Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mar ago 20, 2019 13:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom dic 03, 2006 9:31 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
Ciao a tutti e anche a questa domenica grigia.
Ieri abbiamo fatto una sgambatina.
Siamo arrivati con la macchina a Sambuco,paesino nell entroterra
di voltri e ci siamo incamminati verso il passo della gava come meta il
rifugio stesso.
Siamo partiti con l'idea di seguire il tracciato segnato con quadrato rosso
ma da subito ci siamo fatti sviare da altre indicazioni(forse locali)che in modo diverso ci hanno fatto guadagnare il passo.
Infatti esiste un sentierino probabilmente piu ripido e parzialmente
abbandonato(i segni durante il percorso a volte sono quasi cancellati),
che però ci ha fatto risparmiare tempo.
Infatti al ritorno,quando ormai eravamo sicuri del tragitto,abbiamo
impiegato solo 50 minuti per ritornare in paese dal passo della gava.
Raga,qualcuno ieri ha bazzicato da quelle parti?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom dic 03, 2006 9:34 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Ciao! :D
No...ieri ero nelle alpi liguri... :wink:

Senti, ma praticamente avete risalito quel sentiero mezzo cancellato che arriva alla gava passando poco prima davanti ad una fonte, eh? :?:

Poi dalla Gava non siete andati al Gilwell? :?:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom dic 03, 2006 19:41 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
Si ,siamo passati dalla fonte.
All'inizio temevamo di aver ceffato sentiero perchè arrivati
al primo guado,la stradina quasi sapariva.
Poi dopo il secondo guado abbiamo iniziato a vedere i segni e
rincuorati abbiamo iniziato a salire verso il passo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom dic 03, 2006 20:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
E al Gilwell non siete andati?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom dic 03, 2006 20:25 
Connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6987
Località: Genova
Winni chiedi e Ti sarà dato !!!!!!!!!!!!!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 12:47 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
bade ha scritto:
E al Gilwell non siete andati?


Il rifugio poco sotto il passo della gava,si certo ed abbiamo anche
acceso la stufa. :D :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 13:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Il Gilwell è un pò sopra il passo della gava...e dal passo non si vede...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 13:54 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
E' questo il Gilwell...ci siete stati o no?:?:

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 20:02 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
Ma ...................infatti non ero convinto fosse il Gilwell.
Adesso non mi ricordo il nome,comunque è quello dove si gustano dei
buoni piatti di pasta al pesto, quando viene organizzata la maratona
di arenzano.
Di più ninzò.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 20:10 
Connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6987
Località: Genova
](*,)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 20:13 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
Sono mica contorto?
:lol: :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 20:15 
Connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6987
Località: Genova
](*,) ](*,) ](*,) ](*,) ](*,)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 20:21 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
Vallarino,rifugio VALLARINO.
Va bene..............fermati non fare cosi o ti verra il mal di testa.
Il rifugio vallarino è sito inferiore al passo della gava mentre il rif gilwell
è situato più alto rispetto al passo.
Poi..............se ti piace il mal di testa........fai un po come vuoi.
:evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
:D :D :D :D :D :D :D :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 20:42 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...allora winni la prossima volta devi andare al Gilwell! :D In dieci min dal passo della gava ci arrivi... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 21:55 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
A me il Giwell risulta in custodia e quindi chiuso con chiavi.
Sbaglio ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun dic 04, 2006 22:14 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
il Gilwell è sempre stato aperto, che io sappia. E' stato costruito da un gruppo scout (mi pare) e lasciato aperto a tutti.
Io ci sono stato diverse volte e in diversi anni... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 11, 2008 10:26 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 19, 2007 10:27
Messaggi: 594
Località: Genova
ciao
scusami
anni fa (1998 circa) ho fatto il percorso in parola
a quel tempo era segnato con striscie gialle e\o arancioni
tempo dopo dalla Gava avevo visto, ma non percorso, che era stato ridisegnato con una bandierina bianco rossa; negli ultimi anni, quando mi e' capitato di passare dal passo non ho visto più nulla...
il sentiero è quindi andato perso o si riesce comunque a percorrerlo?
era carino salire con il quadrato rosso poi andare al gilwell per la pausa pranzo e tornare indietro con questo sentiero.
grazie ciao
maurizio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 11, 2008 10:51 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Non lo percorro da tanto ma qualcuno mi pare lo abbia fatto recentemente...vediamo se ci risponde :wink:

Comunque il sentiero che sa sanbuco sale alla gava c'è, anche se in certi tratti forse non è proprio evidentissimo. :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 11, 2008 12:25 
Connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6987
Località: Genova
Il sentiero da Sambugo al Passo della Gava è indicato con vecchie striscie di colore arancione ed è comunque evidente.

Dal Passo Gava al Gilwell o segui la X rossa e poi prendi una breve deviazione a destra, oppure i tre bolli rossi e prendi sempre la deviazione in salita (cartello)

Dal Gilwell per ritornare a Sambugo segui i tre bolli rossi e poi il quadrato rosso vuoto - sentiero evidente e percorribile

Quindi il tutto è fattibili e percorribile

Ciao

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 11, 2008 12:33 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 19, 2007 10:27
Messaggi: 594
Località: Genova
bene
appena giove pluvio lo permette...
grazie x intanto
ciao a tutti
maurizio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 11, 2008 20:16 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15160
Località: Genova Sestri
Confermo che il sentiero che da Sambuco sale alla Gava c'è ed è abbastanza evidente. Solo non è facilissimo trovarne l'inizio. :wink:

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 11, 2008 23:47 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1431
Località: genova
L'ho fatto due anni fa in salita e lo scorso in discesa. Non vorrei sbagliare ma subito dopo la chiesa di Sambuco c'è un cartello di legno che indica l'inizio del sentiero, segnalato con una striscia arancione; è anche vero che ci sono stati dei lavori presso una casa e forse qualche segnavia non è stato ripristinato.
A proposito, proprio a Sambuco (questo almeno fino all'anno scorso) il segnale Fie non proprio ben disposto fa sì che spesso si vada a finire in una proprietà privata. Il proprietario mi ha detto che se avesse fatto pagare un pedaggio nel corso degli anni sarebbe diventato miliardario. La cosa più semplice sarebbe stata quella di prendersi un barattolino di vernice e disegnare il segnale Fie per evitare agli escursionisti di entrargli in casa...

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun apr 28, 2008 6:56 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 19, 2007 10:27
Messaggi: 594
Località: Genova
Venerdì scorso abbiamo rifatto, dopo molti anni, l’anello Sambuco (400 mt) – Passo Gava (752 mt.) - Rf. Gilwell (890 mt) – Sambuco di cui avevamo parlato nei precedenti messaggi del forum. Ecco un minimo di report:
Sambuco è proprio un bel villaggio, probabilmente sconosciuto ai più, ma pur sempre, incredibilmente, nel comune di… Genova… Ricordavo trattori, mucche e un pollaio, e in parte ho rivissuto quella memoria. Tutta l’area è ancora molto ben conservata, con tanti muretti a secco in perfetto ordine…
Il sentiero all’inizio non è marcato, ma vi sono un paio di cartelli che aiutano.
Nel primo, piazzale della chiesa, si da’ il passo Gava, distante solo un’ora, ma forse è un po’ troppo ottimistico (più ragionevole forse un 75-90 minuti). Il secondo cartello si trova 5 minuti dopo l’ultimo edificio di “Case Stellin”.
Utilissimo pure il libro del Parodi (ma non quello riferito al Beigua, ma bensì quello sui monti di Genova – gita n.3), che fornisce chiare indicazioni; poi nella parte centrale si intravedono le vecchie strisce arancione in parte cancellate e sostituite con delle bandierine bianco rosse, ormai però sbiadite (forse si è usata una vernice poco resistente, perché peggio conservata rispetto al precedente sistema di marcatura); nuovamente, quando si sta per arrivare al passo Gava, non vi sono più segnalazioni.
Questo fa si che forse il percorso sia poco adatto a chi non ha almeno un minimo di conoscenza del territorio. Inoltre, conviene evitare i periodi troppo caldi, sia per le temperature sia perché la presenza di molta erba alta rende più difficile “vedere” il sentierino.
Salendo al riparo Gilwell ho intravisto un paio di pietre che ancora portano il segno delle slitte che trasportavano a valle il legname, (proprio forte…); la costruzione era aperta ed usata da un gruppo di giovani. Dopo la pausa pranzo siamo risaliti con i due tondi rossi fino al crocevia (a quota 1000 circa) con il quadrato vuoto rosso (appena ridisegnato), poi seguendo quest’ultimo si e’ ritornati alla frazione.
Lungo il percorso, più volte, abbiamo visto il rudere di “casa Ravazze o Tilla”, splendido in questo senso il volume della comunità montana Argentea (è possibile scaricare il pdf del libro dal sito) che racconta tutte le storie delle strutture dell’area… Altro bel punto intravisto, un po’ da lontano, è il salto del rio Malanotte (una decina di metri?). Chissà, forse tra i due guadi c’è la possibilità di arrivare alla base del salto, ma mi sono accorto della cascatella quando ormai ero un po’ troppo distante dal punto ed era già tardi per ritornare a cercare…
Chi vuole puo’ vedere delle foto al link

http://www.cralgalliera.altervista.org/sambuco08.pdf

oppure al link

http://digilander.libero.it/MAURIZIOLC/sambuco08.pdf

altre foto ai link
http://www.cralgalliera.altervista.org/menu08.htm

oppure
http://digilander.libero.it/MAURIZIOLC

ciao a tutti
maurizio lo conti


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio giu 10, 2010 22:32 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12111
Località: Genova
Si sa, le giornate belle… sono più belle quando non te le aspetti. Se non ti aspetti che un inconveniente le possa trasformare, in meglio.

In genere un inconveniente è una gran rottura di scatole… ti rovina la giornata; un tempo ero fatta così, tutto doveva andare secondo i miei piani e guai se si manifestava qualche intoppo. Non che adesso non mi importi realizzare ciò che mi propongo, ma ho maturato la consapevolezza che non sempre tutto può andare nella direzione che si vorrebbe e questo mi fa vivere spesso più serena.

Questa è la dimostrazione di come anche un programma andato a monte (dipende certamente dal programma… dalla situazione, dalle aspettative…) possa permettere di mettere in atto un piano b che si rivelerà poi ai nostri occhi forse ancora meglio dello scontato (nemmeno troppo) programma originale!

A chi sa incantarsi, a chi apprezza un piccolo dono, a chi gioisce di un incontro speciale, non importerà di non poter raccontare delle proprie “prodezze” sulla roccia (se mai ci fossero state, ovviamente) quando riesce a portare a casa qualcosa di più ben più prezioso.

Beh, cosa succede, che avendo mezza giornata libera ho chiesto ad alec di andare ad arrampicare un po' insieme; è da tanto che vorrei fare qualche imperdibile via sul nostro Appennino, sia perchè in genere mi diverto sia per tenersi un po' in allenamento. Tra una cosa e l'altra non si va mai e la Zunino, la Gino Musso, la Via dell'Amicizia... tutte le mie piccole aspirazioni appenniniche aspettano pazienti, al contrario di me.

Dico ad alec, incuriosita dalle molteplici ripetizioni dalla sua recente apertura “perchè non proviamo la via Andrea e Paolo alla Rocca du Fo?”. Nonostante i dubbi di entrambi sulla riuscita di questa salita, decidiamo di provarci e questa mattina partiamo alla volta di Sambugo.

Sambugo... non ci sono mai stata ma mi ha sempre incuriosito, dalle foto ho visto un ameno paesino che sembra un luogo a parte... il "paese di molto lontano"... e poi la famosa pasticceria... ci capiamo :mrgreen: ... finalmente potrò visitarla portando via almeno un pacchetto di ottimi canestrelli e magari sbirciare un po' il paese, sempre che ci sia tempo dal momento che non so quanto l'arrampicata ci terrà impegnati...

Durante il viaggio “ce la faremo a salire sul V?” chiedo ad alec e lui giustamente mi dice di smetterla di farmi tutti questi problemi, mal che vada “fuggiamo” dalle vie di fuga.

Ed eccoci infine ai parcheggi e al mini slargo dove parcheggiare. Fermiamo l'auto, sto per aprire la portiera... alec “***** ho lasciato a casa la corda!!!”. Lo guardo... mi metto a ridere!!! :lol: :ahah:

Lui ci rimane un po' male... oramai che si fa... visto che siamo in un posto che da subito mi appare bellissimo, lo esorto a non perdersi d'animo e lo invito a fare una bella passeggiata, in fondo per me qui è tutto da scoprire! Rimuginando penso che sia un segno, ma sì la via può aspettare, andiamo a farci prima quelle più facili!!!

Dai garage parte un sentiero segnato con un quadrato rosso vuoto ma scegliamo di salire a Sambugo per guadagnare un po' di dislivello e trovare prima la pasticceria, non sia mai che venga l'ora di pranzo e la trovo chiusa!

Nel frattempo notiamo un servizio taxi che va a prendere i bambini per portarli a scuola... che carino... :o

Arriviamo davanti alla chiesa e vediamo subito un cartello che indica il rifugio Gilwell e il passo delle Gava mentre il quadrato rosso vuoto va dalla parte opposta. Che fare? Camminiamo per un poco seguendo il quadrato in attesa di delucidazioni, in cima alla salita una signora accompagna il nipotino a prendere il taxi mentre un buffo cagnolino ci viene incontro saltando e scodinzolando. Chiediamo alla signora dove si trova la pasticceria e dove porta quel bollo rosso, ci risponde alla prima domanda ma si perde nella seconda... facciamo finta di capire e salutiamo. Ora la pasticceria la troverei anche senza indicazioni, seguendo la scia di profumo per la strada che percorriamo in discesa!

Non sembra un vero e proprio negozio, non vorremmo disturbare... gironzoliamo davanti alle porte finchè un ragazzo non si affaccia e ci chiede se vogliamo dei dolcetti. Eccome... :smt118 ci fa entrare in una stanza piena di teglie di canestrelli appena sfornati e una colonna di teglie nel forno ne fa cuocere altrettanti... “prendetene uno”... non ci facciamo dire di no... 8) che gentili, dopo l'acquisto ci riforniscono di un altro po' di canestrelli! E poi dicono che i genovesi sono tirchi!

Tutti contenti ripartiamo decidendo di seguire l'indicazione del cartello visto all'inizio. Tre signori si sono appena incamminati sullo stesso sentiero. Dopo un po' li raggiungiamo, cercavano una traccia di sentiero che li avrebbe portati dapprima a una bella cascata e poi su per il crinale che raggiunge il sentiero che abbiamo percorso anche noi, proprio al di sotto del rifugio.

Noi saliamo quindi da soli... no, soli non direi... ma in compagnia di centinaia e centinaia e centinaia di zecche di tutte le dimensioni! Io sono terrorizzata e ogni due tre passi mi fermo per scrollarmele di dosso, non si può percorrere qualche metro senza ritrovarsene addosso un esercito! Tornare indietro? Andare avanti? Sulla Gava si allargherà il sentiero? Bisogna dire che questa è una traccia stretta, con tanta erba lunga, a volte si perde, segnata comunque da una striscia di vernice rossa può, a tratti, far perdere l'orientamento... ma il sentiero e la natura circostanti meritano davvero e ti incoraggiano a sfidare anche le zecche! Con le zecche e il caldo non sarà certo il periodo ideale ma volete mettere i colori, il verde che invade i declivi, le fioriture... decidiamo di proseguire, tanto il ritorno sarebbe comunque un ulteriore tuffo tra le simpatiche bestiole e l'orologio parla chiaro, è presto! E il sentiero lo trovo meraviglioso...

Finalmente dopo aver attraversato dei bellissimi prati (avvistati fiori che forse non avevo mai visto... o forse solo una volta...) arriviamo al Passo della Gava dal quale si gode un maestoso panorama! Sono estasiata ma prima di estasiarmi ricomincio a scrollarmi le zecche di dosso sperando che da lì in poi la situazione migliori... alec osserva una cartina sul pannello che si trova al passo, il sentiero percorso da noi non è indicato. Vediamo invece che più avanti possiamo andare a prendere il quadrato rosso vuoto che con un bell'anello ci riporterà a Sambugo. Riprendiamo il cammino verso il Gilwell constatando con sollievo una minore presenza di zecche (ma sempre molto fastidiosa!) e raggiungiamo il bellissimo rifugio per poi tornare sul sentiero dove incontriamo i tre signori esploratori che risalgono dal crinale sottostante. Ci dicono che hanno trovato la cascata e ci consigliano vivamente la visita, sottolineando la bellezza del corso d'acqua e mostrandoci qualche foto scattata. Io ricambio le informazioni avvisandoli delle zecche :lol: (strano che non lo sapessero :shock: ). Qualche assiduo frequentatore della zona conoscerà quel tratto dove esiste una vaga traccia che spesso si perde? E' chiaro comunque che dopo essere andati a vedere la cascata bisogna risalire e una volta fuori dal bosco percorrere il crinale fino in cima. Da lì a poco incrociamo il famoso canale Malanotte, protagonista di moltissimi vostri racconti. Angolo davvero suggestivo quello... sono sempre più incantata.

Tra un tornante e l'altro, tra una zecca e l'altra arriviamo di nuovo a Sambugo che è mezzogiorno.

Nel bel mezzo di tutte le mie esclamazioni “che bello, che bello, guarda, che bello!!!” salutiamo un signore sulla porta di casa che ricambia sorridendo e ci offre un pezzo di ciò che stava mangiando. Io credevo che scherzasse e invece (vuoi che il granitico dica di no? Non credete che sia sempre io la pietra dello scandalo... =; ) ci ritroviamo nella sua casetta con una fetta di torta di verdure in mano e un bicchiere di vino a chiacchierare col nuovo amico :shock: :D !!! Non mi stupirei se altri di voi lo conoscessero, evidentemente ama la compagnia e non perde l'occasione per scambiare due parole. Qui, in questo angolo di Liguria, oggi ho trovato davvero un mondo a parte... e poi dicono che noi liguri siamo chiusi???
Resto stupita da questa bella persona, per il suo modo di fare e per i suoi racconti di vita e sento il desiderio di tornare a trovarla, chissà se ci saranno altre occasioni...

Salutato a malincuore l'arzillo contadino ci dirigiamo verso la macchina dove finiamo la fase di spulciatura! :|
Non vorrei dire le ultime parole famose ma... credo che nemmeno una si sia attaccata!

Sono contenta di aver condiviso queste cose con voi, anche perchè era da un po' che non postavo questo tipo di racconti un po' logorroici, è stata una mattinata eccezionale e tra l'incanto suscitato dal paesino (sono rimasta folgorata da quel posto così ben curato), la dolce accoglienza della pasticceria e il piacere di trovare una persona così innamorata della vita ho percorso il mio viaggio verso il lavoro con un sorriso ebete stampato sulle labbra... planando sulla terra, sulla realtà, come tornassi davvero da un altro pianeta.

Grazie ad alec per aver dimenticato a casa la corda, o grazie alla corda per aver deciso di restarsene a casa!!! :mrgreen:

Allego due o tre foto:
Allegato:
Commento file: Vista aerea di Sambugo
DSC01249.JPG
DSC01249.JPG [ 1.42 MiB | Osservato 5010 volte ]


Allegati:
Commento file: Rifugio Gilwell
DSC01245.JPG
DSC01245.JPG [ 1.31 MiB | Osservato 5010 volte ]
Commento file: Giaggiolo
DSC01221.JPG
DSC01221.JPG [ 1.28 MiB | Osservato 5010 volte ]
Commento file: alec sul sentiero segnato con vernice rossa
DSC01218.JPG
DSC01218.JPG [ 1.43 MiB | Osservato 5010 volte ]

_________________
Immagine


Ultima modifica di scinty il gio giu 10, 2010 22:37, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio giu 10, 2010 22:36 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12111
Località: Genova
p.s. il fiore si chiama Giaggiolo Susinario o Giaggiolo Gramineo.
p.p.s non avevo la mia macchinetta, quindi ho usato quella di alec.
:wink:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio giu 10, 2010 22:40 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
scinty ha scritto:
p.s. il fiore si chiama Giaggiolo Susinario o Giaggiolo Gramineo.
p.p.s non avevo la mia macchinetta, quindi ho usato quella di alec.
:wink:

si Iris graminea, abbastanza comune ma molto bello.
Per le zecchew usa prodotto apposito da spruzzare anche sui vestiti, obbligatorie braghe lunghe

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio giu 10, 2010 22:46 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
Scinty ha scritto:
... alec “***** ho lasciato a casa la corda!!!”...


Che contrattempo meraviglioso è stato :esclamativo: :D

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio giu 10, 2010 22:50 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12111
Località: Genova
Conte Ugolino ha scritto:
scinty ha scritto:
p.s. il fiore si chiama Giaggiolo Susinario o Giaggiolo Gramineo.
p.p.s non avevo la mia macchinetta, quindi ho usato quella di alec.
:wink:

si Iris graminea, abbastanza comune ma molto bello.
Per le zecchew usa prodotto apposito da spruzzare anche sui vestiti, obbligatorie braghe lunghe


mi chiedevo giusto se esistesse un prodotto... io le avevo la braghe lunghe ma quelle vanno dappertutto... alec con le braghe corte ma a lui non lo vogliono!!! :lol:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio giu 10, 2010 23:10 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
Bellissima mattinata di puro relax, forse più bella che se avessimo fatto la via :D

Che bello che è Sambugo! :D

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 2:50 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6415
Località: genova - marassi
alec ha scritto:
Bellissima mattinata di puro relax, forse più bella che se avessimo fatto la via :D
Scorgo i primi sintomi di una conversione.... :diavoletto:

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 2:51 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6415
Località: genova - marassi
scinty ha scritto:
Grazie ad alec per aver dimenticato a casa la corda, o grazie alla corda per aver deciso di restarsene a casa!!! :mrgreen:
Speriamo diventi un'abitudine!

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 7:34 
Non connesso
Cintura nera di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 16:32
Messaggi: 5735
Località: Genova
soundofsilence ha scritto:
scinty ha scritto:
Grazie ad alec per aver dimenticato a casa la corda, o grazie alla corda per aver deciso di restarsene a casa!!! :mrgreen:
Speriamo diventi un'abitudine!

VADE RETRO!!!!!!!!!!!!!!!1 :risataGrassa:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 8:28 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4776
Località: genova marassi
Gran bel racconto : Thumbup :
Io non ho mai preso una zecca in vita mia ,ma c'e' da dire che di questi periodi se posso certe zone appenniniche le evito malgrado regalino dei colori meravigliosi...ma leggendo questo racconto parrebbe proprio valerne la pena rischiare :wink:
Bravo alec.....lasciala sempre a casa la corda :risataGrassa:

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 9:15 
Non connesso
Cintura nera di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 16:32
Messaggi: 5735
Località: Genova
MAURY76 ha scritto:
Gran bel racconto : Thumbup :
Io non ho mai preso una zecca in vita mia ,ma c'e' da dire che di questi periodi se posso certe zone appenniniche le evito malgrado regalino dei colori meravigliosi...ma leggendo questo racconto parrebbe proprio valerne la pena rischiare :wink:
Bravo alec.....lasciala sempre a casa la corda :risataGrassa:

:angry1:
:strizzaOcchio::


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 9:22 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
mazzysan ha scritto:
MAURY76 ha scritto:
Gran bel racconto : Thumbup :
Io non ho mai preso una zecca in vita mia ,ma c'e' da dire che di questi periodi se posso certe zone appenniniche le evito malgrado regalino dei colori meravigliosi...ma leggendo questo racconto parrebbe proprio valerne la pena rischiare :wink:
Bravo alec.....lasciala sempre a casa la corda :risataGrassa:

:angry1:
:strizzaOcchio::


In effetti voleva dire di lasciare a casa la corda INTERA per portare DUE MEZZE corde :risata: :risata:

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 9:44 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4776
Località: genova marassi
Ago ha scritto:
mazzysan ha scritto:
MAURY76 ha scritto:
Gran bel racconto : Thumbup :
Io non ho mai preso una zecca in vita mia ,ma c'e' da dire che di questi periodi se posso certe zone appenniniche le evito malgrado regalino dei colori meravigliosi...ma leggendo questo racconto parrebbe proprio valerne la pena rischiare :wink:
Bravo alec.....lasciala sempre a casa la corda :risataGrassa:

:angry1:
:strizzaOcchio::


In effetti voleva dire di lasciare a casa la corda INTERA per portare DUE MEZZE corde :risata: :risata:



Siii..... :---) :risata:

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 10:01 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: dom mag 09, 2010 17:33
Messaggi: 118
siete mai andati a fare questa semplice e facile gita?
lasciata la macchina in località casa di parodi si prende la carrareccia che la per indicazione lago della tina. la strada dapprima larga si riduce ad un sentiero facilmente percorribile e si arriva a questo laghetto che geologicamente è essere una marmitta dei giganti, cioè scavato a forma d'imbuto nella roccia. si può sostare a " picniccare "e poi ridiscendendo fino al sentiero attraversare il torrente salire fino al sentiero che corre parallelo a quello che si è fatto all'andata, ma in posizione più elevata del precedente, e si ridiscende nel punto in cui la carrareccia diventa sentiero


Allegati:
IMG_5233.JPG
IMG_5233.JPG [ 1.19 MiB | Osservato 4970 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 10:39 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
soundofsilence ha scritto:
scinty ha scritto:
Grazie ad alec per aver dimenticato a casa la corda, o grazie alla corda per aver deciso di restarsene a casa!!! :mrgreen:
Speriamo diventi un'abitudine!


la vedo grigia...

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 10:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12111
Località: Genova
Bello il laghetto Carmen, il giro in zona lo avevo fatto, passando dal lago della Tina, molto bello! :strizzaOcchio::

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven giu 11, 2010 12:08 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6415
Località: genova - marassi
alec ha scritto:
la vedo grigia...
Il colore della corda non importa, basta che la lasci a casa...

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it