Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mar set 22, 2020 17:34

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 40 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun nov 30, 2009 23:06 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Sabato 28/11/09: Colla d’Onzo – Circo du Barei – Castellermo (1092) – Monte Nero – Colla d’Onzo
Partecipanti: Andrea (Gambeinspalla), Enrico (EM), Davide (Soundofsilence)
Lunghezza: 8 Km circa.
Dislivello: 700 metri circa.
Difficoltà: EE e forse qualcosina in più per l’accesso al Circo du Barei; Si sconfina decisamente nell’alpinismo per salire dal Circo alla vetta: anche se vi è un solo passo di 2 metri da superare questo è decisamente difficile (non parlo di gradi perché non mi sembrano adeguati a descrivere correttamente la situazione) e, soprattutto, molto pericoloso per l’instabilità della roccia, dell’erba e per la caduta pietre, tanto che lo sconsiglio vivamente… Molto più tranquillo e remunerativo è arrivare alla base della facciata nord dei torrioni (subito prima del passaggio di cui parlo), comunque per prati molto ripidi in cui è necessario prestare attenzione, e, quindi, ridiscendere fino ad aggirare la cresta a fianco dei torrioni per risalirla dal lato sud e, da qui, facilmente e in breve si può tornare sul sentiero segnato X rossa a un centinaio di metri dalla vetta.

Partenza da Corso de Stefanis alle 6,50 per arrivare all’appuntamento con Gambeinspalla alll’autogrill dell’uscita di Savona intorno alle 7,35. Usciamo quindi ad Albenga e prendiamo la SP21 per Vendone che seguiamo fino a Borgo di Curenna, dove imbocchiamo la strada segnata da un cartello recante la scritta “area picnic Castellermo”. La strada dopo un Km diventa sterrata e, negli ultimi anni è decisamente peggiorata, soprattutto per quanto riguarda l’altezza dei canali di scolo dell’acqua ai quali bisogna prestare molta attenzione per non toccare sotto con la macchina. Decidiamo così di fermarci un po’ prima della Colla d’Onzo (1 Km) e qui parcheggiare.
Partiamo quindi poco prima delle 9 e dopo 15 minuti siamo alla Colla d’Onzo. Invece di imboccare la X rossa passiamo direttamente nell’area picnic, nella quale si individua abbastanza facilmente una traccia che punta verso sinistra, più difficile invece sapere poi dove proseguire, vista la presenza di altre tracce che possono trarre in inganno. Si prosegue in ogni caso in direzione nord fino ad arrivare alla cresta dove, facendo qualche passo più avanti ci si affaccia su un discreto dirupo e si può avere una visione del percorso che seguirà. Qui si svolta decisamente a est in salita e si prosegue in questa direzione per circa 150 metri, per poi svoltare gradualmente verso sinistra (nord) e continuare in questa direzione costeggiando la parete ovest del Castellermo per circa 300 metri. Molto raramente si incontra qualche ometto di pietra che indica che si è sulla strada giusta. Il sentiero quindi piega decisamente verso est e si giunge quindi a un caminetto con masso incastrato, dove è presente anche una maniglia per aiutare nel, comunque non difficile, passaggio. Superata la zona del caminetto il sentiero piega bruscamente a sud attraversando una caratteristica cengia sormontata da un tetto basso che costringe a piegarsi o a passare leggermente all’esterno. Dopo poche decine di metri il sentiero svolta nuovamente a est e qui si può scegliere in quale direzione proseguire: continuando verso est in salita si arriva in breve su una cresta, di fronte e vicinissima ai torrioni del Castellermo (il più vicino è a portata di salto, cosa comunque assolutamente sconsigliabile a chi non abbia intenzioni suicide…), percorribile agevolmente e che offre meravigliosi punti di vista sui torrioni in questione, goduto dei quali si arriva brevemente (circa 100 metri) al sentiero segnato attraverso una traccia verso est nel bosco; l’altra possibilità è quella di proseguire in piano verso nord su una traccia stretta e un poco esposta fino ad arrivare di fronte alla ‘Guglia’ e alla base delle facciate nord degli altri torrioni (la ‘Torre’, Donna Lucrezia e il Passerotto, credo). Noi abbiamo fatto tutte e due le cose: siamo in effetti arrivati prima sulla cresta e quindi, accortici dell’errore, siamo ridiscesi per accedere alla base dei torrioni. Da qui, risalendo per prati molto ripidi e un po’ scivolosi (nei quali può venire comodo aiutarsi tenendosi con le mani ai ciuffi d’erba), data la zona poco soleggiata,
si arriva a ‘toccare’ la parete sud dei torrioni: la vista è incantevole e si possono costeggiare tutti i torrioni infilandosi anche nella ‘finestra’ tra la parete e il ‘Passerotto’ (o Torre Ghina non sono sicuro…). Fantastico, molto meno fantastico il passaggio invece, di cui ho parlato più ampliamente nelle difficoltà, che consente di accedere al ripiano superiore e arrivare, poi, facilmente in vetta; senza l’aiuto di Andrea non saremmo mai riusciti a passare, assicurati invece dall’alto ce l’abbiamo fatta, ma non è stato per niente facile lo stesso…
Superato il passaggio ci si ritrova sulla cresta di fronte ai torrioni e quindi, in un centinaio di metri sulla X rossa e in un altro centinaio in vetta. Sempre bellissima la vista sui torrioni sporgendosi un po’ dalla vetta, completata degnamente da quella sul Monte Nero e il suo ‘Giardino’ di pietra.
Dopo mangiato scendiamo alla bella chiesa di San Calogero e ai suoi verdi prati, per deviare poi sul triangolo rosso per fare un ‘salto’ sul Monte Nero. Dalla vetta segnata su una pietra (la croce che si vede in lontananza non è la vetta del Monte Nero ma la Croce, appunto, di Arnasco) e per niente panoramica, ci dirigiamo su vaghe tracce verso nord per giungere sulla radura posta all’estremità dell’altopiano sommitale del monte in questione. Da qui bella vista su un grande torrione sottostante e sul Castellermo. Ritorno quindi alla Colla di Curenna (belle viste in primo piano sul ‘Giardino’) e a San Calogero e quindi alla Colla d’Onzo e alla macchina.
In conclusione: il Castellermo è sicuramente una delle più belle montagne della Liguria e i suoi torrioni e quelli del vicino Monte Nero sono di una bellezza incomparabile, una gita qui è assolutamente un ‘must’ per ogni escursionista ligure, molto più che all’Antola o al Monte di Portofino (almeno secondo me) e completare la salita per il sentiero ‘normale’ con l’esplorazione della zona dei torrioni è altrettanto ‘doveroso’ per ogni escursionista con una buona confidenza coi sentieri impervi e un buon senso dell’orientamento. Ad aiutare il senso dell’orientamento oltre queste righe, magari non chiarissime, potete trovare qui:
http://www.gambeinspalla.altervista.org ... 1092_m.htm
la descrizione di Gambeinspalla o chiedermi il tracciato GPS, che, dopo un po’ di lavoro di fino, sono riuscito a rendere attendibile. Consiglierei comunque, almeno come primo approccio, la discesa dei torrioni dall’alto (non si perde alcun panorama e l’orientamento è decisamente più facile): 100 metri prima della vetta, quando il sentiero diventa più ripido, deviazione a sinistra su traccia nel bosco in leggera discesa fino alla cresta a fianco dei torrioni e da qui scendere poi sulla sinistra della cresta, come descritto sopra, per accedere dal basso al circo dei Torrioni e quindi tornare indietro alla cresta per risalire al sentiero, sconsiglio ancora una volta di tentare la risalita diretta, pur non escludendo che si possano trovare passaggi migliori di quello affrontato da noi, essendoci, per esempio, un altro canalino sulla sinistra del ‘nostro’, la roccia è comunque infida e il solo tentare una via alternativa, se non difficile, può risultare decisamente pericoloso. Per chi volesse invece ancora esplorare, magari io la prossima volta, resterebbe da vedere se si può scendere dal Circo du Barei ai torrioni sottostanti, anche questi molto belli, specie uno largo in cima e stretto alla base e ancora vedere dove porta una chiara traccia in discesa dalla Colla di Curenna verso nord…

Foto di sabato
Foto vecchie

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 8:21 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven set 14, 2007 14:29
Messaggi: 1689
Località: IMPERIA
=D>

Complimenti, un piccolo angolo di Dolomiti a pochi chilometri dal mare. Belle le foto.

Ciao

FRANKIE@

_________________
"Perché con uno (occhio) tu guardi il mondo, con l'altro guardi in te stesso".

Amedeo Modigliani


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 9:15 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
FRANKIE@ ha scritto:
=D>

Complimenti, un piccolo angolo di Dolomiti a pochi chilometri dal mare. Belle le foto.

Ciao

FRANKIE@
Grazie, ciao.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 10:40 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
Complimenti =D> ,alla fine ce l'hai fatta :wink:
Al Castellermo devo assolutamente andarci ....e' troppo bello!

ciao

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 10:51 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
MAURY76 ha scritto:
Al Castellermo devo assolutamente andarci ....e' troppo bello!
Concordo...

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 14:11 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12216
Località: Genova
questa volta ho letto ogni riga 8) così da non fare figuracce! :lol:

Bellissimo, è da tanto che mi piacerebbe avventuarmi sù di lì!!! Il posto è veramente affascinante!!! :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 14:43 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
scinty ha scritto:
questa volta ho letto ogni riga
:shock: :shock: :shock:

scinty ha scritto:
Bellissimo, è da tanto che mi piacerebbe avventuarmi sù di lì!!! Il posto è veramente affascinante!!! :D
Non sei mai stata sul Castellermo neanche per la 'normale'?

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 18:56 
Non connesso
Utente di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom nov 22, 2009 22:48
Messaggi: 68
Località: Savona
Purtroppo in quella zona vige il divieto di arrampicata.

_________________
Coraggio!!....scappiamo!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 19:54 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Bastyan ha scritto:
Purtroppo in quella zona vige il divieto di arrampicata.
Beh ma io non parlo mai di arrampicata...
E in ogni caso, si può accedere a tutti i punti più belli senza arrampicare....

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 21:00 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 11, 2009 19:25
Messaggi: 337
Località: Savona
Bastyan ha scritto:
Purtroppo in quella zona vige il divieto di arrampicata.



Il posto è veramente magico e merita una visita, sulla qualità della roccia (per esperienza diretta) mi permetto di avanzare qualche dubbio ... E' anche vero che non andandoci nessuno non si pulisce dal detrito, però ...
Comunque un grazie ai compagni d'avventura: nonostante tutto, una piccola impresa!

Andrea

_________________
"Io intanto salgo, poi si vedrà ..."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 21:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12216
Località: Genova
soundofsilence ha scritto:
scinty ha scritto:
questa volta ho letto ogni riga
:shock: :shock: :shock:

scinty ha scritto:
Bellissimo, è da tanto che mi piacerebbe avventuarmi sù di lì!!! Il posto è veramente affascinante!!! :D
Non sei mai stata sul Castellermo neanche per la 'normale'?


zero totale, spero di rimediare presto :wink:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 01, 2009 21:10 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
scinty ha scritto:
zero totale, spero di rimediare presto :wink:
E' doveroso...

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: gio dic 03, 2009 21:47 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 18, 2008 21:45
Messaggi: 860
Località: risaie vercellesi all'estremo Nord
soundofsilence ha scritto:
In conclusione: il Castellermo è sicuramente una delle più belle montagne della Liguria e i suoi torrioni e quelli del vicino Monte Nero sono di una bellezza incomparabile, una gita qui è assolutamente un ‘must’ per ogni escursionista ligure, ...........


Quoto in pieno, anche secondo me è un posto di una bellezza grandiosa!!

_________________
Chi combatte rischia di perdere, chi non combatte ha già perso!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 08, 2009 20:58 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: ven nov 27, 2009 21:25
Messaggi: 134
Sono stato oggi a Castell'Ermo, posto veramente splendido. Ho provato a raggiungere l'anfiteatro di roccia seguendo la relazione dal libro di Andrea Parodi però ad un certo punto ho rinunciato, il sentiero si infrattava di brutto dopo il canalino erboso, l'erba e la roccia erano bagnate e si scivolava parecchio,tra l'altro oggi c'era anche un pò di nebbia che rendeva il tutto suggestivo ma un pò luvego ed era più difficile orientarsi, comunque anche dall'alto il posto è impressionante. Magari una volta ci torno, però il sentiero è veramente invaso dai cespugli e non è difficile perdersi. Ciao a tutti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar dic 08, 2009 21:35 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
apzu ha scritto:
Sono stato oggi a Castell'Ermo, posto veramente splendido. Ho provato a raggiungere l'anfiteatro di roccia seguendo la relazione dal libro di Andrea Parodi però ad un certo punto ho rinunciato, il sentiero si infrattava di brutto dopo il canalino erboso, l'erba e la roccia erano bagnate e si scivolava parecchio,tra l'altro oggi c'era anche un pò di nebbia che rendeva il tutto suggestivo ma un pò luvego ed era più difficile orientarsi, comunque anche dall'alto il posto è impressionante. Magari una volta ci torno, però il sentiero è veramente invaso dai cespugli e non è difficile perdersi. Ciao a tutti
Dovevi provare ad accedere ai torrioni dall'alto come descritto in questo topic, è molto più semplice e breve, ma mi sa che non l'hai letto :wink: ....

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 14:47 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
Sabato vista la finestra di bel tempo al mattino io e soundofsilence siamo andati al Castell'ermo.Era da anni che volevo andarci ma per una cosa o per l'altra rimandavo sempre :( .Finalmente ce l'ho fatta ,grazie anche a sound che ha avuto la gentilezza di accompagnarmi malgrado fosse almeno l'ottava volta che ci andava. Volevo vedere anche il Circo du Barei e visto che lui c'era gia' stato non ho esitato a coinvolgerlo in questa escursione. Siamo partiti bello presto,alle 6:00 ,anche perche' dovevo essere a casa nel primo pomeriggio. Cosi' alle 7:45 eravamo a Borgo ,frazione di Nasino, in val pennavaira.Dopo aver percorso un fitto bosco con solo qualche raro scorcio sul Monte Galero siamo giunti alla Colla d'Onzo ed in breve alla Chiesa di S.Calogero. Quindi in pochi minuti in vetta o meglio sulle vette visto che sono due.Una con la croce e un'altra piu' alta con bella vista sui sottostanti torrioni. Dopo le molteplici foto di rito, visto il meraviglioso panorama (si vedeva anche la Corsica) , ci siamo diretti al Circo du Barei sbagliando solo una volta il percorso, che visti i precedenti e' un record :lol: . L'ambiente e' davvero strepitoso con questi torrioni che si slanciano verso il cielo. Merita di sicuro andarci anche se bisogna avere molta prudenza a causa dell'esposizione in alcuni punti e la natura del terreno che col bagnato puo' diventare scivoloso.Ritornati al Castell'ermo ci siamo diretti al Monte Nero per ammirare il "giardino" del Monte Nero per poi raggiungerne la vetta.
Escursione consigliatissima :!: :wink:
qui la descrizione con foto: http://www.finoincima.altervista.org/mo ... l'ermo.htm

Allego qualche foto:


Allegati:
Commento file: il monte galero da borgo
IMGP1685.JPG
IMGP1685.JPG [ 1.43 MiB | Osservato 8032 volte ]
Commento file: la chiesa di s.calogero
IMGP1709.JPG
IMGP1709.JPG [ 1.52 MiB | Osservato 8032 volte ]
Commento file: le alpi liguri dalla vetta:pizzo d'ormea ,armetta e antoroto
IMGP1725.JPG
IMGP1725.JPG [ 1.48 MiB | Osservato 8032 volte ]
Commento file: i torrioni dalla vetta
IMGP1733.JPG
IMGP1733.JPG [ 1.51 MiB | Osservato 8032 volte ]
Commento file: la croce di vetta e la corsica
IMGP1735_edited.JPG
IMGP1735_edited.JPG [ 2.12 MiB | Osservato 8032 volte ]
IMGP1751.JPG
IMGP1751.JPG [ 1.56 MiB | Osservato 8032 volte ]

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 14:58 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
Ne allego ancora qualcuna:


Allegati:
IMGP1762.JPG
IMGP1762.JPG [ 1.54 MiB | Osservato 8028 volte ]
Commento file: nel circo du barei
IMGP1766_edited.JPG
IMGP1766_edited.JPG [ 2.16 MiB | Osservato 8028 volte ]
IMGP1769.JPG
IMGP1769.JPG [ 1.42 MiB | Osservato 8028 volte ]
IMGP1770_edited.JPG
IMGP1770_edited.JPG [ 2.22 MiB | Osservato 8028 volte ]
Commento file: il giardino del monte nero
IMGP1775.JPG
IMGP1775.JPG [ 1.52 MiB | Osservato 8028 volte ]
Commento file: il castell'ermo come appare da borgo
IMGP1780_edited.JPG
IMGP1780_edited.JPG [ 2.06 MiB | Osservato 8028 volte ]

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:05 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Per il momento solo un breve appunto per dimostrare che ho letto il tuo sito:
Questa didascalia: IL "PASSEROTTO" E "LA TORRE" relativa alla foto corrispondente mi pare sbagliata: direi il Passerotto e Donna Lucrezia (o Torrione Innamorato).

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:11 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
La salita da Nasino mi manca ma dalla descrizione mi sembrerebbe di capire che e` poco panoramica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:24 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
em ha scritto:
La salita da Nasino mi manca ma dalla descrizione mi sembrerebbe di capire che e` poco panoramica.
Beh sicuramente più panoramica di quella da Borgo di Curenna... Ci sono un pò di alberi di mezzo che impediscono soprattutto di fare belle foto, ma il Castellermo e il Galero, perlomeno di questa stagione con i rami spogli, sono quasi sempre visibili...
Probabilmente il percorso migliore resta comunque quello per cresta da Martinetto, di cui, purtroppo, ho fatto solo un pezzo da Menosio...
Resta da vedere il percorso, per il quale ci sono ancora i lavori in corso, da Castelbianco...

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:40 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Anche secondo me il percorso da Martinetto dovrebbe essere il migliore, ma e` anche il piu` lungo. Se lo fai ricordati di affacciarti dalla "caverna" del forte (a picco sulla valle Pennavaira).

Il percorso da Castelbianco non lo conosco. Potrebbe venir bene per chiudere un (lungo) anello con partenza da Martinetto.


Ultima modifica di em il lun mar 01, 2010 16:44, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:42 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
soundofsilence ha scritto:
Per il momento solo un breve appunto per dimostrare che ho letto il tuo sito:
Questa didascalia: IL "PASSEROTTO" E "LA TORRE" relativa alla foto corrispondente mi pare sbagliata: direi il Passerotto e Donna Lucrezia (o Torrione Innamorato).



Si direi che hai ragione "la Torre" e' quella piu' in giu'....modifico subito grazie :wink:

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:50 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
em ha scritto:
Il percorso da Castelbianco non lo conosco. Potrebbe venir bene per chiudere un (lungo) anello con partenza da Martinetto.


E come fai a conoscerlo...non esiste :lol:
E' una futura esplorazione che vuol fare sound scendendo dall'insellatura fra Castell'ermo e Monte nero :wink:

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 16:59 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
MAURY76 ha scritto:
E come fai a conoscerlo...non esiste :lol:
Un dettaglio insignificante.... :lol:

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 17:10 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Adesso che ci penso mi sembra che cominciavi a fare qualche ipotesi al riguardo quando siamo stati li l'autunno scorso.
Come sai non saro` disponibile fino a che si potra` sciare e poi spero che la stazione sara` troppo avanzata (calda) per quella zona... se pensavi ad una mia partecipazione penso che se ne riparlerebbe eventualmente in autunno. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: lun mar 01, 2010 17:33 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
em ha scritto:
se pensavi ad una mia partecipazione penso che se ne riparlerebbe eventualmente in autunno. :wink:
In realtà non pensavo neanche a una mia partecipazione...
Sinceramente non intendo ritornare al Castellermo fino almeno all'anno prossimo, ci sono già stato più di quanto previsto quest'anno...
E' un progetto che ho verificato sul campo e mi sembra fattibile: adesso lo metto nel cassetto e quando mi tornerà la voglia di passare nuovamente di lì verrà bene...

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mar mar 02, 2010 19:32 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Sabato 27 febbraio 2010: Borgo di Nasino – Colla d’Onzo – Castell’Ermo – Circo du Barei – Colla Montenero e esplorazione sentiero verso Castelbianco.

Partecipanti: Maurizio e Davide

Lunghezza: Premesso che non abbiamo fatto esattamente lo stesso percorso, diciamo che la lunghezza ‘pulita’ (senza troppe divagazioni) del mio giro è di circa 13 Km, non molto diversa quella del giro di Maurizio che prevedeva la salita al Montenero al posto dell’esplorazione verso Castelbianco.

Dislivello: Circa 1000 metri, con le considerazioni di cui al punto precedente.

Tempo: Noi ci abbiamo messo circa 6 ore, la maggior parte delle quali perse al Circo du Barei dove la marcia è molto rallentata dalla natura impervia del terreno e dalla mancanza di un percorso segnato o facilmente riconoscibile (oltre che dalle soste per ammirare il panorama). Basti pensare che dei 13 Km, 8 andata e ritorno sono tra Borgo e la Colla d’Onzo e ci hanno preso (a/r) circa 2 ore (nonostante il cartello segnalatore indichi 2h e 20 per la sola andata), 2 Km (a/r) sono tra la Colla e la vetta e, con la sosta sulla cima, ci avranno preso un’ora, poco meno tra San Calogero e e le esplorazioni alla Colla del Montenero e ci hanno preso 45 minuti, le quasi 2 ore e mezza che rimangono sono per il Km scarso di rigiri che abbiamo fatto al Circo du Barei…

Difficoltà: EE solo il tratto relativo al Circo du Barei, il resto facile sentiero segnato, a parte la divagazione verso Castelbianco dalla Colla del Montenero che non è segnato, ma non è difficile e, perdipiù, è per ora solo un futuro progetto che non ha ancora del tutto senso percorrere. Il tratto del Circo du Barei richiede senso dell’orientamento e prudenza, ma non presenta particolari difficoltà tecniche, solo qualche tratto esposto e prati molto ripidi che possono diventare pericolosi quando bagnati o ghiacciati.

Percorso in macchina: Da Genova ad Albenga in autostrada, quindi si segue la direzione Garessio fino a Martinetto, dove si svolta a sinistra per la Val Pennavaira e si prosegue fino a Nasino dove si prende a sinistra la breve deviazione per la frazione Borgo. Possibilità di parcheggio, poca, lungo la strada prima della rampa finale.

Percorso a piedi: Da Borgo si segue il cerchio rosso tagliato fino alla Colla d’Onzo; poco prima della colla il sentiero si immette su una sterrata da imboccare verso destra (attenzione a non seguire il segno a sinistra, nonostante sembri la direzione giusta). Dalla Colla d’Onzo si segue la X rossa fino in vetta. Per il Circo du Barei si percorrono a ritroso dalla vetta un’ottantina di metri e si imbocca la deviazione a destra nel bosco appena finito il tratto ripido di discesa e il sentiero spiana un po’. La traccia è appena visibile ma, dopo poco, ci si ritrova in vista dei torrioni a conferma di essere nel posto giusto… Da qui si può esplorare un poco la cengia sulla sinistra che consente di variare i punti di vista o percorrere la cresta di fronte a cui i torrioni si appoggiano nella seconda parte. La cresta è interrotta da una forcella, raggiungibile direttamente con un passo di primo grado non esposto o aggirando la prima parte della cresta su tracce a sinistra. Vale la pena di percorrere la seconda parte della cresta per arrivare praticamente a ‘toccare’ i torrioni, facendo però attenzione ad almeno un passo esposto, magari evitabile ravanando un po’ contro un alberello. Ammirato il panorama dalla cresta ci si immette a sinistra su una labile traccia in discesa che si percorre fino ad una bella ed evidente terrazza calcarea che offre un suggestivo panorama sui torrioni, in particolare su quelli inferiori, prima coperti. Da qui si prosegue in piano su evidente traccia che porta ad un ripido canalino terroso da percorrere in discesa e quindi si gira a destra su cengia leggermente esposta che dà l’accesso al circo du Barei. Da qui è possibile aggirare il lato nord dei torrioni e risalire il ripidissimo prato che permette di arrivare a toccarne invece il versante sud. Si può arrivare fino all’altezza della finestra tra il Torrione denominato il Passerotto (o Torre Ghina) e la parete su cui si appoggia, dove un salto di roccia sbarra la strada, ma da qui conviene tornare indietro fino al sentiero segnato, perché un ulteriore proseguimento è assai pericoloso….

Racconto: Di nuovo al Castellermo, non era previsto andarci 2 volte lo stesso anno (e, forse, in totale, per l’ottava volta…), ma è sempre piacevole poter mostrare certe meraviglie a chi le sa apprezzare… Non bisogna esagerare però e, così, prevedo qualche piccola variante, qualcuna voluta e qualcuna un po’ meno… La prima è la partenza da Borgo di Nasino, percorso che si rivela più interessante del previsto: in effetti temevo un sentiero interamente nel fitto del bosco che non lasciasse intravvedere alcun panorama, invece, forse per merito degli alberi spogli, si ha quasi costantemente piacevoli viste sul gruppo del Galero e sul Castellermo stesso, anche se i rami secchi impediscono comunque foto degne delle montagne in questione…. In ogni caso è una salita sicuramente più interessante, anche se paragonabile per lunghezza, di quella da Borgo di Curenna, per niente panoramica, e anche molto spinosa, se si segue il sentiero invece della sterrata, più lunga, ma anche sicuramente più interessante di tutte, resta quella per cresta da Martinetto. La seconda variante, un po’ meno voluta, l’abbiamo fatta dalla terrazza calcarea panoramica che dà accesso al circo du Barei (di cui parlo nella descrizione del percorso) dove, invece di proseguire in piano siamo scesi leggermente per poi affrontare una cengia più esposta, ma comunque fattibile, di quella sovrastante. Così facendo ci si riimmette sulla traccia giusta in fondo al canalino terroso subito dopo un passo facile ma assai esposto, evitabile con una breve arrampicata che immette un poco più sopra nel predetto canalino. La terza variante sarebbe dovuta essere la discesa, o quantomeno l’avvicinamento, ai torrioni minori, in particolare ai 3 fusi in uno nella parte bassa, che tanto mi piacerebbe fotografare contro il cielo… Lo sbaglio appena commesso, il poco tempo rimasto (Maurizio deve essere a casa alle 15,30) e il percorso incerto e, forse, pericoloso mi fanno, per questa volta, rinunciare, ma prima o poi, ritenterò: un avvicinamento proprio dal punto in cui si accede al Circo du Barei non mi sembra impossibile, resta da vedere quanto si riesce a scendere, posto che tutto il percorso non si vede e salti di roccia nei dintorni ce ne sono tanti… Forse anche dal basso è possibile tentare qualcosa, soprattutto dopo aver visto una foto in cui compare una strana ‘macchia’ che a me, nella mia fantasia malata, sembra quasi una strada sterrata sotto i torrioni… La quarta e ultima variante decido di farla per rimediare la terza non fatta e mi divido da Maurizio per una mezz’oretta: lui sale dalla Colla al Montenero, io scendo dalla Colla verso, credo, Castelbianco…
Dalla Colla del Montenero è in effetti presente una traccia che scende verso nord, già oggetto di discussione nella mia precedente visita al Castellermo con EM e Gambeinspalla, decido quindi di seguirla per vedere dove porta…
La traccia procede abbastanza chiara e pulita, offrendo bei panorami sugli ultimi torrioni della cresta del Giardino (invisibili dalla Colla) fino ai pressi di un profondo canalone, dove comincia a infrascarsi un poco. Riesco comunque ad arrivare fino a questo solco e qui mi fermo a studiare la situazione: il canalone scende dritto fino, probabilmente a Castelbianco, che si vede chiaramente in fondo, e la vegetazione e la pendenza non sembrano eccessive, anche se, soprattutto la prima, potrebbe essere un problema man mano che si scende; però, guardando al ritorno dalla macchina, in questo punto sembrerebbe essere meno fitta. Valuto quindi possibile un tentativo di discesa per compiere così un anello con partenza da Nasino e ritorno Castelbianco… Interesssanti sembrano anche le possibilità di prosecuzione verso ovest: i torrioni sono a 500 metri di distanza e sembra facile proseguire per un buon tratto, data la presenza di ampie cengie a più livelli in una zona non particolarmente impervia che sembra permettere di muoversi a piacimento tra una e l’altra… Tutto questo, naturalmente, sarà per un'altra volta e un altr’anno, adesso è ora di tornare…

Link alle foto:
http://luoghidasogno.altervista.org/Mon ... Nasino.htm


Allegati:
109 - Ultimi torrioni Montenero scendendo dalla Colla primo piano.JPG
109 - Ultimi torrioni Montenero scendendo dalla Colla primo piano.JPG [ 1.11 MiB | Osservato 7885 volte ]
094 - Passerotto Donna Lucrezia e Torre versante sud da sotto.JPG
094 - Passerotto Donna Lucrezia e Torre versante sud da sotto.JPG [ 1.07 MiB | Osservato 7885 volte ]
092 - Guglia con Galero sullo sfondo più da lontano.JPG
092 - Guglia con Galero sullo sfondo più da lontano.JPG [ 1 MiB | Osservato 7885 volte ]
083 - Triplo torrione da terrazza calcarea andando verso Circo du Barei più da vicino.JPG
083 - Triplo torrione da terrazza calcarea andando verso Circo du Barei più da vicino.JPG [ 1.89 MiB | Osservato 7885 volte ]
060 - Maurizio in posa su Croce Castellermo dalla vetta più da vicino.JPG
060 - Maurizio in posa su Croce Castellermo dalla vetta più da vicino.JPG [ 404.66 KiB | Osservato 7885 volte ]
048 - Pizzo d'Ormea dal Castellermo primo piano.JPG
048 - Pizzo d'Ormea dal Castellermo primo piano.JPG [ 577.33 KiB | Osservato 7885 volte ]
015 - Torrioni Castellermo avvicinandosi a Colla d'Onzo primo piano.JPG
015 - Torrioni Castellermo avvicinandosi a Colla d'Onzo primo piano.JPG [ 540.29 KiB | Osservato 7885 volte ]

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: mer mar 03, 2010 10:33 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
=D> Bravo ,una fedele ricostruzione della bellissima ,anche se frettolosa a causa mia :( , escursione di Sabato.Il Castell'ermo con i suoi torrioni e il Circo du Barei sono una delle cose piu' belle che ho visto negli ultimi tempi :D .Ti ringrazio ancora per avermici accompagnato :wink:

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: gio mar 16, 2017 21:27 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Sabato 11 Marzo 2017: Lago di Menezzo (570) – Colla d’Onzo (860) – Circo du Barei (990) – Castellermo (1072) – San Calogero (1010) – Colla di Curenna (885) – Montenero (980) – Colla di Curenna (885) – San Calogero (1010) – Colla d’Onzo (860) – Lago di Menezzo (570).

Partecipanti: Stefs, Piera e Soundofsilence.

Lunghezza: 14,5 Km.

Dislivello: 800 circa.

Difficoltà: EE dalla Colla d’Onzo al circo du Barei, con un passaggio di arrampicata di I grado, attrezzato con maniglia, ma non esposto, e con un canalino terroso da percorrere con attenzione, attenzione anche da prestare nei ripidi prati del circo. EE la cengia fino alla forcella tra le due vette, con un passaggio F dopo l’attraversamento di un canale ghiaioso (piccolo salto ma non semplicissimo e con pericolo caduta pietre). Infine F+ il canalino tra le due vette del Castellermo, con passaggi, pur non esposti, di almeno II grado per 3 salti successivi, anche qui occorre prestare attenzione alle pietre. Tutto il resto E.

Percorso in macchina: da Genova in autostrada fino all’uscita di Albenga, quindi si prende per Pieve di Teco, si passa Ortovero, quindi Pogli, e si gira a destra per Onzo. Giunti a Onzo si prende a destra per Menezzo e si segue la strada asfaltata fino al lago, nei pressi del quale si parcheggia.

Percorso a a piedi: Dal parcheggio si può fare il giro del bel laghetto, risalendo poi alla strada asfaltata che porta in breve alla Chiesa di Menezzo. Si prende quindi la sterrata in salita sulla destra della chiesa e, dopo poco, si incrocia una nuova sterrata che si imbocca verso destra. Da qui in poi continuiamo sulla sterrata fin quasi alla Colla d’Onzo, poco prima della quale incrociamo una nuova sterrata proveniente da Nasino, che imbocchiamo verso destra, giungendo in circa 300 metri alla sunnominata Colla. Dalla Colla d’Onzo tralasciamo il sentiero segnato che va verso la vetta e che useremo per il ritorno, per prendere invece a sinistra una traccia non evidentissima, ma segnata di tanto in tanto con ometti e sicuramente più pulita di come era anni fa. Dopo circa 500 metri di leggera salita nel bosco si raggiunge un tozzo torrione (torrione che, come i successivi presso i quali passa il sentiero, è anche attrezzato come via di arrampicata) dove il sentiero svolta decisamente a destra ed inizia a salire più ripidamente. No invece in questo punto proseguiamo dritti, dirigendoci verso una panoramica terrazza calcarea e in circa 75 metri raggiungiamo una sella erbosa panoramica soprastante la predetta terrazza. Volendo si può anche scendere verso la predetta terrazza e con un breve passo di facile arrampicata arrivarvi in cima. Dalla terrazza si gode di un bellissimo panorama sui torrioni gemelli detti “Gli Amanti” e sulle sovrastanti quinte del Castellermo. Tornati alla sella erbosa sovrastante la terrazza possiamo anche percorrere la cengia erbosa che da qui si diparte in direzione est, ma non offre panorami migliori di quelli già goduti dai predetti punti panoramici e si esaurisce in un canalone difficilmente praticabile. Torniamo quindi al torrione dove inizia la via d’arrampicata e iniziamo a salire sulla ripida traccia. Dopo poco più di 60 metri giungiamo quindi ad uno stretto passaggio tra le rocce, dove una maniglia aiuta a superare un passaggio di primo grado, quindi attraversiamo verso destra una cengia sormontata da un tetto, per poi giungere ad una nuova terrazza calcarea dove abbiamo una nuova bellissima vista panoramica sugli “Amanti”, che qui in effetti appaiono come tre torrioni, e non più solo due come nei precedenti punti panoramici. Poco oltre la terrazza il sentiero si divide in due: prendendo a sinistra su una cengia erbosa si va verso il Circo du Barei, mentre a destra in salita si va verso la cresta nord-ovest e la vetta del Castellermo. Noi in prima battura percorriamo la cengia, al termine della quale troviamo un canalino terroso da percorrere con prudenza in discesa, quindi aggiriamo una parete e ci troviamo sul lato nord delle torri del Circo du Barei, che possiamo aggirare per ammirarne anche il lato nord, salendo fino al punto in cui la Torre del Passerotto si appoggia alla cresta nord-ovest. Visitato il Circo du Barei torniamo quindi al bivio presso la terrazza calcarea e iniziamo a salire verso la cresta nord-ovest del Castellermo, sulla quale poi possiamo salire per ammirare da vicino, e quasi toccare dall’alto, i torrioni. Alla fine della cresta, che si può percorrere integralmente, o a fianco nei punti più esposti, possiamo proseguire su un sentierino che in poche decine di metri si collega al sentiero segnato per la vetta, o, come abbiamo fatto noi, imboccare una facile cengia sulla sinistra, che offre stupende viste sui torrioni, e quindi si esaurisce in un canale ghiaioso, percorso da una traccetta che porta ad un saltino di roccia. Superato il saltino ci troviamo su una piattaforma rocciosa che percorriamo verso sinistra e proseguiamo quindi su cengia erbosa, un po’ infrascata, fino a giungere allo stretto canalino tra le due vette del Castellermo. Imbocchiamo quindi il canalino e, superati 3 salti di roccia, possiamo accedere facilmente alle due vette. Visitate le vette scendiamo quindi per il sentiero segnato fino alla bella Chiesetta di San Calogero, subito a valle della quale, prendiamo a sinistra il sentiero per il Montenero. Seguiamo quindi il sentiero segnato in discesa fino alla Colla di Curenna, dove iniziamo poi la salita verso il Montenero. Giunti sulla vetta possiamo poi fare un giro fuori sentiero per visitare l’estremità dell’altopiano sommitale onde ammirare i sottostanti torrioni del Giardino dall’alto; varie tracce non segnate permettono di compiere agevolmente il giro che ci riporta quindi sul sentiero di salita al Montenero, dal quale scendiamo nuovamente alla Colla di Curenna e risaliamo quindi fino a San Calogero. Da San Calogero scendiamo per il sentiero segnato (costituito da una strada in parte sterrata e in parte cementata) fino alla Colla d’Onzo, dalla quale torniamo per il percorso dell’andata al parcheggio.

Conclusioni: Il Castellermo, un pezzo di dolomiti, e delle dolomiti più belle per giunta, a pochi passi dal mare, mi sorprende sempre che molti escursionisti non lo conoscano, forse si fanno condizionare dalla scarsa altezza di questa montagna, ma è, secondo me, il monte più bello della Liguria, con il solo il Reopasso che, un po’, gli si può avvicinare. Una gita da non perdere quindi, che fa entrare nel magico mondo dei torrioni del Castellermo, fino a toccarli e non solo ammirarli dall’alto come dalla via normale. In più una inusuale località di partenza, Menezzo, che offre la vista di un bel laghetto, sempre una rarità per la Liguria, e la visita al Montenero e al suo “Giardino” di pietra.

Link al mio sito:
http://luoghidasogno.altervista.org/Montagna/AlpiLiguri/Menezzo.htm

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: gio mar 16, 2017 21:31 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
'Qualche' foto:

Immagine
Lago Menezzo parte centrale

Immagine
Lago e Chiesa di Menezzo

Immagine
Pini e Lago Menezzo

Immagine
Cipresso e Chiesa di Menezzo

Immagine
Castellermo andando verso la Colla d'Onzo

Immagine
Saccarello andando verso Circo du Barei

Immagine
Torrione al bivio per Amanti

Immagine
Terrazza calcarea con Galero sullo sfondo

Immagine
Primo piano terrazza calcarea

Immagine
Amanti con Monte Alpe sullo sfondo

Immagine
Torrione al bivio per Amanti da sella erbosa

Immagine
Torrione al bivio per Amanti da sella erbosa

Immagine
Cengia erbosa verso Amanti

Immagine
Amanti da cengia erbosa

Immagine
Amanti e torrioni sopra da sella erbosa

Immagine
Primo piano Amanti da sella erbosa

Immagine
Amanti con Monte Alpe sullo sfondo

Immagine
Contrafforti Castellermo da sella erbosa

Immagine
Amanti e cresta Castellermo soprastante

Immagine
Terrazza calcarea con Amanti e Monte Alpe sullo sfondo

Immagine
Amanti e torrioni soprastanti con Monte Alpe sullo sfondo da terrazza calcarea

Immagine
Terrazza calcarea con Amanti e Monte Alpe sullo sfondo

Immagine
Blocchi calcarei con Amanti e Monte Alpe sullo sfondo

Immagine
Primo piano Amanti con Monte Alpe sullo sfondo da terrazza calcarea

Immagine
Amanti e cresta Castellermo da terrazza calcarea

Immagine
Terrazza calcarea con Amanti e Monte Alpe sullo sfondo

Immagine
Primo piano Amanti da sella erbosa

Immagine
Cengia andando verso Circo du Barei

Immagine
Torrione salendo al Circo du Barei più da lontano

Immagine
Cengia con tetto andando al Circo du Barei

Immagine
Amanti da seconda terrazza calcarea

Immagine
Amanti e contrafforti Castellermo da seconda terrazza calcarea

Immagine
Amanti da seconda terrazza calcarea più da lontano

Immagine
Seconda terrazza calcarea con Saccarello sullo sfondo

Immagine
Amanti andando al Circo du Barei

Immagine
Guglia dal Circo du Barei

Immagine
Torre e Donna Lucrezia da Circo du Barei

Immagine
Guglia dal Circo du Barei

Immagine
Torre e Donna Lucrezia da Circo du Barei

Immagine
Torre e Donna Lucrezia da Circo du Barei

Immagine
Cima Torre da sotto

Immagine
Passerotto appoggiato a cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Finestra tra Passerotto e cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Passerotto e Donna Lucrezia da Circo du Barei

Immagine
Cime Donna Lucrezia e Torre da Circo du Barei

Immagine
Passerotto Donna Lucrezia e Torre da Circo du Barei

Immagine
Torre da Circo du Barei

Immagine
Torre da Circo du Barei

Immagine
Torre e Donna Lucrezia da Circo du Barei

Immagine
Canalino terroso di accesso al Circo du Barei

Immagine
Seconda terrazza calcarea e Galero sullo sfondo

Immagine
Inizio cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Amanti da cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Guglia e Amanti da cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Sommità Torre Donna Lucrezia e Castellermo da cresta nord-ovest

Immagine
Guglia e Amanti da cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Donna Lucrezia e Castellermo vista verticale da cresta nord-ovest

Immagine
Sommità Torre Donna Lucrezia e Castellermo da cresta nord-ovest

Immagine
Torrioni Castellermo da cresta nord-ovest

Immagine
Guglia Donna Lucrezia e Torre da cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Donna Lucrezia e Torre da cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Torre e Galero da fine cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Donna Lucrezia e Torre da fine cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Donna Lucrezia e Torre da fine cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Donna Lucrezia e Torre da sommità cresta nord-ovest Castellermo

Immagine
Passerotto Donna Lucrezia e Torre da cengia di fronte

Immagine
Passerotto Donna Lucrezia e Torre da cengia di fronte

Immagine
Guglia e Amanti da cengia verso forcella Castellermo

Immagine
Giardino Montenero andando verso forcella Castellermo

Immagine
Castellermo andando verso forcella

Immagine
Stefs in canyon tra vette Castellermo

Immagine
Canyon tra vette Castellermo vista verticale

Immagine
Canyon tra vette Castellermo

Immagine
Giardino Montenero dal Castellermo

Immagine
San Calogero dal Castellermo

Immagine
Primo piano Giardino Montenero dal Castellermo

Immagine
Montenero Giardino e mare dal Castellermo

Immagine
Giardino Croce vetta Castellermo e mare

Immagine
Torrioni da vetta Castellermo

Immagine
Torrioni da vetta Castellermo più da vicino

Immagine
Chiesa San Calogero

Immagine
Giardino Montenero scendendo alla Colla di Curenna

Immagine
Primo piano Giardino Montenero scendendo alla Colla di Curenna

Immagine
Abbeveratoio salendo al Montenero

Immagine
Grande torrione da bordo altipiano Montenero

Immagine
Torrione e Castellermo da bordo altipiano Montenero

Immagine
Grande torrione da bordo altipiano Montenero

Immagine
Prati sommitali Montenero

Immagine
Croce vetta Montenero

Immagine
Giardino Montenero scendendo

Immagine
Giardino Montenero dalla Colla di Curenna più da lontano

Immagine
Giardino Montenero da inizio Sentiero dei Giganti

Immagine
Giardino Montenero da inizio Sentiero dei Giganti

Immagine
Giardino Montenero da inizio Sentiero dei Giganti

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 9:21 
Connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 4144
Località: Genova / Imperia
Non so se il Castell'Ermo sia davvero il monte più bello della Liguria , però è sicuramente il più spettacolare come morfologia , con tutti quegli splendidi torrioni rocciosi che lo circondano . : Thumbup : E le tue belle foto consentono , ai tanti che non lo conoscono , di poterlo apprezzare per quello che merita ... : Ok :
P.S.: se torni al Circo du Barei , avvisami . Non ci sono mai stato perchè da solo non mi sono fidato ad avventurarmici ... :imbarazzo:
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 10:04 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
daniele64 ha scritto:
Non so se il Castell'Ermo sia davvero il monte più bello della Liguria , però è sicuramente il più spettacolare come morfologia

Cosa intendi allora per più bello?

daniele64 ha scritto:
P.S.: se torni al Circo du Barei , avvisami . Non ci sono mai stato perchè da solo non mi sono fidato ad avventurarmici ... :imbarazzo:
:smt006

Non è così problematico avventurarcisi, comunque prima o poi torneremo, abbiamo in progetto di scendere agli Amanti, cosa che anche questa volta abbiamo rimandato....

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 11:17 
Connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 4144
Località: Genova / Imperia
soundofsilence ha scritto:
daniele64 ha scritto:
Non so se il Castell'Ermo sia davvero il monte più bello della Liguria , però è sicuramente il più spettacolare come morfologia

Cosa intendi allora per più bello? [quote="soundofsilence"]

Nel ristretto ambito territoriale ligure in effetti non è semplice trovare qualcosa che possa competere in bellezza con il Castellermo ... #-o
Provo a buttare lì , tra quello che conosco , Punta Martin ( per la sua asprezza e panoramicità ), le Rocche del Reopasso ( per le loro forme e per la roccia conglomerata ) ed il Toraggio ( per la sua forma classicamente ardita e l'aspetto prettamente alpino , oltre che per il Sentiero degli Alpini ). :pensoso:
Potremmo lanciare un sondaggio su QZ ... :idea:
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 11:34 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
daniele64 ha scritto:
soundofsilence ha scritto:
daniele64 ha scritto:
Non so se il Castell'Ermo sia davvero il monte più bello della Liguria , però è sicuramente il più spettacolare come morfologia

Cosa intendi allora per più bello?
soundofsilence ha scritto:

Nel ristretto ambito territoriale ligure in effetti non è semplice trovare qualcosa che possa competere in bellezza con il Castellermo ... #-o
Provo a buttare lì , tra quello che conosco , Punta Martin ( per la sua asprezza e panoramicità ), le Rocche del Reopasso ( per le loro forme e per la roccia conglomerata ) ed il Toraggio ( per la sua forma classicamente ardita e l'aspetto prettamente alpino , oltre che per il Sentiero degli Alpini ). :pensoso:
Potremmo lanciare un sondaggio su QZ ... :idea:
:smt006

Intendevo che spettacolarità e bellezza sono più o meno sinonimi, quindi volevo sapere quali altre caratteristiche consideri nel tuo concetto di bellezza per i monti...
In ogni caso parlando invece concretamente, il Reopasso l'ho nominato anche io come l'unico che possa competere con il Castellermo, gli altri due (Punta Martin e Toraggio), secondo me sicuramente no, ma tutti i gusti son gusti.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 13:11 
Connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 4144
Località: Genova / Imperia
soundofsilence ha scritto:
daniele64 ha scritto:
soundofsilence ha scritto:
daniele64 ha scritto:
Non so se il Castell'Ermo sia davvero il monte più bello della Liguria , però è sicuramente il più spettacolare come morfologia

Cosa intendi allora per più bello?
soundofsilence ha scritto:

Nel ristretto ambito territoriale ligure in effetti non è semplice trovare qualcosa che possa competere in bellezza con il Castellermo ... #-o
Provo a buttare lì , tra quello che conosco , Punta Martin ( per la sua asprezza e panoramicità ), le Rocche del Reopasso ( per le loro forme e per la roccia conglomerata ) ed il Toraggio ( per la sua forma classicamente ardita e l'aspetto prettamente alpino , oltre che per il Sentiero degli Alpini ). :pensoso:
Potremmo lanciare un sondaggio su QZ ... :idea:
:smt006

Intendevo che spettacolarità e bellezza sono più o meno sinonimi, quindi volevo sapere quali altre caratteristiche consideri nel tuo concetto di bellezza per i monti...
In ogni caso parlando invece concretamente, il Reopasso l'ho nominato anche io come l'unico che possa competere con il Castellermo, gli altri due (Punta Martin e Toraggio), secondo me sicuramente no, ma tutti i gusti son gusti.


I monti possono essere come certi film : belli e non spettacolari o viceversa ....
L'aspetto esteriore o morfologico certamente conta molto, ma per me contano anche il panorama che offre dalla vetta e la bellezza della via per raggiungerla . E su questi due fronti il Castellermo non mi aveva entusiasmato. Magari se fossi salito come avete fato voi , passando in mezzo ai torrioni del Circo du Barei .... :risata:
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 13:49 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
daniele64 ha scritto:
I monti possono essere come certi film : belli e non spettacolari o viceversa ....
L'aspetto esteriore o morfologico certamente conta molto, ma per me contano anche il panorama che offre dalla vetta e la bellezza della via per raggiungerla . E su questi due fronti il Castellermo non mi aveva entusiasmato. Magari se fossi salito come avete fato voi , passando in mezzo ai torrioni del Circo du Barei .... :risata:
:smt006

Il panorama dalla vetta, secondo me, è fantastico, con la vista dei torrioni sottostanti e del Montenero e del suo Giardino, nonchè poi la vista delle Alpi della Val Tanaro e del mare.
Sul fatto che la via di salita normale non offra moltissimo invece sono d'accordo, ma esistono possibilità diverse appunto.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 19:06 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
c'ero andato anni fa con Fulvio Balbi a fare una via di arrampicata che segue una di queste creste. (cè il topic dedicato di Gecko)
Confermo che ( perlomeno in Liguria) abbia una spettacolarità veramente eccezionale. Mi ero promesso dei fare il giro del circo du Barei descritto da Maccagno nel suo libro dedicato al Castellermo, ma poi non ci sono più andato :neutral: .
Bellissime foto!

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: ven mar 17, 2017 20:16 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Conte Ugolino ha scritto:
Bellissime foto!

Grazie, in realtà, non sono poi così buone visto che quasi subito mi si è guastata la mia macchina e ho dovuto usare una fotocamera di "fortuna"....
Piuttosto tu, o altri, sapete qualcosa del Dolmen dei tre Pe? Non siamo riusciti a capire in che punto del Castellermo possa trovarsi.....

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: sab mar 18, 2017 13:58 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
da quel che dice il libro il dolmen non esiste più dal 1946 quando fu fatto precipitare a valle. Sono rimasti solo due supporti. Altro non so

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Circo du Barei al Castellermo.
MessaggioInviato: sab mar 18, 2017 18:17 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6537
Località: genova - marassi
Conte Ugolino ha scritto:
da quel che dice il libro il dolmen non esiste più dal 1946 quando fu fatto precipitare a valle. Sono rimasti solo due supporti. Altro non so

Si' saprvo che era stato oggetto di un atto vandalico, ma il posto e bello e vorrei capire dove si trova....

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 40 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it