Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è ven dic 06, 2019 6:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 58 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 19:43 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15168
Località: Genova Sestri
Ho aperto questo topic perchè non ne ho trovato uno già esistente... Usiamolo per le salite con neve a questo monte tanto caro a molti di noi :D

Stamattina ero in festa... alle 13 vado in negozio ma un mio amico del Cai mi manda un sms... voleva far un giretto... Così chiedo un cambioturno con venerdì pomeriggio... e me ne vado a casa a cambiarmi :lol: Oggi ho lavorato 15 minuti :lol:

Alle 14 ci vediamo e decidiamo di andare sul Dente.

Ma poco dopo il Turchino troviamo la strada chiusa... più o meno all'altezza del sacrario dei martiri. A sto punto siamo delusi... però io dico "perchè non andiamo a piedi??"

Così partiamo e con un lungo tragitto su asfalto misto neve raggiungiamo la Sella del Barnè, in circa un oretta. A sto punto comincia il divertimento... saliamo per il contrafforte sud-est, ma evitiamo il sentiero della direttissima che è molto innevato (si sprofonda) andando a cercare dei divertenti e facili passaggetti di misto.
Nel frattempo il cielo si è scurito ed in lontananza vediamo arrivare dei nuvoloni neri...

Dopo circa 40 minuti siamo in vetta! E NEVICA!

Stupendo... SIamo davvero soddisfatti, la nevicata di vetta rende il tutto più magico...
Scendiamo così dalla via normale, trovando molta neve nel tratto a mezzacosta che a volte ci impegna in qualche traverso non banale, anche se la neve è morbida e siamo in tutta sicurezza. Però forse ci stava avere una picca...

Arriviamo alla strada che è praticamente buio... ricomincia a piovere (in vetta nevicava... qui piove :? ) e ci aspetta il rientro... al buio, bagnati e infreddoliti... però ero esaltato, mi sembrava di aver fatto una bella avventura!

Ringrazio Luca e.. alla prossima :D

Qualche foto:

Salendo su asfalto...
Immagine

La nostra meta!
Immagine

Salendo il Dente...
Immagine

Immagine

La cresta finale sotto la nevicata!
Immagine

Ed eccoci in vetta! :D
Immagine

La via normale a scendere...
Immagine

Tratti un po delicati lungo il sentiero a mezzacosta...
Immagine

Immagine

E eccoci sulla via del ritorno... verso l'auto... e piove :lol:
Immagine

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 19:53 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
Suggestivo :!: :!:

Ma al Turchino non veniva segnalata la strada chiusa :?:

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 19:56 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15168
Località: Genova Sestri
Ago ha scritto:
Suggestivo :!: :!:

Ma al Turchino non veniva segnalata la strada chiusa :?:


Si sale fino a poco dopo, dal Sacrario del Martiri. Lì c'è una montagna di neve messa apposta ed un cartello di strada chiusa. Abbiamo fatto a piedi tutta la restante strada fino alla Sella del Barnè.. ma era tranquillamente agibile anche in auto... era pulita. :roll:

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Ultima modifica di Pazzaura il mer dic 03, 2008 20:42, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 19:59 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 31, 2006 15:27
Messaggi: 4363
Località: Genova
Pensare che questa mattina guardando le cime sopra Genova innevate, mi è venuto in mente il Dente con la neve.
Avete avuto una bella idea ;-)
Grande Paz :D

_________________
Immagine

Video e foto panoramiche a 360° in Montagna e non solo --> Colsub.it

Colsub TV in onda 24 ore su 24
-----------------------------
Do you speak English?
Belandi!
(by Origone)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 20:02 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6994
Località: Genova
Bade.... docet...........

ne abbiamo perso un altro :lol:

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 20:24 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
Bello, tanta neve! :D

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 20:28 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12188
Località: Genova
Quanta neve! :o
Bello! Io al Bric del Dente non ci sono mai stata, devo rimediare così Delo è contento!! :lol: :lol:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: ...
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 21:32 
Non connesso
Trentesimo quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 10, 2006 23:44
Messaggi: 8516
Località: Genova-Aosta
..bella salita bravi!!! grandissimo Luca, me lo saluti se lo senti? :D

_________________
Alexander - "Non ditemi che non lo posso fare" (Lost).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 21:41 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
Bravi! Due pezzi da novanta! :wink:

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 03, 2008 22:09 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11716
Località: Savona
Grandi!!!! che spettacolo! :D

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio dic 04, 2008 8:27 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 14:51
Messaggi: 6508
Località: Quargnento (AL)
Bella li ... bravi!!!

_________________
«They call me the breeze, I keep blowing down the road - I ain't got me nobody, .......»


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio dic 04, 2008 9:01 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Bellissimo :!: :D
Il Dente non lascia mai delusi.. :wink:

Sono queste le cose che secondo me mostrano tutta la potenzialità dell'appennino. Hai mezza giornata libera, prendi parti e ti ritrovi a viver un'avventura per monti sempre diversa dalla precedente. :D

La cresta nord come è messa? tanta neve?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio dic 04, 2008 14:02 
Non connesso
mus musculus januensis mont.
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 10, 2007 13:46
Messaggi: 3665
Località: qui
bello :D !

'ste mezze giornate libere! in questi giorni il bianco sui nostri monti invita un sacco!

bravi :wink:

la cresta con questa neve deve essere davvero un altro mondo ... alpinismo in appennino :P !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio dic 04, 2008 18:42 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 01, 2007 18:42
Messaggi: 1662
Località: Arenzano
Pazzaura ha scritto:
Si sale fino a poco dopo, dal Sacrario del Martiri. Lì c'è una montagna di neve messa apposta ed un cartello di strada chiusa. Abbiamo fatto a piedi tutta la restante strada fino alla Sella del Barnè.. ma era tranquillamente agibile anche in auto... era pulita. :roll:

Perchè non siete passati dal sentiero che parte da La Cappelletta?

_________________
Tanto lavoro e niente spasso il morale scende in basso!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio dic 04, 2008 18:48 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15168
Località: Genova Sestri
rikkytikkytavi ha scritto:
Pazzaura ha scritto:
Si sale fino a poco dopo, dal Sacrario del Martiri. Lì c'è una montagna di neve messa apposta ed un cartello di strada chiusa. Abbiamo fatto a piedi tutta la restante strada fino alla Sella del Barnè.. ma era tranquillamente agibile anche in auto... era pulita. :roll:

Perchè non siete passati dal sentiero che parte da La Cappelletta?


Perchè c'era molta neve, e dei signori che erano appena tornati ci hanno detto che senza ciaspole saremmo sprofondati. :wink:

@bade e topo: la cresta non sembrava molto innevata... probabilmente il vento ha spazzato un po... comunque era molto invitante :lol:

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven dic 05, 2008 19:22 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 21, 2008 9:56
Messaggi: 1234
Località: GENOVA Molassana
Bel percorso e bel servizio fotografico.

Ma per il ritorno avevate le torce??

Peccato che la strada era sbarrata, non capisco come mai. Pur essendo una provinciale è strano che sia chiusa!!

Comunque complimenti.
Bade he scritto
Cita:
Bellissimo
Il Dente non lascia mai delusi..

Sono queste le cose che secondo me mostrano tutta la potenzialità dell'appennino. Hai mezza giornata libera, prendi parti e ti ritrovi a viver un'avventura per monti sempre diversa dalla precedente.


Concordo con Bade che ha centrato una delle bellezze dei nostri monti cittadini!!!


Giorgio

_________________
Giorgio Mazzarello
GEOMAZ
http://www.mappeliguria.com
http://www.webalice.it/giorgio.mazzarello/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 06, 2009 18:00 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer ott 22, 2008 14:58
Messaggi: 274
Vedendo la vostra gita invernale al Dente, mi viene in mente una vecchia gita sciistica con il mitico Ginko (che non è quello di Diakolik...). Se guardate i versanti sud del Dente e del vicino Monte Giallo, quando nevica abbondantemente, magari aiutata dal vento, la neve mette in evidenza alcuni canaloni piuttosto ripidi e molto eleganti, che tagliano la strada del Faiallo. Quella volta partimmo da Voltri in corriera (con sci, piccozza e zaini!) per il Turchino. Poi con le pelli sulla sterrata innevata che taglia il lato nord (Alta Via dei Monti Liguri) e infine sulla strada del Faiallo. Il tempo era nebbioso e non capivamo bene dove eravamo. Ogni tanto sbattevamo il naso in mucchi di neve alti due o tre metri, accumulati dal vento sulla strada. Un raggio di sole ci mostrò un canale ripido proprio sotto di noi (in seguito ricostruii che eravamo sul lato sud del Monte Giallo). Ginko disse la mitica frase: "Guarda Andrea, si schiarisce!" e cominciò a nevicare. Non si vedeva più nulla... Ci cacciammo giù per il canale che iniziava ripidissimo (lì senza neve c'è un muro di sostegno della strada...) e continuava per varie centinaia di metri tra le rocce, poi finiva in un torrente. La neve era parecchia e per un bel tratto anche il torrente era coperto, poi ci dovemmo togliere gli sci per superare una pietraia e un labirinto di cespugli. Ma più in basso incontrammo una bella mulattiera ancora ben innevata e scivolammo veloci verso il fondo della Val Cerusa, passando davanti a due case isolate di contadini, che ci guardarono in silenzio come fossimo fantasmi. Mezz'ora a piedi con gli sci in spalla e fine della gita nella trattoria di Fiorino (c'è ancora?) davanti a un piatto di ravioli e una bottiglia di rosso. Ritorno a Voltri in autobus con la gente che ci guardava stranamente... In seguito ho visto varie volte i canali del Dente innevati: in particolare ce n'è uno bellissimo che scende subito a sinistra della cima (per chi guarda la montagna da sud), taglia la strada e prosegue lungamente verso il fondo della Val Cerusa. Era un mio progetto di sci ripido ma non l'ho mai realizzato; però magari, quando c'è neve e fa freddo può essere carino anche in salita partendo da Fiorino.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 06, 2009 19:57 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6994
Località: Genova
andreaparodi ha scritto:
.............Mezz'ora a piedi con gli sci in spalla e fine della gita nella trattoria di Fiorino (c'è ancora?)


Vieni il 27 marzo ore 21 a Pieve Ligure.... 8)

Tramonti da Quotazero :wink:

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 06, 2009 20:25 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
Sci ripido sul Dente?? :shock: :D

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 06, 2009 21:25 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Cita:
Vedendo la vostra gita invernale al Dente, mi viene in mente una vecchia gita sciistica con il mitico Ginko (che non è quello di Diakolik...). Se guardate i versanti sud del Dente e del vicino Monte Giallo, quando nevica abbondantemente, magari aiutata dal vento, la neve mette in evidenza alcuni canaloni piuttosto ripidi e molto eleganti, che tagliano la strada del Faiallo. Quella volta partimmo da Voltri in corriera (con sci, piccozza e zaini!) per il Turchino. Poi con le pelli sulla sterrata innevata che taglia il lato nord (Alta Via dei Monti Liguri) e infine sulla strada del Faiallo. Il tempo era nebbioso e non capivamo bene dove eravamo. Ogni tanto sbattevamo il naso in mucchi di neve alti due o tre metri, accumulati dal vento sulla strada. Un raggio di sole ci mostrò un canale ripido proprio sotto di noi (in seguito ricostruii che eravamo sul lato sud del Monte Giallo). Ginko disse la mitica frase: "Guarda Andrea, si schiarisce!" e cominciò a nevicare. Non si vedeva più nulla... Ci cacciammo giù per il canale che iniziava ripidissimo (lì senza neve c'è un muro di sostegno della strada...) e continuava per varie centinaia di metri tra le rocce, poi finiva in un torrente. La neve era parecchia e per un bel tratto anche il torrente era coperto, poi ci dovemmo togliere gli sci per superare una pietraia e un labirinto di cespugli. Ma più in basso incontrammo una bella mulattiera ancora ben innevata e scivolammo veloci verso il fondo della Val Cerusa, passando davanti a due case isolate di contadini, che ci guardarono in silenzio come fossimo fantasmi. Mezz'ora a piedi con gli sci in spalla e fine della gita nella trattoria di Fiorino (c'è ancora?) davanti a un piatto di ravioli e una bottiglia di rosso. Ritorno a Voltri in autobus con la gente che ci guardava stranamente... In seguito ho visto varie volte i canali del Dente innevati: in particolare ce n'è uno bellissimo che scende subito a sinistra della cima (per chi guarda la montagna da sud), taglia la strada e prosegue lungamente verso il fondo della Val Cerusa. Era un mio progetto di sci ripido ma non l'ho mai realizzato; però magari, quando c'è neve e fa freddo può essere carino anche in salita partendo da Fiorino.


Qualcuno li ha già individuati 8) :wink:
Quà :arrow: http://www.quotazero.com/forum/viewtopic.php?t=5132

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: canali reixa e dente
MessaggioInviato: mer gen 07, 2009 23:28 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer ott 22, 2008 14:58
Messaggi: 274
Nel link che mi hai mandato ho visto soprattutto foto del Reixa e anche una del Dente, ma con poca neve e ravvicinata: mi sembra che il canale più bello sia appena più a sinistra. A proposito del Reixa: nel lontano 1986, col citato Ginko, eravamo scesi con gli sci anche per il vallone della Malanotte sul lato est del Reixa. Una favola: all'inizio è un pendio largo e non troppo ripido, poi continua ad imbuto e finisce in una gola rocciosa (c'è anche su gulliver: l'ha fatta in salita quest'anno il mio amico giancuni) che nel febbraio 1986 era completamente piena di neve portata dal vento. Sai cosa vuol dire scendere con gli sci dentro una gola: ad ogni svolta pensi di doverteli togliere o di finire tra le rocce e invece la neve continuava fino sopra la cascata che si vede salendo da Sambuco alla Gava. Ho anche delle foto, ma sono dia e no ho lo scanner... Nel "liguria a zigzag" c'è la foto di Ginko che scende nel primo tratto di pendio ampio, verso l'imbuto...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio gen 08, 2009 11:02 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Cita:
Nel link che mi hai mandato ho visto soprattutto foto del Reixa e anche una del Dente, ma con poca neve e ravvicinata: mi sembra che il canale più bello sia appena più a sinistra. A proposito del Reixa: nel lontano 1986, col citato Ginko, eravamo scesi con gli sci anche per il vallone della Malanotte sul lato est del Reixa. Una favola: all'inizio è un pendio largo e non troppo ripido, poi continua ad imbuto e finisce in una gola rocciosa (c'è anche su gulliver: l'ha fatta in salita quest'anno il mio amico giancuni) che nel febbraio 1986 era completamente piena di neve portata dal vento. Sai cosa vuol dire scendere con gli sci dentro una gola: ad ogni svolta pensi di doverteli togliere o di finire tra le rocce e invece la neve continuava fino sopra la cascata che si vede salendo da Sambuco alla Gava. Ho anche delle foto, ma sono dia e no ho lo scanner..


Grandi !!! Oltre vent'anni fa..............dei veri Pionieri :smt038 :smt038 :smt038

Cita:
... Nel "liguria a zigzag" c'è la foto di Ginko che scende nel primo tratto di pendio ampio, verso l'imbuto...


Si, ho il libro e conosco bene la foto. Ci credi se ti dico che è una foto sulla quale ho fantasticato un mucchio di volte ???
Prima o poi mi toglierò la soddisfazione di sciare con Genova ai piedi :D :D :D :D
Ciao.

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio gen 08, 2009 12:29 
Non connesso
dags1972 di quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 08, 2006 15:19
Messaggi: 4689
granpasso ha scritto:
Cita:
Nel link che mi hai mandato ho visto soprattutto foto del Reixa e anche una del Dente, ma con poca neve e ravvicinata: mi sembra che il canale più bello sia appena più a sinistra. A proposito del Reixa: nel lontano 1986, col citato Ginko, eravamo scesi con gli sci anche per il vallone della Malanotte sul lato est del Reixa. Una favola: all'inizio è un pendio largo e non troppo ripido, poi continua ad imbuto e finisce in una gola rocciosa (c'è anche su gulliver: l'ha fatta in salita quest'anno il mio amico giancuni) che nel febbraio 1986 era completamente piena di neve portata dal vento. Sai cosa vuol dire scendere con gli sci dentro una gola: ad ogni svolta pensi di doverteli togliere o di finire tra le rocce e invece la neve continuava fino sopra la cascata che si vede salendo da Sambuco alla Gava. Ho anche delle foto, ma sono dia e no ho lo scanner..


Grandi !!! Oltre vent'anni fa..............dei veri Pionieri :smt038 :smt038 :smt038

Cita:
... Nel "liguria a zigzag" c'è la foto di Ginko che scende nel primo tratto di pendio ampio, verso l'imbuto...


Si, ho il libro e conosco bene la foto. Ci credi se ti dico che è una foto sulla quale ho fantasticato un mucchio di volte ???
Prima o poi mi toglierò la soddisfazione di sciare con Genova ai piedi :D :D :D :D
Ciao.


QUOTO

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio gen 08, 2009 15:17 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
dags1972 ha scritto:
granpasso ha scritto:
Cita:
Nel link che mi hai mandato ho visto soprattutto foto del Reixa e anche una del Dente, ma con poca neve e ravvicinata: mi sembra che il canale più bello sia appena più a sinistra. A proposito del Reixa: nel lontano 1986, col citato Ginko, eravamo scesi con gli sci anche per il vallone della Malanotte sul lato est del Reixa. Una favola: all'inizio è un pendio largo e non troppo ripido, poi continua ad imbuto e finisce in una gola rocciosa (c'è anche su gulliver: l'ha fatta in salita quest'anno il mio amico giancuni) che nel febbraio 1986 era completamente piena di neve portata dal vento. Sai cosa vuol dire scendere con gli sci dentro una gola: ad ogni svolta pensi di doverteli togliere o di finire tra le rocce e invece la neve continuava fino sopra la cascata che si vede salendo da Sambuco alla Gava. Ho anche delle foto, ma sono dia e no ho lo scanner..


Grandi !!! Oltre vent'anni fa..............dei veri Pionieri :smt038 :smt038 :smt038

Cita:
... Nel "liguria a zigzag" c'è la foto di Ginko che scende nel primo tratto di pendio ampio, verso l'imbuto...


Si, ho il libro e conosco bene la foto. Ci credi se ti dico che è una foto sulla quale ho fantasticato un mucchio di volte ???
Prima o poi mi toglierò la soddisfazione di sciare con Genova ai piedi :D :D :D :D
Ciao.


QUOTO


fatto, scendendo dal fasce 8)

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 10, 2009 8:12 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15168
Località: Genova Sestri
Qualcuno ne ha mai sentito parlare?? :shock:
Mi ci è caduto l'occhio... un tizio che ha un sito la mette nell'elenco delle sue gite. Ma non ho trovato altro sul web...

BRIC DEL DENTE (via Ludovica - nuova invernale , versante sud) - (F)

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 10, 2009 22:34 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer ott 22, 2008 14:58
Messaggi: 274
Magari l'ha battezzata così lui... La difficoltà F "invernale" mi fa pensare ad uno dei canali che solcano il versante sud del Dente, salito con la neve. Poi sulle vie facili succede che magari credi di averla fatta per primo e invece ci sono già passati chissà quante volte. Nel Beigua ho trovato chiodi arrugginiti anche negli angoli più nascosti (Rocca da Ciappa, ovest della Tuschetti, Rocche dell'Agugia...). Ad esempio i canalini della Rocca del Lago (vicino al Monte Rama) che sono qui nel forum di Quotazero: il mio amico Franco uno lo chiama "Canale del Carabiniere" (che poi sarebbe lui stesso...) e gli alpinisti di Cogoleto lo conoscono con quel nome che per gli altri non vuol dire nulla... E ancora: il canalino sud delle Saline (chiamato localmente Gola delle Masche): quelli di Arenzano lo chiamano "Canalino degli Arenzanesi" e quelli di Savona "Canalino dei Savonesi"......


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 10, 2009 22:43 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
andreaparodi ha scritto:
Magari l'ha battezzata così lui... La difficoltà F "invernale" mi fa pensare ad uno dei canali che solcano il versante sud del Dente, salito con la neve. Poi sulle vie facili succede che magari credi di averla fatta per primo e invece ci sono già passati chissà quante volte. Nel Beigua ho trovato chiodi arrugginiti anche negli angoli più nascosti (Rocca da Ciappa, ovest della Tuschetti, Rocche dell'Agugia...). Ad esempio i canalini della Rocca del Lago (vicino al Monte Rama) che sono qui nel forum di Quotazero: il mio amico Franco uno lo chiama "Canale del Carabiniere" (che poi sarebbe lui stesso...) e gli alpinisti di Cogoleto lo conoscono con quel nome che per gli altri non vuol dire nulla... E ancora: il canalino sud delle Saline (chiamato localmente Gola delle Masche): quelli di Arenzano lo chiamano "Canalino degli Arenzanesi" e quelli di Savona "Canalino dei Savonesi"......


Quoto! Per esempio, noi a Bolzaneto chiamiamo,il canale che sale in vetta al Bric di Guana (ben visibile dal sentiero che sale da casa Volpe), Canale Superina, dopo che un nostro socio una quindicina d'anni fa lo ha "misurato" tutto, per fortuna senza gravi conseguenze ! :wink:

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 11, 2009 14:02 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: gio apr 17, 2008 21:18
Messaggi: 217
Località: Genova
andreaparodi ha scritto:
Magari l'ha battezzata così lui... La difficoltà F "invernale" mi fa pensare ad uno dei canali che solcano il versante sud del Dente, salito con la neve. Poi sulle vie facili succede che magari credi di averla fatta per primo e invece ci sono già passati chissà quante volte. Nel Beigua ho trovato chiodi arrugginiti anche negli angoli più nascosti (Rocca da Ciappa, ovest della Tuschetti, Rocche dell'Agugia...). Ad esempio i canalini della Rocca del Lago (vicino al Monte Rama) che sono qui nel forum di Quotazero: il mio amico Franco uno lo chiama "Canale del Carabiniere" (che poi sarebbe lui stesso...) e gli alpinisti di Cogoleto lo conoscono con quel nome che per gli altri non vuol dire nulla... E ancora: il canalino sud delle Saline (chiamato localmente Gola delle Masche): quelli di Arenzano lo chiamano "Canalino degli Arenzanesi" e quelli di Savona "Canalino dei Savonesi"......

Un piccolo OT per dare ancora un merito a Quotazero: ha riunito un gruppo di giovani e giovanissimi realmente appassionati del nostro Appennino (e non solo!) che sta ri-scoprendo tutta una serie di "salite" che appassionati più "maturi", Andrea Parodi ed altri (in piccolissima parte anch'io) avevano già percorso molti anni fa, permettendo, tramite il forum, uno scambio di notizie una volta impensabile, stimolo per cercare ancora nuove "avventure" dietro casa. :smt023
Una sola raccomandazione, rispettiamo questi siti, e, come più volte è stato detto, prepariamoci noi ad affrontarli piuttosto che "adattarli" alle nostre attuali capacità, pur facendo tutto il possibile per renderli percorribili senza rischi inutili e sproporzionati.
Un saluto, Walter.

_________________
"Conoscere i propri limiti è il mezzo per progredire"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 11, 2009 20:17 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Cita:
Un piccolo OT per dare ancora un merito a Quotazero: ha riunito un gruppo di giovani e giovanissimi realmente appassionati del nostro Appennino (e non solo!) che sta ri-scoprendo tutta una serie di "salite" che appassionati più "maturi", Andrea Parodi ed altri (in piccolissima parte anch'io) avevano già percorso molti anni fa, permettendo, tramite il forum, uno scambio di notizie una volta impensabile, stimolo per cercare ancora nuove "avventure" dietro casa.
Una sola raccomandazione, rispettiamo questi siti, e, come più volte è stato detto, prepariamoci noi ad affrontarli piuttosto che "adattarli" alle nostre attuali capacità, pur facendo tutto il possibile per renderli percorribili senza rischi inutili e sproporzionati.
Un saluto, Walter.


Una Gran Cosa direi..........

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: adattare o non adattare?
MessaggioInviato: lun gen 12, 2009 19:29 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer ott 22, 2008 14:58
Messaggi: 274
Forse questo non è il posto adatto, visto che è un forum sul dente e io che divago sempre ho già parlato del reixa... Ma Walter ha tirato fuori un argomento che richiederebbe un forum tutto per lui: sono gli alpinisti che si devono adattare alla montagna o la montagna agli alpinisti (non l'aveva già detto Maometto qualcosa di simile?)? Secondo me ci sono casi e casi. Prendi per esempio la FLY: se non fosse tutta spittata e segnalata con frecce, come via non esisterebbe neppure. Poi anch'io che volevo fare il purista, alla fine percorsi come la via dell'Acqua, i Geki, i Guaranì, se non li chiodavo e segnalavo almeno un po' non li faceva nessuno... L'importante secondo me è non esagerare, lasciare certi posti (come ad es. la zunino di destra) intatti per chi ama l'avventura e anche negli altri non fare segnavia giganti e scale di chiodi... Comunque è vero che grazie a siti e forum come Quotazero e Gulliver e altri, oggi si comunica molto meglio: basta non fare troppa confusione (come faccio io che mischio sempre gli argomenti...)

_________________
andreaparodi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: adattare o non adattare?
MessaggioInviato: lun gen 12, 2009 21:21 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: gio apr 17, 2008 21:18
Messaggi: 217
Località: Genova
andreaparodi ha scritto:
Forse questo non è il posto adatto, visto che è un forum sul dente e io che divago sempre ho già parlato del reixa... Ma Walter ha tirato fuori un argomento che richiederebbe un forum tutto per lui: sono gli alpinisti che si devono adattare alla montagna o la montagna agli alpinisti (non l'aveva già detto Maometto qualcosa di simile?)? Secondo me ci sono casi e casi. Prendi per esempio la FLY: se non fosse tutta spittata e segnalata con frecce, come via non esisterebbe neppure. Poi anch'io che volevo fare il purista, alla fine percorsi come la via dell'Acqua, i Geki, i Guaranì, se non li chiodavo e segnalavo almeno un po' non li faceva nessuno... L'importante secondo me è non esagerare, lasciare certi posti (come ad es. la zunino di destra) intatti per chi ama l'avventura e anche negli altri non fare segnavia giganti e scale di chiodi... Comunque è vero che grazie a siti e forum come Quotazero e Gulliver e altri, oggi si comunica molto meglio: basta non fare troppa confusione (come faccio io che mischio sempre gli argomenti...)


ancora un piccolo OT: credo che quello che stai facendo insieme al tuo gruppo non sia assolutamente esagerato,anzi, è solamente la naturale evoluzione......i tempi, giustamente, cambiano :smt023 (mai avrei pensato di ritrovarmi a scrivere in un forum.....invece....)

_________________
"Conoscere i propri limiti è il mezzo per progredire"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 05, 2009 21:47 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: sab set 15, 2007 21:07
Messaggi: 281
Località: ZENA (Sampierdarena)
:P

Bello, l'ho fatto anche io a Dicembre pero' il tratto a mezza costa era abbastanza insidioso e la neve profonda... ma davvero bello!

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: lun feb 15, 2010 10:11 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Sabato lunga gita sci fondo escursionistica dalla Crocetta di Tiglieto al Monte Dente e ritorno.
Neve molto bella e poco "appenninica" (un palmo di farina su fondo duro) e tempo tutto sommato buono. Abbiamo avuto quasi sempre solo a parte un veloce (10 minuti) 'rovescio" di neve poco prima del Birc Saliera e nebbia (nuvole basse sulla cima).
Ho visto sull'altro topic ( viewtopic.php?f=5&t=1326&start=80 ) che la cima sabato era piuttosto frequentata. Noi siamo arrivati in vetta un po' prima delle 13 e ho intravisto nella nebbia qualcuno che scendeva dal versante opposto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: lun feb 15, 2010 20:59 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...come detto in altro topic sabato lo stato del versante sud (lato strada) era davvero da salita con picozza e ramponi...poca neve ma bella dura :wink:

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: lun feb 15, 2010 22:36 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab set 08, 2007 18:25
Messaggi: 1558
Località: Genova Sturla
em ha scritto:
Sabato lunga gita sci fondo escursionistica dalla Crocetta di Tiglieto al Monte Dente e ritorno.
Neve molto bella e poco "appenninica" (un palmo di farina su fondo duro) e tempo tutto sommato buono. Abbiamo avuto quasi sempre solo a parte un veloce (10 minuti) 'rovescio" di neve poco prima del Birc Saliera e nebbia (nuvole basse sulla cima).
Ho visto sull'altro topic ( viewtopic.php?f=5&t=1326&start=80 ) che la cima sabato era piuttosto frequentata. Noi siamo arrivati in vetta un po' prima delle 13 e ho intravisto nella nebbia qualcuno che scendeva dal versante opposto.


Domenica 7 febbraio, in una mattina di aria tersa come cristallo, che si è aperta in una splendida giornata di sole e senza vento, ho percorso lo stesso itinerario: una splendida, aerea, panoramica e facile cavalcata sul crinale tra Valle Stura e Valle Orba, a pochi passi dal mare, perfetta per sci escursionismo o ciaspole...
Da molti anni non ripetevo questo itinerario, che usualmente frequentavo con due carissimi amici e colleghi, entrambi ottimi concertisti di chitarra classica, che il destino aveva fatto incontrare e che non vedo da molto tempo. Uno dei due, originario di Campoligure, figlio di un comandante parigiano, conosceva passo per passo, pietra per pietra l'itinerario, che percorrevamo lentamente ascoltando i suoi aneddoti di molti anni prima: la compagnia di Alpini Sciatori di stanza a Campoligure, che su questi monti si allenava; i treni d'anteguerra che portavano da Genova a Campoligure i turisti, gli sci lunghi e di legno esposti fuori dai negozi del paese, per essere noleggiati per la salita e discesa del Pavaglione; i racconti del padre alpino che era ritornato sano e salvo dalla Russia grazie a quegli sci di hickory che l'amico ancora usa, insuperabili su questi terreni; e ancora le coppie di buoi che trascinavano pesanti carichi affondando nella neve fino alle spalle; le storie delle "masche", dei contrabbandieri, delle armi nascoste dopo la guerra e mai restituite agli americani; delle gerle stracolme di porcini di questi boschi, da spezzare le spalle a portarle; le prime gare di salto con gli sci svolte in Italia, proprio lì a Campoligure che una volta si chiamava Campofreddo ed un motivo c'era, qualcuno diceva derivasse da Campo Libero (Campofreo) ma non è vero... e i tetti di scandole, come in Trentino, e Campoligure era l'ultimo avamposto dell'Impero d'Austria prima della repubblica di Genova, e ancora il dialetto è un tedesco, così diverso dal genovese... e l'amico parlava perfettamente il genovese, ma anche il dialetto di Campoligure, dalle consonanti impronunciabili - fatevi pronunciare da uno del posto il nome del M.te "Pracaban"... e guardatelo mentre arrota la erre, quasi in una smorfia...
Tempo di raccontare ce n'era, perchè la gita è lunga, lunghissima e tranquilla, un succedersi di falsopiani e dolci saliscendi. Ogni roccia ha un nome e una storia o un aneddoto da raccontare, Colla dei Ferri, dove arrivavano i chiodi fabbricati in valle Stura per essere scambiati col sale, da cui Bric Saliera o Salera, e passo di Femminamorta, e Cian d'Avran (Piano della lepre), dove una volta trovammo le penne e macchie di sangue della ghiandaia: la volpe s'era acquattata nell'acqua gelata del torrentello per ghermire l'uccello venuto a bere in una delle rare pozze. Qualche volta le tracce del lupo, più spesso della volpe o della lepre, proprio dove l'amico aveva sparato alla sua ultima pernice, tanti anni fa, e da allora non aveva sparato mai più...

Domenica ero solo, e l'aria tersa e ferma lasciava correre i pensieri, e i pensieri correvano a quando tanti anni fa attraversavo un periodo particolarmente difficile e le poche gite, sempre su questo percorso, erano una rara boccata di ossigeno, e all'altro amico che non sarebbe potuto venire oggi con me, perchè sta vivendo lui un periodo brutto e difficile, da cui spero che si riprenda al più presto, per tornare insieme su questi passi...

Così noi passiamo, le nostre passioni e amori e amicizie passano, e le stagioni, e siamo come le tracce degli sci sulla neve, effimeri, ma le montagne sono sempre lì, immobili e pazienti, come i pini grassi degli ultimi pianori, che l'amico ricorda di avere visto così, sempre uguali, fin da bambino, lui che è in pensione da un bel po'...

Ecco il Cervino e il M. Rosa nella luce del mattino:
Allegato:
P2070030.jpg
P2070030.jpg [ 792.87 KiB | Osservato 13012 volte ]


la mia strada
Allegato:
P2070032.jpg
P2070032.jpg [ 906.58 KiB | Osservato 13010 volte ]


Passo di Fremamorta, mi volto indietro ed ecco il Monviso
Allegato:
P2070037.jpg
P2070037.jpg [ 778.63 KiB | Osservato 13010 volte ]


Luci sulla neve
Allegato:
P2070040.jpg
P2070040.jpg [ 801.65 KiB | Osservato 13010 volte ]


La mia unica compagna, dalle lunghe gambe
Allegato:
P2070044.jpg
P2070044.jpg [ 910.81 KiB | Osservato 13010 volte ]


Il vento ha soffiato forte, nei pressi del colle Cima di Masca
Allegato:
P2070046.jpg
P2070046.jpg [ 957.44 KiB | Osservato 13010 volte ]


Penso di essere solo, ma non è così
Allegato:
P2070053.jpg
P2070053.jpg [ 1.24 MiB | Osservato 13010 volte ]


Sul ramo di questo "pino grasso" ogni volta, anche oggi, mi sono seduto a mangiare: è sempre alto il giusto, per quanta neve ci sia, e particolarmente comodo.
Allegato:
P2070067.jpg
P2070067.jpg [ 902.97 KiB | Osservato 13010 volte ]


Non sono salito in cima al Dente, avrei visto il mare e forse anche più in là. A malincuore, ma solo un pochino, ho girato gli sci e sono tornato a casa, dove mi si aspettava. E' un giro che consiglio a chi, come me, ama 'perdersi' un po' nel tempo, nello spazio e nella neve.

Paolo

_________________
.
.
...a predicar la pace
ed a bandir la guerra
la pace tra gli oppressi
la guerra all'oppressor


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: mar feb 16, 2010 0:16 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 10, 2008 22:44
Messaggi: 3435
Località: Genova
Non c'è che dire wolf: i tuoi topic sono un pentagramma!

Bel percorso! Peccato non saper sciare.... con le ciaspole non sarebbe la stessa cosa.... bello ugualmente.... ma non la stessa cosa...! Bravo! =D>

_________________
“La Primavera sembra portare dentro di sé un ricordo che poi, in estate, racconterà al mondo intero fin quando non sarà divenuta più saggia nel grande autunnale silenzio con cui si confida soltanto ai solitari.”


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: mar feb 16, 2010 8:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12188
Località: Genova
Quoto ramingo, i tuoi racconti e le tue parole mi toccano sempre il cuore! :o :smt026
Quand'è che scrivi un libro? :D :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: mar feb 16, 2010 8:18 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
Tocchi delle corde cui sono sensibilissimo. Grazie

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: mar feb 16, 2010 8:20 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15168
Località: Genova Sestri
Bello bello!! :D

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bric del Dente - Salite invernali
MessaggioInviato: mer feb 24, 2010 0:03 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Il week end scorso entrambi i giorni giretto sul dente.
Sabato io e mio fratello abbiamo deciso di seguire una traiettoria a scelta partendo direttamente dalla strada e ne è uscita fuori una bella salita quasi dal sapore alpinistico, anche se ci siamo arrangiati senza particolare attrezzatura.
Ecco alcune foto:
Allegato:
Commento file: Attacco dalla strada
image004.jpg
image004.jpg [ 157.89 KiB | Osservato 12934 volte ]
Allegato:
Commento file: prima parte di salita
image009.jpg
image009.jpg [ 178.13 KiB | Osservato 12934 volte ]
Allegato:
Commento file: arriviamo a tagliare il sentiero
image012.jpg
image012.jpg [ 187.92 KiB | Osservato 12934 volte ]
Allegato:
image016.jpg
image016.jpg [ 107.92 KiB | Osservato 12934 volte ]
Allegato:
image017.jpg
image017.jpg [ 135.38 KiB | Osservato 12934 volte ]
Allegato:
image022.jpg
image022.jpg [ 101.46 KiB | Osservato 12934 volte ]
Allegato:
image023.jpg
image023.jpg [ 163.2 KiB | Osservato 12934 volte ]


Allegati:
image024.jpg
image024.jpg [ 239.29 KiB | Osservato 12934 volte ]

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 58 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it