Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è gio giu 27, 2019 8:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom mar 31, 2019 21:57 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 329
Località: Genova
Ieri ho compiuto questa bella traversata servendomi dei mezzi pubblici.

Pian dei Ratti, in Val Fontanabuona, è servito dalla linea 15 Genova-Carasco-Chiavari. Io ho preso la feriale che parte alle 7.45 da Genova Brignole ma si tratta di una linea con un ragionevole servizio anche nei festivi.

Da Pian dei Ratti si scende brevemente al ponte che supera il torrente Lavagna e si risale su asfalto dall'altra parte fino alla piazzetta di Pian dei Manzi, dove si trova la sede comunale di Coreglia Ligure. Proprio a fianco al comune inizia la mulattiera lastricata che, intersecando alcune volte l'asfalto e transitando presso qualche gruppo di case, ci condurrà fino al crinale. La mulattiera è in ancora in ottime condizioni e permette di non sbagliare strada nonostante il segnavia (Due rombi rossi vuoti) sia ormai sporadico.

Allegato:
P1340051.JPG
P1340051.JPG [ 746.05 KiB | Osservato 390 volte ]


Dopo un primo tratto nel bosco, la situazione si fa più aperta e si passa tra gruppi di case e fasce ancora ben coltivate a ulivo.

Allegato:
P1340088.JPG
P1340088.JPG [ 612.11 KiB | Osservato 390 volte ]


Da qui si hanno belle visuali sul nucleo di Coreglia e sulla Fontanabuona.

Allegato:
P1340084.JPG
P1340084.JPG [ 408.4 KiB | Osservato 390 volte ]


Nell'ultimo tratto si torna nel bosco e in alcuni punti il passaggio è reso difficile da grossi alberi caduti sul sentiero, probabilmente in occasione dei recenti episodi di gelicidio. Si raggiunge comunque il crinale dove passano vari percorsi e, svoltando a sinistra, si raggiunge in breve il Santuario di Montallegro. (Circa 2 ore e 20 da Pian dei Ratti).

Allegato:
P1340130.JPG
P1340130.JPG [ 275.79 KiB | Osservato 390 volte ]


Dopo adeguata visita al luogo sacro, dopo sacrosanta pausa pranzo e dopo aver ammirato i panorami a destra e a manca un po' disturbati dalla foschia, non resta da far altro che scegliere la via per raggiungere Rapallo. Visto che era ancora abbastanza presto ho deciso di seguire il sentiero "Rombo rosso pieno" che fa una lunga U in quota prima di scendere su Sant'Ambrogio e quindi a Rapallo. Ed era anche uno dei sentieri in zona che mi mancavano. Si passa dietro al Santuario, si raggiunge il ristorante-albergo del Pellegrino e ci si addentra nella lecceta.

Allegato:
P1340143.JPG
P1340143.JPG [ 763.7 KiB | Osservato 390 volte ]


Dopo aver superato le pendici del Monte Castello e aver qui abbandonato il sentiero diretto a Chiavari, si giunge a una vaga insellatura dove il sentiero passa sull'altro versante, in corrispondenza di una edicola.

Allegato:
P1340147.JPG
P1340147.JPG [ 820.08 KiB | Osservato 390 volte ]


Da qui inizia una discesa costante e abbastanza decisa che, alternando boschetti di lecci a macchia mediterranea, ci conduce a Sant'Ambrogio.

Allegato:
P1340172.JPG
P1340172.JPG [ 560.48 KiB | Osservato 390 volte ]


Da qui si ha una splendida vista su Rapallo.

Allegato:
P1340173.JPG
P1340173.JPG [ 502.05 KiB | Osservato 390 volte ]


Ormai Rapallo è vicina e la si raggiunge con gli ultimi scampoli del "Rombo rosso pieno" che termina in via Pietrafraccia. Seguendo brevemente l'Aurelia si raggiunge la piazza del Castello e si entra nel centro storico. Per il rientro in città ho utilizzato uno dei numerosi treni regionali della linea Sestri Levante-Genova.

Note a margine: contrariamente alle aspettative, ho gradito sicuramente di più il sentiero del lato Fontanabuona rispetto a quello del lato a mare, che si è rivelato per molti tratti noioso (e non a caso mi pare di non averne quasi trovato traccia qui sul forum). Per quanto riguarda il sentiero del lato Fontanabuona, le due mappe che ho in casa lo sbagliano in maniera grossolana: per dirne due, lo segnalano transitante presso la chiesa di Coreglia che invece non viene toccata e lo segnalano per molti tratti su asfalto, che invece viene solo attraversato in due o tre occasioni.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mar 31, 2019 22:33 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 890
Località: Pieve Ligure
Interessante questa traversata, da valle a mare : Thumbup :

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 02, 2019 7:46 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 1434
Località: Genova / Imperia
=D> =D>
Bella idea per un'escursione primaverile , tutta con i mezzi pubblici : Thumbup :
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 02, 2019 9:48 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 04, 2017 21:35
Messaggi: 110
Località: Torino
Grazie per avermi fatto conoscere questa zona. Frequento poco l'interno, perché in treno da Torino il cambio con il bus diventa scomodo.

Complimenti anche per aver sceso la lunga scalinata verso sant'Ambrogio senza lamenti. L'avevo risalita un paio di anni fa e mi ero ripromesso di non ripeterla mai al contrario.

_________________
«[Le montagne] sembrano mancare dei contrassegni tipici dell'italianità» (M. Armiero, Le montagne della patria)

In terre vicine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 02, 2019 12:12 
Connesso
Rianimatrice del forum
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 22, 2009 15:16
Messaggi: 2009
Località: sanremo
bello : Thumbup :

_________________
Facebook


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 02, 2019 16:44 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1214
Località: Arenzano
Bella traversata dai monti al mare, e spostamenti coi mezzi pubblici poi.... Bravissimo. : Thumbup :

Io adoro questo genere di cose, ma poi non le realizzo mai. :pensoso:
Le immagino, le progetto nei dettagli e poi, per vari motivi, restano tra le cose da fare prima o poi. Quindi mai.
Però ne sono molto incuriosito.
Ho cercato di vedere da dove comincia la mulattiera nei pressi della sede Comunale di Coreglia ma dalle immagini di Google Maps non si vede nulla.
E' dietro il Panda verde?

fabio.rapallo ha scritto:
Da Pian dei Ratti si scende brevemente al ponte che supera il torrente Lavagna e si risale su asfalto dall'altra parte fino alla piazzetta di Pian dei Manzi, dove si trova la sede comunale di Coreglia Ligure. Proprio a fianco al comune inizia la mulattiera lastricata che, intersecando alcune volte l'asfalto e transitando presso qualche gruppo di case, ci condurrà fino al crinale.


Allegato:
Pian dei Ratti Rapallo.JPG
Pian dei Ratti Rapallo.JPG [ 198.73 KiB | Osservato 322 volte ]


Allegato:
Pian dei Manzi.JPG
Pian dei Manzi.JPG [ 332.25 KiB | Osservato 322 volte ]


Allegato:
Inizio mulattiera.JPG
Inizio mulattiera.JPG [ 127.5 KiB | Osservato 322 volte ]

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 02, 2019 17:54 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 329
Località: Genova
awretus ha scritto:
Grazie per avermi fatto conoscere questa zona. Frequento poco l'interno, perché in treno da Torino il cambio con il bus diventa scomodo.

Complimenti anche per aver sceso la lunga scalinata verso sant'Ambrogio senza lamenti. L'avevo risalita un paio di anni fa e mi ero ripromesso di non ripeterla mai al contrario.


Effettivamente la discesa su sant'Ambrogio è abbastanza tosta, ma a quel punto ero quasi in fondo e non mi sono accorto della repentina perdita di quota. Ho notato la cosa solo dopo tornato a casa, quando mi sono fatto con brouter la traccia per il mio archivio.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 02, 2019 17:56 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 329
Località: Genova
Littletino ha scritto:
E' dietro il Panda verde?
Allegato:
Inizio mulattiera.JPG


Esattamente. Si passa davanti a quelle tre case, poi si gira a sinistra e inizia la parte lastricata piu' antica. Di tanto in tanto compare qualche sbiadito segnavia.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 03, 2019 12:05 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1429
Località: genova
Bel giro Fabio, condivido le tue impressioni. Quanto alla cartografia, non per essere partigiano e citare un amico di Quotazero, ma raccomando ancora una volta a tutti di utilizzare, per qualunque giro in Appennino (e non solo, andate a vedere il suo sito Mappeliguria.com) sempre e solo le mappe di Giorgio Mazzarello, assolutamente precise fin nei piccoli particolari. La Ge 45 inquadra il tuo percorso e lo indica esattamente, lontano dalla chiesa e su asfalto solo per poco.

Aggiungo che, se potessi, sarebbe bello che potessi riportare il tuo giro nell'Archivio itinerari, con lo schema dedicato, un punto di forza di questo sito.

Ciao.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 03, 2019 14:10 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1017
Località: Lemuria
bravo Fabio, a me piacerebbe fare tutto il giro sul Manico del Lume, da Ruta a Montallegro, ma dopo aver letto il post di Littletino comincio a dubitare lo farò mai :lol:

Littletino ha scritto:
Google Maps non si vede nulla.
E' dietro il Panda verde?


queste "indicazioni" mi fanno morire :lol: :lol:

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 03, 2019 18:27 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 19, 2007 10:27
Messaggi: 585
Località: Genova
bel giro
ricordo che l'idea di salire a Montallegro dalla Fontanabuona si ritrova pure in questo post, vecchio di anni (che con un po' di fatica ho ritrovato):
viewtopic.php?f=5&t=5669


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 03, 2019 19:00 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 10, 2011 11:42
Messaggi: 329
Località: Genova
Littletino ha scritto:
Io adoro questo genere di cose, ma poi non le realizzo mai. :pensoso:
Le immagino, le progetto nei dettagli e poi, per vari motivi, restano tra le cose da fare prima o poi. Quindi mai.


In questo genere di cose anche io faccio molta teoria e poca pratica. La possibilità di belle traversate fatte con i mezzi pubblici è sempre una cosa affascinante e ho tonnellate di progetti in tal senso. Poi però ci scontriamo con i vincoli di orario dettati dal lavoro, dalla famiglia ecc.. e finisce che al massimo si riesca a andare in auto fino a Creto per buttarsi sull'Alpesisa. Per dire, a volte mi capita di avere un giorno libero in infrasettimana, ma comunque ho da portare i piccoli a scuola e a quel punto le corriere ATP della mattina sono tutte belle e partite
Comunque se qualcuno aprirà un topic di "escursionismo teorico" potrò dare grossi contributi.

_________________
L'esperienza della marcia decentra da sé e ripristina il mondo,
inscrivendo l'uomo nei limiti che lo richiamano alla sua fragilità e alla sua forza. (DLB)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio apr 04, 2019 15:30 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1214
Località: Arenzano
fabio.rapallo ha scritto:
Littletino ha scritto:
Io adoro questo genere di cose, ma poi non le realizzo mai. :pensoso:
Le immagino, le progetto nei dettagli e poi, per vari motivi, restano tra le cose da fare prima o poi. Quindi mai.


In questo genere di cose anche io faccio molta teoria e poca pratica. La possibilità di belle traversate fatte con i mezzi pubblici è sempre una cosa affascinante e ho tonnellate di progetti in tal senso. Poi però ci scontriamo con i vincoli di orario dettati dal lavoro, dalla famiglia ecc.. e finisce che al massimo si riesca a andare in auto fino a Creto per buttarsi sull'Alpesisa. Per dire, a volte mi capita di avere un giorno libero in infrasettimana, ma comunque ho da portare i piccoli a scuola e a quel punto le corriere ATP della mattina sono tutte belle e partite
Comunque se qualcuno aprirà un topic di "escursionismo teorico" potrò dare grossi contributi.

Grazie per la conferma Fabio : Thumbup :
Ho chiesto sia perchè nell'immagine non si vede nessun segno o cartello, dai vari Maps o Earth dall'alto non si intravede nulla (mentre a volte invece il sentiero è molto evidente) ma anche per aver l'occasione di parlare di escursionismo virtuale.

La tecnologia oggi ci offre strumenti potentissimi di simulazione in ogni campo, e l'escursionismo non fa eccezione.
Certe volte, dopo aver pianificato una gita nei minimi dettagli, visto dove parcheggiare, verificato il percorso con immagini 3D e a volte perfino con filmati youtube, mi viene da dire: ma che ci vado a fare? Questa gita già l'ho fatta! :risataGrassa:

Scherzo ovviamente.
Ma il topic dell' escursionismo virtuale (sconfinante nel voyeurismo) mi sembra comunque interessante. 8)

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio apr 04, 2019 15:42 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1214
Località: Arenzano
psiconauta ha scritto:
bravo Fabio, a me piacerebbe fare tutto il giro sul Manico del Lume, da Ruta a Montallegro, ma dopo aver letto il post di Littletino comincio a dubitare lo farò mai :lol:

Littletino ha scritto:
Google Maps non si vede nulla.
E' dietro il Panda verde?


queste "indicazioni" mi fanno morire :lol: :lol:


Eh caro Psico, io ho tanta nostalgia delle relazioni tipo verdeazzurro, dove non esiste alcun segno e il percorso è a volte complesso da seguire, perchè si snoda in ambito semi-urbano, sfruttando come nell'arrampicata le "debolezze" dell'ambiente: scalette, discesine, caruggi impossibili.
Ricordo che nella descrizione del percorso della prima tappa, Genova - Nervi, ad un certo punto, per indicare dove abbandonare la strada asfaltata, l'autore faceva riferimento ad una proprietà invasa dal ciarpame. (sic.) Io feci quella tappa circa 10 anni dopo la stesura della relazione, ed arrivato in quel punto trovai che la descrizione era veramente efficace, più di cento cartelli o pittogrammi colorati.
Sono convinto che ancora oggi, a distanza di ulteriori 20 anni, il ciarpame sia sempre là. Ad indicare la via.
Perchè i cartelli cadono, i segni sbiadiscono, ma il ciarpame resta! :risataGrassa:

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio apr 04, 2019 15:50 
Connesso
Rianimatrice del forum
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 22, 2009 15:16
Messaggi: 2009
Località: sanremo
psiconauta ha scritto:
bravo Fabio, a me piacerebbe fare tutto il giro sul Manico del Lume, da Ruta a Montallegro, ma dopo aver letto il post di Littletino comincio a dubitare lo farò mai :lol:

Littletino ha scritto:
Google Maps non si vede nulla.
E' dietro il Panda verde?


queste "indicazioni" mi fanno morire :lol: :lol:

io son stata due ore a fissare sta panda immaginandomi qualche porta di narnia tra le case :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

_________________
Facebook


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio apr 04, 2019 21:39 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1017
Località: Lemuria
steop ha scritto:
psiconauta ha scritto:
bravo Fabio, a me piacerebbe fare tutto il giro sul Manico del Lume, da Ruta a Montallegro, ma dopo aver letto il post di Littletino comincio a dubitare lo farò mai :lol:

Littletino ha scritto:
Google Maps non si vede nulla.
E' dietro il Panda verde?


queste "indicazioni" mi fanno morire :lol: :lol:

io son stata due ore a fissare sta panda immaginandomi qualche porta di narnia tra le case :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Immagine no, ma credo che bisogni proprio entrare nella Panda per trovare il sentiero :lol:

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it