Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è dom ott 24, 2021 4:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun feb 20, 2017 6:41 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
Bello comunque. Anzi prossimamente potrei fare un salto a fare qualcosa di simile. In effetti vorrei quantomeno fare la via der predao che non ho mai fatto.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: gio apr 13, 2017 8:47 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
Domenica 9 aprile 2017: Campiglia (380) – Fontana di Nozzano (330) – Monesteroli (100) – Spiaggia dei Nacchè (0) – Monesteroli (100) – Fontana di Nozzano (330) – Campiglia (380).

Partecipanti: Piera, Stefs e soundofsilence.

Lunghezza: 8,9 Km circa.

Dislivello: 400 m. circa.

Difficoltà: Al limite dell’EE la scalinata di Monesteroli, che non presenta particolari difficoltà, ma può spaventare per la ripidità chi non vi sia abituato, EE la discesa allo Scalo di Monesteroli, su sentiero ripido e franoso. F la scogliera verso i Nacchè, con vari passaggi su roccia, di I e II grado e infine PD la salita della paretina di 6 metri per accedere alla spiaggia dei Nacchè, che è un’arrampicata continua di almeno secondo grado, secondo più diciamo, data la notevolissima esposizione. Conviene attrezzarsi quindi, quantomeno per la discesa, con una corda di una sessantina di metri, da usare in doppia sull’impalcatura di una casa soprastante la paretina in questione, nonché imbragatura e discensore e\o cordini. Infine EE, F se si esplora un po’ di più, la visita allo scoglio Montonao, consigliabile solo con mare calmo, data l’estrema scivolosità dei guadi con l’acqua alta. Tutto il resto E.

Percorso in macchina: Da Genova a La Spezia coll’autostrada, quindi si attraversa la città seguendo i cartelli per Portovenere e Riomaggiore. Al bivio tra le 2 località si imbocca la strada per Portovenere e la si segue per 1,5 Km, dove si svolta a destra per Campiglia e ivi si arriva in circa 10 Km. Qui si può parcheggiare presso l’ex il campo di calcio poco prima del paese, visto anche che trovare posto più aventi non sempre è facilissimo e i posti, inoltre, dovrebbero essere riservati ai residenti.

Percorso a a piedi: dalla spianata dell’ex campo di calcio, ormai invaso dalla vegetazione, si prende il sentiero segnato sulla sinistra e lo si segue (possibile breve deviazione per punto panoramico tirando dritti alla prima svolta a destra del sentiero appena raggiunto il crinale) fino a giungere alla piazza della Chiesa di Campiglia, qui ci lasciamo a sinistra via Tramonti e continuiamo ancora qualche metro sulla strada principale, per imboccare quindi a sinistra Vico Codemin, l’ex sentiero 4B (che ora riporta una nuova numerazione che non ricordo). Al primo bivio, dopo qualche centinaio di metri in leggera discesa, lasciamo il sentiero segnato e prendiamo a sinistra un sentiero incavato e stretto tra due muri. Dopo 120 metri il sentiero piega decisamente a sinistra con una curva a 90 gradi, qui invece noi prendiamo una traccetta in direzione opposta (destra), seguiamo quindi il nuovo sentierino, stretto ma pulito, e dopo 460 metri giungiamo ad un bivio, dove continuiamo dritti, lasciando a sinistra una traccia in discesa verso Schiara. Altri 200 metri e ci ricolleghiamo al sentiero segnato (ex 4b) che imbocchiamo verso sinistra. In breve giungiamo ad una fonte (Fontana di Nozzano), dove prendiamo a sinistra, lasciando a destra il sentiero per Sant’Antonio. In poco più di 400 metri raggiungiamo la scalinata in discesa da Sant’Antonio verso Monesteroli e la imbocchiamo in discesa sulla sinistra. Scendiamo quindi per 260 metri e ci congiungiamo al sentiero proveniente dalla Fossola, per continuare la discesa verso Monesteroli, che in breve raggiungiamo. Scendiamo quindi, sempre assai ripidamente in mezzo alle case, e, al termine delle stesse, lungo il sentierino martoriato dalle frane che ci porta fino di fronte alla scoglio Montonao, sul quale possiamo salire, se il mare e calmo, compiendo una serie di guadi in successione saltando da una roccia all’altra. Allo Scoglio Montonao poi possiamo andare in cima con prudenza ed esplorarle la vetta. Esplorato il Montonao torniamo sulla scogliera e prendiamo verso ovest, affrontando subito alcuni passaggi in cui usare le mani. Superate 2-3 paretine con prudenza, facendo attenzione alle eventuali rocce scivolose, giungiamo ad un guado non affrontabile con mare mosso. Superato il guado, ormai a poche decine di metri dalla Spiaggia dei Nacchè, ci troviamo la strada sbarrata da una parete insormontabile. Qui o si prosegue per pochi metri nell’acqua, cosa indubbiamente non difficile d’estate col mare calmo, o scaliamo la paretina sopra di noi con estrema prudenza, data l’esposizione. Noi abbiamo scalato la parete e quindi siamo giungi facilmente in spiaggia. Esplorata la spiaggia si torna quindi sui propri passi fino a Monesteroli e quindi si risale fino perlomento al bivio per la Fontana di Nozzano. Da qui si può decidere se ritornare alla macchina sui propri passi o seguire qualche strada alternativa, ci sono in effetti varie possibilità: una è quella di seguire per intero l’ex 4b, di cui all’andata abbiamo saltato un pezzo, passando così un poco più in alto che all’andata, l’altra è di passare più bassi attraversando il paesino di Schiara; impossibile comunque descrivere precisamente tutte le varianti possibili, dato il dedalo di crose, scalinate e viuzze che percorrono le fasce di questa splendida terra, basta comunque dirigersi verso est e, prima o poi, si arriva a Campiglia, magari risalendo da Via Tramonti, l’unica controindicazione, oltre a quella di fare maggior dislivello, è quella di finire in sentieri infrascati, tipo alcuni tratti della vecchia via provinciale, che traversava in orizzontale a 100 m. di quota, tutta, o quasi, la terra di Tramonti.

Conclusioni: ennesima gita nelle splendide terre di Tramonti, che abbina la gettonatissima discesa a Monesteroli, alla “conquista” della selvaggia spiaggia dei Nacchè, dove si è senz’altro da soli, a meno che non attracchi qualche barca. Monesteroli è indubbiamente sempre affascinante con la sua spettacolare scalinata quasi sospesa tra il cielo e il mare e con bellissime viste sulla magnifica costa est (con le Isole di Portovenere) e ovest (con Punta Mesco, Capo Montenero, Punta Pineda e Punta Merlino), nonché l’impressionate vista a picco sullo Scoglio Montonao, mentre la spiaggia dei Nacchè aggiunge quel pizzico di selvaggio caratteristico di tutte le terre di tramonti, eccetto, appunto, Monesteroli. Si tratta in ogni caso di una bella e grande spiaggia, impreziosita dalla strana casa a foggia di “palafitta” su cemento, dalle finestre della quale si gode di una magnifica vista.

Immagine
Mare nella nebbia da punto panoramico Campiglia

Immagine
Torretta nei pressi di Campiglia

Immagine
Schiara e Ferale andando a Monesteroli

Immagine
Schiara e Ferale andando a Monesteroli più da vicino

Immagine
Vigne e vista verso Isole Portovenere andando a Monesteroli

Immagine
Vigne e mare sopra la Schiara andando verso Monesteroli

Immagine
Isole Portovenere andando verso Monesteroli

Immagine
Fontana in pietra presso Fontana di Nozzano

Immagine
Primo piano Scoglio Ferale andando verso Monesteroli

Immagine
Punta Merlino e Pineda scendendo verso Monesteroli

Immagine
Fiori gialli e Scoglio Ferale scendendo a Monesteroli

Immagine
Scalinata e Monesteroli

Immagine
Capo Montenero Punta Pineda e Punta Merlino scendendo a Monesteroli

Immagine
Punta Mesco Capo Montenero Punta Pineda e Merlino scendendo a Monesteroli

Immagine
Scoglio Montonao da sopra

Immagine
Fico d'India e mare scendendo a Monesteroli

Immagine
Scoglio Montonao scendendovi più da vicino

Immagine
Scoglio Montonao con sullo sfondo Capo Montenero Punta Pineda e Punta Merlino

Immagine
Scoglio Montonao scendendovi

Immagine
Salendo lo Scoglio Montonao

Immagine
Punta Monesteroli dallo Scoglio Montonao

Immagine
Spiaggia dei Nacchè dallo Scoglio Montonao

Immagine
Scoglio in mare da Montonao

Immagine
Sommità Scoglio Montonao e mare

Immagine
Sommità Montonao con Capo Montenero Punta Pineda e Merlino sullo sfondo

Immagine
Pendio Montonao e spiaggia Nacchè sullo sfondo

Immagine
Mare da Scoglio Montonao

Immagine
Sommità Scoglio Montonao con Capo Montenero Punta Pineda e Merlino sullo sfondo

Immagine
Sommità Scoglio Montonao con Capo Montenero Punta Pineda e Merlino sullo sfondo

Immagine
Punta Monesteroli da Scoglio Montonao

Immagine
Pomodoro di mare in Scoglio Montonao

Immagine
Scoglio Montonao dal guado

Immagine
Spiaggia dei Nacchè andandovi

Immagine
Spiaggia dei Nacchè andandovi più da vicino

Immagine
Parete scalata per Nacchè e scoglio Montonao

Immagine
Scoglio Montonao dai Nacchè

Immagine
Interno prima baracca ai Nacchè

Immagine
Interno prima baracca ai Nacchè più da vicino

Immagine
Spiaggia dei Nacchè e Punta Merlino dall'arenile

Immagine
Prima baracca in Spiaggia dei Nacchè con Montonao sullo sfondo

Immagine
'Palafitta' in spiaggia dei Nacchè

Immagine
'Palafitta' in spiaggia dei Nacchè

Immagine
Spiaggia dei Nacchè e Punta Merlino dall'arenile

Immagine
Interno 'Palafitta' in spiaggia dei Nacchè

Immagine
Scoglio Montonao da finestra 'Palafitta' in spiaggia del Nacchè

Immagine
Scoglio Montonao da finestra 'Palafitta' in spiaggia del Nacchè

Immagine
Mare da finestra 'Palafitta' in spiaggia del Nacchè

Immagine
Mare da finestra 'Palafitta' in spiaggia del Nacchè col flash

Immagine
Interno 'Palafitta' in spiaggia dei Nacchè col flash

Immagine
Interno piano superiore 'Palafitta' in spiaggia dei Nacchè

Immagine
Spiaggia dei Nacchè e Punta Merlino dall'arenile

Immagine
Scoglio in mare alla Spiaggia dei Nacchè e Punta Merlino sullo sfondo

Immagine
Spiaggia dei Nacchè con Montonao sullo sfondo

Immagine
Massi spiaggia Nacchè e Punta Merlino sullo sfondo

Immagine
Angolo ovest Spiaggia Nacchè e Punta Merlino sullo sfondo

Immagine
Spiaggia dei Nacchè con Montonao sullo sfondo

Immagine
Primo piano 'Palafitta' in spiaggia Nacchè

Immagine
Ciotoli Nacchè e Montonao sullo sfondo

Immagine
Prima baracca in Spiaggia dei Nacchè da sotto

Immagine
Spiaggia dei Nacchè da sopra

Immagine
Spiaggia dei Nacchè da sopra

Immagine
Scoglio Montonao risalendo a Monesteroli

Immagine
Montonao e sullo sfondo Capo Montenero Punta Pineda e Merlino risalendo a Monesteroli

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: gio apr 13, 2017 10:55 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 1092
Località: Pieve Ligure
che dire Sound... un applauso per questa nuova esplorazione =D> =D> Complimenti per esser andati oltre Monesteroli, l'ambiente finale è molto selvaggio, e forse l'accesso difficoltoso lo ha reso proprio così (peccato per il disordine delle baracche...)
Bravi per l'escursione : Thumbup : , che non sempre è fattibile, dipende dal meteo...
P.S. certo che quelle acque cristalline portano già all'estate!

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: gio apr 13, 2017 11:19 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 5249
Località: Genova / Imperia
Io non amo molto le escursioni "marine" :imbarazzo: , però questa è davvero uno spettacolo ! =D> =D> E che acqua :!: :!:
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: gio apr 13, 2017 16:36 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
daniele64 ha scritto:
Io non amo molto le escursioni "marine" :imbarazzo: , però questa è davvero uno spettacolo ! =D> =D> E che acqua :!: :!:
:smt006
A mio parere, altre escursioni in Tramonti sono anche più belle, Albana su tutte, il mare calmo però stavolta ha fatto risaltare di più le acque cristalline, che ci sono altrettanto in tutte le altre località di Tramonti.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun dic 04, 2017 12:20 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
Qui la traccia GPS: http://luoghidasogno.altervista.org/Mare/Liguria/RivieraLevante/Tramonti/Predao.htm

Sabato 11 Novembre 2017: Campiglia (385) – Via Provinciale (270-250) – Via der Predao (150) – Albana (0) – Casa Boccardo (190) – Campiglia (385) – Bocca dei Cavalin (343) – Cava Muzzerone (220) – Vetta cava Muzzerone (308) – Cava Muzzerone (220) – Bocca dei Cavalin (343) – Campiglia (385).

Partecipanti: Stefy, Gheroppa, Kay, Matteo e soundofsilence.

Lunghezza: 13 Km. circa.

Dislivello: 700 m. circa.

Difficoltà: E fino a quando si lascia Via Tramonti. EE il sentierino che porta alla via provinciale, EE lo scavalcamento del recinto per accedere alla via provinciale (occorre appendenrsi ad un albero), EE la via provinciale, stretta, sconnessa e a tratti infrascata, come, più o meno, anche il sentierino precedente. E il successivo tratto fino alle case del Persico, compresa la Via der Predao, EE la successiva discesa ad Albana, ma più facile dei sentieri precedenti. E la risalita sulla sterrata, ma EE lo scavalcamento del cancello per uscire dall’Agriturismo (questa volta reso più difficile da del filo spinato aggiunto nel varco nella recinzione a sinistra che avevo sempre sfruttato in precedenza); attualmente occore infatti scavalcare il cancello centralmente, dove non ci sono punte, ma la cosa è resa complicata dal fatto che il cancello è mobile e si inclina un po’ strapiombando. EE il sentiero dalla Bocca dei Cavalin fino al Muzzerone, per la presenza di alcuni tratti rocciosi, ma comunque semplici e decisamente meno problematici di quanto fatto in precedenza. EE anche la risalita del sentiero dentro la cava, ma comunque semplice, ed infine F la decina di metri per raggiungere la vetta, con un primo passo di II grado e decisamente esposto, ma facile, dopo.

Percorso in macchina: Da Genova a La Spezia coll’autostrada, quindi si attraversa la città seguendo i cartelli per Portovenere e Riomaggiore. Al bivio tra le 2 località si imbocca la strada per Portovenere e la si segue per 1,5 Km, dove si svolta a destra per Campiglia e ivi si arriva in circa 10 Km. Qui si può parcheggiare presso l’ex il campo di calcio poco prima del paese, visto anche che trovare posto più aventi non sempre è facilissimo e i posti, inoltre, dovrebbero essere riservati ai residenti.

Percorso a piedi: dal parcheggio si continua su asfalto fino alla piazzetta di Campiglia, dove si prende a sinistra e si inizia a scendere la scalinata di Via Tramonti. Dopo circa 170 metri, a quota 355 circa, si lascia via Tramonti per scendere dritti su un sentierino sconnesso e ripido sulla destra. Dopo circa 170 metri e a quota 295 circa, troviamo uno sbarramento, da aprire e richiudere (un po’ difficile a dire il vero) e, quindi, 50 metri dopo un recinto, per superare il quale occorre attaccarsi agli alberi e quindi saltare oltre. Non è comunque necessario seguire questo “percorso ad ostacoli”, qui lo riporto perché è quello che abbiamo fatto, ma va benissimo ed è anzi molto più facile e panoramico continuare per Via Tramonti fino alle prime case del Persico, poco prima delle quali ci si ricongiunge al percorso fatto da noi. Continuando invece nella descrizione di quello che abbiamo fatto, superata la recinzione si prende immediatamente a sinistra un’incerta e stretta traccia che, pressochè in orizzontale, dopo circa 700 metri, porta sul sentiero per il Navone, che imbocchiamo verso destra, in discesa. Scendiamo quindi per circa 200 metri le scalinate del Navone, fino a quota 150 circa, dove imbocchiamo sulla sinistra l’evidente sentiero denominato “Via der predao”. Il sentiero, recentemente restaurato, procede in orizzontale per circa 335 metri, per raggiungere quindi il sentiero per il Persico (Via Tramonti), abbandonato all’inizio per provare i nuovi sentieri testè descritti. Riprendiamo quindi a scendere la scalinata di Via Tramonti e 85 metri dopo (quota 120) esservicisi immessi, si può prendere a sinistra una traccia che sembra portare in casa di qualcuno, ma in realtà passa soltanto vicino alle proprietà senza entrarvi. Dopo 50 metri in orizzontale si piega decisamente a destra, davanti al cancello di una casa, e, in altri 75 metri ci si immette su un sentierino (proveniente dall’ultima casa del Persico) che imbocchiamo verso sinistra. Altri 40 metri e troviamo un bivio: a destra, dritto davanti a noi, una scaletta porta alla scogliera del Persico, mentre noi continuiamo a sinistra, raggiungendo ben presto le case di Albana. Passate le case arriviamo ad un piccolo prato, che dà accesso ad una pietraia sulla destra. Il sentiero scende lungo la pietraia, quindi passiamo sotto un canneto, dove notiamo sulla sinistra il bivio per il sedicente agriturismo “Le Rosse”, mentre noi proseguiamo dritti scendendo allo scoglio dello scalo e alla spiaggetta di Albana. Al ritorno si prende il bivio nel canneto per l’Agriturismo; subito troviamo un cancelletto fissato con un fil di ferro che apriamo e richiudiamo quindi giungiamo davanti al cancello dell’agriturismo, che aggiriamo verso destra per giungere alla strada sterrata che iniziamo a risalire. A quota 140 circa la sterrata è sbarrata da un cancello che, fino all’anno scorso, si superava abbastanza facilmente tramite un punto debole della recinzione sulla sinistra dello stesso, ma, attualmente, tale punto è stato richiuso con filo spinato e occorre scavalcare il cancello centralmente. Per chi non volesse scavalcare tale cancello l’unica alternativa è di ritornare a Campiglia per il sentiero dell’andata e quindi ricongiungersi al successivo itinerario effettuato seguendo la strada asfaltata in discesa verso la Bocca dei Cavalin. Noi invece abbiamo scavalcato il cancello e, non contenti, ne abbiamo superato un altro (attraverso un varco nel filo spinato della recinzione), per un rapida visita alla Casa Boccardo, che si effettua imboccando un’altra sterrata sulla destra (a quota 215 circa, 180 metri di deviazione). Visitata Casa Boccardo si continua a salire sulla sterrata fino a giungere, attraverso un cancello con varco pedonale aperto, all’asfalto della strada per Campiglia, dove, poco a sinistra, vi è l’ex campo sportivo dove abbiamo parcheggiato. Giunti sull’asfalto prendiamo quindi a destra e camminiamo sulla strada per circa 175 metri, per imboccare quindi un sentiero sulla destra che passa parallelo alla strada. Dopo 350 metri circa torniamo sull’asfalto in corrispondenza di un tornante, in località Bocca dei Cavalin, ma lo lasciamo subito per imboccare, continuando dritti, il sentiero 1 per Portovenere. Dopo 900 metri circa in cui attraversiamo varie zone rocciose, giungiamo allo splendido punto panoramico di Punta Pitone, rocce bianche a picco sul mare dalle quali possiamo avere una vista a volo d’uccello sul sottostante rosso Scoglio Galera. Poco più di 300 metri, quasi nascosto dalla vegetazione, troviamo sulla sinistra il bivio per AVG (Raccordo AVG – altavia del Golfo) che ignoriamo, per continuare dritti sul sentiero 1. Altri 300 metri e giungiamo sull’asfalto in corrispondenza di un tornante ed alcune panchine, qui dobbiamo continuare dritti su sentiero lasciando a sinistra l’asfalto, ancora più a sinistra la strada, nell’altra direzione, si trasforma in sterrata e va verso la Sella di Derbi. Dopo circa 170 metri di sentiero torniamo nuovamente su asfalto, che stavolta percorriamo per 275 metri, fino al primo tornante, dove prendiamo una scorciatoia (segnata in biancorosso come il resto del sentiero), che ci porta in breve alla strada soprastante. Percorriamo quindi la strada asfaltata e giungiamo in circa 100 metri al cancello della cava del Muzzerone, chiuso e posto davanti ad un grande scavo; da qui proseguiamo altri 100 metri sulla strada e quindi prendiamo a destra una sterrata che in pochi metri porta ad un cancello aperto dal quale entriamo nella cava. La sterrata sale sopra il grande scavo e quindi prosegue oltre su scale di legno, trasformandosi in sentiero. Dopo un traverso orizzontale il sentiero piega a sinistra in ripida salita raggiungendo la strada di cava, che percorriamo per alcuni metri verso destra, per poi lasciarla subito prendendo a sinistra la prosecuzione del sentiero (addirittura segnata con = rossi). Giungiamo così sul ciglio superiore dello scavo (a sinistra), mentre noi continuiamo sul sentiero segnato a destra, che, in breve, ci porta ad una piazzola panoramica con balaustra, sulla destra. Qui siamo pochi metri sotto una vetta (a sinistra) che, facendo attenzione e con un breve passo di scalata, possiamo raggiungere. Ridiscesi dalla vetta possiamo accedere ad una seconda piazzola panoramica che rimane leggermente a sinistra (scendendo) della stessa. Terminata così la visita alla cava torniamo sui nostri passi fino al punto in cui ci siamo immessi sulla strada di cava, qui, invece di riprendere il sentierino, possiamo seguire la strada di cava a destra che, con un giro più lungo e attraverso un cancello giallo-blu aperto prima, ci porta a raggiungere la strada asfaltata, che imbocchiamo verso sinistra in discesa.e seguiamo fino a ritrovarci sul percorso dell’andata in corrispondenza del cancello di cava superato all’andata. Da qui in poi torniamo sui nostri passi fino al parcheggio di Campiglia.

Conclusioni: splendido giro che coniuga la visita ad Albana, secondo me la più bella caletta di tutta la liguria, con uno dei più bei sentieri costieri (Campiglia-Portovenere), difficile fare di meglio. Peccato per i vari cancelli da superare, tutti comunque evitabili, come descritto nel percorso a piedi, senza che, peraltro, il giro ne risulti impoverito.

Immagine
Collegamento Persico - Provinciale

Immagine
Scoglio Ferale e Scalo Schiara dalla Via Provinciale più da vicino

Immagine
Scoglio Ferale e Scalo Schiara dalla Via Provinciale

Immagine
Mare del Persico più da lontano

Immagine
Passaggio tra le case al Navone

Immagine
Scalinata del Navone

Immagine
Ferale e Schiara dal Navone

Immagine
Ferale dal Navone

Immagine
Scalinata e casa al Navone

Immagine
Scritta su roccia al Navone

Immagine
Masso con coppelle al bivio per il Predao

Immagine
Giardino e Scoglio Ferale dal Predao

Immagine
Muretto e Scoglio Ferale dal Predao

Immagine
Casa sulla via der Predao

Immagine
Persico dall'alto

Immagine
Vigneti e scalinata andando ad Albana

Immagine
Palmaria Tino e Tinetto andando ad Albana

Immagine
Muzzerone Palmaria Tino e Tinetto andando ad Albana più da vicino

Immagine
Muzzerone Palmaria Tino e Tinetto andando ad Albana ancora più da vicino

Immagine
Scogliere Rosse e Scoglio Galera andando ad Albana

Immagine
Scogliere rosse Muzzerone e Isole Portovenere andando ad Albana

Immagine
Scogliere Rosse e Scoglio Galera andando ad Albana primo piano

Immagine
Scogliere rosse Muzzerone e Isole Portovenere andando ad Albana

Immagine
Scogliere Rosse e Scoglio Galera andando ad Albana più da vicino

Immagine
Scogliere rosse Muzzerone e Isole Portovenere andando ad Albana

Immagine
Spiaggetta Albana dallo Scalo

Immagine
Spiaggetta Albana dallo Scalo

Immagine
Scogliere Rosse Scoglio Galera e Muzzerone

Immagine
Scalo Albana di fronte a Scogliere Rosse Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Spiaggetta Albana dallo Scalo

Immagine
Scogliere rosse Muzzerone e Isole Portovenere da Scalo Albana

Immagine
Scogliera a ovest Albana

Immagine
Scalo Albana di fronte a Scogliere Rosse Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Spiaggetta Albana dallo Scalo

Immagine
Spiaggetta Albana dallo Scalo più da vicino

Immagine
Spiaggetta Albana scogliere Rosse Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Spiaggetta Albana scogliere Rosse Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Spiaggetta Albana scogliere Rosse Muzzerone e Isole Portovenere più da vicino

Immagine
Spigolo rosso spiaggetta Albana

Immagine
Scogliere multicolori ad Albana

Immagine
Spiaggetta Albana scogliere Rosse Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Strati di Diaspro contorti ad Albana

Immagine
Spiaggetta Albana Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Spiaggetta Albana dallo Scalo

Immagine
Palme e mare d'oro da sterrata agriturismo

Immagine
Casa Boccarda da sterrata agriturismo

Immagine
Barca in scia di luce da sterrata agriturismo più da vicino

Immagine
Muzzerone e Isole Portovenere da Sentiero 1

Immagine
Sentiero 1 e vista su Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Muzzerone e Isole Portovenere tra due mari da Sentiero 1

Immagine
Muzzerone e Isole Portovenere tra due mari da Sentiero 1

Immagine
Sentiero 1 tra gli alberi e vista su Muzzerone e Isole Portovenere

Immagine
Cava Muzzerone da dentro

Immagine
Penisole Le Grazie dalla cava

Immagine
Albana da punto panoramico cava Muzzerone

Immagine
Gheroppa su vetta cava

Immagine
Corda e Isole Portovenere da punto panoramico cava

Immagine
Vette Cava Muzzerone da altra vetta

Immagine
Isole Portovenere da vetta cava Muzzerone

Immagine
Punto panoramico cava Muzzerone da vetta

Immagine
Tramonto da punto panoramico Cava Muzzerone ancora più da vicino

Immagine
Gorgona e Capraia da punto panoramico Cava Muzzerone

Immagine
Tramonto da punto panoramico Cava Muzzerone ancora più da vicino

Immagine
Tramonto da punto panoramico Cava Muzzerone più da vicino

Immagine
Via di salita a vetta cava Muzzerone

Immagine
Tramonto da punto panoramico Cava Muzzerone più da vicino

Immagine
Tramonto da punto panoramico Cava Muzzerone più da vicino

Immagine
Tramonto dal sentiero 1

Immagine
Tramonto dal sentiero 1

Immagine
Tramonto dal sentiero 1

Immagine
Tramonto dal sentiero 1 più da vicino

Immagine
Tramonto da sentiero 1 più da lontano

Immagine
Tramonto da sentiero 1 più da lontano

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun dic 04, 2017 13:51 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 5249
Località: Genova / Imperia
E' proprio il caso di dire . " Che bei Tramonti !! " :risata:
Albana è davvero bella , ma la spiaggetta è più piccola di un fazzoletto piegato ...
Naturalmente Gheroppa non poteva esimersi dal salire in cima a quel roccione alla cava , eh ... :risata:
Comunque , bel giro , bravi !! =D> =D> =D>
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun dic 04, 2017 13:58 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
daniele64 ha scritto:
Albana è davvero bella , ma la spiaggetta è più piccola di un fazzoletto piegato ...

E' un difetto? Mica ci vuoi impiantare uno stabilimento? In ogni caso è meno piccola di quel che sembra e, comunque, raggiungibile a nuoto, c'è una successiva spiaggia "rossa" molto più grande, anche se, nell'occasione, il mare se l'era porta via, ma penso che prima o poi la riporterà...
daniele64 ha scritto:
Naturalmente Gheroppa non poteva esimersi dal salire in cima a quel roccione alla cava , eh ... :risata:

In realtà ci siamo saliti tutti.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun dic 04, 2017 19:05 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 1092
Località: Pieve Ligure
Bell'accoppiata Sound : Thumbup : Albana rimane sempre molto caratteristica e suggestiva con quelle rocce... "diabolici" invece i vari cancelli :risataGrassa: ma c'è proprietà privata, quindi ci stanno; potevano però capire che il passaggio pedonale perlomeno sarebbe da consentire...

Invece la cava fa un po' impressione :pensoso: mi sembra un po' lugubre, incassata in quel punto, oppure è soltanto la foto...

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun dic 04, 2017 19:25 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
teo-85 ha scritto:
Bell'accoppiata Sound : Thumbup : Albana rimane sempre molto caratteristica e suggestiva con quelle rocce... "diabolici" invece i vari cancelli :risataGrassa: ma c'è proprietà privata, quindi ci stanno; potevano però capire che il passaggio pedonale perlomeno sarebbe da consentire...

Invece la cava fa un po' impressione :pensoso: mi sembra un po' lugubre, incassata in quel punto, oppure è soltanto la foto...


Oddio, sulla proprietà privata ci sarebbe da dire, perlomeno per quanto riguarda i cancelli del sedicente agriturismo, che in realtà è solo la casa al mare di alcuni milanesi che si sono intascati il contributo regionale e non hanno mai aperto, mentre invece hanno chiuso il sentiero 11a che portava ad Albana. E' inconcepibile come si possa costruire una casa in un simile zona che dovrebbe essere salvaguardata, e ancora di più, che si possa chiudere un accesso al mare, che è un bene di tutti, come tra l'altro riconosciuto dalla legge, che però se ne lava le mani e non rende effettivo il diritto. Chiunque si fa una casa al mare non dovrebbe potersi appropriare della spiaggia, ma dovrebbe lasciare una servitù di passaggio per permettere a tutti di accedere. Purtroppo non è quasi mai così, nè in Italia, nè in Francia, a parte due casi "virtuosi", uno sulla Palmaria e uno a Fiascherino.
Può darsi la cava sia lugubre, ma è che era anche piuttosto buio, sicuramente però c'è un bel panorama e merita di entrarvi, tanto più che ci hanno messo un sentiero segnato all'interno....

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: mer dic 06, 2017 12:16 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
Qui la traccia GPS: http://luoghidasogno.altervista.org/Mare/Liguria/RivieraLevante/Tramonti/Cavo.htm

Sabato 18 Novembre 2017: Via Litoranea (260) – Punta del Cavo (0) – Canneto (0) – Via Litoranea (260)

Partecipanti: Matteo e soundofsilence.

Lunghezza: 4,5 Km. circa, 4,9 quelli percorsi da noi per qualche incertezza nel percorso.

Dislivello: 380 m. circa, 400 circa quelli percorsi da noi.

Difficoltà: EE, la discesa a Punta del Cavo, con qualche problema di orientamento, stretta, sconnessa e con l’ultimo tratto attrezzato, ma niente di particolarmente difficile, diciamo lo standard per Tramonti. La discesa al Canneto è poi ancora più difficile, con un impegno paragonabile ad un F, pur essendo più propria la valutazione EE non essendovi tratti di arrampicata, presentando l’attraversamento di una decina di metri di frana, piuttosti esposti e sdrucciolevoli (meglio usare una corda per un minimo di assicurazione per quanto possibile essendo il tratto in orizzontale) e per l’ultimo tratto per arrivarare alla spiaggia su pietraia instabile e ripida e solo parzialmente attrezzata con corde.

Percorso in macchina: Da Genova a La Spezia in autostrada A12, quindi bisogna attraversare la città seguendo le indicazioni per Cinque Terre e Portovenere.
Passiamo quindi per via Carducci, quindi Viale Italia, Via Amendola e infine Viale Fieschi, dove abbandoniamo le segnalazioni per Portovenere e giriamo a destra al semaforo seguendo invece quelle per le Cinque Terre e Riomaggiore.
Seguiamo quindi fino al decimo Km. la strada delle 5 Terre e qui, subito dopo l’ultima galleria prima del bivio per Riomaggiore, parcheggiamo in un ampio slargo sulla sinistra.

Percorso a piedi: dal parcheggio proseguiamo per poco meno di 200 metri in direzione Riomaggiore, fino a trovare una stretta scalinata sulla sinistra, che costituisce la partenza del sentiero. Scesi alcuni gradini il sentiero piega a sinistra e corre lungamente pressochè in piano in direzione est, con belle viste panoramiche fino alle Isole di Portovenere. Si giunge quindi ad un ponticello, che attraversiamo, per continuare sul sentiero a destra (ve n’è anche uno a sinistra in salita, maè infrascato e poco visibile) che prosegue ancora in piano. Dopo neanche 50 metri dal ponticello dobbiamo individuare una non evidente deviazione a sinistra, in salita, lasciando il più chiaro sentiero in piano che però si esaurisce davanti ad un cancelletto di una casa. Il muovo sentiero, un po’ infrascato nella parte iniziale, piega subito a destra e procede parallelo e molto vicino al sottostante che conduce, come detto, al cancelletto di una casa; passiamo quindi sopra la casa dopo la quale il sentiero piega a destra e continua in piano per circa 125 metri, per poi iniziare a scendere le fasce compiendo un angolo retto verso destra. Da qui in poi non è detto sia facilissimo individuare il percorso giusto, ma possiamo aiutarci prendendo come riferimento l’unica casa sottostante (100 m. di quota circa), alla quale dobbiamo arrivare. Poco prima della casa troviamo un cancelletto che apriamo e richiudiamo. Arrivati quindi alla casa occorre scendere pochi metri e quindi spostarsi ancora per pochi metri a sinistra per ritrovare il sentiero e continuare a scendere verso il mare. Il sentiero da qui in poi è chiaro e non si può sbagliare, arriviamo quindi fino al mare attraverso un ultimo tratto attrezzato con cavi d’acciaio. Visitata Punta del Cavo risaliamo fino alla casa e qui prendiamo a destra, aprendo e chiudendo due cancelletti e quindi trovandoci sul vecchio sentiero per il Canneto. Il nuovo sentiero è chiaro, ma ci troviamo ad attraversare una prima frana, piuttosto ben sistemata, e, poco dopo, una seconda, più piccola, ma assai meno sistemata. Qui si può usare una corda assicurandola a due grossi tubi di plastica, onde rendere per quanto possibile sicuro l’attraversamento. Superata la seconda frana il sentiero procede senza grossi problemi fino a giungere alla pietraia che da accesso alla spiaggia del Canneto. I primi metri sono assicurati con due corde, ma occorre poi arrangiarsi per scendere i successivi, per fortuna pochi, che conducono all’arenile. Per il ritorno sarebbe possibile compiere un anello tornando su dal nuovo sentiero del Canneto (come descritto qui: http://luoghidasogno.altervista.org/Mar ... nneto1.htm), ma, avendo lasciato la corda presso la succitata frana, ci tocca tornare per la stessa prima fino alla casa e, quindi, fino al parcheggio.

Conclusioni: ancora un nuovo accesso al mare a Tramonti, non credevo ce ne fossero altri (un grazie a Matteo per avermelo indicato), non il più bello sicuramente, ma neanche il più brutto, ammesso che in queste zone esista qualcosa di brutto. Interessante poi l’aver recuperato, perlomeno in parte, il vecchio sentiero per il Canneto e la sua bella spiaggia, con annessa piscinetta e cascata d’acqua dolce.

Immagine
Inzio sentiero e vista da Punta Castagna a Isole Portovenere

Immagine
Rudere infrascato su sentiero per Punta del Cavo

Immagine
Casa sotto sentiero per Punta del Cavo

Immagine
Recinto casa sotto sentiero per Punta del Cavo

Immagine
Matteo in sentiero per Punta del Cavo

Immagine
Vista da Punta Castagna a Tinetto da sentiero per Punta del Cavo

Immagine
Vigneti con Punta Castagna e Pineda sullo sfondo

Immagine
Scalinata per Punta del Cavo

Immagine
Vigneti con Punta Castagna e Pineda sullo sfondo

Immagine
Primo Piano Punta Castagna e Pineda scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Casa al bivio tra Punta del Cavo e Canneto

Immagine
Fasce e Campo Montenero da casa al bivio tra Punta del Cavo e Canneto

Immagine
Capo Montenero da casa al bivio tra Punta del Cavo e Canneto

Immagine
Punte rocciose a est di Capo Montenero da casa al bivio tra Punta del Cavo e Canneto

Immagine
Capo Montenero scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Punta del Cavo scendendovi

Immagine
Primo piano Punta del Cavo scendendovi

Immagine
Fasce con sullo sfondo Punta Castagna e Pineda scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Vigneti Canneto Punta Castagna e Punta Pineda

Immagine
Primo piano Punta Castagna e Pineda scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Canneto scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Vista fino a Capo Montenero scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Punta del Cavo da sopra

Immagine
Ruderi scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Punta del Cavo da sopra più a vicino

Immagine
Capo Montenero scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Scalinate e rudere scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Scoglio a Est di Punta del Cavo da sopra

Immagine
Scoglio a Est di Punta del Cavo da sopra più da lontano

Immagine
Terrazza alberata sopra Punta del Cavo

Immagine
Terrazza panoramica sopra Punta del Cavo

Immagine
Capo Montenero da terrazza panoramica sopra Punta del Cavo

Immagine
Punta del Cavo da terrazza panoramica

Immagine
Barca in mare scendendo a Punta del Cavo

Immagine
Scoglio a est Punta del Cavo e Canneto

Immagine
Scoglio a Est di Punta del Cavo da sopra più da lontano

Immagine
Scoglio a est Punta del Cavo Canneto Punta Castagna e Pineda

Immagine
Punta del Cavo e Scoglio a est

Immagine
Punta del Cavo e Scoglio a est più da vicino

Immagine
Ultimi scalini per Punta del Cavo

Immagine
Punta del Cavo e Scoglio a est

Immagine
Scoglio a est avvicinandosi a Punta del Cavo

Immagine
Terrazza rocciosa sopra Punta del Cavo con sullo sfondo Punta Castagna e Pineda

Immagine
Possibile discesa da terrazza rocciosa sopra Punta del Cavo

Immagine
Terrazza rocciosa sopra Punta del Cavo

Immagine
Vista su Punta Castagna e Pineda da sotto terrazza rocciosa

Immagine
Vista ovest da sotto terrazza rocciosa

Immagine
Punta del Cavo scoglio a est Punta Castagna e Pineda

Immagine
Roccia bucherellata a Punta del Cavo

Immagine
Terrazza rocciosa sopra Punta del Cavo da sotto

Immagine
Matteo e cancelletto su sentiero Per Canneto

Immagine
Casa al bivio con Punta del Cavo da sentiero per Canneto

Immagine
Freccia nera e cancelletto su sentiero per Canneto

Immagine
Cancelletto su sentiero per Canneto

Immagine
Spiaggia Canneto dal sentiero più da vicino

Immagine
Spiaggia Canneto Punta Castagna e Pineda andandovi

Immagine
Sentiero su frana sistemato andando al Canneto

Immagine
Matteo su sentiero e spiaggia Canneto

Immagine
Punte rocciose andando al Canneto

Immagine
Paletti sentiero spiaggia Canneto e Punta Castagna

Immagine
Frana su sentiero Canneto una volta superata

Immagine
Ultimo tratto sentiero e Spiaggia Canneto più da vicino

Immagine
Punte rocciose andando al Canneto più da lontano

Immagine
Piscinette su scogli andando al Canneto primo piano

Immagine
Frana scendendo al Canneto

Immagine
Canneto a sinistra e spiaggia omonima

Immagine
Tratto attrezzato per discesa a spiaggia Canneto

Immagine
Cascata con arcobaleno al Canneto

Immagine
Primo piano particolare cascata Canneto

Immagine
Primo piano arcobaleno in cascata Canneto

Immagine
Arcobaleno in cascata Canneto

Immagine
Cascata con arcobaleno al Canneto vista verticale

Immagine
Granchio al Canneto

Immagine
Piscinetta luccicante al Canneto

Immagine
Piscinetta al Canneto con Punta Castagna sullo sfondo

Immagine
Piscinetta al Canneto con Punta Castagna sullo sfondo

Immagine
Piscinetta al Canneto e vista verso spiaggia

Immagine
Piscinetta al Canneto con Punta Castagna sullo sfondo

Immagine
Piscinetta al Canneto con Punta Castagna sullo sfondo più da vicino

Immagine
Spiaggia Canneto e Punta Castagna risalendo

Immagine
Spiaggia Canneto risalendo

Immagine
Spiaggia Canneto risalendo più da vicino

Immagine
Scalinata risalendo sentiero per il Canneto

Immagine
Sentiero spiaggia Canneto e Punta Castagna

Immagine
Ponticello ad inizio sentiero Canneto presso casa al bivio per Punta Cavo

Immagine
Terrazza presso casa al bivio per Punta del Cavo

Immagine
Cancelletto sopra casa al bivio per Punta del Cavo

Immagine
Punta Castagna Pineda e Tino risalendo da Punta del Cavo

Immagine
Casa ad inizio sentiero Punta del Cavo da sopra

Immagine
Vigneti Punta Pineda Scoglio Ferale e Tino

Immagine
Sentiero tornando alla litoranea

Immagine
Punta Castagna Pineda Scoglio Ferale e Isole Portovenere tornando alla litoranea

Immagine
Punta Castagna Pineda Scoglio Ferale e Isole Portovenere tornando alla litoranea

Immagine
Punta del Cavo Pineda Castagna Scoglio Ferale e Isole Portovenere

Immagine
Punta del Cavo Pineda Castagna Scoglio Ferale e Isole Portovenere

Immagine
Punta Castagna Pineda Scoglio Ferale e Isole Portovenere primo piano

Immagine
Punta Castagna Pineda Scoglio Ferale e Isole Portovenere primo piano

Immagine
Punta Pineda Scoglio Ferale e Isole Portovenere primo piano

Immagine
Vigneti e vista fino a Isole Portovenere tornando alla litoranea

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: lun dic 11, 2017 12:58 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
Qualche nuova foto di Punta Merlino, qua trovate descrizione percorso e traccia gps:
http://luoghidasogno.altervista.org/Mare/Liguria/RivieraLevante/Tramonti/Grimaldo.htm

Immagine
Chiesa Angeli Custodi alla Fossola

Immagine
Inizio discesa per Punta Merlino

Immagine
Monesteroli scendendo a Punta Merlino

Immagine
Punta Pineda scendendo a Punta Merlino

Immagine
Monesteroli scendendo a Punta Merlino più da vicino

Immagine
Casa del Merlino

Immagine
Fiore d'Agave e Punta Pineda scendendo a Punta Merlino

Immagine
Fossola Nacchè e Monesteroli scendendo a Punta Merlino

Immagine
Scalo Fossola e Nacchè scendendo a Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo scendendo a Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo scendendo a Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo scendendo a Punta Merlino più da vicino

Immagine
Scogliera stratificata e Punta Pineda scendendo a Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo primo piano scendendo a Punta Merlino

Immagine
Parte sinistra Scoglio Grimaldo e Monesteroli

Immagine
Scogliera stratificata e Punta Pineda da Punta Merlino

Immagine
Primo piano stratificazioni Scoglio Grimaldo

Immagine
Scoglio Grimaldo da Punta Merlino più da lontano

Immagine
Scoglio Grimaldo da Punta Merlino più da lontano

Immagine
Scogliera stratificata e Punta Pineda da Punta Merlino

Immagine
Casa del Merlino spunta appena da Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo da Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo da Punta Merlino

Immagine
Scoglio Grimaldo salendo da Punta Merlino

Immagine
Matteo in salita da Punta Merlino

Immagine
Casa del Merlino risalendo

Immagine
Casa del Merlino e Punta Pineda

Immagine
Scia di luce e tramonto risalendo da Punta Merlino

Immagine
Scia di luce e tramonto risalendo da Punta Merlino

Immagine
Scia di luce e tramonto risalendo da Punta Merlino più da vicino

Immagine
Scia di luce e tramonto risalendo da Punta Merlino

Immagine
Scia di luce e tramonto risalendo da Punta Merlino più da vicino

Immagine
Scia di luce con barca e tramonto risalendo da Punta Merlino

Immagine
Scia di luce e tramonto primo piano risalendo da Punta Merlino

Immagine
Scia di luce e tramonto risalendo da Punta Merlino

Immagine
Monesteroli e Montonao risalendo da Punta Merlino

Immagine
Momento esatto del tramonto risalendo da Punta Merlino

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: dom ott 14, 2018 20:42 
Non connesso
Matricola

Iscritto il: dom mag 18, 2008 23:53
Messaggi: 43
Ciao, oggi per la prima volta sono stato a campiglia e poi al persico andata e ritorno, ho visto dopo che c'era la possibilità di fare anello con navone e volendo albana, comunque posto magnifico ho fatto il bagno e in spiaggia si stava benissimo, volevo chiedervi, questa zona è parco 5 terre o parco di portovenere?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: mer ott 17, 2018 17:33 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 669
Località: La Spezia
Ciao,

Parco Nazionale delle 5 Terre.

http://www.parconazionale5terre.it/map.php

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: mer ott 17, 2018 20:02 
Non connesso
Matricola

Iscritto il: dom mag 18, 2008 23:53
Messaggi: 43
Lord Mhoram ha scritto:
Ciao,

Parco Nazionale delle 5 Terre.

http://www.parconazionale5terre.it/map.php


Ciao, ti ringrazio per la risposta e hai ragione, ho chiesto anche all'ente parco e mi hanno detto che è proprio zona di confine del parco.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: sab giu 01, 2019 14:21 
Non connesso
Matricola

Iscritto il: dom mag 18, 2008 23:53
Messaggi: 43
Ciao a tutti, domani volevo fare un'escursione in zona e vi chiedo qualche info e consiglio, l'anno scorso ho fatto la discesa e il bagno alla spiaggia del Persico ma non sono andato ad Albana, Navone ecc, ora vorrei vedere qualche altro posto e magari anche più di uno se si riesce. Monesteroli e Schiara non hanno spiaggia per fare il bagno? Da Navone cè un collegamento senza risalire molto per Schiara?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: sab giu 01, 2019 16:02 
Non connesso
Rianimatrice del forum
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 22, 2009 15:16
Messaggi: 4654
Località: sanremo
'ah qui su q0 c'era un topic di foto al tramonto?'

no :risata: :risata: :risata:

anche se in effetti ci sono i tramonti

bellissimo posto e complimenti per le foto!

xmas, mi spiace, mai stata, quindi devi aspettare la risposta di qualcun altro

_________________
Facebook
youtube
youtube asmr


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: sab giu 01, 2019 18:36 
Non connesso
Riesploratore
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 29, 2007 11:42
Messaggi: 6675
Località: genova - marassi
xmas43 ha scritto:
Ciao a tutti, domani volevo fare un'escursione in zona e vi chiedo qualche info e consiglio, l'anno scorso ho fatto la discesa e il bagno alla spiaggia del Persico ma non sono andato ad Albana, Navone ecc, ora vorrei vedere qualche altro posto e magari anche più di uno se si riesce. Monesteroli e Schiara non hanno spiaggia per fare il bagno? Da Navone cè un collegamento senza risalire molto per Schiara?

Monesteroli è una scogliera, forse un pò scomoda per fare il bagno, ma io non me ne intendo in effetti, che quello dei bagni al mare non è un mondo che conosco...
Schiara forse è un poco meglio.
Molto meglio decisamente Albana e Navone.
Dal Navone per andare alla Schiara si deve risalire fino a 250 metri di quota.
Se hai bisogno di altre informazioni guarda sul mio sito o chiedi, magari su facebook, di cui trovi il link sull'home page del mio sito appunto.

_________________
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spiagge di Tramonti.
MessaggioInviato: sab apr 10, 2021 9:19 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 669
Località: La Spezia
Ciao a tutti,

segnalo che purtroppo l'accesso alla Gambassa è franato e la spiaggia stessa è ormai semi-sepolta dai detriti.

Suggerisco di evitare questo percorso a causa dell'instabilità del terreno.

Buone camminate a tutti.


Allegati:
20210409_145752.jpg
20210409_145752.jpg [ 1.18 MiB | Osservato 489 volte ]
20210409_145747.jpg
20210409_145747.jpg [ 1.42 MiB | Osservato 489 volte ]

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it