Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è lun feb 18, 2019 11:52

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Punta Roccati
MessaggioInviato: lun ago 05, 2013 22:43 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio set 25, 2008 18:28
Messaggi: 1835
Località: GE - Pianderlino
Punta Roccati da San Giacomo di Entracque 31/07/2013
Sviluppo totale: circa 21km
Dislivello: circa 1450m
Difficoltà PD


Inutile introduzione che potete tranquillamente saltare

A volte leggo della scelta della vetta: chi si documenta storicamente e cita a memoria i primi salitori, chi la vuole solo una volta per non tornarvi mai più. Io, spesso, più semplicemente o la vedo da lontano e mi piace al primo sguardo o cercando sulla carta mi incuriosisce per la sua posizione. Un terzo metodo di scelta è quando leggo il nome di una cima poco nominata.
Questa volta ho scelto basandomi sulla scarsa notorietà della vetta.

Informata sulla scelta la compagna di merende Arietina, dopo averle spiegato sommariamente la gita ella si mostra subito d'accordo. Abbiamo ormai appurato che ci accomuna un lieve masochismo e le vette facili e panoramiche le lasciamo alle uscite di gruppo preferendo i percorsi lunghi, possibilmente ravanosi e con probabilità di rientro dopo il tramonto.

Qui inizia la relazza vera e propria

Dopo un vano tentativo, complice un cantiere di lavoro, di farci sbagliare strada ecco il bolide azzurro sfrecciare verso Entracque e poi su sino a San Giacomo.
Partenza alle 8,20 di buon passo; parlando del più e del meno ci troviamo a sorpassare prima una coppia, poi poco dopo una signora con buon passo. Questi saranno gli unici incontri della giornata (a parte dei francesi che ci hanno salutato – o almeno spero quelli fossero saluti – sotto al Gelas).
La giornata si annunciava tersa e così è stata per tutto il giorno; sin dall'inizio della sterrata il verde ancora acceso della valle si lasciava abbracciare dal blu intenso di un cielo sgombro da nubi.

Percorrendo qualche scorciatoia entriamo nel Piano del Praiet, sotto al Rifugio Soria Ellena (lì accanto l'unica fonte del percorso) dopo 1h45'. Qui le indicazioni non sono eccellenti e noi saliamo prima al rifugio per poi ridiscendere al centro della valle.
Allegato:
sotto al Soria Ellena 364.JPG
sotto al Soria Ellena 364.JPG [ 402.75 KiB | Osservato 1351 volte ]


Proseguiamo sul percorso che nel frattempo da sterrata è diventato sentiero sino a trovare il bivio con indicazioni per il Lago della Maura e svoltiamo (quota 1900m) a sinistra sul sentiero M18.
Allegato:
P1120369.JPG
P1120369.JPG [ 591.73 KiB | Osservato 1351 volte ]


Da qui s'inizia a salire zigzagando e da lì a poco incontreremo i primi rododendri. A quota 2200m attraverseremo un piccolo guado e da qui il profilo della Punta Roccati inizia a delinearsi meglio. Ci sentiamo bene ma saliamo con passo normale per tenerci le energie in caso di difficoltà (che non troveremo).
Allegato:
Alpi e Lago della Maura 379.JPG
Alpi e Lago della Maura 379.JPG [ 419.89 KiB | Osservato 1351 volte ]


Giunti verso i 2430m troviamo il bivio per il Lago della Maura: ecco, siamo quasi al bivio. Percorsi altri 150m il sentiero piega verso sinistra per poi scollinare poco dopo verso il Passo dei Ghiacciai e i Laghi del Gelas, noi invece poco dopo una targa-memoria prendiamo per una traccia accennata in mezzo alle pietre: tale traccia che conduce alla Forcella Roccati non è sempre visibilissima ma è segnalata da molti bolli rossi.
Allegato:
Forcella e Punta Roccati 371.JPG
Forcella e Punta Roccati 371.JPG [ 472.05 KiB | Osservato 1348 volte ]


Allegato:
il sentiero di salita da poco dopo il bivio per la Forcella Roccati 374.JPG
il sentiero di salita da poco dopo il bivio per la Forcella Roccati 374.JPG [ 472.85 KiB | Osservato 1351 volte ]


Ultima modifica di Lusciandro il lun ago 05, 2013 23:01, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: lun ago 05, 2013 22:50 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio set 25, 2008 18:28
Messaggi: 1835
Località: GE - Pianderlino
In circa 20m durante i quali la traccia da normali pietre si trasforma in sfasciume da 2 passi avanti e uno indietro eccoci arrivare alla Forcella Roccati per entrare nella valletta innevata a NW del Gelas.
Allegato:
inizia lo sfasciume 376.JPG
inizia lo sfasciume 376.JPG [ 520.1 KiB | Osservato 1349 volte ]


Da qui seguendo la relazione perdiamo una decina di metri, ci spostiamo di alcune decine di metri a W sino a scorgere una cengia erbosa raggiunta la quale inizia il percorso alpinistico che in circa 40 – 50m di dislivello ci condurrà sulla bifida vetta.
Allegato:
verso la prima vetta 380.JPG
verso la prima vetta 380.JPG [ 535.92 KiB | Osservato 1349 volte ]

Dalla cengia si vede il chiodo con cordini e moschettone ad una quindicina di metri e si continua a muoversi in diagonale a sinistra sino alla cresta; trattasi di placconata abbattuta e con molte fessure e appigli che le relazioni indicano come III-. Si scende ora di pochi metri per risalire di qualcuno in più e raggiungere la vera vetta. Tra le due vette distanti una quindicina di metri si passa su una crestina affilata (roccia buona) che potrebbe creare qualche problema a chi soffre l'esposizione. Qui Arietina ha un moto d'affetto verso le rocce e ci si struscia ripetutamente riportando diversi graffi alle gambe (classico esempio di feticismo montano) #-o :lol: . Lasciata a malincuore la roccia (almeno per il momento visto che al ritorno ripeterà la manovra) ci spostiamo sulla vetta per un velocissimo pasto.
Allegato:
la Forcella vista dalla vetta 383.JPG
la Forcella vista dalla vetta 383.JPG [ 531.24 KiB | Osservato 1349 volte ]


Allegato:
Panorama verso il Colle di Finestra e Lago Praiet 386.JPG
Panorama verso il Colle di Finestra e Lago Praiet 386.JPG [ 1.08 MiB | Osservato 1349 volte ]


Alle 15 si riparte. Discesa in doppia, riconquistiamo la Forcella e poi giù di corsa sugli sfasciumi in un modo che mi ricordava un passo di un libro di Kerouac (La Strada?).
Raggiunto il sentiero inizia il taglio selvaggio del sentiero per arrivare a San Giacomo ad un'ora decente (le manovre di corda e quelle lascive di Arietina sono durate molto più del previsto) che raggiungeremo alle 18.
Allegato:
Commento file: Ultimi sguardi
P1120393.JPG
P1120393.JPG [ 826.75 KiB | Osservato 1349 volte ]


Gita da 4 stelle su 5: la parte iniziale non è indimenticabile ma dai 2200m in poi il panorama si apre (soprattutto con tempo bello). Dalla vetta bella vista sui nevai e laghetti in zona. Purtroppo non abbiamo avuto tempo per scollinare verso la Maledia né per visitare il Lago della Maura. La parte alpinistica leggendo le relazioni ci era parsa più lunga ma è comunque divertente.
Qui il percorso fatto (mappa Openstreetmap con schermata da MyTourBook) e altimetria della gita
Allegato:
Openstreetmap-Punta Roccati.jpeg
Openstreetmap-Punta Roccati.jpeg [ 106.68 KiB | Osservato 1349 volte ]


Allegato:
MyTourBook-Punta Roccati altimetria.jpeg
MyTourBook-Punta Roccati altimetria.jpeg [ 31.24 KiB | Osservato 1349 volte ]


Lusciandro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: mar ago 06, 2013 9:32 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
Lusciandro ha scritto:
A volte leggo della scelta della vetta: chi si documenta storicamente e cita a memoria i primi salitori, chi la vuole solo una volta per non tornarvi mai più. Io, spesso, più semplicemente o la vedo da lontano e mi piace al primo sguardo o cercando sulla carta mi incuriosisce per la sua posizione. Un terzo metodo di scelta è quando leggo il nome di una cima poco nominata.
Questa volta ho scelto basandomi sulla scarsa notorietà della vetta.

Informata sulla scelta la compagna di merende Arietina, dopo averle spiegato sommariamente la gita ella si mostra subito d'accordo. Abbiamo ormai appurato che ci accomuna un lieve masochismo e le vette facili e panoramiche le lasciamo alle uscite di gruppo preferendo i percorsi lunghi, possibilmente ravanosi e con probabilità di rientro dopo il tramonto.


anche la scinty ed io la pensiamo proprio così!!

Bella gita, bravi.

Ricordo una discesa dalla forcella Roccati col buio incombente, con Colsub, dopo la traversata degli italiani...

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: mar ago 06, 2013 10:35 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
Alec ha scritto:
anche la scinty ed io la pensiamo proprio così!!


:diavoletto:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: mar ago 06, 2013 10:44 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 29, 2009 10:24
Messaggi: 1497
Località: zena
Lusciandro ha scritto:

... e poi giù di corsa sugli sfasciumi in un modo che mi ricordava un passo di un libro di Kerouac...

dovrebbe essere "I vagabondi del dharma" :wink:

_________________
It's only through changes that we grow


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: mar ago 06, 2013 11:00 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
Bella ...mi piace....
Le difficoltà tra l'altro sono concentrate in 40-50 metri di dislivello......potrei anche riuscire a gestirle.....
Probabilmente mi procurerebbe qualche ansia il passaggio da una vetta all'altra però ....non sarebbe disdicevole nemmeno raggiungere soltanto la prima delle due :risataGrassa:

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: mar ago 06, 2013 11:29 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio set 25, 2008 18:28
Messaggi: 1835
Località: GE - Pianderlino
same ha scritto:
Lusciandro ha scritto:
... e poi giù di corsa sugli sfasciumi in un modo che mi ricordava un passo di un libro di Kerouac...

dovrebbe essere "I vagabondi del dharma" :wink:
: Thanks : Ricordo che inizialmente erano terrorizzati al pensiero di rotolare giù, poi hanno iniziato a correre giù dal monte. : Thumbup :
serena ha scritto:
Probabilmente mi procurerebbe qualche ansia il passaggio da una vetta all'altra però ....
Ecco un'altra pronta a fare lap-dance contro una roccia tagliente :ahah: :risataGrassa:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Punta Roccati
MessaggioInviato: mer ago 07, 2013 23:01 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer mag 23, 2007 16:16
Messaggi: 1079
Località: Costigliole Saluzzo (Cn)
Per due graffetti che mi sono fatta.. :risataGrassa:

Comunque una gita con cielo azzurrissimo così è da segnare..meraviglioso!! : Thumbup :


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it