Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è lun nov 18, 2019 15:22

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun lug 19, 2010 19:31 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 14:51
Messaggi: 6508
Località: Quargnento (AL)
Salve gente!
Cotto e stracotto dal venerdì (ore 16 ... matrimonio a Torino : WallBash : ...... Grande Tobia!!! :uahuah: ) sabato parto verso le 14 col mitico Zazza!
Siamo entrambi in discreta forma. Io reduce dalla nord del GranPa e da altre salite (10000 mt di dislivello nei primi 20 gg di luglio!!!). Lui nel sacco ha già messo la Mellano-Perego e la Saluard.

Per l'indomani abbiamo in mente lo sperone Campia sulla ovest dell'Argentera.
Un vione ... d'ambiente o trad come si suole dire oggi.
800 metri ... grado D ...
Saliamo al Bozano in poco più di un'ora.
Marco come al solito ci accoglie benissimo ... mi propone la "tessera fedeltà" .. visto che in meno di due mesi son salito ben 4 volte!

C'è parecchia gente. Bene!
Solito ambientino cordiale e piacevole.
Prima del buio controlliamo bene la parete, le relazioni .. e ci consultiamo anche coi presenti.

Cena e poi nanna.
Sveglia comoda .. ore 5.
Colazione e poi via: sono le 6.
Di solito chi va per la Campia parte prima, ma, parola di Marco: "voi siete veloci". Mah? Speriamo.
Cmq, fino all'attacco del forcella saliamo in 20'.
Poi il fatto di non avere i ramponi e una sola picca ci rallenta un po'. Inizialmente scaliniamo ... poi passo davanti io e tiro su dritto verso la cengia .. per roccia!
Raggiunta la grande cengia partiamo veloci ... troppo veloci .. per la cengia "bianca" .. già! Troppo veloci .. la cengia la percorriamo tutta!
Passiamo il Promontoire ... il primo sperone .. il secondo della Campia e anche il terzo.
Attacchiamo a destra della Salesi (forse .....) e saliamo.
Saliamo ... prima su rocce facili, poi via via più dritte ed esposte. Difficoltà non eccessive .. ma visto che siamo delle bestie .. saliamo e basta.
Roccia a tratti così così ... torrioni e lame ... una bella arrampicata.
Il tiro più duro penso d'averlo affrontato io ... forse un V ... forse .. nel punto dove, mi son detto .. "mmmhh .. forse è meglio mettere un qualcosa di buono ..." e li ho piantato un chiodo.

Saliamo e saliamo ... un po' troppo forte però .. infatti quando ci rendiamo conto di essere fuori .. ma beh, fuori, forse "fuori quanto noi due" ;) ... ad ogni modo quando ci siamo resi conto della minkiata eravamo molto in alto.
Allora cominciamo a guardarci attorno .. "allora .. quello potrebbe essere il Freschfield ... quindi .. se tagliamo magari finiamo sulla Sigismondi" .. così facciamo.
Arriviamo a vedere le cordate sulla Sigismondi .. però .. però tra noi e la cresta c'è una fascia di roccia di 200 mt strapiombante e liscia!
Sono le 10.30 ... azz .. che fare?
O forziamo verso l'altro ... muro rosso ... all'apparenza duro .. forse molto duro .. oppure scendiamo!
Io vorrei salire ... Claudio non è d'accordo.
Io non posso dire quando dura potrebbe essere l'uscita... ma ho la sensazione che 150 mt e siamo fuori .. son però sicuro che per scendere sarà eterna.
Claudio teme che sia dura l'uscita .. e sicuramente non si rende ben conto di quando siam saliti.

Ad ogni modo ... lui vuole scendere .. è presto ... quindi si scende!
Ci metteremo circa 3 ore a scendere lungo lo sperone che abbiamo fatto in salita.
Quasi tutto arrampicando. Faremo solo una doppia sul tiro + duro.

"certo che visto così .. brrr .. è proprio dritto ..."

Io e Claudio ci conosciamo da anni e abbiamo una cosa grandiosa in comune: la calma!
Nulla ci smuove. Dobbiamo scendere di 800 mt .. e allora?

Ovviamente raggiunto l'attacco non è finita .. ci sono le cengia e il Forcella, con la sua bella neve ghiacciata!

Passo dopo passo ... torniamo al rifugio ... Marco rimane stupito: "ehhh .. che ci fai qui?"
"Sai non ci bastava in salita .. così lo abbiamo anche ridisceso" :risata:

Discesa e viaggio li abbiamo passati a discutere ... ma dove, come .. che via????
Beh, il viaggio in realtà lo abbiamo passato .. io guidando e Zazza dormendo (come al solito ;)) ... verso Alba si desta .. proprio in quell'istante Virgin che ti passa?

Born ti be Wild!!

"Claudio!!! Questa è tua!!!
Like a true nature's child
We were born, born to be wild
We can climb so high
"

Ma la bestia (in senso buono ovviamente) ha continuato a studiare e questa mattina mi scrive:

"Ciao
secondo me abbiamo attaccato il primo lo sperone a destra del 42f poi dpo aver attraversato il ripiano e risalito le rocce sul filo a destra del ripiano ci siamo ricongiunti con l'itinerario 42d seguito sino a quasi a quella cuspide che non abbiamo raggiunto
Abbiamo fatto una via nuova direi
ciao ti telefono nel pomeriggio
"


Adesso, Chry lo sa, a dire il vero se la cosa è vera o meno non mi frega nulla. Una cosa sola è importante: aver vissuto una vera avventura.
L'alpinismo è avventura. E l'essere salito totalmente "bendati" è stato fantastico!

Claudio!!! Come la nostra invernale a - 37 °C ... ricordi????

: Thumbup :

_________________
«They call me the breeze, I keep blowing down the road - I ain't got me nobody, .......»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 19, 2010 20:50 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 20:54
Messaggi: 670
Località: San Michele (AL)
Siete veramente due BESTIE !!!! (...anche qui nel senso buono neh !) : Thumbup : : Thumbup :


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 19, 2010 22:14 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 02, 2008 20:47
Messaggi: 2202
Località: Piemonte
e si ! Bestie ! ma da salita : Thumbup :
Mitici

_________________
“L’acqua esiste per la sopravvivenza del corpo. Il deserto esiste per la sopravvivenza dell’anima”
Proverbio Tuareg


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 19, 2010 23:08 
Non connesso
Trentesimo quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 10, 2006 23:44
Messaggi: 8516
Località: Genova-Aosta
...molto bella la descrizione e molto bravi!

Potreste fare la relazione pezzo per pezzo per capire bene, con foto e poi andare a ripetere la via segnando i tiri e se la via è nuova davvero farne un tracciato per i ripetitori!

ciao

chry

_________________
Alexander - "Non ditemi che non lo posso fare" (Lost).


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 20, 2010 12:14 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 07, 2008 12:24
Messaggi: 1064
Località: Bologna / Riviera apuana
:risata: : Thumbup :


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 20, 2010 14:40 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 14:51
Messaggi: 6508
Località: Quargnento (AL)
davec77 ha scritto:
:risata: : Thumbup :


sai già no?
io ci torno .. o la Campia o Promontoire ... fai tu .. se vuoi venire :strizzaOcchio::

_________________
«They call me the breeze, I keep blowing down the road - I ain't got me nobody, .......»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer lug 21, 2010 19:14 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 14:51
Messaggi: 6508
Località: Quargnento (AL)
Claudio .. noto come Zazza .. sbuca ..
Immagine

l'Argentera: lo sperone al centro è il Campia
Immagine

il rifugio
Immagine

bestie
Immagine

e questa? che "bestia" è?
Immagine

Si parte
Immagine

certo che i ramponi potevamo anche portarli ... vai di scalini :risata:
Immagine

da dove caz ..... zo siamo?
Immagine

ultima doppia sul couloir
Immagine

che facce :risata:
Immagine

_________________
«They call me the breeze, I keep blowing down the road - I ain't got me nobody, .......»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer lug 21, 2010 19:33 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11716
Località: Savona
che mitici :risata: :risata: :risata:

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven lug 23, 2010 13:41 
Non connesso
Il Duca
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 30, 2006 14:18
Messaggi: 3295
Località: Celle L. (SV)
Immagine

....mi...ia !!!


na billizza !!!! :risata:

grandissimi :!:


Cita:
Passo dopo passo ... torniamo al rifugio ... Marco rimane stupito: "ehhh .. che ci fai qui?"
"Sai non ci bastava in salita .. così lo abbiamo anche ridisceso"


:ahah:

_________________
"E®ne" ...VECCHIA BELINA DOC.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven lug 23, 2010 14:35 
Non connesso
Trentesimo quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 10, 2006 23:44
Messaggi: 8516
Località: Genova-Aosta
: WallBash : : WallBash : : WallBash : : WallBash : : Thumbup : : Thumbup : : Thumbup : : Thumbup :

_________________
Alexander - "Non ditemi che non lo posso fare" (Lost).


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab lug 24, 2010 14:30 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
: Groupwave :

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argentera - Sperone Campia
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 10:57 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: ven nov 10, 2006 11:35
Messaggi: 166
Onestamente non dovrei essere di certo io a scrivere queste due righe anzi solo a pronunciare il nome di Campia dovrei sciacquarmi la bocca, ma visto che c'ero e che 'Grafite' difficilmente scriverà (ma spero che intervenga in caso di delucidazioni) eccomi a parlare di questa splendida via.

Senza scomodare le Dolomiti qui' ci si trova nella parte piu' selvaggia delle belle Alpi Marittime, lo sperone individuato e scelto da Campia per salire alla vetta si trova confinato tra due poderosi canali. Salendo nella parte alta i canali 'stringono' lo sperone creando pinnacoli, denti, e gendarmi imponenti, è proprio in questi punti che si trobano i tiri piu' duri.
Sulla via ci saranno una decina di chiodi in tutto , alcuni nei punti chiave altri invece sono ritirate che inducono all'errore quindi prestare attenzione.
Siamo partiti alle 6 dal rifugio e siamo arrivati alla croce della Cima Sud alle 6 del pomeriggio. E' giusto è tanto? Non lo so' , le relazioni parlano di 6 ore per la sola parte di arrampicata a cui c'e' da aggiungere il salto del nevaio, il superamento dello zoccolo e la salita del plateau sommitale per la cima inoltre il tempo per l'individuazione della via basata su relazioni d'antan (su questo itinerario saliranno 2 o 3 cordate l'anno se va bene).
Arrivati in cima non cedere lla tentazione di rilassarsi c'e' sempre da percorrere la cengia della 'normale'.

Aggiungo, per chiudere, che per me è stato un vero e proprio 'viaggio' soprattutto a livello mentale da cui sono uscito abbastanza provato. Complimenti invece a Grafite e consorte sempre all'altezza della situazione e al mio compagno di corda Paolo di Dronero con cui è sempre un piacere andare in montagna.

Metto alcune foto le altre sono qui':
Sperone Campia alla Cima Sud dell'Argentera (mt.3.297)

Immagine
Immagine
Immagine

_________________
Immagine
Naviga nelle mie foto ...

Il mio Profilo e la pagina di Alefoto.it su Facebook


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 11:30 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
Grandiosa salita =D>

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 11:38 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12173
Località: Genova
Grandissimi, la seconda foto mi impressiona! :shock:
Che salita! L'avevo intuito che grafite fosse una donna con le palle! : Thumbup :

(ops, forse Grafite come utente è la coppia?)

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 14:51 
Non connesso
Utente di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 02, 2007 8:42
Messaggi: 52
Località: savoonnnaa
scinty ha scritto:
Grandissimi, la seconda foto mi impressiona! :shock:
Che salita! L'avevo intuito che grafite fosse una donna con le palle! : Thumbup :

(ops, forse Grafite come utente è la coppia?)



oddio! scambiato per donna con le palle! Lo sapevo che dovevo nascere "gnocca" (spero che il termine mi sia passato dal filtro severissimo)
...in realtà il nick è usato come hai intuito come "coppia" quando scriviamo qualcosina sulle serate CAI a Savona.
lo so... siamo poco attivi sul forum!
due parole sulla Campia... a botta calda.
qualche anno fa avevamo fatto il Promontoire e me lo ricordavo come una bella salita classica senza troppo ingaggio... quindi siam partiti baldanzosi.
in realtà e una salita... come dire... complicata, secondo me poco evidente, nonostante sia un capolavoro di ingegno alpinistico considerando tecnica e attrezzature dell'epoca. Praticamente siamo rimasti nel dubbio (almeno io) di essere sulla via giusta fino a quasi metà via! Le relazioni, CAI-Touring e Montagne D'OC, sono, a mio parere, insufficienti sia per trovare l'attacco, molto vago, lo sperone non è per niente evidente, sia nelle descrizioni della salita.
i chiodi in posto, pochi e vecchissimi sono a volte difficili da vedere... ma sono nei punti giusti, altrimenti improteggibili con mezzi veloci.
Alcuni però sono fuorvianti (bel termine per indicare che ti spingono fuori via) in posti alquanto bizzarri, segno di ritirate o "situazioni imbarazzanti" risolte a martellate.
Per fortuna che un vecchio martello piccozza, utile per il nevaio iniziale (ahh! che belli i manici dritti che permettono di piantare chiodi, non si trovano più) ci ha anche permesso di creare una sosta, per il resto abbiamo usato fettucce su spuntoni, friend e nut. Utile anche qualche eccentrico per le fessure più larghe.
Vabbè la giornata, come da previsioni, è stata splendida e questo ci ha permesso di salire con grande calma, molto attenti al percorso e a proteggerci dignitosamente...
Che bello poi essere soli sulla parete (immensa!) e sulla cima alla nostra montagna preferita! Peccato che la discesa non sia delle più rilassanti con la famigerata cengia e i super blocchi da saltare del Remondino.
Se abbiamo tempo posteremo alcune nostre note per gli alpinisti che si vogliono cimentare con questa super classica! Le foto le trovare sul sito del nostro fotografo ufficiale (per fortuna che lui si ricorda di scattare!)
Complimenti a Fed e compare per la salita lampo e la discesa "controllata"... il saper scendere è una grande qualità degli alpinisti consapevoli... sia in senso metaforico sia in senso tecnico.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 15:00 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
grafite ha scritto:
scinty ha scritto:
Grandissimi, la seconda foto mi impressiona! :shock:
Che salita! L'avevo intuito che grafite fosse una donna con le palle! : Thumbup :

(ops, forse Grafite come utente è la coppia?)



oddio! scambiato per donna con le palle! Lo sapevo che dovevo nascere "gnocca" (spero che il termine mi sia passato dal filtro severissimo)
...in realtà il nick è usato come hai intuito come "coppia" quando scriviamo qualcosina sulle serate CAI a Savona.
lo so... siamo poco attivi sul forum!
due parole sulla Campia... a botta calda.
qualche anno fa avevamo fatto il Promontoire e me lo ricordavo come una bella salita classica senza troppo ingaggio... quindi siam partiti baldanzosi.
in realtà e una salita... come dire... complicata, secondo me poco evidente, nonostante sia un capolavoro di ingegno alpinistico considerando tecnica e attrezzature dell'epoca. Praticamente siamo rimasti nel dubbio (almeno io) di essere sulla via giusta fino a quasi metà via! Le relazioni, CAI-Touring e Montagne D'OC, sono, a mio parere, insufficienti sia per trovare l'attacco, molto vago, lo sperone non è per niente evidente, sia nelle descrizioni della salita.
i chiodi in posto, pochi e vecchissimi sono a volte difficili da vedere... ma sono nei punti giusti, altrimenti improteggibili con mezzi veloci.
Alcuni però sono fuorvianti (bel termine per indicare che ti spingono fuori via) in posti alquanto bizzarri, segno di ritirate o "situazioni imbarazzanti" risolte a martellate.
Per fortuna che un vecchio martello piccozza, utile per il nevaio iniziale (ahh! che belli i manici dritti che permettono di piantare chiodi, non si trovano più) ci ha anche permesso di creare una sosta, per il resto abbiamo usato fettucce su spuntoni, friend e nut. Utile anche qualche eccentrico per le fessure più larghe.
Vabbè la giornata, come da previsioni, è stata splendida e questo ci ha permesso di salire con grande calma, molto attenti al percorso e a proteggerci dignitosamente...
Che bello poi essere soli sulla parete (immensa!) e sulla cima alla nostra montagna preferita! Peccato che la discesa non sia delle più rilassanti con la famigerata cengia e i super blocchi da saltare del Remondino.
Se abbiamo tempo posteremo alcune nostre note per gli alpinisti che si vogliono cimentare con questa super classica! Le foto le trovare sul sito del nostro fotografo ufficiale (per fortuna che lui si ricorda di scattare!)


grandi grandi complimenti, la campia non è certo una salita per tutti =D>

la foto si riferisce al passaggio descritto dalla cai-tci come "salire sulla sommità del gendarme e, con breve corda doppia pendolare sino ad afferrare la parete opposta"?

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 15:21 
Non connesso
Utente di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 02, 2007 8:42
Messaggi: 52
Località: savoonnnaa
la foto si riferisce al passaggio descritto dalla cai-tci come "salire sulla sommità del gendarme e, con breve corda doppia pendolare sino ad afferrare la parete opposta"?

Viene da ridere a leggere del pendolo...
il pendolo "Yosemitico" è prima. ma lo abbiamo evitato.
abbiamo vista il cordone di sosta sulla cima dello sperone solo dopo averlo superato.
la foto è la calata macchinosa dell'ultimo intaglio... saranno 4m in tutto ma su una forcella molto esposta e con partenza veramente scomoda!
praticamente devi assicurarti sui cordoni della sosta, slegarti, sporgerti in fuori, passare la corda in un maillon e calarti in doppia... insomma un traffico incredibile per 4m! se si è in tanti sicuramente è un "collo di bottiglia"!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 15:59 
Non connesso
Il Duca
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 30, 2006 14:18
Messaggi: 3295
Località: Celle L. (SV)
grafite ha scritto:
scinty ha scritto:
Grandissimi, la seconda foto mi impressiona! :shock:
Che salita! L'avevo intuito che grafite fosse una donna con le palle! : Thumbup :

(ops, forse Grafite come utente è la coppia?)



oddio! scambiato per donna con le palle! Lo sapevo che dovevo nascere "gnocca" (spero che il termine mi sia passato dal filtro severissimo)
...in realtà il nick è usato come hai intuito come "coppia" quando scriviamo qualcosina sulle serate CAI a Savona.
lo so... siamo poco attivi sul forum!
........................................................................


ma la parte.... femminile di grafite è davvero una donna con le palle :esclamativo:
(..se mi si passa il termine!)

in questo come in altri campi.... :!:

:)





PS
E come lo sono molte donne in questo come in molti altri campi.....

:smt102,,,è dura ma mi tocca ammetterlo :lol:

_________________
"E®ne" ...VECCHIA BELINA DOC.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 19:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12173
Località: Genova
grafite ha scritto:
scinty ha scritto:
Grandissimi, la seconda foto mi impressiona! :shock:
Che salita! L'avevo intuito che grafite fosse una donna con le palle! : Thumbup :

(ops, forse Grafite come utente è la coppia?)


oddio! scambiato per donna con le palle! Lo sapevo che dovevo nascere "gnocca" (spero che il termine mi sia passato dal filtro severissimo)


: Oops : : Sorry! : :risata:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argentera - Sperone Campia
MessaggioInviato: lun lug 26, 2010 21:27 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
Alefoto ha scritto:
Aggiungo, per chiudere, che per me è stato un vero e proprio 'viaggio' soprattutto a livello mentale da cui sono uscito abbastanza provato.


: Oops : A me basta molto, ma molto meno per avere queste sensazioni SIGH!

Son quelle cose che, sul momento, mi invitano a buttare tutto all'aria e che successivamente mi riportano sui monti :esclamativo:

E siamo strani, neh :esclamativo:

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 27, 2010 16:38 
Non connesso
Utente di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 02, 2007 8:42
Messaggi: 52
Località: savoonnnaa
risponde la metà femminile di grafite (grazia, perché nascondere i nomi?):
non ho potuto intervenire prima nella discussione perché ero "in missione" al rifugio savona con la mamma!
voglio ringraziare gli amici per i lusinghieri messaggi ma vi dico che mi ritengo invece abbondantemente fifona e imbranata
in montagna! comunque da tempo ho imparato che si può godere la montagna anche accettando i proprio limiti naturali,
o quelli psicologici (i più infidi!). diciamo che cerco di fare del mio meglio... e per fortuna la metà maschile mi supporta!
non fosse stato per lui credo proprio, senza nulla togliere ai due amici fraterni di montagna, che la campia non l'avremmo mai fatta!
promettiamo una relazione un po' più dettagliata di quelle che si trovano in giro, per quanto la memoria ormai bacata ci permetterà!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer lug 28, 2010 13:01 
Non connesso
Il Duca
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 30, 2006 14:18
Messaggi: 3295
Località: Celle L. (SV)
grafite ha scritto:
risponde la metà femminile di grafite (grazia, perché nascondere i nomi?):
non ho potuto intervenire prima nella discussione perché ero "in missione" al rifugio savona con la mamma!
voglio ringraziare gli amici per i lusinghieri messaggi ma vi dico che mi ritengo invece abbondantemente fifona e imbranata
in montagna! comunque da tempo ho imparato che si può godere la montagna anche accettando i proprio limiti naturali,
o quelli psicologici (i più infidi!). diciamo che cerco di fare del mio meglio... e per fortuna la metà maschile mi supporta!
non fosse stato per lui credo proprio, senza nulla togliere ai due amici fraterni di montagna, che la campia non l'avremmo mai fatta!
promettiamo una relazione un po' più dettagliata di quelle che si trovano in giro, per quanto la memoria ormai bacata ci permetterà!



...appunto :!: ,,,(stima ancor maggiore, da parte mia)

( anche se poi son da vedere quali sono i tuoi "limiti naturali" :lol: )



Però una relazioncina...... :)

_________________
"E®ne" ...VECCHIA BELINA DOC.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio lug 29, 2010 9:39 
Non connesso
Utente di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 02, 2007 8:42
Messaggi: 52
Località: savoonnnaa
Ecco una nostra relazione, sicuramente imperfetta, scritta a 4 mani (+ 2 del correttore di bozze!) sulla base della memoria.

SPERONE CAMPIA ALL'ARGENTERA

Avvicinamento:
dal rifugio Bozano si segue il tubo dell'acqua di plastica nera in direzione sud, verso il canale della forcella. Si traversa su facili placche fino alla sorgente, a questo punto è possibile sia salire a sinistra della lingua terminale del canale della forcella e poi traversare a destra all'altezza di una cengia sotto lo sperone che chiude a destra il canale (il "Promontoire"), oppure (come abbiamo fatto noi) costeggiare il canale sul lato destra su neve o su roccia, con facili passi di arrampicata, sempre fino alla cengia. (fettuccia arcobaleno su spuntone, fino a quando durerà)
La neve è sempre piuttosto dura in estate, per salire su neve meglio avere picozza e ramponi, almeno per il primo che sale. Noi abbiamo portato un vecchio martello picozza che è servito successivamente sulla via per martellare chiodi.
Si segue la cengia (radi ometti) con alcuni saliscendi, uno molto evidente in corrispondenza di un canale in cui si può trovare acqua corrente. Risaliti sulla sponda opposta del canale, si raggiunge la cosiddetta "cengia bianca" e si prosegue fino allo sperone centrale. Lo si riconosce dal fatto che è ben delineato dai due canali destro e sinistro, quest'anno ancora con chiazze di neve a fine luglio, dai "denti" di roccia scura della cresta, dalla sua posizione nella parete ovest. Meglio se durante la salita al rifugio si è osservata bene la parete!
Gli altimetri segnavano 2760 m circa.

Salita:
La prima parte è molto poca caratterizzata, non siamo sicuri di aver percorso l'itinerario più corretto perchè per un bel tratto non abbiamo incontrato alcun segno di passaggio. Siamo saliti per erba e roccette fino a che lo sperone si è fatto più roccioso; a questo punto immaginiamo di aver percorso la via nel modo giusto.
Si superano i primi tratti di cresta sul lato destro: incontrato 1 solo chiodo, ma ci si protegge bene con friend, nut, fettucce. Buoni spuntoni per fare soste: ogni cordata sceglie la modalità di salita, si può fare conserva protetta o tiri. Nella relazione si parla di primo gendarme ma a noi non sembrava cosi ben definito.
Si prosegue traversando sempre un po' a destra del filo di cresta, con qualche passaggio delicato (le relazioni dicono III/III+) fino ad arrivare sotto il cosiddetto secondo gendarme. Si sale la sua parete per una quindicina di metri (chiodo, IV) e quindi si traversa a sin. per qualche metro in corrispondenza di un taglio evidente, girando sul versante nord. Si segue per qualche metro una cengetta orizzontale (1 chiodo) con qualche passo esposto ma ben appigliato, fino a un piccolo terrazzino con 3 chiodi posti molto distanti tra loro ai vertici di un triangolo (si potrebbero collegare per fare sosta). Siamo a un metro dalla forcella molto intagliata che separa i due versanti.
(Abbiamo visto dopo, voltandoci indietro, che, sulla cima del secondo gendarme ci sono vecchi cordoni di sosta e calata nel caso se ne volesse salire la sommità invece che traversare a sinistra come abbiamo fatto noi)
Si scende un passo sulla forcella alla base del terzo gendarme, caratterizzata da un grosso masso incastrato. Si oltrepassa il masso e si fa sosta su spuntone, affacciati sul lato sud (si sta meglio al sole!).
Delle tre opzioni per salire il gendarme descritte sulla Guida ai monti d'Italia, noi abbiamo fatto cosi: utilizzando il masso incastrato per salire con i piedi, si segue la linea verticale individuabile (aguzzando la vista) da un chiodo rugginoso, seguito da un secondo chiodo vicino, con passi piuttosto delicati (IV+) (C'è un altro chiodo in placca circa 3 m a destra ma non abbiamo capito se serve per traversare lato sud o se è stato messo in qualche tentativo).
Spostandosi leggermente a destra si incontrano appigli più netti, fino ad arrivare a un terrazzino definito nelle relazioni "sommità" (circa 30 – 40 m dalla forcella). In realtà lo sperone continua, anzi si fa sosta proprio sul muretto che chiude il terrazzino (1 chiodo, una bella fessura per friend).
A questo punto noi ci siamo tenuti un po' a destra, ma forse avremmo dovuto stare sul filo. Comunque sulla destra si incontra 1 chiodo in un tratto delicato di placca; poco sopra questo chiodo Marco ha piantato due chiodi (poi tolti) per fare sosta.
Da qui abbiamo seguito un vago diedro, poi lo sperone diventa più facile, fino ad arrivare sulla sua sommità (questa si che è una "cima") identificabile per i cordoni di sosta per la calata. Infatti da qui si deve fare una breve doppia su maillon (circa 3 metri) decisamente scomoda come partenza, che porta sulla strettissima forcella sottostante, un po' sfalsata rispetto alla verticale del maillon. 1 chiodo in basso sulla forcella, meglio fare sosta su spuntone.
Ultimo tiro: si prosegue su una grande placca in partenza delicata, con due chiodi vicini ben visibili dalla forcella e un terzo più in alto, proteggibile poi con nut o friends, tenendosi sempre sul suo bordo destro (IV+) e dopo lungo la cresta che man mano diventa più facile fino alla fine dello sperone (sosta su ottimo spuntone), dove finisce la via.
Si scende senza difficoltà un paio di metri fino alla sella in cui confluiscono i due canali che contornano lo sperone. Da qui volendo ci si slega anche per evitare cadute di pietre e, camminando, ci si porta sul pendio di detriti che conduce in vetta.
La croce è ben visibile all'inizio, è meglio controllare preventivamente la direzione per evitare di finire troppo a destra, come abbiamo fatto noi, sull'ultima parte della cresta della Sigismondi (che comunque si percorre senza grosse difficoltà).
Dalla croce si segue, prima verso est poi a sud, la normale di discesa prestando la massima attenzione a scendere il primo grande diedro (attrezzato con cordoni e spit per tutta la lunghezza) e poi la famigerata cengia col famoso "passo del gatto" che è invece difficilmente proteggibile (c'è solo un grosso chiodo giallo poco prima ma nessuno punto d'ancoraggio dopo). Normalmente la si percorre slegati con piede fermo e cuore in gola! Sarebbe auspicabile qualche chiodo ad intervalli regolari di qualche metro, per permettere la conserva protetta, molto meglio che attrezzare pseudo ferrate con vecchi cordoni.
La parte finale della cengia, con passaggino esposto in salita, è attrezzata con i soliti cordoni.
Attenzione a non dirigersi subito al forcellino che chiude la cengia ma in corrispondenza di un ometto scendere a sinistra verso il passo dei detriti. Da qui, senza difficoltà, si raggiunge il rifugio Remondino.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 28, 2014 11:08 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 19, 2006 16:41
Messaggi: 862
Località: Alba (CN)
Salita ieri la Campia alla parete ovest dell'Argentera.
Un pallino che avevo in testa da parecchio, ieri le condizioni erano perfette.
La via è bellissima, l'ambiente indescrivibile.

Foto e report:
http://dani-climb2.blogspot.it/2014/07/ ... ampia.html

http://www.gulliver.it/gita/163138/

PS: tornando in auto, sono quasi sicuro di aver intravisto Gecko & C che tornavano dallo Scoglio del Lup, verso le 17,00 : Thumbup :

_________________
Andreino

http://dani-climb2.blogspot.com


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 28, 2014 15:27 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: sab lug 23, 2011 14:35
Messaggi: 250
Località: Ceva (CN)
Wow, complimenti!!
=D> =D> =D>


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 28, 2014 15:50 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 10, 2012 10:49
Messaggi: 155
avevo letto ieri su gulliver! con il solito report fotografico del tuo blog si vede proprio che è un ambientone!!! complimenti

_________________
Canale youtube


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun lug 28, 2014 20:31 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11716
Località: Savona
Andreino ha scritto:
Salita ieri la Campia alla parete ovest dell'Argentera.
Un pallino che avevo in testa da parecchio, ieri le condizioni erano perfette.
La via è bellissima, l'ambiente indescrivibile.

Foto e report:
http://dani-climb2.blogspot.it/2014/07/ ... ampia.html

http://www.gulliver.it/gita/163138/

PS: tornando in auto, sono quasi sicuro di aver intravisto Gecko & C che tornavano dallo Scoglio del Lup, verso le 17,00 : Thumbup :

Ecco da dove ne arrivavi!!!! :risataGrassa:

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it