Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è gio nov 21, 2019 12:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 108 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Località Campo - Monte Argentea
MessaggioInviato: mer set 20, 2006 18:27 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Oggi bel giro. :D
Siamo partiti da Campo (località che si raggiunge in breve prendendo la strada che dalla colletta (sopra Arenzano) scende sulla destra) e abbiamo seguito il segnavia fie triangolo rosso.
Il percorso passa sotto le strutture rocciose della Punta Querzola, Rocca Turchina, Tuschetti etc (qualche difficoltà ad associare il giusto nome a ciascuna...Querzola a parte) e passato il Pian delle Segage avanza poi prendendo l'Argentea di lato (la punta resta sulla destra), sbucando appena dietro la punta, a metà strada tra questa e il bel rifugio (ma chiuso) che si trova a margine dell'alta via. Prima di arrivare in cima siamo inoltre passati dal rifugio Padre Rino (Leveasso), bella struttura provvista di bella fonte.
A proposito...dal Pian delle Segage alla cima abbiamo incontrato diverse fonti! :D
Dopo una breve sosta in vetta ritorno per il percorso con la stella bianca...questo non passa per la traiettoria di salita e si tiene sui pendii erbosi che stanno sopra alle strutture rocciose sotto cui all'andata si era saliti. E' un bel percorso anche quello e ci permette così di fare un anello molto interessante per il bel paesaggio.

Piccola nota dolente...quante ragnatele sul percorso! :?

p.s. Passati sotto la Querzola siamo andati un pò a vedere "Il ritorno dei matti", via alpinistica già fatta un tempo e di cui presto si potranno avere notizie più accurate grazie ad una interessante guida prossima all'uscita... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer set 20, 2006 18:49 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Immagine

Ecco il rifugio Padre Rino...

Immagine

vetta dell'Argentea..

Altre foto le trovate qui... :wink:

http://www.quotazero.com/gallery/categories.php?cat_id=83


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 8:15 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
Il giro è molto bello. Io lo ho fatto diverse volte.
P.S.: molto tempo libero è :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 9:13 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...ieri giornata effettivamente libera...però sai, poi magari il week end quando gli altri sono in festa mi toccherà studiare... :?
Dipende dai periodi. A volte è positivo...a volte invece negativo. :wink:

Comunque si, è un bel giro! :D In buona parte lo avevo già fatto...mi mancava solo il tratto dal piano delle Segage all'Argentea. Ho visto con piacere le diverse fonti e ho potuto vedere da vicino per la prima volta il Padre Rino...che di solito mi capitava solo di vedere da lontanto. :wink:

Domanda: quando si sale verso il piano delle segage...ad un certo punto di abbandona la sterrata ampia e si prende a destra il sentiero seguendo il segnavia. La sterrata dove porterebbe? :?:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 10:59 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 29, 2006 13:17
Messaggi: 1415
Località: Savignone
Domanda. Il sentiero di salita che hai fatto e' quello che si ricongiunge con quello che sale all'Argentea da Lerca?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 11:06 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...allora...la via di salita è interamente quella segnata con tringolo rosso.
Da Lerca non sono mai salito all'Argentea, Penso che tu ti riferisca comunque al percorso che da lerca arriva all'attacco della Zunino e poi prosegue attraversando il rio Lerca e salendo poi verso il Padre Rino, vero? In quel caso credo si uniscano nella parte alta...però non ho mai fatto il tratto che dall'attacco della Zunino prosegue verso il Leveasso.. :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 11:19 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 29, 2006 13:17
Messaggi: 1415
Località: Savignone
Si' mi riferivo proprio a quel percorso. Purtroppo i segni FIE tendo a dimenticarmeli, e' per quello che chiedevo conferma. Anche perche' all'epoca mi ero chiesto dove finiva il sentiero con il quale mi ero ricongiunto. Ora lo so, a Campo anche se non ho capito bene dov'e' campo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 11:26 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Campo è un paesino che raggiungi così: esci dall'autostrada ad arenzano e giri verso cogoleto. Fai l'ultimo tratto di salita della Colletta. Pochi metri prima che inizia la discesa c'è il bivio che non prendi...inizia la discesa e dopo 5 metri bivio a destra. Fai la discesa e arrivi in mezzo a zona industriale. prosegui avanti (se prendessi bivio a sx in breve ti potresti ricongiungere alla strada che da cogoleto sale a lerca) e vedi che c'è cartello che indica che si tratta di strada senza sbocco. Vai avanti lo stesso...la strada poi sale...passi vicino ad un B&B/agriturismo ...avanti ancora e arrivi a Campo. La strada passa tra le casa e poi finisce. Appena prima che finisca a destra c'è una salitina che con sbarra. Lì inizia il percorso.
Anzi, il percorso inizia da più in basso ma di fatto fin li saresti su asfalto. Se sei in auto allora un centinaio (forse 200) di mt prima della fine della strada trovi sulla sx un piccolo slargo erboso che puoi usare come parcheggio, se c'è spazio.
Ora più o meno hai capito come si arriva a campo?
Tra l'altro come dicevo ci sono 2 itinerari completamente diversi che salgono all'Argentea da quel paesino. Uno marcato dalla fie (triangolo rosso) e uno dal cai arenzano (stella bianca). In entrambi i casi si parte comunque dalla strada con sbarra che ti dicevo prima. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 12:05 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Da Campo e` anche possibile percorrere il Sentiero dell'Ingegnere fino al Ponte Negrone (segnavia I Bianca) e ritornare al punto di partenza seguendo il segnavia C1.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 12:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
non ho mai percorso quei sentieri...anche se diverse volte li avevo incrociati.

A proposito. Anni fa ero andato a Campo e invece della solita stradina di partenza mi ero infilato tra delle case più in basso ed ero andato per un sentiero tra gli alberi...poi in su in verticale ero andato a tagliare il sentiero dell'ingegnere e poi ero arrivato alla Rocca Turchina, proprio sul percorso della stella bianca.
Però non so bene dove andasse quel sentiero da Campo...non era segnato e lo avevo preso leggendo un articolo di parodi che parlava della turchina salendo per crestine rocciose...
Se trovo l'articolo spiego meglio... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 13:30 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
Cita:
Domanda: quando si sale verso il piano delle segage...ad un certo punto di abbandona la sterrata ampia e si prende a destra il sentiero seguendo il segnavia. La sterrata dove porterebbe? :?:


Se ho capito bene porta alla presa dell' acquedotto lungo il rio Lerca dove ha anche inizio la discesa torrentistica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 13:56 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
però mi pare un pò basso di quota questo bivio per portare ad un'altezza tale da pensare ad una discesa torrentistica...ma magari invece è così. Purtroppo non ho altri elementi per spiegarti quale bivio intendo... :roll:

Pensavo comunque che sarebbe bello con la MTB, malgrado ci siano degli strappi davvero ripidi..


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 15:10 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
No scusa ho sbagliato io :oops:

Dal piano delle Segace (fabbricato in pietra), non ricordo dove porti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 15:20 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
ma la sterrata di cui parlo io è molto più in basso del pian delle segage... :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 15:56 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Anche a me risulta che la sterrata vada alla presa dell'acquedotto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 16:06 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
Un'altro percorso molto bello e` la traversata dal Santuario delle Olivette di Arenzano a Sant'Anna di Lerca al (o viceversa), che ha come segnavia una A rossa.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 16:27 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Santuario delle Olivette di Arenzano a Sant'Anna di Lerca

Sarei interessato a capire di cosa si tratta...però vorrei restare in topic. Magari creiamone uno nuovo... :wink:

Anzi, lo faccio io! :D

Per quanto riguarda invece la sterrata di cui si parlava...mi dite che va alla presa dell'acquedotto...quindi non ha poi sbocchi?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 17:22 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
Allora. se la sterrata è quella che prendi dalla località Campo, porta alla presa dell' acquedotto.

Un po prima della presa, sulla destra si stacca il sentiero che poi ti porta al Rifugio Leveasso.
L'inizio del sentiero è caratterizzato da alcuni terrazzamenti artificiali per contenere una frana.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 21, 2006 19:25 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
ok, allora è quello! si segue la sterrata con triangolo rosso...poi il triangolo gira in su per l'argentea ( e il leveasso) e la sterrata prosegue per la presa dell'acquedotto..

quindi alla fine è un vicolo cieco?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 22, 2006 7:48 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
Vicolo cieco a livello escursionistico. La strada è a servizio dell' acquedotto.
Però da li parte la discesa del Rio Lerca di tipo torrentistico, fino ad arrivare alla località Motta dove vi era una vecchia cartiera.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 22, 2006 7:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Località Motta...dove si trova?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 22, 2006 9:59 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
La località Motta è quella prima di arrivare alla località Campo, in corrispondenza di un ponte e subito dopo un tornante per il Pian della Nave (casotto in muratura dell' acquedotto)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 22, 2006 10:15 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
si, penso di aver capito. si trova prima che poi la strada salga per arrivare a Campo.

Tra l'altro poi li sopra c'è un agriturismo che mi attira parecchio... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 22, 2006 16:56 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
Esatto :!:
L'agriturismo mi sembra che si chiami Argentea


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 9:27 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 12, 2006 10:38
Messaggi: 564
Località: Genova
..ciao!!
..anch'io ho fatto con il mio ragazzo e un amico lo stesso itinerario di bade lo scorso sabato ..però ho fatto l'anello al contrario..mi è piaciuto davvero molto!!
partenza da campo (anche se pensavo avesse un altro nome..ma la descrizione corrisponde! :shock: ) proprio dove ci sono le ultime casette..
le segnalazioni dei sentieri del fie e del cai di arenzano iniziano già prima ma si prendono da quella sterrata con la sbarra che ha indicato bade!
dopo due o tre curve della sterrata viene indicato sulla destra il sentiero stella bianca che porta alla cima dell'argentea e abbiamo preso quello proprio con l'idea di fare l'itinerario ad anello..
il sentiero si sviluppa quasi tutto sul versante mare e ci deve essere una vista stupenda davvero..peccato che la giornata non fosse delle migliori e tra foschia prima..e nebbia in vetta.. non abbiamo visto proprio nulla!!
il sentiero è vario e ben segnalato..la vegetazione cambia molto lungo la salita e superata quota 500 m ci si trova in un paesaggio molto suggestivo caratterizzato da arbusti e roccette...l'unico neo del sentiero è che è , a mio avviso, un pò "sporco"..gli arbusti e i rami spesso lo ricoprono e creano un pò di disordine intorno...sarebbe proprio un pò da ripulire!!(forse è in quella zona che hai trovato tutte quelle ragnatele, bade?)..credo sia molto meno frequentato di quello del fie e quindi un pò trascurato...d'altra parte, però, questo contribuiva a renderlo più selvaggio ..più suggestivo :-)
..è un itinerario molto tranquillo..l'unico tratto appena un pò più ripido è l'ultimo (un pò dopo il cartello che indica 15' alla vetta...quindi saranno circa 5') ma secondo me è una bella uscita sulla vetta..tra roccette...sarà che non vedendo niente intorno...con vento e nebbia..sembrava proprio di essere in montagna!
il sentiero percorso in discesa è quello indicato con il triangolo rosso pieno..dopo pochi passi si può prendere a sinistra il sentiero che porta al rifugio padre rino, davvero accogliente!!al piano superiore ci sono delle brande e al piano inferiore una legnaia e un bell'ambiente con tavolone in legno e mensole con un pò di pentolame...all'esterno la fonte che diceva bade e un tavolone in pietra che, per gli appassionati, richiama una bella grigliata...;-)
scendendo, poi, si hanno proprio delle belle visuali sul rama e sul bric camulà...sotto tante angolature diverse...viene proprio voglia di andarci!!:-)
..e si incontra quella bella casetta (segage) in pietra di cui trovate, tra le altre, una foto in gallery..
..nel complesso è un giro che mi ha dato molta soddisfazione..e pensare che si è a due passi da casa....;-)...vorrei tornarci quest'inverno in una bella giornata di tramontana!!
scusate se mi sono dilungata..capacità di sintesi pari a zero..

ps..nella gallery alcune foto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 9:46 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Che racconto dettagliato! :D
Bè, qui dilungarsi mi pare un fatto positivo, sarebbe bello che tutti quanti raccontassero così delle loro gite.. :wink:

Secondo me la gita nella nebbia ci stava tutta, anche per me la prima volta sull'Argentea è stata così...arrivando in punta e immaginando solamente cosa si sarebbe visto.. :roll:
Poi c'è da dire che il tratto tra faiallo-reixa-argentea ... è spesso coperto da uno strato di nubi/nebbia... :roll:

Si, è consigliatissimo un giro in pieno inverno...anzi, secondo me dovreste fare così: ve ne andate in auto fino al ristorante del faiallo (autostrada fino a voltri...poi bivio per milano .. uscita a masone...giri a dx e sali fin quando arrivi in cima al turchino (semaforo e galleria) ...passi la galleria e giri subito a dx ....e vai avanti per 12 km circa, se non sbaglio..), parcheggiate e poi fate l'alta via fino al rifugio argentea (che si trova poco dietro la vetta ma non so se lo avete visto con quella nebbia...comunque è chiuso, non avreste potuto entrarci) ...da lì in 5 min sulla vetta a voi già nota.
Ovviamente se andate in pieno inverno e ci sono state recenti nevicate dovrete telefonare al ristorante del faiallo per essere sicuri che la strada sia agibile fino a lì.. :wink:

Facendo questo percorso passerete (con minime deviazioni) sopra al reixa, alla rocca vaccaria e infine all'Argentea. Ci metterete un'oretta o poco più e senza grossi dislivelli. Di inverno lì si vedono paesaggi incredibili...

Ora metto due foto! :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 10:17 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
In vetta all'Argentea...

Immagine

Immagine

Tramonto tornando indietro vero il passo del faiallo...

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 10:22 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
http://www.quotazero.com/gallery/categories.php?cat_id=83

tutte le foto qui.. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 11:00 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
:lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 11:43 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
dell'ultima foto vado particolarmente fiero.. 8)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 11:46 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6993
Località: Genova
Molto bella
Che mese era e che ora ???????????


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 11:54 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
non ricordo...devo andare a guardarci perchè ormai non la ho più sul pc ma su un cd.. :roll:

ti farò sapere! :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 12:04 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 29, 2006 13:17
Messaggi: 1415
Località: Savignone
Si', e' veramente molto bella. Secondo me l'hai scattata questo gennaio subito dopo capodanno quando si era formato un po' dovunque uno strato di galaverna incredibile.
In inverno la dorsale del Beigua sa regalare spettacoli veramente bellissimi.
A proposito di foto invernali in zona
Immagine
Immagine
Immagine
Tra l'altro quando ho scattato quella sul reixa al tramonto la macchina non l'avevo al Faiallo ma sopra Arenzano. Il rientro era stato avventuroso...


Ultima modifica di Dani80 il mar nov 14, 2006 14:32, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 12:06 
Non connesso
PAngOccioLO
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 09, 2006 17:07
Messaggi: 3831
Località: S. Olcese GE
Che spettacolo! :D

_________________
Paolo

Il silenzio è il grido più forte.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 19:48 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
dany, la seconda in particolare mi piace moltissimo. :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 20:31 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 29, 2006 17:27
Messaggi: 571
Località: genova
Proprio dopo una camminata sulla neve del beigua,esaltato,ho iniziato
ad usare le ciaspole,prima in affitto e poi acquistate.
Purtroppo non avevo ancora la macchina digitale.
Appena nevica il beigua non mancherà nella mia lista.........


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar nov 14, 2006 20:42 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
:smt023


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 15, 2006 23:11 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Dunque................
Lo sterrato che parte dalla località Campo porta sino ad una opera di presa (costruzione) per il rio Lerca.
Da questo punto inziava la discesa torrentistica del Lerca. Il dislivello c'è tutto. Da tempo oramai si scende per un paio di tracce qualche centinaio di metri prima della costruzione.
In questo modo si evita un tratto di "riviere" poco interessante che prende una ventina di minuti.
Ora tuto l'accesso al percorso torrentistico del Lerca è segnato con segni rettangolari bianchi e bollo blu al centro. Si tratta di un lavoro nuovissimo fatto da me e Skeno nell'ambito del riattrezamento procanyon del rio Lerca.
E' anche segnata l'uscita che finalmante va a bypassare delle proprietà private.
Colgo l'occasione per ringraziare Roberto Bolzan di Arenzano che si è prodigato per aprire questa nuova uscita.
Per quanto riguarda la salita mtb per me non ne vale la spesa.
Ci sono un paio di strappi bestiali, che volgio vedere chi li fa, per pochi km. che presto finiscono.
Ciao.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 15, 2006 23:16 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Approposito....................
Non vi sarà certo sfuggito lo scempio di segni che deturpano questi sentieri.
Sullo stesso percorso hanno fatto passare anche la MMA.
Bene, sulla sterrata, al bivio per l'Argentea (triangolo rosso) ho contato ben SETTE fecce disegnate dappertutto ad indicare la svolta.
Almeno cinque M e tre/quattro tirangoli rossi.
Tutto in due metri quadrati.
Capisco lo zelo e l'entusiasmo ma quì si rasenta il ridicolo.
Ariciao.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer nov 15, 2006 23:29 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Si, per quanto riguarda i segni lo penso anche io e non è la prima volta che viene fuori qui sul forum.. :roll:

Per quanto riguarda l'accesso al rio Lerca...la prima volta che passo di lì prendo la deviazione e vado un pò a vedere.. :D


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 108 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it