Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è lun ott 21, 2019 6:15

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 11:30 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
Sabato 11-12-2010: Casa Forestale – Monte Chiodo – La Nave – Laghetto Penna – Passo Incisa – Monte Penna – Casa Forestale.

Partecipanti: Fede78, Lusciandro e Soundofsilence.

Lunghezza: 11,4 Km puliti per un percorso che ha senso solo per evitare il sentiero attrezzato che va in vetta al Penna da nordest (che ghiacciato come l’abbiamo trovato è decisamente pericoloso se non si è attrezzati di picozza/e e ramponi) e nel contempo vedere il laghetto e ‘la nave’; altrimenti senza ghiaccio/neve conviene completare una specie di 8 traversando la cima del Penna con i 2 sentieri che vi giungono. Noi abbiamo fatto invece 13,5 Km tentando di salire al Penna anche dal sentiero attrezzato.

Dislivello: 550 metri, noi ne abbiamo fatto 750 grazie al tentativo di salita in vetta da nordest.

Difficoltà: A parte il sentiero attrezzato per il Penna (che, comunque, non è necessario fare e che noi abbiamo tentato solo per testardaggine o stupidaggine o incoscienza, agli eventuali lettori l’ardua sentenza…) E, EE il sentiero attrezzato in condizioni normali, F e forse anche F+ nelle condizioni ghiacciate in cui l’abbiamo trovato. EE potrebbe quasi essere anche la salita al Chiodo in quanto senza sentiero, anche se il percorso risulta evidente, seppur non perfettamente sgombro da vegetazione e un po’ ripido nella parte finale, dove occorre anche scegliere la miglior via per passare.

Percorso in macchina: Da Genova si possono scegliere vari percorsi, più o meno tutti equivalenti. Per chi soffre le curve conviene andare in autostrada fino a Lavagna risalire quindi a Borzonasca e poi a Parazzuolo per la Sp586 dove ci si ricongiunge con il percorso alternativo che da Genova arriva a Bargagli e quindi scende in val Fontanabuona per la Galleria delle Ferriere per poi risalire il Passo della Scoglina e arrivare infine al predetto bivio di Parazzuolo. Da Parazzuolo si procede verso Rezzoaglio e ci si ricongiunge, dopo poco, anche con l’altro itinerario alternativo che da Genova porta alla Scoffera e quindi prosegue sulla SS45 della Val Trebbia fino al bivio con Fontanigorda che si imbocca per prendere poi per Casoni e valicare il Passo del Fregarolo per quindi ricongiungersi con il percorso che sto descrivendo. Giunti quindi a Rezzoaglio si prende a destra per Santo Stefano d’Aveto e dopo 9 Km. si prende a destra per Amborzasco e si prosegue sulla SP75 fino al parcheggio presso la Casa Forestale del Penna.

Percorso a piedi: Dal parcheggio si prosegue a piedi sulla strada provinciale fino al Passo del Chiodo (1,2 Km. circa). Dal Passo del Chiodo si continua in discesa sulla strada asfaltata sulla sinistra (diretta al passo del Tomarlo) per circa 400 metri fino a giungere alla base della ‘parete’ sud del Monte Chiodo che si trova subito a sinistra della strada. Si sale a vista in vetta e si ritorna sui propri passi fino al passo del Chiodo; qui si prende la sterrata immediatamente a sinistra della strada asfaltata percorsa all’andata (indicazioni per la nave e segnavia 831). In breve si raggiunge ‘La Nave’, una profonda depressione sul fondo della quale è stata piazzata una croce e, superatala, si incontra un bivio segnalato. A sinistra si continua sul triangolo giallo diretto alla vetta del Penna e a destra si va verso la Casa Forestale con sentiero sempre segnato triangolo giallo. Si prende quindi a destra e dopo un poco si abbandona anche il triangolo giallo per seguire invece il pallino dello stesso colore che non ricordo bene dove si incrocia ma passa molto vicino al laghetto del Penna e ne consente quindi la visita. Dopo il lago si riprende a seguire il Pallino giallo che porta sulla sterrata per il Passo dell’Incisa, poco distante dalla Casa Forestale. Si imbocca la sterrata verso sinistra, dirigendosi al predetto Passo. Giunti al Passo si prende il sentiero segnato sulla sinistra (croce gialla) che porta sulla vetta del Penna. Si ridiscende quindi per la stessa via e si segue la sterrata a ritroso fino alla Casa Forestale e quindi al parcheggio.

Racconto: Ottimistica partenza alla volta della Val d’Aveto: la pioggia di mercoledì sembra, guardando le webcams, aver sciolto tutta la neve e noi vogliamo cogliere l’occasione di fare un’ultima gita in ‘quota’. Il programma prevederebbe prima una salita di riscaldamento al Monte Tomarlo dall’omonimo passo e, quindi, il Monte Chiodo e il Penna con partenza dal Passo del Chiodo, appunto. Giunti però alla Casa Forestale del Penna incominciamo a renderci conto della differenza tra la realtà virtuale delle Webcams e le condizioni della strada: subito dopo la predetta Casa Forestale un cumulo di neve, infatti, impedisce di proseguire e, oltre questo la strada è completamente ghiacciata. Parcheggiamo quindi qui, rinunciando, gioco forza, all’ascesa del Tomarlo. Mentre ci prepariamo per partire alla volta del Monte Chiodo, frotte di alpinisti ci passano a fianco, attrezzati di tutto punto con ghette, ramponi, picozze e quant’altro, proprio come se dovessero andare sul K2… tanto che incomincio a preoccuparmi di essere finito nel posto sbagliato il giorno sbagliato….Per scacciare i cattivi pensieri ci dirigiamo quindi subito in direzione opposta, verso il Monte Chiodo, sperando, che, come dice il proverbio: Chiodo scacci chiodo…
Ma se dal Chiodo passiamo indenni, ci accorgiamo invece ben presto, andando verso il Penna, che la neve scampata alla pioggia di mercoledì è rimasta proprio tutta qui sul versante nord del Penna. Decido quindi di fingermi alpinista e mettermi i ramponi già sull’asfalto verso il Passo Chiodo, mentre Lusciandro, che evidentemente ha più dignità di me, attenderà fin oltre ‘La Nave’; fin dove sarebbe arrivata la dignità della Fede non ci è invece dato saperlo visto che lei i ramponi non li ha proprio… Giungiamo quindi al Colletto tra il Penna e il Pennino e ci fermiamo ad osservare 2 alpinisti che risalgono il canalino. L’osservazione non ci è di grande insegnamento perché quando ci tocca passare dalla teoria alla pratica, ci blocchiamo a metà tra il colletto e la vetta, facendocela un poco sotto, non tanto per paura, quanto per arguto espediente alpinistico volto a sciogliere un po’ di ghiaccio… Il ghiaccio però non si scioglie abbastanza e la versione ufficiale che forniremo anche ai 2 predetti alpinisti sarà che torniamo indietro per cavalleria, onde non lasciare da sola la Fede che non ha i ramponi….Onde rimediare alla figuraccia e fare una migliore impressione sugli alpinisti decidiamo di ricorrere a un nuovo e quantomai ingegnoso espediente alpinistico per far ridiscendere la Fede, che ormai sperava solo nel soccorso alpino, fino al bivio per la Casa Forestale: tiro infatti fuori la mia corda da stendere e io e Lusciandro ne afferriamo ciascuno una estremità, mentre la Fede si piazza in mezzo, con la corda che le passa in vita, proprio come fosse una molletta, solo con molta meno presa… Detto così, può sembrare magari un gioco, ma quanta tecnica freddezza, coordinazione e affiatamento ci vogliono, per compiere questa manovra facendo cadere nel precipizio soltanto una guida sull’appennino parmense e non la Fede…. Momenti tragici in cui solo la nostra provata esperienza alpinistica ci ha permesso di prendere, in pochi istanti, la decisione giusta…
Dopo la paura, arriva però il meritato trionfo e conquistiamo la bianca vetta del Penna, scalando l’invitta parete ovest, lasciando per primi le nostre impronte sulla vergine coltre bianca. In discesa poi troveremo già i primi ripetitori che, rincuorati dal nostro successo, troveranno il coraggio di cimentarsi sulll’ormai aperta via….

Conclusioni: Parecchi anni che non andavo sul Penna e, per cambiare, ho voluto provarlo in veste invernale: meglio sarebbe stato farlo però immediatamente dopo una nevicata, quando il manto nevoso conserva ancora tutto il suo candore. Nonostante questo molto interessante la visita al bel laghetto, da dove si ha anche una bella vista sull’inconfondibile profilo della vetta;, merita sicuramente di tornarci a vederne i colori quando non è ghiacciato. Il Monte Chiodo non aggiunge moltissimo, ma offre comunque un panorama piacevole in una giornata nitida come quella che abbiamo trovato. Per il resto la classica escursione al Penna, sulla quale non c’è molto da aggiungere, non essendo più una novità per nessuno: una montagna sicuramente caratteristica, ma che offre, probabilmente vedute migliori di sé salendo, invece, all’Aiona.

Link alle foto (alcune sono di Lusciandro, causa guasto alla mia fotocamera):
http://luoghidasogno.altervista.org/Mon ... Chiodo.htm


Allegati:
04 - Vista sud dal Chiodo.JPG
04 - Vista sud dal Chiodo.JPG [ 644.89 KiB | Osservato 1375 volte ]
32 - Laghetto Penna dalla sponda nord.JPG
32 - Laghetto Penna dalla sponda nord.JPG [ 1.41 MiB | Osservato 1375 volte ]
58 - Serie di crinali e mare dal Penna più da vicino.jpg
58 - Serie di crinali e mare dal Penna più da vicino.jpg [ 374.14 KiB | Osservato 1375 volte ]
62 - Serie di crinali e mare d'oro dal Penna.jpg
62 - Serie di crinali e mare d'oro dal Penna.jpg [ 317.08 KiB | Osservato 1375 volte ]
57 - Serie di crinali e mare dal Penna.jpg
57 - Serie di crinali e mare dal Penna.jpg [ 438.77 KiB | Osservato 1375 volte ]
52 - Laghetto e Penna senza rami.JPG
52 - Laghetto e Penna senza rami.JPG [ 1.72 MiB | Osservato 1375 volte ]
46 - Laghetto Penna dalla sponda sud più chiara più da lontano.JPG
46 - Laghetto Penna dalla sponda sud più chiara più da lontano.JPG [ 1.9 MiB | Osservato 1375 volte ]
25 - Gendarme Penna e Aiona che spunta più da vicino.JPG
25 - Gendarme Penna e Aiona che spunta più da vicino.JPG [ 492.15 KiB | Osservato 1375 volte ]

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 11:50 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4776
Località: genova marassi
Azz...s'e' guastata la fotocamera...quale?
Beh dopo questa gita sei sempre di più Titano delle Nevi :risata:
Sabato vuoi andare ancora sulla neve?Tanto ormai ti stai abituando....

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 12:25 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
Maury76 ha scritto:
Azz...s'e' guastata la fotocamera...quale?
La sony, ma forse ha solo sofferto un pò il freddo, visto che a casa funziona di nuovo....
Spero che adesso non mi tocchi fare gite tra la camera da letto e la cucina, con al massimo una puntata sul poggiolo, per far funzionare la macchina fotografica....

Maury76 ha scritto:
Sabato vuoi andare ancora sulla neve?Tanto ormai ti stai abituando....
Non è che voglio, è che Lusciandro mi sta diventando incontentabile come te...

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 15:20 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio set 25, 2008 18:28
Messaggi: 1838
Località: GE - Pianderlino
Aggiungo qualche foto ed una nota: ai racconti di Sound quando si parla di esposizione o pseudoalpinismo dovete sempre togliere la tara :risata: , semplicemente dimezzate le sensazioni e ci andrete vicino. :risataGrassa:

Ed ora le immagini:
Nave del Penna lato Passo del Chiodo
Allegato:
Nave del Penna973.JPG
Nave del Penna973.JPG [ 340.14 KiB | Osservato 1348 volte ]


Nave del Penna lato Penna
Allegato:
Nave del Penna975.JPG
Nave del Penna975.JPG [ 448.67 KiB | Osservato 1348 volte ]


Le manovre sulla sosta all'uscita del canalino
Allegato:
manovre986.JPG
manovre986.JPG [ 657.74 KiB | Osservato 1348 volte ]


Il canalino visto dal lago
Allegato:
Pennino e canalino019.JPG
Pennino e canalino019.JPG [ 302.74 KiB | Osservato 1348 volte ]


Allegato:
Le Apuane dal Penna043.JPG
Le Apuane dal Penna043.JPG [ 226.21 KiB | Osservato 1348 volte ]


Riposo sul Penna
Allegato:
sosta sul Penna049.JPG
sosta sul Penna049.JPG [ 306.43 KiB | Osservato 1348 volte ]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 15:24 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4776
Località: genova marassi
Lusciandro ha scritto:
Aggiungo una nota: ai racconti di Sound quando si parla di esposizione o pseudoalpinismo dovete sempre togliere la tara :risata: , semplicemente dimezzate le sensazioni e ci andrete vicino. :risataGrassa:



Immaginavo :risata:

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 15:38 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12151
Località: Genova
Bello! : Thumbup : Che indomiti cavalieri! :risataGrassa:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 16:21 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
Lusciandro ha scritto:
Aggiungo qualche foto ed una nota: ai racconti di Sound quando si parla di esposizione o pseudoalpinismo dovete sempre togliere la tara :risata: , semplicemente dimezzate le sensazioni e ci andrete vicino. :risataGrassa:
Mmh, pensa un pò e io che credevo che la tara fosse il tuo salvagente....
In ogni caso io sono arrivato più in alto di te e se non era per salvare appunto te e la povera donzella che hai lasciato a ghiacciare al colletto sarei pure arrivato in cima di lì.... :evil1:

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 16:22 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
scinty ha scritto:
Bello! : Thumbup : Che indomiti cavalieri! :risataGrassa:
Eh la Fede? Un'amazzone?

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 19:18 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio set 25, 2008 18:28
Messaggi: 1838
Località: GE - Pianderlino
scinty ha scritto:
Bello! : Thumbup : Che indomiti cavalieri! :risataGrassa:
Mah :pensoso: pensando a 'La domenica delle salme' di De Andrè ...e furono inviati messi fanti cavalli cani ed un somaro .. mi riconosco solo in quest'ultimo. :risata:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 19:26 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
Lusciandro ha scritto:
scinty ha scritto:
Bello! : Thumbup : Che indomiti cavalieri! :risataGrassa:
Mah :pensoso: pensando a 'La domenica delle salme' di De Andrè ...e furono inviati messi fanti cavalli cani ed un somaro .. mi riconosco solo in quest'ultimo. :risata:
Come??? Non ti senti un cavaliere della FEDE???

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 22:09 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12151
Località: Genova
soundofsilence ha scritto:
Lusciandro ha scritto:
scinty ha scritto:
Bello! : Thumbup : Che indomiti cavalieri! :risataGrassa:
Mah :pensoso: pensando a 'La domenica delle salme' di De Andrè ...e furono inviati messi fanti cavalli cani ed un somaro .. mi riconosco solo in quest'ultimo. :risata:
Come??? Non ti senti un cavaliere della FEDE???


:risata:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio dic 16, 2010 23:51 
Non connesso
Utente di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 27, 2010 19:13
Messaggi: 72
Località: Sassello (sv)
SIETE GRANDI!!!!!! =D>

_________________
Cara prumma, ti t'arivi
e ti porti cun ti u su;
s' ti t na treuvi ancùra vivi
diummie grazie a Nostei Sgnu


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven dic 17, 2010 7:46 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
stevadusgnu ha scritto:
SIETE GRANDI!!!!!! =D>
E lo so, ormai siamo grandi purtroppo, scusate se non ce ne rendiamo conto e facciamo un pò troppo i bambini....:imbarazzo:

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 11, 2017 18:04 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1155
Località: Lemuria
Ciao a tutti, uppo questo topic per non aprirne uno nuovo, che non ho trovato granchè e il mio giro è più o meno nella stessa zona, se ho sbagliato correggete, grazie in anticipo :)

Venerdì 7 luglio bella escursione in quel della Val d'Aveto, zona a me completamente sconosciuta......sono ormai anni e anni che ogniqualvolta me la nominavano mi ripromettevo di andarci, ma alla fine mi frenava la distanza ed il fatto di doverla superare da solo.....è già un po' che passo sopra il secondo problema (anche se su lunghe distanze in effetti pesa...), quindi ho raccolto il suggerimento di mio fratello su dove andare senza boccheggiare dal caldo, per dirigermi alla volta del Monte Penna + varie ed eventuali....ho fatto delle foto veramente orripilanti :( (non si può andare avanti così, devo fare qualcosa!Immagine), perciò non ne metterò molte... :smt102

Ci metto un po' del mio già con l'auto Immagine, passando da Barbagelata per la stradina che avevo già notato più di una volta prima di arrivare a Montebruno......imboccandola per vedere se mi fa risparmiare tempo, noto che sotto al cartello "Barbagelata" ce n'è un altro che recita "Scorticata" :-k ......il sospetto che si riferisca allo stato della strada diventa una certezza quando dopo qualche centinaio di metri per fortuna l'asfalto finisce (visto lo stato terrificante in cui è messo 8) ) per lasciare posto ad un comodo sterrato tra i boschi che in diversi punti mi permette di mettere a prova il fondo dell'auto... :roll: ...alla fine forse è un po' più corta, ma dovendo procedere molto lentamente, non è che cambi granchè.... :smt102

Breve sosta a Rezzoaglio x focaccia + vino bianco Immagine e richiesta indicazioni per il Passo del Chiodo, dove lascio l'auto all'ombra e m'incammino sul sentiero triangolo giallo,

giochi di luce nella penombra del bosco

Immagine

che esce dal bosco nei pressi della "nave del Penna", massiccio roccioso che si affaccia su una valletta al cui fondo è posto un altare, luogo invero molto suggestivo....

la "Nave" del Penna vista dalla vetta del medesimo...

Immagine

si procede sul sentiero che sale poi nuovamente nel bosco sino all'altezza del "Pennino", dove diventa una piccola trincea scavata nella roccia che si percorre anche con l'aiuto di una bella catena direi nuova di zecca, che, visto che c'è, uso senza nemmeno pensarci, ma anche pensandoci, perchè non usarla? 8)

il Pennino salendo al Penna (in basso a destra si intravede la catena...)

Immagine

In vetta statua della madonna (per soggetto ma anche per fattura e materiali :risataGrassa: ) eretta pare da quei di Bedonia, che infatti guarda nella loro direzione, cappelletta e panorama anch'esso della madonna, a 360°; la giornata è più che discreta, perciò mi fermo un po', divoro un panino e faccio 2 chiacchere con due arzilli ex giovani piacentini che arrivano poco dopo...

Immagine

Immagine

Dalla vetta del Penna scendo poi sul quadrato giallo per un bel bosco di faggi alla volta del Passo dell'Incisa,

good vibrations

Immagine

dove scopro si può giungere anche in auto :o , volendo, ma ve lo sconsiglio, così, a priori, che preferisco ci arriviate a piedi :P :P

Proseguo sull'Alta Via dei Monti Liguri superando il Monte Cantomoro e i Prati di Montenero sino al Passo della Spingarda, dove resto un poco indeciso se proseguire sul Monte Aiona... :-k ...però è già un'ora, e avrei in mente di visitare un paio di situazioni diverse, per poi fare un anello che mi riporti all'Incisa; seguo quindi il consiglio del brother di dedicare all'Aiona un'altra gita a sè stante, magari salendo dall'altro versante, e mi dirigo verso il Rifugio del Monte Aiona, a Prato Mollo, dove incontro alcuni operai (del Parco?) che stanno facendo alcuni lavori e il caffè no, non si può, ma mi offrono un bicchierino di un ottimo Gutturnio :smt030 che mi fa veramente piacere; chiedo a loro indicazioni per la prima situazione che mi piacerebbe vedere : la Pietra Borghese, che è praticamente a due passi, sul sentiero principale Perlezzi-Monte Aiona.

Avevo letto qualcosa in rete di questo posto, e m'aveva incuriosito....per fortuna non avevo visto foto, che così posso rimanere basito quando la vedo sorgere dal versante lungo la strada : questa sì che è una "Emergenza" naturalistica ! Mi scappa perfino un "Oh Belin!" da solo....

a pria burgheisa

Immagine

Ho trovato questo luogo estremamente affascinante; su di esso circolano molte vecchie storie e leggende fantastiche, da chi dice sia un meteorite, chi ci sia una caverna al suo interno, chi dice che risuoni come una campana se percossa con un martello...........più "prosaicamente" si dovrebbe trattare di Lerzholite, una roccia magmatica effusiva proveniente dal mantello terrestre e solidifacatasi in una specie di cristallo enorme sul fondo marino dell'antico oceano ligure e poi salita sin qui in seguito ad altri movimenti continentali.......insomma, in effetti, trovarsela davanti qui ed ora dà abbastanza da pensare.... :shock:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Girato un po' intorno, sopra e sotto la "Pietra Borghese" (non sono riuscito a capire perchè si chiami così, a meno che "Pria Burgheisa" non sia dovuto al fatto che spunta dalla campagna circostante in modo molto elegante rispetto agli altri sassi proletari 8) ), torno indietro sino al Rifugio Monte Aiona, dove ora, insieme agli operai, trovo i nuovi prossimi gestori del Rifugio, 2 ragazzi di Lodi ( :domanda: ) che gentilmente mi riforniscono d'acqua e mi dicono che il Rifugio dovrebbe riaprire nell'arco di 15 giorni circa, e questa è sicuramente un'ottima notizia. : Thumbup :

Da qui attraverso Prato Mollo seguo una traccia direi "virtuale" :roll: sul mio gps, che tramite numerosi ma non problematici ravanamenti, mi porta alla fine a ripescare l'Alta Via e giungere all'Incisa, dove con comoda sterrata mi dirigo verso le Casermette del Penna, non senza una piccola deviazione per visitare la seconda situazione a cui pensavo, e cioè il Laghetto del Penna, un ambiente umido veramente bello (da rispettare il più possibile, ovviamente) in cui si specchiano le due cime del Penna e Pennino

Pennino e Penna col loro laghetto ai piedi

Immagine

il Pennino specchiato nel suo laghettino

Immagine

Da qui scendo poi alle Casermette dove bevo una birra (permettetemi : ma ha senso che in un rifugetto dell'Appennino, a ml. 1400 slm, se voglio bere una birra, mi ritrovo a scegliere sempre tra quelle 4 marche multinazionali che personalmente me l'hanno rotto? Ma non c'è qualche altra buona birra locale che faccia meno strada per arrivare sin qui (che sia più buona tra l'altro non avrei dubbi) ? Immagine
Vabbè, scusate lo sfogo...

Torno quindi alla macchina e a valle sbagliando giro e passando da S. Stefano d'Aveto, cosa che mi dà comunque modo di gustare qualche altro panorama; sosta a Rezzoaglio dove al caseificio faccio scorta di formaggi e poi a casa (con 2 ore e 1/2 di macchina, eh! Immagine)

Bella gita e bella zona, tornerò senz'altro per il Monte Aiona (tiè, ho fatto pure la rima! :uahuah: )

Aloha : Indian:

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 11, 2017 19:40 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 2220
Località: Genova / Imperia
Prorio un bel giretto , psico ! =D> =D>
Ha diversi punti in comune ( l'Incisa , il "meraviglioso" Cantomoro , il rifugio Pratomollo non ancora terminato !! , l'affascinante Pietra Borghese , il laghetto ... ) con il percorso seguito da me ( una volta tanto in ottima compagnia : Thumbup : ) un paio di anni fa per andare sull'Aiona . Pure io trovo lunga e molto scomoda la strada per Santo Stefano ( e Genova è più vicina di Lemuria :risataGrassa: ) , ma non è meglio passare dal passo del Fregarolo ?.
Toglimi un paio di curiosità : sei salito in cima alla Pietra Borghese ? A me ha dato una bella sensazione ... : Thumbup : E sul Pennino secondo te si può salire facilmente ? Te lo chiedo perchè prima o poi voglio tornare in loco ... ci sono tante cimette da raggiungere ed i boschi sono molto invitanti , persino d'estate . : Thumbup :

:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 11, 2017 19:51 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6432
Località: genova - marassi
Sul pennino si sale abbastanza facilmente, qualche passaggio di i grado senza granche esposizione, un tranquillo f.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer lug 12, 2017 9:16 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Splendida val d'Aveto...e bel giro psico =D>
Un giro simile l'ho in programma per l' autunno prossimo...le enormi faggete colorate di rosso devono essere uno spettacolo : Thumbup : Concordo appieno sul tuo sfogo sulle birre :strizzaOcchio::
Per i rifugiati speriamo che ce la possano fare...anche se con l'apertura prevista per fine luglio, la stagione e' praticamente compromessa...

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven lug 14, 2017 20:21 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1155
Località: Lemuria
daniele64 ha scritto:
ma non è meglio passare dal passo del Fregarolo ?.

:-k ...sai che forse hai ragione? ho preso per buono il primo risultato di googlemaps, ma in effetti, forse.....la prossima volta provo
daniele64 ha scritto:
Toglimi un paio di curiosità : sei salito in cima alla Pietra Borghese ? A me ha dato una bella sensazione ... : Thumbup :

no, alla fine sulla Pietra Borghese non sono salito.....non in "vetta" :P , almeno........diciamo che ho cercato più di "entrarci"... 8)
daniele64 ha scritto:
E sul Pennino secondo te si può salire facilmente ? Te lo chiedo perchè prima o poi voglio tornare in loco ... ci sono tante cimette da raggiungere ed i boschi sono molto invitanti , persino d'estate . : Thumbup : :smt006

guarda, adesso che me lo dici, mi rendo conto che di salire sul Pennino non ho proprio neanche preso in considerazione l'eventualità :oops: , però vedo che ti ha risposto Sound, credo in effetti che sia fattibile, comunque penso ci sia anche una sottospecie di ferratina o cavi/catene da qualche parte, forse salendo dal canale....
paolocerreta ha scritto:
Un giro simile l'ho in programma per l' autunno prossimo...le enormi faggete colorate di rosso devono essere uno spettacolo : Thumbup :

sì, in effetti d'autunno dev'essere bellissimo...Immagine
paolocerreta ha scritto:
Concordo appieno sul tuo sfogo sulle birre :strizzaOcchio::

Immagine

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab lug 15, 2017 21:43 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 919
Località: Pieve Ligure
davvero bel giro Psico : Thumbup : panorami come sempre molto ampi e foreste estese... la Pietra Borghese ha un suo fascino particolare, è vero, anche se a volte (lo ammetto...) mi pareva in certe angolazioni un "cubo di Rubrik" smontato :risata: non so perchè...
Molto interessante la riapertura del rifugio a Pratomollo, sperando lo sia anche nel periodo invernale, e magari prolunghino anche a tutto settembre, perchè in effetti mezza stagione se n'è bella che andata :?

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it