima pioggia un po' intensa vanno a terra (l'avrei volentieri fatto io se non avessi avuto problemi di tempo); 2) la tempistica di 1h40 si riferisce a un passo spedito, mentre le paline sei sentieri di solito si riferiscono a un escursionista medio: io ci ho messo 2h20, diciamo con qualche pausa fotografica, ma niente di che. Di solito io rispetto approssimativamente i tempi delle paline dei nostri sentieri di zona. Siccome una delle funzioni (se non la principale) delle tempistiche segnalate è quella di evitare che le persone vengano colte dal buio ancora durante il percorso, credo sarebbe più prudente allungare un po' questo tempo, non dico alle mie 2h20, ma almeno a 2 ore.

Il tratto che aggira a N il monte Caricato potrebbe dare problemi sul medio periodo, per infrascamento di rovi, pruni e altro nella zona di Campoveneroso e per frane nel tratto successivo. Immagino però che il tratto sia evitabile.

Grazie per il lavoro, è stato un piacere percorrere questo sentiero!
Ciao
F.


Grazie Fabio per le belle parole. Che il tracciato non sia in certi tratti in ottime condizioni l'ho scritto più volte, ma tutto il versante montoggino è soggetto a smottamenti e quindi bisogna sperare che non si ripetano precipitazioni eccezionali come quelle di 2013 e 2014 le cui conseguenze sono ben note. In assenza di eventi estremi penso comunque che la situazione non sia destinata a peggiorare nel breve periodo e, quindi, con elementare prudenza quel paio di tratti un po' insidiosi sul fronte Nord del Monte Caricato si percorrono tranquillamente. Quanto all'ultimo tratto l'ho indicato come EE consigliando di non affrontarlo in periodi piovosi, cosa che vale peraltro anche per il sentiero diretto da Caiasca al Bano.
Io, però, lo sapete, ho un piccolo difetto: se un sentiero non è un po' duro e impegnativo e non costa fatica mi dà poco gusto. Proprio per questo risistemare questo itinerario proprio per qualche insidia che lo caratterizza mi ha appassionato particolarmente. L'importante è sapere cosa ti aspetta e mi sembra che questo topic sia esaustivo in questo senso.

Quanto alla tempistica ho specificato che il collaudo definitivo l'ho fatto a passo svelto, tanto è vero che da vetta a vetta ho impiegato un'ora e 35'. Prendo in considerazione il tuo suggerimento; aspetterei magari le opinioni di chi prossimamente percorrerà il tracciato per l'indicazione definitiva da sistemare sulla tabella che sarà piazzata sul cippo del Candelozzo (quella attuale è nelle nostre intenzioni provvisoria). Di certo metterò 2 ore sulla tabella di vetta al Bano per i motivi già esposti circa la percorrenza in senso opposto.

Pali: pietre a taglio sono state messe in quantità per fissare bene la parte sottoterra e poi sono state ricoperte; contiamo sul fatto che il dilavamento non provochi danni e chiaramente verificheremo la situazione. Semmai temo più l'azione degli uomini di quella della natura e spero proprio che i pali non facciano venire l'acquolina in bocca a qualcuno per farne legna da ardere (come è accaduto a molti sull'AV)...

Quanto al possibile infrascamento dei tratti che hai indicato ti devo dire che il sentiero, oltre che dai cacciatori, è spesso seguito da biker e trialisti che salgono da Montoggio, i quali hanno sempre garantito la percorribilità (lo stesso vale per il primo tratto dalla strada per Noci verso Costa dei Fo' dove il taglio dei rovi è quasi pianificato). Tieni anche conto che c'è sempre in ballo il progetto del gruppo camminatori Coop che da tempo intende riaprire per bene il sentiero che da fondovalle sale a Campoveneroso e poi raggiunge il nostro itinerario (mi avevano detto che volevano realizzarlo entro lo scorso dicembre, sono in ritardo ma non penso che abbandoneranno l'idea perchè vogliono "targarlo" come "sentiero della libertà" ricordando la brigata partigiana Severino che a Campoveneroso aveva il quartier generale) e che, quindi, altri soggetti dovrebbero occuparsi nel tempo di un po' di manutenzione.
In ogni caso un'alternativa c'è: presso la sella di Costa dei Fo' invece che scendere a destra sul versante della Valle Scrivia andando dritti si segue in pratica il crinale del Monte Caricato fino al trivio sopra Noci.

Un caro saluto e ancora grazie. Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mar 03, 2016 12:49 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Appena potrò inserisco le foto, ma intanto vi informo che ieri:

- Ho aggiornato le indicazioni sul cippo di vetta del Candelozzo, allungando a 1'55" il tempo di percorrenza e "siglando" l'itinerario come Sentiero Quotazero 2;

- Ho sistemato tre frecce direzionali con chilometraggio e tempistica presso il trivio di Noci;

- Ho sistemato un'altra freccia direzionale al bivio per Campoveneroso;

- Ho siglato il nostro sentiero anche sulla carrabile per Noci;

- Ho tagliato un bel po' di arbustelli nel tratto che precede il bivio di Campoveneroso e credo che possa rimanere sostanzialmente pulito per un po'.

Ciao a tutti.

_________________
pace e bene


Ultima modifica di terralba il gio mar 03, 2016 13:56, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mar 03, 2016 13:20 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 1530
Località: Genova / Imperia
: Thanks :
La tua opera è sempre meritoria e preziosa =D> =D> =D>
Aspetto l'occasione giusta per mettere alla prova le tue indicazioni ... :risataGrassa:

:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab mar 05, 2016 22:00 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ed ecco alcune immagini che aggiornano sul nuovo itinerario. Cominciamo dalla vetta del Candelozzo, con il nuovo aspetto delle indicazioni di inizio sentiero sul cippo:
Allegato:
cippo1.JPG
cippo1.JPG [ 7.39 MiB | Osservato 6588 volte ]

Allegato:
cippo2.JPG
cippo2.JPG [ 7.16 MiB | Osservato 6588 volte ]


Eccoci dopo 10 minuti di discesa dal Candelozzo all'incrocio con l'Alta Via sulla sterrata che porta a Noci salendo da Capenardo. Si passa dalla Val Bisagno alla Valle Scrivia e la catena dell'Antola innevata dà il benvenuto:
Allegato:
innesto.JPG
innesto.JPG [ 7.77 MiB | Osservato 6588 volte ]


Superata la Costa dei Fo' si passa sul versante montoggino con ancora la catena dell'Antola innevata fino al Monte Prelà. Per i più curiosi: al centro si vede, nella sua caratteristica posizione in cresta, l'abitato di Fallarosa; sulla sinistra i tetti di Castiglione; più a destra, nella valle del torrente Feto, ecco Chiappa:
Allegato:
montineve.JPG
montineve.JPG [ 8.05 MiB | Osservato 6587 volte ]


Circa a metà dei due km di sterrata accanto a un quadrato giallo ricordiamo che ci troviamo sul Sentiero Quotazero n.2:
Allegato:
sustrada.JPG
sustrada.JPG [ 8.45 MiB | Osservato 6587 volte ]


Ed eccoci al bivio per Campoveneroso; abbiamo indicato la direzione con una piccola freccia con scritta gialla su fondo bianco. La vedete in alto mentre Joey, col suo consueto atteggiamento minaccioso, presidia il sentiero:
Allegato:
bvcampo1.JPG
bvcampo1.JPG [ 7.04 MiB | Osservato 6588 volte ]


Subito dopo segnaliamo la presenza, sulla sinistra procedendo verso il Bano, di una preziosa fonte che anche se sono passati 60 anni da quando Campoveneroso è stato abbandonato continua a dare acqua che il viandante può attingere facilmente:
Allegato:
fonte.JPG
fonte.JPG [ 7.49 MiB | Osservato 6588 volte ]


Ed ecco al trivio sopra Noci, presso il valico tra il Monte Tacche e il Monte Caricato. Ho sistemato due frecce direzionali con chilometraggio e tempistica per i due capi del sentiero e una terza che indica la mulattiera che in pochi minuti porta a Noci. Vi propongo la visione d'assieme e il particolare delle frecce:
Allegato:
trivio1.JPG
trivio1.JPG [ 6.52 MiB | Osservato 6588 volte ]

Allegato:
trivio.JPG
trivio.JPG [ 7.32 MiB | Osservato 6588 volte ]


A completamento di tutto il lavoro manca solo la tabella di fine sentieri in via di allestimento, che sistemerò in cima al Bano.
Vi lascio con un'altra immagine che può interessare chi percorre il nostro sentiero e che individua, sulla sponda destra della valle del torrente Feto, tre piccole località. All'estrema sinistra si vedono le case di Chiappa (che si raggiungono con una strada che sale da Fascia di Carlo); poi, sotto il Monte Chiappa, Reosi; infine, all'estrema destra, una costruzione (di colore bianco) di Caldaia.
Ciao, alla prossima.


Allegati:
interrogativo1.JPG
interrogativo1.JPG [ 7.77 MiB | Osservato 6589 volte ]

_________________
pace e bene
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mar 06, 2016 9:04 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 678
Località: Valbrevenna
Grande Terralba! Oltre che utili per gli escursionisti, sono davvero belli i cartelli =D>
Belle anche le indicazioni "sentiero quotazero 2 ".
Salutami Joey : Thumbup :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mar 06, 2016 10:14 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao Paolo. Avrei in mente una "variante alta" del nostro itinerario. Magari potresti accompagnarmi in una esplorazione sul terreno... Ci sentiamo.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mar 06, 2016 10:56 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 678
Località: Valbrevenna
Volentieri! Ci sentiamo per metterci d'accordo su una possibile data! : Thumbup :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 13:47 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Ciao a tutti. Eccoci arrivati alla fine dell'opera. Ho posto sul Monte Bano il cartello di fine sentieri che riassume, con km e tempi, i tre itinerari che arrivano lì (i due classici Fie e il QZ2 rinato dopo oltre trent'anni di abbandono). Ecco le immagini:
Allegato:
bano30.jpg
bano30.jpg [ 2.14 MiB | Osservato 6448 volte ]


Allegato:
bano40.jpg
bano40.jpg [ 15.17 KiB | Osservato 6448 volte ]


Allegato:
bano50.jpg
bano50.jpg [ 2.17 MiB | Osservato 6448 volte ]


Ho pensato che fosse giusto ricordare, in questa occasione, un amico che ci ha lasciato nel novembre scorso e col quale, in tutti questi anni, abbiamo condiviso delle belle esperienze e tanti chilometri sui nostri monti. Così ho fatto fare una piccola targhetta e non a caso: Flavio, "Antolino", aveva condiviso l'idea di risistemare questo itinerario e non vedeva l'ora di collaudarlo. Purtroppo non l'ha potuto fare ma penso proprio che sia comunque contento per questa pur minima realizzazione targata Quotazero, della cui famiglia faceva parte e credo che averla firmata a nome del forum, come potete vedere, trovi tutti d'accordo. Nella prima immagine lo sfondo è proprio quello della catena dell'Antola: palo e cartello non potessero essere messi meglio, proprio pensando a lui. Ecco la targhetta nel particolare:

Allegato:
targa.JPG
targa.JPG [ 7.03 MiB | Osservato 6448 volte ]


Ringrazio ancora tutti coloro che hanno seguito da vicino il lavoro. Non resta, per chi non l'avesse già fatto, che (come sempre) salire... Gambe in spalla!

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 14:22 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 678
Località: Valbrevenna
Ribadisco quanto ti ho scritto per messaggio...un capolavoro!
Condivido e quoto al 100% quanto hai scritto in merito alla targhetta...e soprattutto migliore posizione per palo, cartello e targhetta non potevi scegliere.

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 14:31 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 1530
Località: Genova / Imperia
Eccellente lavoro, terralba : Thumbup :
Grazie per quest' impegnativa opera cominciata risistemando ( a tratti ricreando ) il tracciato , e terminata con la ciliegina sulla torta : questo bel cartello con la toccante targhetta dedicata ad Antolino. =D> =D> =D>
Adesso però mi toccherà tornare sul Bano per le foto con il nuovo cartello ... :risata:

:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 14:58 
Non connesso
mus musculus januensis mont.
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 10, 2007 13:46
Messaggi: 3633
Località: qui
lavorone complimenti!

come semplice utente sottoscrivo la dedica,
grazie d'averci pensato


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 15:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Davvero un bel lavoro ... e la targa un pensiero certamente condiviso

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 16:35 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6986
Località: Genova
Grazie all' immenso lavoro di Terralba e di coloro che hanno dato una mano e contribuito a recuperare un bellissimo itinerario, molto panoramico anche se poco conosciuto.

Condivido anche io il pensiero di chi mi ha preceduto sull' apposizione della targa in ricordo di Antolino.

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 16:45 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 331
Località: Genova
Grazie a Terralba per il grande lavoro e per il pensiero della targhetta in memoria di Antolino.
Ciao,
F.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 29, 2016 19:39 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 01, 2016 21:35
Messaggi: 15
Località: Genova - Molassana
Complimenti Terralba, gran lavoro e gran bel pensiero : Thumbup :

_________________
http://molassanaalta.altervista.org/index.html

Ex "Maggiorasca" su Quotazero http://www.quotazero.com/forum/memberlist.php?mode=viewprofile&u=116


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab apr 30, 2016 22:03 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
Troppo buoni, ragazzi. Vi ringrazio. Mi sembra utile, per chi non ancora l'abbia percorso, farvi vedere l'ultima parte del sentiero, quello che sale in vetta partendo dalla deviazione poco prima delle case di Brugosecco, la parte più impegnativa di tutto il percorso, breve sì ma anche strettina trattandosi sostanzialmente di una traccia. Dunque si parte con questa indicazione posta su una pietra ma anche sul muretto a secco immediatamente precedente (lo spaventoso cerbero nero non permetterebbe mai di ignorarla...):

Allegato:
bano1.JPG
bano1.JPG [ 7.34 MiB | Osservato 6380 volte ]


Un primo paletto con segnavia può aiutare soprattutto se (come inevitabilmente in questo periodo) l'erba è un po' alta:

Allegato:
bano2.JPG
bano2.JPG [ 7.76 MiB | Osservato 6377 volte ]


Si sale progressivamente sul costone per fasce (l'aiuto dei bastoncini serve molto) fino ad arrivare prima a un muretto a secco

Allegato:
bano3.JPG
bano3.JPG [ 7.04 MiB | Osservato 6376 volte ]


e poi, procedendo decisamente a sinistra a un minipianoro da dove si scorgono vari paletti segnaletici. Verrebbe naturale procedere a vista dritto per dritto fuori traccia (lo stesso vale in senso inverso) ma evitatelo perché non ci sono appoggi. Prendete dunque come riferimento l'albero in alto sulla sinistra della foto e salite verso di esso (ci sono anche dei pittogrammi sulle pietre a indicare la direzione migliore):

Allegato:
bano5.JPG
bano5.JPG [ 7.77 MiB | Osservato 6377 volte ]


Fin qui si è seguito sostanzialmente il vecchio sentiero Fie dismesso a fine anni 70, che, a suo tempo, dall'altezza dell'albero proseguiva in diagonale fino a raggiungere il filo di cresta. Negli anni, però, è venuto su un boschetto assolutamente insuperabile, tanto che chi ha continuato comunque a salire lungo il costone (cacciatori di cinghiali soprattutto) ha creato una traccia che, superato l'albero, scende di quota in diagonale per poi procedere dritto a mezza costa (con altri paletti con segnavia che servono da riferimento visto che non ci sono fusti e poche pietre per i pittogrammi):

Allegato:
bano7.JPG
bano7.JPG [ 7.87 MiB | Osservato 6377 volte ]


Si arriva poi a questo boschetto che si supera sulla destra (ovviamente sulla sinistra scendendo)

Allegato:
bano8.JPG
bano8.JPG [ 6.93 MiB | Osservato 6376 volte ]


e porta alla selletta che divide il versante della Val Noci da quello della Valle Scrivia. Qui il sentiero si impenna rapidamente per arrivare all'anticima del Bano e i segnali correnti sugli alberi indicano la strada:

Allegato:
bano9.JPG
bano9.JPG [ 6.49 MiB | Osservato 6377 volte ]


Qui c'è poca erba ma il terreno è più molle e, in caso di pioggia, può diventare insidiosamente scivoloso (specie scendendo). Comunque si tratto solo di una trentina di metri che portano all'ultimo tratto, su roccette,

Allegato:
bano10.JPG
bano10.JPG [ 7.56 MiB | Osservato 6376 volte ]


Allegato:
bano70 (2).JPG
bano70 (2).JPG [ 7.22 MiB | Osservato 6376 volte ]


che conduce in tutta evidenza alla panoramicissima cima del Bano:

Allegato:
bano50.jpg
bano50.jpg [ 2.17 MiB | Osservato 6376 volte ]


Segnalo con l'occasione a chi cura questo aspetto (penso talvolta Skeno, il quale comunque sa a chi rivolgersi del Centro Dacchà di Montoggio) che ho trovato il libro di vetta dentro la cassetta ancora molto bagnato (come peraltro segnalato da altri amici) anche se non capisco come possa essere successo (la cassetta si chiude benissimo e non presenta aperture di sorta). Sarebbe cosa buona prelevarlo (prima che magari la carta si rovini troppo) e sostituirlo, portando su anche un'altra penna (quella attuale non scrive più).

Buona ascesa (ma anche discesa, via!) a tutti.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mag 01, 2016 22:04 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2630
Località: Genova Quarto
Quando si dice la telepatia... stamattina Sara mi dice: già che andiamo su a Montoggio, potremmo andare a fare un giro sul Bano a controllare il quaderno. E io: "benissimo, così andiamo a vedere il lavoro di Terralba", apro il topic per avere informazioni e vedo che bisogna cambiare il quaderno!

Quindi... asciugata la scatola, inserito nuovo quaderno e penna (ne avevamo solo una in casa... il prossimo che va ne aggiunga una), recuperato il vecchio quaderno e steso ad asciugare a casa.
Purtroppo i fogli recuperati nel 2011 e consegnati al centro Dacha di Montoggio sono andati persi nell'alluvione del 2014. Il centro è rimasto chiuso dopo il disastro e ha passato parzialmente le competenze alla Pro Loco.

Vi saprò dire a chi consegneremo in custodia il quaderno, che contiene annotazioni favolose... tipo "cerco ragazza amante delle passeggiate" e numero di cellulare di seguito oppure "partiti in 6, arrivati in 2" con tanto di nomi dei ritirati oppure scoprire due irlandesi che scrivono "panorami inusuali in Irlanda".

Detto questo, grazie Terralba!!! Siamo saliti da Caiasca per Veixe e Brugosecco e preso il quadrato giallo nella parte finale. Segnavia abbondanti, impossibile perdersi, nonostante la traccia sia per ora esilissima (quotazerini, andate e pestate!!!)
Con la pioggia il finale del Monte Bano non è mai banale, da qualsiasi parte si prenda qualche rampetta infida si trova sempre!

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it