Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è lun giu 24, 2019 17:14

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 125 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Manico del Lume
MessaggioInviato: ven gen 04, 2019 10:16 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 629
Località: La Spezia
daniele64 ha scritto:
Esattamente davanti ad essa c' è una scalinata non segnalata che immette sulla sottostante mulattiera ( sempre " linea rossa " )
nel bosco

Immagine

che , superata qualche franetta , conduce alle case superiori di Sant' Andrea di Foggia . Qui ci sarebbero da affrontare diversi tornanti della Provinciale , ma la mia mappa OSM riporta alcuni sentieri che permetterebbero un notevole taglio . Il primo ha successo ( anche se devo superare un cancelletto provvisorio in uscita ) , il secondo invece mi porta a pochi metri dalla chiesa del paese e poi è chiuso da un altro cancelletto a grata alquanto sospetto . Siccome al di là c' è il cortile di una casa ( ed un cane che non so se è libero ... ) decido di ritornare indietro e di percorrere i tornanti della Provinciale ... :angry1:


Confermo quanto riportato da Daniele, questi due sbarramenti (in particolare quello inferiore) impediscono di percorrere il vecchio tracciato segnato con la "linea rossa" che peraltro è davvero bello e ben tenuto anche nel tratto tra S. Andrea di Foggia e Chignero.

Suggerisco allora di compiere la seguente deviazione: partendo dalla chiesa di S. Andrea conviene imboccare comunque la scalinata indicata dal cartello FIE. Al primo bivio si lascia il percorso originale (comunque subito sbarrato) a sinistra, per continuare a destra su scalinata in forte salita. La scalinata raggiunge la strada più alta di S. Andrea a quota 200 circa, presso un crocevia. Si imbocca quindi questa stretta stradina verso sinistra fino a ritrovare gli ora evidenti segnavia "linea rossa" presso un incrocio di strade, a monte dei famigerati sbarramenti.

Ciao a tutti.

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manico del Lume
MessaggioInviato: gio gen 10, 2019 21:40 
Non connesso
Utente di Quotazero

Iscritto il: mar lug 25, 2017 20:27
Messaggi: 68
Lord Mhoram ha scritto:
daniele64 ha scritto:
Esattamente davanti ad essa c' è una scalinata non segnalata che immette sulla sottostante mulattiera ( sempre " linea rossa " )
nel bosco

Immagine

che , superata qualche franetta , conduce alle case superiori di Sant' Andrea di Foggia . Qui ci sarebbero da affrontare diversi tornanti della Provinciale , ma la mia mappa OSM riporta alcuni sentieri che permetterebbero un notevole taglio . Il primo ha successo ( anche se devo superare un cancelletto provvisorio in uscita ) , il secondo invece mi porta a pochi metri dalla chiesa del paese e poi è chiuso da un altro cancelletto a grata alquanto sospetto . Siccome al di là c' è il cortile di una casa ( ed un cane che non so se è libero ... ) decido di ritornare indietro e di percorrere i tornanti della Provinciale ... :angry1:


Confermo quanto riportato da Daniele, questi due sbarramenti (in particolare quello inferiore) impediscono di percorrere il vecchio tracciato segnato con la "linea rossa" che peraltro è davvero bello e ben tenuto anche nel tratto tra S. Andrea di Foggia e Chignero.

Suggerisco allora di compiere la seguente deviazione: partendo dalla chiesa di S. Andrea conviene imboccare comunque la scalinata indicata dal cartello FIE. Al primo bivio si lascia il percorso originale (comunque subito sbarrato) a sinistra, per continuare a destra su scalinata in forte salita. La scalinata raggiunge la strada più alta di S. Andrea a quota 200 circa, presso un crocevia. Si imbocca quindi questa stretta stradina verso sinistra fino a ritrovare gli ora evidenti segnavia "linea rossa" presso un incrocio di strade, a monte dei famigerati sbarramenti.

Ciao a tutti.

In primis sarebbe da dare un occhiata alle catastali, se si tratta di comunali ogni chiusura è abusiva, lo stesso, più o meno in caso di vicinali con transito ab immemore. I cancelletti, possono essere stai messi per questioni cinghiali, in tal caso potrebbero, dovrebbero essere apribili.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manico del Lume
MessaggioInviato: gio gen 10, 2019 21:44 
Non connesso
Utente di Quotazero

Iscritto il: mar lug 25, 2017 20:27
Messaggi: 68
terralba ha scritto:
Ciao, neppure le sempre aggiornate carte di Mazzarello riportano questo insulso segnavia. La tavola Ge42 indica regolarmente il quadrato rosso per la cima del Monte Bello. Michele, già che in quelle zone un buon gruppo di volontari opera, secondo me se fosse possibile, visto che la Fie non lo farà, bisognerebbe rinvigorire i segnevia di zona, compreso il triangolo rosso per il Manico del Lume, e cancellare l'obbrobrio verde, che, al di là della sua scarsa visibilità dimostra una totale ignoranza in materia.
L'ultima volta che ero passato in zona, tra l'altro seguendo la doppia X dal Passo della Spinarola sul versante Nord "ufficiosamente" dismesso ma preziosissimo visto il grande taglio di percorso che consente, avevo pensato di mettermici un po' io; poi mi sono dedicato a Montoggio e dintorni.

Ciao

cau fre, probabilmente potrei avere tempo da darci un occhiata approfondita, vediamo, anche se di mio preferisco il dece al pennello, questione di deformazione pofessionale 8)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manico del Lume
MessaggioInviato: ven gen 11, 2019 19:54 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 629
Località: La Spezia
Conte Ugolino 1 ha scritto:
Lord Mhoram ha scritto:
daniele64 ha scritto:
Esattamente davanti ad essa c' è una scalinata non segnalata che immette sulla sottostante mulattiera ( sempre " linea rossa " )
nel bosco

Immagine

che , superata qualche franetta , conduce alle case superiori di Sant' Andrea di Foggia . Qui ci sarebbero da affrontare diversi tornanti della Provinciale , ma la mia mappa OSM riporta alcuni sentieri che permetterebbero un notevole taglio . Il primo ha successo ( anche se devo superare un cancelletto provvisorio in uscita ) , il secondo invece mi porta a pochi metri dalla chiesa del paese e poi è chiuso da un altro cancelletto a grata alquanto sospetto . Siccome al di là c' è il cortile di una casa ( ed un cane che non so se è libero ... ) decido di ritornare indietro e di percorrere i tornanti della Provinciale ... :angry1:


Confermo quanto riportato da Daniele, questi due sbarramenti (in particolare quello inferiore) impediscono di percorrere il vecchio tracciato segnato con la "linea rossa" che peraltro è davvero bello e ben tenuto anche nel tratto tra S. Andrea di Foggia e Chignero.

Suggerisco allora di compiere la seguente deviazione: partendo dalla chiesa di S. Andrea conviene imboccare comunque la scalinata indicata dal cartello FIE. Al primo bivio si lascia il percorso originale (comunque subito sbarrato) a sinistra, per continuare a destra su scalinata in forte salita. La scalinata raggiunge la strada più alta di S. Andrea a quota 200 circa, presso un crocevia. Si imbocca quindi questa stretta stradina verso sinistra fino a ritrovare gli ora evidenti segnavia "linea rossa" presso un incrocio di strade, a monte dei famigerati sbarramenti.

Ciao a tutti.

In primis sarebbe da dare un occhiata alle catastali, se si tratta di comunali ogni chiusura è abusiva, lo stesso, più o meno in caso di vicinali con transito ab immemore. I cancelletti, possono essere stai messi per questioni cinghiali, in tal caso potrebbero, dovrebbero essere apribili.


Ciao Conte,

di sicuro i segnavia passavano di lì (ancorché scoloriti sono ancora visibili a monte e a valle) e si tratta di una pedonale piuttosto larga e selciata. Il cancelletto a monte è però una grata di ferro e non pareva mobile. In effetti il tratto a monte è piuttosto maltenuto e sembra che non venga proprio utilizzato.

Comunque non ho controllato da vicino in quanto c'era gente e non mi andava di presentarmi all'improvviso sbucando dalla boscaglia. :)

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manico del Lume
MessaggioInviato: ven gen 11, 2019 23:53 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 1428
Località: Genova / Imperia
Lord Mhoram ha scritto:
Conte Ugolino 1 ha scritto:
Lord Mhoram ha scritto:
daniele64 ha scritto:
Esattamente davanti ad essa c' è una scalinata non segnalata che immette sulla sottostante mulattiera ( sempre " linea rossa " )
nel bosco

Immagine

che , superata qualche franetta , conduce alle case superiori di Sant' Andrea di Foggia . Qui ci sarebbero da affrontare diversi tornanti della Provinciale , ma la mia mappa OSM riporta alcuni sentieri che permetterebbero un notevole taglio . Il primo ha successo ( anche se devo superare un cancelletto provvisorio in uscita ) , il secondo invece mi porta a pochi metri dalla chiesa del paese e poi è chiuso da un altro cancelletto a grata alquanto sospetto . Siccome al di là c' è il cortile di una casa ( ed un cane che non so se è libero ... ) decido di ritornare indietro e di percorrere i tornanti della Provinciale ... :angry1:


Confermo quanto riportato da Daniele, questi due sbarramenti (in particolare quello inferiore) impediscono di percorrere il vecchio tracciato segnato con la "linea rossa" che peraltro è davvero bello e ben tenuto anche nel tratto tra S. Andrea di Foggia e Chignero.

Suggerisco allora di compiere la seguente deviazione: partendo dalla chiesa di S. Andrea conviene imboccare comunque la scalinata indicata dal cartello FIE. Al primo bivio si lascia il percorso originale (comunque subito sbarrato) a sinistra, per continuare a destra su scalinata in forte salita. La scalinata raggiunge la strada più alta di S. Andrea a quota 200 circa, presso un crocevia. Si imbocca quindi questa stretta stradina verso sinistra fino a ritrovare gli ora evidenti segnavia "linea rossa" presso un incrocio di strade, a monte dei famigerati sbarramenti.

Ciao a tutti.

In primis sarebbe da dare un occhiata alle catastali, se si tratta di comunali ogni chiusura è abusiva, lo stesso, più o meno in caso di vicinali con transito ab immemore. I cancelletti, possono essere stai messi per questioni cinghiali, in tal caso potrebbero, dovrebbero essere apribili.


Ciao Conte,

di sicuro i segnavia passavano di lì (ancorché scoloriti sono ancora visibili a monte e a valle) e si tratta di una pedonale piuttosto larga e selciata. Il cancelletto a monte è però una grata di ferro e non pareva mobile. In effetti il tratto a monte è piuttosto maltenuto e sembra che non venga proprio utilizzato.

Comunque non ho controllato da vicino in quanto c'era gente e non mi andava di presentarmi all'improvviso sbucando dalla boscaglia. :)


Mi sembra di ricordare ( a distanza di un anno ... :?: ) che fossero tutti cancelletti volanti in rete elettrosaldata , probabilmente anticinghiali . Quelli del primo tratto infatti li ho aperti e sono passato chiedendo il permesso ad un abitante . Quello in fondo , 100 metri sopra la chiesa , che permetteva un gran bel taglio di strada , portava nel cortile di una villetta ( con cagnetto in terrazzo ) e non me la sono sentita di aprirlo , temendo di invadere una proprietà privata :smt071 e soprattutto che in basso la via fosse chiusa da un cancello carraio .... :imbarazzo: Purtroppo quando sono passato nei pressi lungo la Provinciale non ho avuto la voglia di andare a verificare meglio ... :evil1:
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 125 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it