Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è sab dic 04, 2021 18:09

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 310 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 29, 2008 11:33 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5934
Località: Genova
delorenzi ha scritto:
alec ha scritto:
dags1972 ha scritto:
alec ha scritto:
topo ha scritto:
il sentiero S.Martino - Canate (cerchio barrato rosso FIE) è ad oggi percorribile...
la mandria del corso domenica dovrebbe anzi averlo reso più pervio :lol:


:shock: :shock: :?: :?: #-o


contrario di In pervio


si avevo immaginato....

topo usa spesso questi termini....come dire....mai sentiti :lol: :lol:


Diciamo pure desueti... :smt082


o ancestrali...

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 10:08 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 671
Località: La Spezia
Domenica 10 ho effettuato un bel percorso ad anello, la mia prima volta in questa zona: Prato - San Martino - Canate - Gola di Monte Lago - Capenardo (cerchio sbarrato) e poi Capenardo - Calvari - Cavassolo - Prato (quadrato rosso, sentiero dell'acquedotto). Circa 17 km che ho percorso in 6h15' con qualche doverosa sosta per ammirare il panorama. Dalla gola del monte Lago, l'Antola innevato grazie al mio binocolo sembrava ad un passo.
Vorrei chiedere agli esperti lumi sui sentieri A, B, C e D le cui segnalazioni ho incontrato in alcuni punti. Devo dire che questi segnavia sono piuttosto scoloriti ed anche il sentiero sotto Calvari è un po' invaso dai rovi. Qualcuno sa i percorsi dei sentieri A, B, C, D e magari ha una mappa?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 13:01 
Non connesso
mus musculus januensis mont.
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 10, 2007 13:46
Messaggi: 3725
Località: qui
i sentieri con le lettere in zona Capenardo dovrebbero essere i I SENTIERI DELLA LUNANUOVA di cui antolino diceva

antolino ha scritto:
... sinceramente i sentieri non so in che condizione siano, conservo ancora una vecchissima piantina di detti sentieri ( che in molti casi erano gli stessi marcati FIE ) so che i segnavia erano dei quadrati bianchi con delle lettere rosse.


io posso inserire questa foto ma non so quanto possa essere d'aiuto :roll:

Immagine
cartello molto sbiadito che si trova al colletto sopra Canate


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 15:00 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 671
Località: La Spezia
Aspettiamo Antolino! Se non c'è qualche tipo di copyright mi piacerebbe dare un'occhiata alla sua mappa!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 22:27 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
Cari amici, l'esperienza della Lunanuova è terminata qualche anno fa (direi ormai almeno 7 od 8): la comunità era stata ideata da don Paolo Farinella, che aveva lavorato moltissimo sul fronte del recupero dei tossidodipendenti, realizzando molte iniziative (il top uno spettacolo di Beppe Grillo sotto la cima del monte Capenardo, i cosiddetti "prati", per raccogliere fondi). L'esperienza, poi, per vari problemi (economici e di rapporti umani) s'è esaurita, Farinella è andato a studiare (è un esperto biblista) a Gerusalemme e, tornato da 3-4 anni, ora opera a San Torpete, nel Centro storico. Tutte le varie realtà create (coltivazioni bio, ecc...) sono andate perdute e i cartelli restano a testimoniare quell'esperienza.
- Sentiero S.M. Struppa-Canate: l'ho fatto qualche anno fa salendo all'Alpesisa e poi seguendo l'alta via sino a Busalla; è poco battuto e per questo può risultare impervio. Un paio d'anni fa è morto un ragazzo (non un vero e proprio escursionista, ma una persona un po' sbandata, comunque cadendo giù per un cedimento del sentiero) ed è stato ritrovato dopo un po' di giorni.
- Canate resta ancora destinazione di un po' di gente freak e viene raggiunta solitamente da Marsiglia o da un sentiero con moltissimi scalini che si prende seguendo la strada semiprivata che dalla località Cavassolo segue il vallone.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 15, 2008 11:51 
Non connesso
Top Runner
Avatar utente

Iscritto il: mar lug 24, 2007 16:13
Messaggi: 1790
Località: Genova
terralba ha scritto:
- Sentiero S.M. Struppa-Canate: l'ho fatto qualche anno fa salendo all'Alpesisa e poi seguendo l'alta via sino a Busalla; è poco battuto e per questo può risultare impervio. Un paio d'anni fa è morto un ragazzo (non un vero e proprio escursionista, ma una persona un po' sbandata, comunque cadendo giù per un cedimento del sentiero) ed è stato ritrovato dopo un po' di giorni.


L'ultima volta che l'ho fatto io, e parlo di quattro/cinque anni fà, era proprio in cattive condizioni... Ma la cosa che ricordo di quella gita è l'incontro ravvicinato con un cinghiale. All'improvviso nel bosco, ho sentito rumore sopra di noi a cinquanta metri e ho visto subito cos'era... Cercando di sembrare tranquillissimo ho fatto salire la persona che era con me su un albero mentre il rumore si avvicinava e poi ho cercato di sistemarmi anche io: per fortuna arrivato a cinque metri ci ha guardato un pochino e dopo uno o due minuti (lunghissimi) se n'è andato.
Non ho problemi ad ammettere che ero abastanza "colpito", ho passato il resto della gita a guardarmi intorno :shock:
Non era neanche grossissimo... Ma bastava ed avanzava! :D

_________________
destination unknown


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab feb 16, 2008 10:29 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 671
Località: La Spezia
BlackMagic ha scritto:
terralba ha scritto:
- Sentiero S.M. Struppa-Canate: l'ho fatto qualche anno fa salendo all'Alpesisa e poi seguendo l'alta via sino a Busalla; è poco battuto e per questo può risultare impervio. Un paio d'anni fa è morto un ragazzo (non un vero e proprio escursionista, ma una persona un po' sbandata, comunque cadendo giù per un cedimento del sentiero) ed è stato ritrovato dopo un po' di giorni.


L'ultima volta che l'ho fatto io, e parlo di quattro/cinque anni fà, era proprio in cattive condizioni... Ma la cosa che ricordo di quella gita è l'incontro ravvicinato con un cinghiale. All'improvviso nel bosco, ho sentito rumore sopra di noi a cinquanta metri e ho visto subito cos'era... Cercando di sembrare tranquillissimo ho fatto salire la persona che era con me su un albero mentre il rumore si avvicinava e poi ho cercato di sistemarmi anche io: per fortuna arrivato a cinque metri ci ha guardato un pochino e dopo uno o due minuti (lunghissimi) se n'è andato.
Non ho problemi ad ammettere che ero abastanza "colpito", ho passato il resto della gita a guardarmi intorno :shock:
Non era neanche grossissimo... Ma bastava ed avanzava! :D


Il sentiero in effetti taglia pendii abbastanza ripidi ma non è mai pericoloso. Certo in montagna una disgrazia può sempre capitare. Oltretutto l'ho trovato discretamente pulito con solo qualche rovo di troppo subito prima di Canate ma il pezzo più infrascato era sotto Capenardo (non Calvari come avevo scritto erroneamente) dove ho dovuto lavorare di bastone per un tratto per aprirmi la via.
Anche a me è capitato un paio di volte di incontrare un cinghiale ma, a ragione, sono molto più spaventati loro dell'uomo. Una volta sotto il monte Bocco nell'appennino parmense ho visto da lontano una madre scappare con cucciolata al seguito. La madre pone la tana in zone con fitta vegetazione, lontano dai sentieri battuti, e per proteggere i piccoli può anche attaccare l'uomo, evento comunque rarissimo per un escursionista.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 10:54 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
swann1000 ha scritto:
Immagine
Sono stato domenica 4 Maggio sul Monte Alpesisa. Dalla vetta si gode un panorama splendido su Genova e sui monti a 360 gradi.
Ho un quesito: l'AV (Alta Via) passa attorno al monte ma, una volta sceso dall'altra parte non ho trovato nessuna indicazione ........morale........ho dovuto risalire il monte e ridiscendere dalla parte da dove ero venuto. Mi sembra strano. Qualcuno conosce la zona?
La pèarte da dove sono sceso è quella che conduce al Monte Lago.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 11:35 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 09, 2007 10:39
Messaggi: 2309
Località: VALBESAGNU
io ho percorso il S. martino-canate il 25 aprile ed è percorribile senza problemi, è pulitissimo :D

_________________
MEGLIO UN GIORNO DA ANTOLINO CHE CENTO DA LEONI

Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare.
Non le vorresti e nemmeno le hai scelte. Ma arrivano.
E dopo non sei più uguale.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 11:37 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 09, 2007 10:39
Messaggi: 2309
Località: VALBESAGNU
bade ha scritto:
swann1000 ha scritto:
Immagine
Sono stato domenica 4 Maggio sul Monte Alpesisa. Dalla vetta si gode un panorama splendido su Genova e sui monti a 360 gradi.
Ho un quesito: l'AV (Alta Via) passa attorno al monte ma, una volta sceso dall'altra parte non ho trovato nessuna indicazione ........morale........ho dovuto risalire il monte e ridiscendere dalla parte da dove ero venuto. Mi sembra strano. Qualcuno conosce la zona?
La pèarte da dove sono sceso è quella che conduce al Monte Lago.



perchè passa un bel pò più in basso della vetta, fa un largo giro e rispunta nei pressi del valico sopra canate di marsiglia

_________________
MEGLIO UN GIORNO DA ANTOLINO CHE CENTO DA LEONI

Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare.
Non le vorresti e nemmeno le hai scelte. Ma arrivano.
E dopo non sei più uguale.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: risposta per Antolino
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 13:43 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: gio nov 08, 2007 12:43
Messaggi: 184
Località: Tortona
E' come pensavo, passa molto basso e occorre superare il monte Lago per ritrovare l'AV.
Grazie, Gian.

_________________
Gianluigi di Tortona Blog: http://blog.libero.it/swann1000
SIMPLEX SIGILLUM VERI


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: bussolotto per le firme
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 13:48 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: gio nov 08, 2007 12:43
Messaggi: 184
Località: Tortona
Come si vede dalla foto scattata ieri, il bussolotto per le firme non c'è.

_________________
Gianluigi di Tortona Blog: http://blog.libero.it/swann1000
SIMPLEX SIGILLUM VERI


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 14:25 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mar nov 27, 2007 11:15
Messaggi: 221
Località: Sant'Ilario Ligure
bella zona, specialmente quella che dà sulla val noci, molto selvaggia e piena di sorprese!

_________________
www.myspace.com/bluesjeans07


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: risposta per Antolino
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 14:47 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
swann1000 ha scritto:
E' come pensavo, passa molto basso e occorre superare il monte Lago per ritrovare l'AV.
Grazie, Gian.



Questo mi conforta nella mia idea, che ho già esposto nel post sul Monte Lago nella sezione ripristino sentieri: tracciare un allacciamento fra Colletto M. Lago. Monte Lago, Alpesisa e innesto sull'Av presso la Gola di Sisa (tre punti rossi dal colletto all'Alpesisa e tre gialli dal versante Valle Scrivia). Tra l'altro, salendo l'Av dalla Gola o discendendone dal colletto del M. Lago nessuna indicazione fa individuare il sentierino che porta in cima all'Alpesisa. Non mi sembra un'opera ciclopica, certo tutta l'attività Fie è basata sul volontariato e va già bene che ci sia gente che va a faticare per adeguare la segnaletica dei sentieri. C'è solo da ringraziare.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: risposta per Antolino
MessaggioInviato: gio mag 08, 2008 15:29 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: gio nov 08, 2007 12:43
Messaggi: 184
Località: Tortona
terralba ha scritto:
swann1000 ha scritto:
E' come pensavo, passa molto basso e occorre superare il monte Lago per ritrovare l'AV.
Grazie, Gian.



Questo mi conforta nella mia idea, che ho già esposto nel post sul Monte Lago nella sezione ripristino sentieri: tracciare un allacciamento fra Colletto M. Lago. Monte Lago, Alpesisa e innesto sull'Av presso la Gola di Sisa (tre punti rossi dal colletto all'Alpesisa e tre gialli dal versante Valle Scrivia). Tra l'altro, salendo l'Av dalla Gola o discendendone dal colletto del M. Lago nessuna indicazione fa individuare il sentierino che porta in cima all'Alpesisa. Non mi sembra un'opera ciclopica, certo tutta l'attività Fie è basata sul volontariato e va già bene che ci sia gente che va a faticare per adeguare la segnaletica dei sentieri. C'è solo da ringraziare.


Grazie,
hai afferrato in pieno i miei dubbi.
Gian.

PS: come si fa a apartecipare ai gruppi per la manutenzione dei sentieri?

_________________
Gianluigi di Tortona Blog: http://blog.libero.it/swann1000
SIMPLEX SIGILLUM VERI


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: risposta per Antolino
MessaggioInviato: gio mag 08, 2008 18:31 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 09, 2007 10:39
Messaggi: 2309
Località: VALBESAGNU
Questo mi conforta nella mia idea, che ho già esposto nel post sul Monte Lago nella sezione ripristino sentieri: tracciare un allacciamento fra Colletto M. Lago. Monte Lago, Alpesisa e innesto sull'Av presso la Gola di Sisa (tre punti rossi dal colletto all'Alpesisa e tre gialli dal versante Valle Scrivia). Tra l'altro, salendo l'Av dalla Gola o discendendone dal colletto del M. Lago nessuna indicazione fa individuare il sentierino che porta in cima all'Alpesisa. Non mi sembra un'opera ciclopica, certo tutta l'attività Fie è basata sul volontariato e va già bene che ci sia gente che va a faticare per adeguare la segnaletica dei sentieri. C'è solo da ringraziare.[/quote]


in effetti quello che fanno è tanta manna, coi tempi che corrono..
ma l'idea della segnalazione ( o ri-segnalazione...) è da tenere buona :D

_________________
MEGLIO UN GIORNO DA ANTOLINO CHE CENTO DA LEONI

Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare.
Non le vorresti e nemmeno le hai scelte. Ma arrivano.
E dopo non sei più uguale.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 20, 2008 13:08 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15177
Località: Genova Sestri
locontim ha scritto:
Dopo molti anni siamo ritornati sul monte Alpesisa, alpestre cima, proprio nell'immediato entroterra di Genova.
Il sentiero si inerpica in maniera molto decisa e forse perchè poco allenati, abbiamo faticato a guadagnare la cima.
Siamo scesi poi sul versante opposto alla ricerca dell'AV, che abbiamo trovato , anche se un minimo di segnalazioni renderebbe più semplice l'escursione, sopratutto ai meno esperti.
I due rombi rossi in salita, pur non essendo ripassati da un po di tempo sono comunque ancora ben visibili.
Ottima invece la segnaletica sull'Av e sul sentiero FIE croce rossa da Gola di Sisa a San Martino.
Unica nota stonata è stato il meteo che ogni tanto ci ha regalato qualche breve "doccia".
Inoltre, la sommità del monte era avvolta nella nebbia e ha impedito una ampia vista che diversamente sarebbe stata panoramica.
alcune foto al link
http://www.cralgalliera.altervista.org/alpesisa08.pdf

saluti a tutti
maurizio

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ott 21, 2008 7:03 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 19, 2007 10:27
Messaggi: 769
Località: Genova
non mi ero accorto della presenza dell'altro topic
avevo fatto un generico 'cerca' in quotazero ma non era... spuntato...
Segnalo che il bussolotto delle firme con il quaderno era presente
ciao a tutti
maurizio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 11, 2009 13:57 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
Stamattina veloce (in tutti i sensi) salita sull'Alpesisa dal valico di Trensasco. Alla fine in poco più di 5 ore abbiamo fatto 22 km e 650 m. in dislivello. Giornata da urlo con una vista a dir poco stupenda! Rovinata solo dal vento, forte che nei crinali quasi ti buttava in terra. L'itinerario seguito è quello che dal valico segue per un tratto la Rigantoca per poi continuare in piano fin dalla galleria dell'acquedotto.Si prosegue poi sul sentiero che sale ai Piani di Creto. Qui si incontrano i segni AV e seguendo per un breve tratto la strada si prosegue fino alla Gola di Sisa. Si segue ancora l'AV per un breve tratto fino alla deviazione (ometto) che sale nel bosco a destra fino a raggiungere il crunale e la caratteristica croce di vetta.
Domani metto qualche foto. :D

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 11, 2009 14:59 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12251
Località: Genova
aaah... beato te.. oggi è una giornata stupenda!!!!!!!! :D :( :wink:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 12, 2009 15:36 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11716
Località: Savona
22 km in 5 ore :shock: veloce è riduttivo!!!

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 13, 2009 10:15 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
Quakche foto della sgroppata....

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

le altre foto qui

http://www.paolosnow.it/Appennino/alpesisa/index.htm

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 13, 2009 10:47 
Non connesso
Cintura nera di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 16:32
Messaggi: 5735
Località: Genova
gecko ha scritto:
22 km in 5 ore :shock: veloce è riduttivo!!!

Senza nulla togliere a Paolo59, di cui si conosce assai bene la preparazione, una media attestata sui 5 Km/ora è considerata nella norma (più o meno). :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 13, 2009 12:28 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
mazzysan ha scritto:
gecko ha scritto:
22 km in 5 ore :shock: veloce è riduttivo!!!

Senza nulla togliere a Paolo59, di cui si conosce assai bene la preparazione, una media attestata sui 5 Km/ora è considerata nella norma (più o meno). :wink:
In piano sicuro....devi anche però contare il dislivello e ti assicuro che abbiamo tenuto un bel passo svelto. La tua allieva alla fine non vedeva l'ora di arrivare al valico. :wink:

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 13, 2009 12:42 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15177
Località: Genova Sestri
Secondo me 22 km in 5 ore sono ottimi. 5 km all'ora è un passo normale in pianura, ma in salita è molto veloce, e per di più sarebbe senza nessuna sosta...

Complimenti! :D

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 13, 2009 13:25 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
Pazzaura ha scritto:
Secondo me 22 km in 5 ore sono ottimi. 5 km all'ora è un passo normale in pianura, ma in salita è molto veloce, e per di più sarebbe senza nessuna sosta...

Complimenti! :D


Grazie! La cosa era solo dettata dal fatto che, al pomeriggio, la mia socia doveva entrare al lavoro.... :D A me dispiaceva il fatto che non fosse mai salita sull'Alpesisa e allora ci abbiamo dato una botta! :wink:

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 18, 2009 17:57 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer nov 07, 2007 5:19
Messaggi: 1137
Località: Genova
Oggi anch'io ho approfittato della splendida giornata e all'ora di pranzo sono partito da dietro casa, all'inizio di via Chiodo, son salito al Righi, da qui ho seguito la frequentatissima (beh, di giorno feriale un po' meno) strada fino a Trensasco, da dove ho seguito l'itinerario descritto da Paolo59. In cima c'era un po' di vento (temevo di più) e il freddo si faceva sentire, soprattutto perché ero vestito molto leggero. Per emergenza mi ero messo nello zainetto anche la luce frontale, ma non è servita, anzi, adesso mi sto godendo dalla finestra di casa il tramonto dietro le Alpi Marittime. Ad occhio e croce ho percorso 38 km e 900-1000 m. di dislivello. Mi son proprio divertito!
Adesso mi vado a fare un bagno, le gambe hanno bisogno di rilassarsi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 18, 2009 21:09 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Cita:
Oggi anch'io ho approfittato della splendida giornata e all'ora di pranzo sono partito da dietro casa, all'inizio di via Chiodo, son salito al Righi, da qui ho seguito la frequentatissima (beh, di giorno feriale un po' meno) strada fino a Trensasco, da dove ho seguito l'itinerario descritto da Paolo59. In cima c'era un po' di vento (temevo di più) e il freddo si faceva sentire, soprattutto perché ero vestito molto leggero. Per emergenza mi ero messo nello zainetto anche la luce frontale, ma non è servita, anzi, adesso mi sto godendo dalla finestra di casa il tramonto dietro le Alpi Marittime. Ad occhio e croce ho percorso 38 km e 900-1000 m. di dislivello. Mi son proprio divertito!
Adesso mi vado a fare un bagno, le gambe hanno bisogno di rilassarsi.


Bel giro...........cominci ad allungare ? :wink: Ovviamente sei stato appena sotto le 4 ore 8)

P.S.
Cita:
Secondo me 22 km in 5 ore sono ottimi. 5 km all'ora è un passo normale in pianura, ma in salita è molto veloce, e per di più sarebbe senza nessuna sosta...

Su percorso di montagna siamo sui 3km/h. Su un tracciato come questo senza forti dislivelli e con sentieri agevoli anche 4Km/h

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 18, 2009 21:34 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer nov 07, 2007 5:19
Messaggi: 1137
Località: Genova
granpasso ha scritto:
Bel giro...........cominci ad allungare ? :wink: Ovviamente sei stato appena sotto le 4 ore 8)
In effetti in 3 ore e 42 minuti sono andato e tornato. Mi sono stupito, anche perché nella prima ora mi sentivo un po' legnoso
granpasso ha scritto:
P.S.
Cita:
Secondo me 22 km in 5 ore sono ottimi. 5 km all'ora è un passo normale in pianura, ma in salita è molto veloce, e per di più sarebbe senza nessuna sosta...

Su percorso di montagna siamo sui 3km/h. Su un tracciato come questo senza forti dislivelli e con sentieri agevoli anche 4Km/h
Sono sentieri sui quali si può andare belli svelti, a parte lo strappo finale, che è ripidissimo e sul quale c'era ancora neve, che si poteva comunque evitare di calpestare, volendo. Per prudenza ho preferito passare sull'erba, visto che ero in scarpette.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 18, 2009 21:39 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Conosco i miei polli...... 8)
Sei sempre più veloce. :D
E' un percorso molto "veloce". Da Creto in poi si va che è una meraviglia...........

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 19, 2009 7:51 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11716
Località: Savona
mazzysan ha scritto:
gecko ha scritto:
22 km in 5 ore :shock: veloce è riduttivo!!!

Senza nulla togliere a Paolo59, di cui si conosce assai bene la preparazione, una media attestata sui 5 Km/ora è considerata nella norma (più o meno). :wink:


In piano e su strada con fondo buono la media è anche di 6 Km all'ora, ma quando si inizia ad andare in salita la media scende.

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun giu 01, 2009 8:58 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Ieri, mentre Sara era allo stadio (no comment) e visto il tempo uggioso, mi sono fatto un giretto con Frankie per togliermi qualche curiosità sul Rio Torbido e sulla zona di Canate.

Da Sanguineto sono andato alla Gola di Sisa, di qua sono sceso con percorso inizialmente poco logico (prima ho preso l'altavia verso Creto, poi ho attraversato per tracce in riva sinistra fino a riportarmi sul sentiero "+" rosso che immagino parta proprio dal colletto) verso San Martino di Struppa. Il sentiero è in realtà una carrareccia che era una piccola opera d'arte. 2 metri di larghezza, interamente lastricata con grosse pietre sui bordi e pietre più piccole al centro. Purtroppo ma inevitabilmente dove si era rovinata è stata cementata.
Attraversato il bellissimo borgo di Noceto e Croce (almeno questi sono i nomi riportati sulle carte) mi sono riportato sul sentiero "due rombi rossi" che, dritto per dritto, sale il crinale sud del Sisa, attraversando in alto bei pascoli con una nutrita mandria di vacche e... tori.

Inutile dire che i 600 metri di dislivello per tornare ai 985 dell'Alpesisa me li sono fatti sotto un sole feroce :evil: .
Ma guardiamo i vantaggi: in cima Frankie non abbaiava... :lol: :lol: :lol:

Dal crinale si vede benissimo la valle di Canate e Marsiglia e dalla vetta il panorama spazia a 360°... peccato per la foschia generalizzata.

Dall'alpe sono sceso alla gola (l'altavia che va verso Scoffera è stata risegnata e ripulita, grazie ai volontari!) e tornato a Sanguineto.

Lo stesso giro si può fare partendo da Creto oppure, ovviamente, da Struppa, ma consiglio di aspettare una giornata di pioggia o... l'autunno. :wink:

Ciao
Skeno


N.B. C'è da cambiare il quaderno di vetta, se qualcuno che ci va prossimamente se lo ricorda...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun giu 01, 2009 18:39 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 671
Località: La Spezia
skeno ha scritto:
attraversando in alto bei pascoli con una nutrita mandria di vacche e... tori.


Sono pericolosi i tori?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer giu 03, 2009 8:50 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Beh... noi siamo sopravvissuti. Non ci hanno considerato più di tanto e se Frankie non fosse un curiosone, forse non sarebbero neache usciti dal boschetto.

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer giu 03, 2009 9:03 
Non connesso
Matricola

Iscritto il: gio nov 20, 2008 10:28
Messaggi: 37
Località: Genova
Belin mi fa un gran piacere che l' Alpe di Sisa sia di nuovo utilizzato per il bestiame, credo che per qualche anno non abbiano caricato il pascolo, tra l'altro prima avevano delle splendide limousine rosse (le vacche, non le macchine :D )...

_________________
Max


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer giu 03, 2009 9:43 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Trammax ha scritto:
Belin mi fa un gran piacere che l' Alpe di Sisa sia di nuovo utilizzato per il bestiame, credo che per qualche anno non abbiano caricato il pascolo, tra l'altro prima avevano delle splendide limousine rosse (le vacche, non le macchine :D )...


Confermo: le mucche sono rossicce e splendide, io ho visto una mandria di almeno 50 capi

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom giu 07, 2009 0:16 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer nov 12, 2008 13:34
Messaggi: 283
skeno ha scritto:
Trammax ha scritto:
Belin mi fa un gran piacere che l' Alpe di Sisa sia di nuovo utilizzato per il bestiame, credo che per qualche anno non abbiano caricato il pascolo, tra l'altro prima avevano delle splendide limousine rosse (le vacche, non le macchine :D )...


Confermo: le mucche sono rossicce e splendide, io ho visto una mandria di almeno 50 capi

Ciao
Skeno

ciao! saranno quelle che in genere pascolano al capenardo e al candelozzo?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Monte Alpesisa
MessaggioInviato: lun nov 02, 2009 17:02 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: sab apr 04, 2009 18:29
Messaggi: 204
avete messo tante foto però solo una dà l'idea della spettacolare vista del mare:


Allegati:
DSCF1668.JPG
DSCF1668.JPG [ 130.97 KiB | Osservato 5005 volte ]
DSCF1653.JPG
DSCF1653.JPG [ 53.7 KiB | Osservato 5005 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Monte Alpesisa
MessaggioInviato: lun nov 02, 2009 17:29 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 21, 2008 9:56
Messaggi: 1234
Località: GENOVA Molassana
Molto bello il riflesso controluce, Andrea89 =D> !!

Giorgio

_________________
Giorgio Mazzarello
GEOMAZ
http://www.mappeliguria.com
http://www.webalice.it/giorgio.mazzarello/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Monte Alpesisa
MessaggioInviato: lun nov 02, 2009 18:17 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: sab apr 04, 2009 18:29
Messaggi: 204
grazie. E' quello che ricordo di + di quella giornata.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 310 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it