Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è gio nov 21, 2019 11:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mer apr 05, 2017 13:23 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6450
Località: genova - marassi
Mercoledì 29 marzo 2017: Voltaggio (330) – Bric Castiglione (920) – Cresta Castiglione (990) – Passo Dagliola (855) – Monte Tobbio (1090) – Voltaggio (330).

Partecipanti: Stefs, Renato, Giorgio e soundofsilence.

Lunghezza: 13 Km. Circa.

Dislivello: 950 m.

Difficoltà: EE la cresta del Castiglione, da quando si abbandona il torrente fino a praticamente in cima, poi dipende anche da dove si passa, che il percorso è spesso abbastanza libero, in ogni caso ci sono vari passaggi di primo grado, molti evitabili, comunque mai esposti né problematici, tutto il resto E.

Percorso in macchina: Da Genova in autostrada A7 fino a Busalla, dove prendiamo per Milano, attraversiamo quindi il paese in direzione nord, quindi giungiamo al successivo, Borgo Fornari, che percorriamo fino al bivio per la Castagnola, dove prendiamo a sinistra dirigendoci verso Voltaggio. Valichiamo quindi la Castagnola e scendiamo a Voltaggio, dove traversiamo la provinciale e continuiamo dritti davanti a noi, quindi giriamo a destra per arrivare dopo poche centinaia di metri al parcheggio di piazza Gerolamo De Ferrari, dove lasciamo la macchina.

Percorso a piedi: dal parcheggio torniamo pochi metri sui nostri passi e prendiamo la strada asfaltata sulla destra che percorriamo fino al suo termine, proseguendo quindi su sentiero, che svolta, dopo qualche centinaio di metri, verso destra ed inizia a costeggiare il Rio Lavagetta. In un Km circa superiamo prima un guado e quindi giungiamo nei pressi di un bel laghetto con cascatella. Cinquecento metri dopo il laghetto giungiamo ad uno stretto passaggio tra due rocce, dove abbandoniamo la traccia lungo il torrente per prendere a sinistra la ripida cresta che sale verso il Bric Castiglione. Seguiamo quindi la traccetta lungo il filo di cresta, se preferiamo evitando alcuni, comunque facili, passaggi rocciosi. Seguiamo quindi abbastanza fedelmente il crinale, la traccia e la direzione sud, abbastanza coincidenti per fortuna, fino ad un bivio, dove prendiamo a destra (a sinistra si va verso il Bric della Croce), giungendo infine in vetta al Bric Castiglione, a quota 920 circa. Da qui in poi la vista è aperta ed è facile seguire la successiva cresta, che porta in vetta alla Cresta di Castiglione, a 990 circa. Da qui scendiamo, ora su traccia marcata e con ometti, verso l’evidente Passo Dagliola, dal quale risaliamo diretti, senza traccia, o se preferiamo sul sentiero segnato, fino alla vetta del Tobbio. Dalla vetta prendiamo il sentiero verso Case Eremiti e lo seguiamo per poco più di 100 metri, dove troviamo un primo bivio: a sinistra la diretta per Case Eremiti, mentre noi prendiamo verso destra. Altri 200 metri e giungiamo ad un quadrivio con cartelli indicatori, dove proseguiamo dritti, lasciando a sinistra il sentiero per Case Eremiti. Dopo 80 metri incontriamo quindi un ulteriore bivio sulla destra che va verso il Passo Dagliola, mentre noi continuiamo dritti. Centosessanta metri quindi e nuovo bivio, a sinistra ancora verso Case Eremiti per la Costa Belvedere, mentre noi continuiamo ancora dritti, per giungere, dopo 600 metri, all’ultimo bivio per Case Eremiti, che lasciamo nuovamente sulla sinistra. Proseguiamo quindi senza più bivi per circa 3,6 Km per giungere ormai vicini a Voltaggio, ad un bivio, dove prendiamo a sinistra (anche a destra si giunge comunque, anche più velocemente tra l’altro, a Voltaggio). Percorriamo quindi il percorso ginnico, passiamo vicino ai ruderi del castello e arriviamo in paese in prossimità della Chiesa, dove prendiamo a destra seguendo via San Giovanni Battista e quindi Via Anfosso, con la quale arriviamo fino al parcheggio.

Conclusioni: via inusuale, ma direi anche più interessante per giungere al Tobbio, dato il bel percorso panoramico di cresta, interessanti anche i laghetti ad inizio percorso e, al ritorno, la possibile deviazione verso il “Pulpito del Diavolo”, caratteristico roccione piatto, che, purtroppo non abbiamo avuto il tempo di fare.

Immagine
Guado in rio Lavagetta

Immagine
Laghetto e cascatella in Rio Lavagetta dal sentiero

Immagine
Laghetto e cascatella in Rio Lavagetta

Immagine
Laghetto e cascatella in Rio Lavagetta più da vicino

Immagine
Cascatella e laghetto in Rio Lavagetta da sopra

Immagine
Cascatella e laghetto in Rio Lavagetta da sopra

Immagine
Laghetti in Rio Lavagetta

Immagine
Pulpito del Diavolo e vetta sovrastante

Immagine
Canyon nel rio Lavagetta

Immagine
Roccione ad inizio cresta Castiglione e vista verso Pulpito del Diavolo

Immagine
Pulpito del Diavolo e vetta sovrastante da cresta Castiglione

Immagine
Salendo la Cresta del Castiglione

Immagine
Tobbio dalla Cresta del Castiglione

Immagine
Tratti rocciosi salendo la cresta del Castiglione

Immagine
Bric Castiglione e Tobbio sullo sfondo

Immagine
Cresta di Castiglione e Tobbio dalle pendici del Bric

Immagine
Cresta di Castiglione e Tobbio dalle pendici del Bric

Immagine
Fraconalto e Reopasso salendo al Bric Castiglione

Immagine
Cresta di Castiglione e Tobbio dal Bric

Immagine
Cresta di Castiglione e Tobbio dal Bric più da vicino

Immagine
Monte delle Figne dal Bric Castiglione

Immagine
Cresta di Castiglione davanti al Tobbio

Immagine
Cresta del Castiglione e Monte Tobbio dietro

Immagine
Cresta del Castiglione con Reopasso sullo sfondo

Immagine
Cresta del Castiglione vista globale

Immagine
Risalti sulla cresta e Bric Castiglione

Immagine
Monte delle Figne dalla Cresta di Castiglione

Immagine
Tobbio dalla Cresta di Castiglione più da lontano

Immagine
Cresta di Castiglione scendendo al Passo Dagliola

Immagine
Chiesetta Monte Tobbio

Immagine
Laghi del Gorzente e Madonna della Guardia dal Tobbio

Immagine
Pulpito del Diavolo

Immagine
Roccia a strapiombo sopra Voltaggio

Immagine
Ruderi Castello Voltaggio

Immagine
Chiesa di Voltaggio

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 05, 2017 14:21 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 2421
Località: Genova / Imperia
Cosa ci facevi sul Tobbio , sound ? Da quelle parti non ci sono nè grotte nè incisioni rupestri ?? :risata:
E sì che di pietre ce n'è fin troppe... :risataGrassa:
Scherzi a parte , originale giretto =D> =D> su di una cima che per la sua natura brulla e desolata non mi ha mai attratto molto ... :imbarazzo:
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 05, 2017 14:25 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6450
Località: genova - marassi
daniele64 ha scritto:
Cosa ci facevi sul Tobbio , sound ? Da quelle parti non ci sono nè grotte nè incisioni rupestri ?? :risata:
E sì che di pietre ce n'è fin troppe... :risataGrassa:

A me in effetti interessa tutto, rocce, specie guglie e torrioni, archi naturali, laghi, cascate, creste, e qualsiasi manifestazione della bellezza della natura.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 05, 2017 15:49 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 681
Località: Valbrevenna
Bella e inusuale via di salita al Tobbio, e per questo molto interessante, complimenti :esclamativo:
Come tempistiche quanto ci vuole più o meno?

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 05, 2017 16:05 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6450
Località: genova - marassi
paolocerreta ha scritto:
Come tempistiche quanto ci vuole più o meno?

Dipende da come si va indubbiamente....
Oltre comunque che della distanza e del dislivello bisogna tener conto che per buona parte della cresta in cima non vi è percorso obbligato e, questo, seppur piacevole, comporta sempre un certo qual rallentamento nel scegliere, e anche nello stare attenti, a dove mettere i piedi.
Indicativamente comunque ti posso dire che noi ci abbiamo messo circa 3 ore a salire e 1,45 a scendere, facciamo 5 ore circa in tutto.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio apr 06, 2017 20:52 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1161
Località: Lemuria
Grazie sound & stefs & co. per le indicazioni, questo lo farò sicuramente molto presto : Thumbup :

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom dic 10, 2017 11:14 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 681
Località: Valbrevenna
Sabato 9 dicembre, in compagnia di un mio amico, Giuseppe, abbiamo ricalcato le orme si soundofsilence, salendo sul Tobbio lungo il percorso che si arrampica sulla cresta rocciosa del Castiglione.

Lasciata l’auto presso il parcheggio Gerolamo de Ferrari a Voltaggio (342 m.), prima di attraversare il ponte sul Lemme, ci siamo incamminati lungo la strada asfaltata che si stacca subito alla nostra destra.
Questa va seguita fino ad una sbarra verde; oltrepassata, la via si trasforma in una comoda carrareccia che supera le ultime villette (località Ruzzo) per inoltrarsi nel bosco. Si entra così nella valletta del rio Lavagetta, la quale si presenta piuttosto incassata.
La carrareccia costeggia questo rio affluente del Lemme, fino ad arrivare ad un guado che si oltrepassa facilmente, per poi incontrare un primo bivio dove bisogna mantenere la destra.
A pochi passi dal bivio, si arriva nei pressi del laghetto delle Ciocche dalla cascatella praticamente asciutta; poco prima di un muro in cemento di rallentamento delle acque, alla nostra sinistra, si stacca una traccia nel bosco che porta alla pietra spaccata, un passaggio tra due rocce sopraelevato rispetto al letto del ruscello, facilmente riconoscibile dalla forma a “v”.

Allegato:
pietra spaccata.jpg
pietra spaccata.jpg [ 5.29 MiB | Osservato 1111 volte ]


Qui bisogna salire a sinistra lungo il ripido profilo della costa di monte, fino ad uscire dal bosco, arrivando su una panoramica cresta.
Sul crinale ci ha accolto un vento moderato davvero gelido ( a Voltaggio la temperatura si aggirava attorno allo zero) che ci sferzerà fino alla cima del Tobbio.

Allegato:
WP_20171209_09_26 Giuse cresta Bric della Croce 2.jpg
WP_20171209_09_26 Giuse cresta Bric della Croce 2.jpg [ 1.56 MiB | Osservato 1111 volte ]


Giunti ad un anonimo pianoro, abbiamo deciso di non raggiungere la vetta del bric della Croce (854 m .), ma seguendo un stretta e malagevole traccia nel bosco l’abbiamo evitata passandoci appena sotto, fino a sbucare sul crinale che collega il citato monte alla cresta del Castiglione.

Allegato:
WP_20171209_09_57_35_Pro Cresta Castiglione e Tobbio.jpg
WP_20171209_09_57_35_Pro Cresta Castiglione e Tobbio.jpg [ 1.19 MiB | Osservato 1111 volte ]


Qui il percorso offre panorami davvero notevoli, sia sul vicino Tobbio che sul Figne e buona parte delle cime dell’appennino dell’Oltregiovo e d’intorni.
Tornando alla cresta, questa presenta facili passaggi su roccia tutti tranquillamente evitabili, ma che rendono divertente il percorso di crinale.

Allegato:
Cresta castiglione.jpg
Cresta castiglione.jpg [ 3.44 MiB | Osservato 1111 volte ]


Allegato:
WP_20171209_10_07_11_Pro Giuse sul bric Castiglione.jpg
WP_20171209_10_07_11_Pro Giuse sul bric Castiglione.jpg [ 1.21 MiB | Osservato 1111 volte ]


Dopo alcuni saliscendi siamo arrivati prima sul Bric Castiglione (926 m.), in seguito, dopo altri saliscendi, alla vetta della Cresta Castiglione (994 m.).

Allegato:
croce di vetta castiglione e tobbio.jpg
croce di vetta castiglione e tobbio.jpg [ 4.09 MiB | Osservato 1111 volte ]


Dopo una breve pausa a base di the bollente per riscaldarci dalla gelida tramontana, abbiamo ripreso il nostro cammino che in breve ci ha portato a scendere al passo della Dagliola (853 m.).
Da qui l’itinerario è piuttosto semplice: seguendo le diverse tracce siamo saliti al Tobbio (1092 m.), evitando in continui tornanti del classico itinerario.

Allegato:
verso il tobbio 2.jpg
verso il tobbio 2.jpg [ 3.51 MiB | Osservato 1111 volte ]


Complice la tramontana il panorama era davvero spaziale: la visibilità si presentava ottima su tutto l’arco Alpino, la pianura padana e il basso Piemonte dove ben si riconoscevano gli abitati di Gavi, Novi Ligure, Tortona e Alessandria etc; diverse delle principali cime del nostro appennino ( Giarolo, Ebro, Chiappo, Lesima; Carmo di Carrega, Antola, Prelà, Leco, Punta martin, Beigua, Ramaceto solo per citarne alcune), fino al Santuario della Guardia e l’imponente monte delle Figne.

Allegato:
WP_20171209_11_20_11_Pro cima tobbio 1.jpg
WP_20171209_11_20_11_Pro cima tobbio 1.jpg [ 1.14 MiB | Osservato 1111 volte ]

Allegato:
WP_20171209_11_20_14_Pro cima tobbio 2.jpg
WP_20171209_11_20_14_Pro cima tobbio 2.jpg [ 1.2 MiB | Osservato 1111 volte ]


Inoltre, ben si scorgeva il percorso di cresta che abbiamo effettuato, dalla pietra spaccata fino alla cima del Tobbio

Allegato:
cresat castiglione dalla cima Tobbio.jpg
cresat castiglione dalla cima Tobbio.jpg [ 3.93 MiB | Osservato 1111 volte ]


Dopo un bel pranzo a base di focaccia, salame e nutella all’interno delle salette della chiesetta, siamo rientrati a Voltaggio seguendo il triangolo giallo, ripassando quindi dal passo della Dagliola.
In circa un ora e mezza siamo arrivati nei pressi del rudere del castello (abbandonando il triangolo giallo in favore del percorso ginnico), per poi terminare dalla chiesa di Voltaggio.
Come tempi di salita abbiamo impiegato circa tre ore per salita ( incluse le diverse pause fotografiche) e come scritto prima, circa un ora e mezza – tre quarti per la discesa a Voltaggio.

In conclusione, si tratta di un giro davvero molto bello, panoramicissimo e interessante ( grazie saoundofsilence per avercelo raccontato) che si snoda quasi interamente all'interno della del territorio del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo, ma che richiede comunque il suo impegno fisico per realizzarlo.

A presto!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun dic 11, 2017 15:19 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 2421
Località: Genova / Imperia
=D> =D>
Doveva fare un freddo becco :diavoletto: ma la giornata era veramente spettacolare ... : Thumbup :
La cresta è abbastanza facile , vero ?
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun dic 11, 2017 20:01 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 681
Località: Valbrevenna
daniele64 ha scritto:
=D> =D>
Doveva fare un freddo becco :diavoletto: ma la giornata era veramente spettacolare ... : Thumbup :
La cresta è abbastanza facile , vero ?
:smt006

Ciao Daniele!
Sul freddo...ahi voglia se ne abbiamo preso, ma ne è valsa la pena: Sabato era una giornata super spaziale e il Tobbio ha offerto un panorama superbo : Thumbup :
Come gita sicuramente non la consiglierei ad un neofita alla prima esperienza...ma a chi è abituato ad andare per monti, non troverebbe alcun problema, essendo tutto classificabile al massimo EE : Thumbup :

Piccola digressione: all'interno delle stanze del rifugetto, si trova appesa la fotocopia dell'articolo di giornale dove si racconta che un pensionato della zona sia salito sul Tobbio circa 6.200 volte :shock:; non solo: nello stesso anno dell'articolo, aveva superato le 300 volte annuali e puntava alle 365 ascese.

Beh lui si che conserva l'intera collezione "Panini" del Tobbio :strizzaOcchio:: :risata:

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar dic 12, 2017 19:45 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer mar 28, 2012 19:35
Messaggi: 368
L' itinerario in questione viene chiamato dai local "Via del Nonno", riscoperto e tracciato (si fa per dire) dal pensionato in questione.
paolocerreta ha scritto:
aveva superato le 300 volte annuali e puntava alle 365 ascese.

Il record credo sia saltato, ma penso rimarra in "casa" per i secoli a venire.

Saluti, Ste


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer dic 13, 2017 9:25 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 681
Località: Valbrevenna
Stefs ha scritto:
L' itinerario in questione viene chiamato dai local "Via del Nonno", riscoperto e tracciato (si fa per dire) dal pensionato in questione.
paolocerreta ha scritto:
aveva superato le 300 volte annuali e puntava alle 365 ascese.

Il record credo sia saltato, ma penso rimarra in "casa" per i secoli a venire.

Saluti, Ste


Credo anche io che rimarrà per molto tempo in casa il record.
Grazie per la spiegazione sulla "via del Nonno" : Thanks :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer dic 13, 2017 22:51 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 935
Località: Pieve Ligure
Bella salita Paolo : Thumbup : : Thumbup : Certo, vi siete ben congelati sulla cresta :risata: :risata: dava forse un'impressione alpina con quel vento :esclamativo: Ma avete fatto benissimo a sfruttare la giornatona di cielo sereno e nitido: dalle foto si distingue bene l'arco alpino : Thumbup :
Carino poi l'aneddoto del pensionato :risata: non lo conoscevo proprio...praticamente era il "guardiano" della cima

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio feb 01, 2018 18:17 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer mar 28, 2012 19:35
Messaggi: 368
teo-85 ha scritto:
praticamente era il "guardiano" della cima


Come "era" :? ... è.
Per correttezza va detto che "la via del nonno" è stata tracciata da Giorgio, un'altr dei pensionati "terribili" abituè del M. Tobbio.
Lo si riconosce perchè va spesso in giro a torso nudo... anche in inverno.

Ciao


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio feb 01, 2018 22:56 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 935
Località: Pieve Ligure
Stefs ha scritto:
teo-85 ha scritto:
praticamente era il "guardiano" della cima


Come "era" :? ... è.
Per correttezza va detto che "la via del nonno" è stata tracciata da Giorgio, un'altr dei pensionati "terribili" abituè del M. Tobbio.
Lo si riconosce perchè va spesso in giro a torso nudo... anche in inverno.

Ciao


Pardon, mi son spiegato male... intendevo al fatto di esser salito così tante volte, che come record qualcuno l'avrà battuto...e quindi forse non avrà più il "primato internazionale", ma sicuramente in casa come si diceva rimarrà ben scolpito.
Mi scuso se l'ho considerato non più tra noi :imbarazzo: :imbarazzo:

Ciao!

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven feb 02, 2018 17:08 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1161
Località: Lemuria
Immagine

Immagine

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven feb 02, 2018 22:48 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 681
Località: Valbrevenna
psiconauta ha scritto:
Immagine

Immagine

Si e' proprio questo l'articolo che dicevo! Grazie psico : Thanks :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it