Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mer ott 27, 2021 4:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Val Lentro
MessaggioInviato: lun mar 13, 2006 0:20 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
Qualcuno conosce o perlomeno frequenta questa valle, laterale della Val Bisagno???
Riserva tante sorprese, certo che l'abbandono dei boschi ed altro :oops: :cry:
C
Comunque bellissimi laghetti, varie mulatiere, di cui alcune anche per MTB.

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 13, 2006 9:44 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...e dove si trova?
Io non la conosco...ma visto che non conoscevo manco i percorsi in zona camogli mi sa che la cosa non ti stupirà più di troppo... :smt036


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mar 16, 2006 22:51 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
Beh allora, come zona si trova risalendo da Molassana verso Bargagli sino ad arrivare a La Presa ( La presa appunto delll'acquedotto storico).
Vi sono una serie di mulattiere abbastanze larghe oltre a sentieri in parte franati.
Alcune zone sono presso il fiume altre presso i borghi.
Molto belli i vari laghetti sul Lentro anche se naturalmente oramai il bosco non più controllato ha ripreso posto nei terrazzamenti ed in altre zone ombreggiando abbastanza. Comunque alcune zone sono meritevoli, come Cisiano, dove si trova una vasta marmitta in cui confluisce una bella cascata di venti metri, perfettamente ( o quasi) verticale ed un piccolo canyon le cui acque alimentano la marmitta stessa. ( si tratta di una confluenza di due rivi.
Molto belli altri laghetti, alcuni dei quali profondi oltre tre metri.


Leggiucchiando quà e la ho visto che in alcune zone praticano il "river trekking", ovvero una sorta di facile torrentismo, senza corda e ovviamente in torrenti tutt'altro che inforrati.
Un pò si cammina un pò ci si tuffa e talvolta si nuota. Beh, il Lentro si presterebbe bene per questa attività, come pure altri torrenti ( negletti ed ovviamente dai torrentisti) ma che paesagisticamente offrono alcune zone interessati.
Che il river trekking sia un espressione altisonante per esprimere un ravanage fluviale con muta :?: :roll: ? Ai posteri l'ardua sentenza

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 17, 2006 22:34 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: gio gen 19, 2006 21:44
Messaggi: 265
Località: Genova
...humm, interessante questa val lentro :-s


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun giu 04, 2012 14:15 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 21, 2008 9:56
Messaggi: 1234
Località: GENOVA Molassana
Val Bisagno: Anello dei laghetti della Val Lentro

Ciao a tutti.
rispolvero questo vecchio topic per raccontare un anello nell'incassata valle alle spalle del monte Fasce

NOTE GENERALI:
Il torrente Lentro, tributario del Bisagno, e' un poco noto corso d'acqua che corre
incassato in una breve valletta alle spalle di Genova. Questo itinerario effettua un
anello percorrendo prima l'obroso ed umido fondovalle e poi risalendo in riva DX e
percorrendo un sentiero a mezzacosta tra i borgi della valle.


LOCALITA' DI PARTENZA:
Si parte da Preli, frazione di Bargagli (GE).
Dall'uscita del casello di Ge-Est della A10 si prende a SX in direzione Torriglia.
Si costeggia il Torrente Bisagno, si esce da Genova e, poco dopo la localita'
"La Presa" si devia a DX (indicazioni per Viganego). Si effettua una prima curva a
SX ed al tornante seguente inizia il percorso (indicazioni per Fisi - cartello con segnavia).
Si puo' lasciare l'auto lungo la comunale per Viganego poco oltre il
tornante (qualche piccolo spazio per poche auto).


DIFFICOLTA’:
Secondo la scala CAI: T-E (Turistica-Escursionistica)
Teoricamente si tratta di un facile percorso su comodi sentieri sempre evidenti e
segnalati, ma a giugno 2012 il percorso lungo il torrente era a tratti infrascato da
vegetazione leggera ed erano presenti alcuni alberi abbattuti sul sentiero.
Questo non preclude la percorribilita' del percorso ma lo rende a tratti difficoltoso.
Attenzione ai segnavia, che pur essendo presenti e recenti, a volte risultano coperti
dalla vegetazione.


DESCRIZIONE SINTETICA:
Dal tornante per Fisi (233m) si segue il segnavia cerchio vuoto rosso e triangolo vuoto rosso.
Si scende verso il fondovalle fino ad un bivio dove si prende a SX (segnavia cerchio vuoto rosso - baracca in pietra)
Andando a DX (segnavia triangolo vuoto rosso) e' possibile effettuare una breve deviazione per scendere al laghetto del ponte.
Dal bivio della baracca in pietra si risale il torrente lungo un sentiero piu’ o meno pianeggiante (segnavia cerchio vuoto giallo).
Attenzione a seguire sempre il segnavia che a volte e' nascosto dalla vegetazione.
Si oltrepassa un ponte in cemento e si continua nella sponda SX fino ad un guado (270m)
dove si torna in sponda DX e si sale fino ad incontrare una campestre in piano che si
prende a SX (415m - segnavia XX rosse). Si segue il segnavia XX rosse fino a tornare alla partenza.

DATI SINTETICI DEL PERCORSO:
Distanza: 8
Dislivello: 400 m
Tempo: 2:30-3:00 h



CARTA GENERALE DEL PERCORSO:
Immagine


CARTE DI DETTAGLIO DEL PERCORSO, DESCRIZIONE PARTICOLAREGGIATA ED ALTRE INFO AL SEGUENTE LINK:
http://www.mappeliguria.com/TRK-GE-105-LaghiLentro.php


QUALCHE FOTO:

Immagine
L'inizio del percorso


Immagine
I trogoli che si lasciano a DX appena imboccata la scaletta


Immagine
Presso il bivio dove c'e' la baracca in pietra


Immagine
Il ponte sul Lentro che si raggiunge effettuando la deviazione lungo il segnavia triangolo vuoto rosso


Immagine
Il "Lago del Ponte"


Immagine
Il ponte sul Lentro che si incontra poco dopo i ruderi dei mulini


Immagine
Il "Lago Muin"


Immagine
Nei pressi delle case di Viganego


Immagine
Presso Fisi


Immagine
Il punto poco dopo l'inizio del percorso. A DX si scende per iniziare l'anello
e davanti a noi si ritorna.






Giorgio

_________________
Giorgio Mazzarello
GEOMAZ
http://www.mappeliguria.com
http://www.webalice.it/giorgio.mazzarello/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: mar giu 05, 2012 22:22 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: sab mar 15, 2008 12:07
Messaggi: 406
Località: Genova - Quinto
Beh che dire....ci sono nato, o meglio la casa che si vede nella foto di giorgio.mazzarello (nei pressi delle case di Viganego) è proprio la casa nella quale i miei genitori mi ci hanno portato appena nato, che ho frequentato fino a pochi anni fa e nella quale vivono tutt'ora!
Conosco bene i boschi sotto Viganego e Terrusso, conosco bene il torrente Lentro, l'ho disceso un po' di anni fa partendo proprio da Cisiano, da quella marmitta di cui parla conte.ugolino, fino alla Presa. è giusto un ravanage fluviale, ma molto bello e selvaggio, e poi almeno un tratto lo conoscevo molto bene perch lo frequentavamo da piccoli.
I Boschi purtroppo non sono più tenuti (andavamo per funghi nei boschi di "serra cianna" a piedi scalzi tanto erano ben curati, ora solo i cinghiali riescono a passare!).
Grazie alla volontà di un corridore che vive da qualche anno a Viganego, ci sarà a giugno una gara minitrail (http://www.liguriainfo.it/mini-trail-va ... go-genova/).
La chiesa di Viganego, senza campanile poiché abbattutto dalla guerra insieme alla vecchia chiesa e mai più ricostruito custodisce alcuni cristi (quelli portati in giro alle feste da cristesanti) molto belli e di un certo valore, così come la statua della Madonna.
Un percosro MTB che parte dall'eliporto di Traso, proprio sopra Terrusso, passa nei boschi di Viganego e scende verso la presacon un tracciato molto interessante e curato dai bikers.
Esiste anche un sentiero, non so quanto percorribile che dalla presa porta a Viganego proprio sotto casa mia.
Scusate la descrizione sconclusionata, ma ho fatto correre i ricordi e le emozioni.....quante emozioni
Grazie per aver aperto questo topic.

_________________
superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti (confucio)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun giu 02, 2014 22:05 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
Mi riallaccio al vecchio topic per raccontare brevemente di un bel giro partendo da case Becco.
L'obbiettivo era esplorare il versante oscuro del lato nord, dal crinale che da sul Golfo Paradiso sino a Cisiano.
Mi ricordavo di aver visto qualche anno fa una specie di segnavia quadrato rosso vuoto.
Ora a sentire alcuni tale sentiero partirebbe da case Becco e girerebbe sotto ( Alleanza e vecchio tre palle Rosso). In prima ricognizione anni fa vidi che si staccava un fantomatico quadrato rosso che presumevo arrivasse a Cisiano.
e Vabbè riproviamoci a distanza di anni : WallBash :
La partenza è al solito sali di quà scendi di la e poi.. meno male che ho la mogliettina al seguito che ogni tanto mi riconduce sulla retta via.
Ora ridendo e scherzando io i segnavia sbiaditi rossi non li vedo proprio più :triste: .
Comunque ci si inoltra in una valletta per sentiero scalinato e poi si entra uin un secolare castagneto con enormi castagni, ormai purtroppo malati, sino ad arrivare con varie svolte e ben ben ripide ai primi seccatoi.
Uno di questi è un casone pare parzialmente usato, con due teschi di mucca in colore bianco e rosso. :pensoso:
Dopo poco pur con difficoltà a trovare i segni, cancellati in parte e erba alta e tronchi caduti, si arriva sul greto di uno dei rami del Lentro, dove si attraversa e si riparte a mezzacosta per bella mulattiera che costeggia dall'alto il lato oscuro, quello che noi pievesi chiamamo Derlentu ( si potrebbe tradurre, comme dentro il Lentro, considerando la metatesi).
Ora mi direte, che c'entrano i pievesi ( turna?).
Ci prendevamo l'acqua con un percorso strambo che partiva proprio da Cisiano con tanto di pompa che pescava l'acqua proprio dal laghetto presso il ponte.
Si prosegue per mulattiewra con altro piccolo guado sempre su laterale del Lentro e poi bella vicinale che riporta a Ferli Cisiano.
Da li seguendo la mappa rintracciamo la mulattiera che ci riporta ad un altro gruppo di case da dove dovrebbe partire la mulattiera per il colle Speranza.
Gira, rebiga e oltre e poi attraverso alcuni ruderi raggiungiamo uno splendido sentiero in lieve salita che costeggiando delle cave storiche ci porta alla sommità a quota 840.
Non dico giri e rebighi finali, che abbiamo fatto per cercare di stare sul percorso segnato ( da un certo punto in poi) con due palle rosse, attraversando recinti e cancelli.
Fioriture superbe e ambiente da pascolo d'alta quota.
Salita relativamente pedalabile, peccato, come temevo, che ci fosse una quantità d'erba mostruosa che t'impone di andare a passo obbligato.
Dal Colle Speranza prendiamo la traccia segnata con tre pallini a triangoli, che ci fa aggirare Il Croce dei Fò, entusiasmante! Narcisi e asfodeli ovunque, su traccia abbastanza visibile e con il Golfo Paradiso visibile in lontananza.
Arrivo al colle del Bado, da dove procediamo, tra un pochino di felci, sino ad arrivare su traccia abbastanza ben battuta a case Becco.
Purtroppo mi sono dimenticato il gps, ma ci ritorno.
vai Derlentu!

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun giu 09, 2014 12:45 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Sono stato da quelle parti il pomeriggio del 2 giugno. Partito dalla stazione di Nervi sono salito al valico del Monte Cordona seguendo il segnavia FIE due triangoli rossi pieni. Sceso alle Case Cordona, oltre la provinciale, ho imboccato in fondo allo spiazzo il percorso verso Cisiano. Lo stato della mulattiera che scende nel folto del bosco e` nel complesso buono e sono presenti alcuni segnavia XX rossi. Si attraversano alcuni rivi su ponti in cemento e prima di risalire verso Cisiano c'e` un bel ponte in pietra che scavalca il Lentro. Da Cisiano ho proseguito sulla strada fino a Viganego, sono sceso fino a Fisi per una scorciatoia (segnavia tre bolli rossi) e quindi alla Presa e di qui traversato il Bisagno sul ponte in pietra fino a Prato lungo l'acquedotto storico.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun giu 09, 2014 15:50 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
em ha scritto:
Sono stato da quelle parti il pomeriggio del 2 giugno. Partito dalla stazione di Nervi sono salito al valico del Monte Cordona seguendo il segnavia FIE due triangoli rossi pieni. Sceso alle Case Cordona, oltre la provinciale, ho imboccato in fondo allo spiazzo il percorso verso Cisiano. Lo stato della mulattiera che scende nel folto del bosco e` nel complesso buono e sono presenti alcuni segnavia XX rossi. Si attraversano alcuni rivi su ponti in cemento e prima di risalire verso Cisiano c'e` un bel ponte in pietra che scavalca il Lentro. Da Cisiano ho proseguito sulla strada fino a Viganego, sono sceso fino a Fisi per una scorciatoia (segnavia tre bolli rossi) e quindi alla Presa e di qui traversato il Bisagno sul ponte in pietra fino a Prato lungo l'acquedotto storico.


Ciao, il sentiero/mulattiera XX rosse da Cisiano prosegue a mezza costa proprio sino a Fisi e all'incrocio con la strada comunale. Scusa: non l'hai seguito per qualche motivo "tecnico" preferendo scendere sulla strada asfaltata?

Te lo chiedo perchè io ne ho percorso una buona parte da dove incrocia l'anello dei laghetti della Val Lentro (tra Terrusso e Viganego) sino alla fine a Fisi e l'ho trovato in buone condizioni.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: mar giu 10, 2014 9:18 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Semplicemente non sapevo che dopo Cisiano scendesse fino a Frisi (avevo letto solo del tratto da case Cordona a Cisiano) e arrivato alla strada asfaltata dopo Ferli ho proseguito dritto sulla creusa che poi si ricollega piu` in alto alla strada per Terrusso.
Immagino che per seguire il segnavia sarei dovuto scendere sulla strada asfaltata verso la chiesa di Cisiano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: mar giu 10, 2014 11:19 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
Esatto. Se vai sulle Mappe di Liguria di Giorgio Mazzarello trovi la cartina con tutti gli itinerari perfettamente segnati.
Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: mer ott 29, 2014 17:55 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
em ha scritto:
Sono stato da quelle parti il pomeriggio del 2 giugno. Partito dalla stazione di Nervi sono salito al valico del Monte Cordona seguendo il segnavia FIE due triangoli rossi pieni. Sceso alle Case Cordona, oltre la provinciale, ho imboccato in fondo allo spiazzo il percorso verso Cisiano. Lo stato della mulattiera che scende nel folto del bosco e` nel complesso buono e sono presenti alcuni segnavia XX rossi. Si attraversano alcuni rivi su ponti in cemento e prima di risalire verso Cisiano c'e` un bel ponte in pietra che scavalca il Lentro. Da Cisiano ho proseguito sulla strada fino a Viganego, sono sceso fino a Fisi per una scorciatoia (segnavia tre bolli rossi) e quindi alla Presa e di qui traversato il Bisagno sul ponte in pietra fino a Prato lungo l'acquedotto storico.


Ciao, lo sai che non riesco a individuare il ponte in pietra a La Presa da superare per arrivare all'acquedotto storico? Puoi precisare dove lo si imbocca? Grazie

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: gio ott 30, 2014 9:12 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Dalla strada il ponte non e` ben visibile. Andando verso Bargagli bisogna scendere un viottolo tra il civico 19A e il capannone di Habitat arredamenti (c'e` anche un'indicazione).
Vedi https://www.google.it/maps/@44.4410378, ... 0-11?hl=it
Attraversato il ponte per arrivare all'acquedotto bisogna percorrere un tratto sul greto del Bisagno in direzione di Genova.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: gio ott 30, 2014 9:34 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
Grazie, precisissimo. Se ci pensi in questa maniera si crea un collegamento "fuoristrada" in diagonale senza soluzione di continuità tra la Val Lentro (e tutte le zone di Levante), la Valle Scrivia e oltre: da La Presa, via acquedotto, arrivi a Cavassolo, prendi a destra l'itinerario sentiero cerchio rosso vuoto (proprio ieri me lo sono ripassato, e risegnato, fino all'imbocco del "mille scalini"), sali a Canate e al Monte Lago, raggiungi via Alpesisa o via AV la Gola di Sisa, scendi al Val Noci, risali al valico del Bano, scendi a Montoggio, sali al Liprando, scendi al valico del Penzo e trovi il doppio quadrato giallo che ti porta verso l'Antola e da lì hai mille direzioni possibili.

Ancora grazie per l'informazione, che sicuramente sarà utile a molti. Qui emerge la funzione essenziale di un forum come il nostro: informarci e scambiarci indicazioni ed esperienze.

Buona giornata, ciao.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun dic 29, 2014 15:04 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
Confermo che il sentiero XX rossa da Fisi a Case Cordona è completamente percorribile. Recentemente eravamo intervenuti per segnare bene la via (con bivi) all'altezza di Terrusso (si percorre anche qualche centinaio di metri su asfalto), mentre stamattina abbiamo ripassato i segnavia all'imbocco da Case Cordona, sistemando i pittogrammi su pietre e mettendo qualche segnale corrente sui pali gialli del metanodotto, che rappresentano un buon punto di riferimento per individuare facilmente l'inizio (o la fine) del percorso.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun gen 12, 2015 9:56 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Ho percorso una ventina di giorni fa il sentiero triangolo rosso vuoto da Fisi a Fontanegli. E` percorribile senza problemi con solo qualche tratto leggermente infrascato. Nel tratto che sale ripido dopo il ponte sono presenti anche altri segni di vernice rossa che poi deviano a sinistra.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: lun gen 12, 2015 10:05 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
Grazie per l'informazione. Ne usufruirò. Se da Fontanegli si prosegue per Bavari si intercetta poi il sentiero per il Fasce. Anche così può nascere un anello molto interessante.

Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: sab gen 24, 2015 14:29 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1618
Località: genova
terralba ha scritto:
Confermo che il sentiero XX rossa da Fisi a Case Cordona è completamente percorribile. Recentemente eravamo intervenuti per segnare bene la via (con bivi) all'altezza di Terrusso (si percorre anche qualche centinaio di metri su asfalto), mentre stamattina abbiamo ripassato i segnavia all'imbocco da Case Cordona, sistemando i pittogrammi su pietre e mettendo qualche segnale corrente sui pali gialli del metanodotto, che rappresentano un buon punto di riferimento per individuare facilmente l'inizio (o la fine) del percorso.


Riporto qui le immagini del punto esatto in cui parte il sentiero dalla Provinciale (vedi il topic nella sezione "Ripristino e manutenzione sentieri)


Allegati:
cordoncino (2).jpg
cordoncino (2).jpg [ 2.72 MiB | Osservato 4311 volte ]
cordoncino (1).jpg
cordoncino (1).jpg [ 3.54 MiB | Osservato 4311 volte ]

_________________
pace e bene
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Val Lentro
MessaggioInviato: ven giu 04, 2021 15:10 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Domenica scorsa ho fatto l'anello dei laghetti, il posto è proprio bellom quest'anno poi abbonda l'acqua.
Peccato che su parte del percorso, correttamente segnato con segnavia tondo rosso pitturato, facciano bella mostra sugli alberi bandelle di plastica biancorosse ormai scolorite, evidentemente lasciate lì da anni.

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it