Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è ven lug 10, 2020 17:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 198 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Rocca Provenzale - Vie alpinistiche
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 11:57 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Ho percorso diverse volte la via normale... 8)
Mi chiedevo se esistono via più impegnative ma sempre riconducibili ad un alpinismo facile... :?:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 14:58 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Ci sono un sacco di vie sulla Provenzale,
ma credo che dalla normale salti almeno al IV° per trovare qualcosa :?

Ho sentito che ci sono vie nuove, protette a spit, sarebbe interessante trovare le relazioni da qualche parte... :(


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 15:23 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Ho trovato questo in un altro sito (montagnapertutti.it)...ma non so che dire.. :roll:

VIA BONELLI

Salita adatta a chi si avvicina per le prime volte ad itinerari di roccia: molto frequentata, non presenta difficoltà sostenute o di continuità (un singolo passaggio di IV, per il resto III, III+).

Notizie aggiornate a Settembre 2000.
Difficoltà : AD

Dislivello : 400 m - 4 h circa.

Materiale : una serie di nuts, 3-4 cordini, 4-5 moschettoni, 5-6 rinvii. Si trova qualche chiodo sul posto (nei passaggi critici e comunque da controllare), soste attrezzate con tasselli resinati.

ITINERARIO DI SALITA:

Seguendo il sentiero che conduce al colle Greguri, abbandonarlo quasi subito portandosi ai piedi della parete orientale della rocca; l'attacco della via è situato a circa 100 m a sx di un sistema di diedri posto a circa metà, in corrispondenza di una fessura inizialmente verticale e, successivamente, obliqua verso sx.
Salire sino ad un terrazzino con albero dove fare la prima sosta (10 m - III). Traversare a dx sino ad una fessura (passaggio di IV), quindi segurla sino alla sosta successiva con facile arrampicata (35 m - III). Proseguire nella fessura superando uno strapiombo tramite un camino sino a raggiungere una terrazza dove si trova terza sosta (30 m III+). Proseguire nell' evidente camino abbattuto verso sx (attenzione: lo zaino potrebbe non passare se troppo voluminoso !!!), e percorrerlo tutto sino all'uscita su una terrazza dove ci sono due tasselli per la sosta (50 m - III-). Da qui si procede verso destra per rocce facili ed erba (circa 150 m di placche abbattute, presenti tasselli sul posto), sino all'altezza di un albero dove, piegando a sx, si raggiunge la via normale della cresta sud che conduce alla vetta.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 15:26 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
e in un altro sito ho letto di un libro...

Giovannino Massari - Il gruppo Castello-Provenzale

Questo librettino è diventata la guida storica e riferimento unico per l'arrampicata nel gruppo Castello-Provenzale. La riedizione del 2001 è stata arricchita con alcuni aggiornamenti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 15:31 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Ho anche io la guida Massari...

occhio ai suoi gradi... :shock: :wink:

ma anche sull'edizione 2001 mancan parecchie vie da quanto ho sentito...

La via che citi l'ho fatta anni fà con il corso Cai...
solo che non ricordo quasi nulla :(


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 22:08 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...comunque sembra una via abbordabilissima...no?

:smt035


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 09, 2006 23:19 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Come sempre dipende dall'esperienza...

prima di andarci prova a metter un paio di blocchetti in falesia :wink:

fai sempre attenzione alla conversione dei gradi...
sopratutto se non sei abituato a quel tipo di roccia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 10, 2006 10:31 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
....farò un pò di rodaggio qui nelle mie zone in primavera...e poi via sulla Provenzale! :smt043


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 13, 2006 19:43 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Paolo s4 ha scritto:
Ho anche io la guida Massari...


...e cosa dice sulla via Bonelli?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 14, 2006 21:32 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
"Salita adatta a chi si avvicina per le prime volte alla roccia. Spesso l'arrampicata risulta ostacolata da ciuffi erbosi"
Massari dixit :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 12:43 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 06, 2006 11:56
Messaggi: 26
Località: castagneto po (torino)
ciao a tutti, sono appena entrato in lista!!!
la via in questione l'ho fatta una quindicina di anni orsono ( e sì sono vecchiotto!!) e mi ricordo che era divertente (facile ma non banale)
buon divertimento
P.S. c'è qualcuno in lista che abita nel torinese? :lol:

_________________
ramezio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 12:47 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Benvenuto!

Penso che questa estate (o tarda primavera) andrò a farla...in fondo con un minimo di prudenza e attrezzatura non dovrebbe essere nulla di irresistibile, spero.

Ma dici che il percorso salendo è abbastanza evidente?
Certo che di tempo ne è passato da quando l'hai fatta...ma magari ricordi ancora qualcosa... :wink:

Ciao!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 12:59 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 06, 2006 11:56
Messaggi: 26
Località: castagneto po (torino)
da questo punto di vista sono poco affidabile :cry:
pensa che ogni anno per iniziare ripeto qualche via fatta in precedenza e mi sembra sempre terreno vergine o quasi!! :shock:
cmq sarei lieto di rifarla con qualche nuovo compare d'avventura :wink:

_________________
ramezio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 13:11 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 06, 2006 11:56
Messaggi: 26
Località: castagneto po (torino)
benissimo!! io sono di castagneto po!
appena molla sto freddo cane riprendo ad arrampicare, io sono piuttosto cane sciolto (nel senso che pur essendo iscritto al CAI da 25 anni non partecipo ad attività di gruppo), ho un paio di compagni di corda e di gite ma se ti interessa si può estendere :D
noi facciamo al max 6a in falesia e V+ in montagna al culmine dell'allenamento il che avviene dopo la seconda uscita dato il livello infimo!!! :lol:

_________________
ramezio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 13:28 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Purtroppo è da novembre che non vado su roccia...
ho fatto blocchi durante l'inverno, poi ho quasi rotto un tendine e adesso sono fermo :cry:

comunque appena posso riparto a raffica, quest'anno deve esser l'anno di svolta per me :wink:

ho ricominciato ad arrampicare seriamente lo scorso anno, facendo le mie prime vie in montagna
(guarda nella gallery ci sono le mie foto della via Balzola alla Rocca Castello) e adesso bisogna puntare alle vie serie :wink:

I miei posti preferiti sono Valle Maira e Valle dell'Orco 8)
Le 2 vie che vorrei riuscire a fare quest'anno sono la "Diedro Calcagno" alla Rocca e la "Grassi Re" alla Becca della Tribolazione in Piantonetto

Più avanti si può combinare qualche uscita :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 13:29 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 06, 2006 11:56
Messaggi: 26
Località: castagneto po (torino)
x paoloS4
vedo che hai fatto la Balzola :!:
come è :?:
era un mio progetto.... :wink:
P.S. s4 per caso è riferito al monster? se così fosse anche io sono motociclista (TDM900) :P

_________________
ramezio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 14:05 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
La Balzola... vedi io arrivo dalla falesia, e quando ho fatto questa via non avevo praticamente mai usato un blocchetto o un friend... :?

Nessun passaggio mi ha creato problema dal punto di vista dell'arrampicata, anche se è una roccia molto diversa da quella cui sono abituato...

Però l'impegno generale della via per mè è stato notevole, con i friend me la son cavata bene, ma se non li avessi avuti, solo con blocchetti e i pochi chiodi in loco, non credo me la sarei sentita :roll:

dipende molto dall'esperienza che uno ha, e da cosa ha fatto in precedenza :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 14:10 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 06, 2006 11:56
Messaggi: 26
Località: castagneto po (torino)
sono d'accordo.
credo che la via che mi ha impegnato maggiormente dal punto di vista psicologico sia proprio la Castiglioni Sud alla Rocca Castello...vedere quei vecchi chiodi mezzi fuori e non poter integrare mia ha alzato di un grado la difficoltà della via!!! :crybaby:
sul becco ho fatto la malvassora: molto bella! la grassi-re è un grado secco in più!! ](*,)
complimenti per il progetto!!

_________________
ramezio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 14:14 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Anche io ho fatto la Malvassora, poco dopo la Balzola...
in mezzo alla nebbia, l'ideale per chi arriva dalla falesia
...con un compagno non troppo esperto :? ...

Ma la Castiglioni non è alla torre?

Anche quella fà parte dei miei progetti futuri, se l'hai fatta sulla Balzola dovresti andar più che tranquillo 8)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 14:35 
Non connesso
Matricola
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 06, 2006 11:56
Messaggi: 26
Località: castagneto po (torino)
oops... si è sulla Torre, off corse!!
a proposito: io soffro da un anno di una tendinite alla spalla destra e sto trovando lungo!!!
in effetti non arrampico da ottobre e non sò come andrà a finire....

_________________
ramezio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 06, 2006 21:53 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: lun mar 06, 2006 21:16
Messaggi: 147
Località: spotorno......purtroppo
la Balzola è secondo me appagante. quando l'avevo fatta ( .....enti anni fà ) c'erano dei chiodi in posto meravigliosi: una protezione aveva 3 chodi 3 piantati nello stesso buco e legati con del fil di ferro tra loro.
emozionante metterci il rinvio.
comunque da fare.....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mar 07, 2006 14:17 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
La chiodatura della Balzola fà un pò ca--re...
:roll:

Sulla Becca per esempio di chiodi ce ne son pochi, ma quei poco sono accettebili...


Purtroppo è proprio il tipo di roccia che non si presta molto alla chiodatura.

Per proteggersi bene, se non hai dimestichezza con i bloccchetti
ci va qualche friend: specialmente le misure 1 e 2 (Camalot) :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: gruppo castello-provenzale
MessaggioInviato: ven lug 20, 2007 23:15 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 16, 2007 0:05
Messaggi: 197
oggi con teo ho salito la superfigari + spigolo castiglioni e in ultimo siamo stati sulla vetta della rocca

:!: una piacevole novità: tutte le soste di salita e calata sono state spittate (soste "francesi" nuove fiammanti)
chi ha attrezzato le soste ha lavorato con criterio, poiché ha lasciato integre fessure e tratti proteggibili con nuts e friends

(le soste erano ormai obsolete, e chi di noi va in giro con martello e chiodi per rinforzare le soste?)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: gruppo castello-provenzale
MessaggioInviato: mer lug 25, 2007 21:58 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
voodstock ha scritto:
oggi con teo ho salito la superfigari + spigolo castiglioni e in ultimo siamo stati sulla vetta della rocca

:!: una piacevole novità: tutte le soste di salita e calata sono state spittate (soste "francesi" nuove fiammanti)
chi ha attrezzato le soste ha lavorato con criterio, poiché ha lasciato integre fessure e tratti proteggibili con nuts e friends

(le soste erano ormai obsolete, e chi di noi va in giro con martello e chiodi per rinforzare le soste?)


Quindi ci sono spit anche lungo i tiri?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: gruppo castello-provenzale
MessaggioInviato: gio lug 26, 2007 0:06 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 16, 2007 0:05
Messaggi: 197
Paolo s4 ha scritto:
Quindi ci sono spit anche lungo i tiri?

se non ricordo male:
sul primo tiro 2 spit (1 nel diedrino, 1 appena usciti)
sul 2° tiro: 2 spit (nel traverso a sin)
poi non ricordo altri spit, fuorchè le soste
gli altri tiri hanno alcuni chiodi e vecchi nats o friends incastrati
il 4° tiro è interamente da proteggere (la fessura è ottima; friends medi)

lo spigolo castiglioni:
2 spit nel penultimo tiro
1 spit nell'ultimo tiro

gli spit sono sempre piazzati dove non era possibile proteggere (ricordo che prima si "viaggiava" piuttosto)
e le protezioni non sono mai a 2 metri

oggi ho saputo da "bubu" rossi (guida alpina di mondovì) che la richiodatura è stata fatta in accordo con la sezione accademica del club alpino italiano, grazie a un contributo europeo; pare una cosa fatta ad arte

p.s.: diego dho, guida alpina di mondovì, e matteo casanova hanno richiodato le soste di alcune classiche nel gruppo del marguareis, sempre all'interno dello stesso progetto

2° p.s.: dovrebbero riattrezzare a spit anche le soste della bonelli (provenzale) e dello spigolo mariagrazia (rocca castello)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio lug 26, 2007 8:08 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Capisco.
Grazie dell'informazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: gruppo castello-provenzale
MessaggioInviato: ven lug 27, 2007 10:38 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 10:34
Messaggi: 257
Località: Vicoforte CN
In effetti l'ultimo tiro della Castiglioni me lo ricordo come abbastabza sprotetto e improteggibile


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun lug 30, 2007 18:58 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Sabato ho scalato in Castello... poi ho scambiato 2 parole con Nino.

Sembra che ci sia fermento, in zona :roll:

Sono d'accordo a sistemare le soste pericolose e non "rinforzabili", ma non mi lascerei prendere troppo la mano...

Il gruppo castello provenzale è stato fino ad ora un oasi felice, spero che rimanga tale.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar lug 31, 2007 23:25 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 16, 2007 0:05
Messaggi: 197
Paolo s4 ha scritto:
Sabato ho scalato in Castello... poi ho scambiato 2 parole con Nino.

Sembra che ci sia fermento, in zona :roll:

Sono d'accordo a sistemare le soste pericolose e non "rinforzabili", ma non mi lascerei prendere troppo la mano...

Il gruppo castello provenzale è stato fino ad ora un oasi felice, spero che rimanga tale.

quoto pienemente la sistemazione delle soste
sperando che i tiri rimangano sempre come sono ora, poichè nuts e friends permettono quasi su tutte le vie una buona protezione

... poi finchè c'è nino, penso che riesca a regnare il buonsenso


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ago 01, 2007 10:38 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Appunto, buon senso, in alcuni posti ce ne è stato poco.
Spero e voglio credere che il "carattere" del gruppo rimarra tale; come auspicava Giovannino Massari nell'introduzione alla sua guida.

Cito: "...anche le vie di questi ultimi anni sfruttano questi concetti, con qualche spit qua e là ma mai superfluo, ed abbondante uso di clean climbing".

e ancora:

"...non priviamoci dunque del fascino di sentirci sempre come i primi salitori di un itinerario in uno dei pochi luoghi dove ancora lo possiamo fare..."


Secondo me, basterebbe saper distinguere tra pericoli *oggettivi* e *soggettivi*... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ago 01, 2007 12:27 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 28, 2006 7:12
Messaggi: 1074
Località: Novi Ligure (AL)
A saperlo che ci mettevano delle belle sostine non lo facevo l'anno scorso :D

Scherzo ne! Però la sosta del penultimo tiro sotto la nicchia faceva parecchio paura soprattutto se ci si sostava in molti :shock:

_________________
Homo faber fortunae suae (Appio Claudio Cieco)

CAI Novi Ligure

MTB CAI NOVI BLOG


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio ago 02, 2007 13:54 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 16, 2007 0:05
Messaggi: 197
Paolo s4 ha scritto:
Sabato ho scalato in Castello...

cosa avete salito?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio ago 02, 2007 14:13 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Diedro Calcagno; bellissima via!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ago 21, 2007 17:36 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
Sabato scorso ho Salito la via "Bonino Perino Girodo", alla Rocca Provenzale... gran bella via :D ...
mah... è stata richiodata, a fix, come fosse una falesia. :?
Tengo a precisare che la via si svolge quasi interamente in fessura ed è facilmente proteggibile con nut e friend.

Chi ha operato su questo itinerario, di criterio, ne ha usato ben poco.

Spero che questa azione "selvaggia ed insensata" non abbia seguito sulle altre classiche! :evil: :evil:

:?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ago 21, 2007 22:35 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 16, 2007 0:05
Messaggi: 197
Paolo s4 ha scritto:
Sabato scorso ho Salito la via "Bonino Perino Girodo", alla Rocca Provenzale... gran bella via :D ...
mah... è stata richiodata, a fix, come fosse una falesia. :?
Tengo a precisare che la via si svolge quasi interamente in fessura ed è facilmente proteggibile con nut e friend.

Chi ha operato su questo itinerario, di criterio, ne ha usato ben poco.

Spero che questa azione "selvaggia ed insensata" non abbia seguito sulle altre classiche! :evil: :evil:

:?

indovina un po', paolo, chi ha richiodato?
:twisted:
è stato uno dei salitori: nino perino (assieme a marchisio)

allora: se nino avesse aperto quando esistevano gli spit, chissà...
un giorno glielo chiederò
:wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ago 22, 2007 8:04 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer feb 08, 2006 21:33
Messaggi: 269
voodstock ha scritto:
allora: se nino avesse aperto quando esistevano gli spit, chissà...
un giorno glielo chiederò
:wink:


secondo me, no :wink:

lo conosco, gli ho parlato di questo fatto ed in linea generale ci siamo trovati d'accordo.

Chiaramente, io sono l'ultimo arrivato e non ho proprio nulla da insegnare ad alcuno, spece ai professionisti...
però, un invito a riflettere, anche se è una vocina lontana, non fà mai male :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mag 04, 2008 13:50 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: gio apr 26, 2007 19:08
Messaggi: 490
Località: Cuneo, Alpi Marittime
Ciao,
questa settimana ho fatto per l'ennesima volta la Sigismondi alla Rocca Castello... l'intento era quello di scalare la via integrale che parte dal Colle Gregouri e arriva fino alla Torre Castello passando per lo spigolo Gedda. Poi le cose, per vari NOIOSISSIMI motivi, sono andate diversamente e ci siamo accontentati di un'apprezzabile variante che, dal primo tiro della Sigismondi, ci ha portati direttamente in cresta (senza il traverso sul cengione, trovati 2 chiodi di precedenti passaggi).
A tutti quelli che vogliono avventurarsi in Castello dico questo: le doppie di discesa hanno poche chiazze di neve, unico accorgimento non fare l'avvicinamento consueto dalle grange dove finisce la carrozzabile perchè si sprofonda fino all'inguine, preferire l'avvicinamento che risale il gruppo a partire dai piedi della provenzale (privo di neve!)

A proposito di provenzale: vorrei scalare la via Bonelli, raggiungere la vetta, calarmi sulla Cresta Figari e percorrerla fino agli ancoraggi per le doppie che si usano di solito per scendere dalla punta figari. Vorreri quindi sapere:

a)è vero che le difficoltà della cresta figari non superano mai il III+?

b)secondo voi la fessura della bonelli è praticabile o sarà ancora intasata di neve (dalla rocca non si vedeva un gran che...)

c)ci sono delle calate che dalla vetta della provenzale immettono sulla cresta figari? Se non sbaglio il salto dalla provenzale alla cresta figari è netto e verticale, se non ci sono calate già attrezzate c'è la possibilità di fare soste sicure in loco per una doppia?

d) qualcuno conosce i tempi medi di percrrenza del percorso (ma forse chiedo troppo :!: )

Grazie a tutti! A presto!

_________________
A. Vivaldi :-({|=
Immagine
Homo Alpinus Maritimus


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mag 04, 2008 15:31 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 14:51
Messaggi: 6508
Località: Quargnento (AL)
Vivaldi ha scritto:
b)secondo voi la fessura della bonelli è praticabile o sarà ancora intasata di neve (dalla rocca non si vedeva un gran che...)


se dici che c'è tutta sta neve sul lato ovest ... boh? .. il versante della Bonelli prende soloe .... però ... hai fatto delle foto?

_________________
«They call me the breeze, I keep blowing down the road - I ain't got me nobody, .......»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mag 04, 2008 20:46 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: gio apr 26, 2007 19:08
Messaggi: 490
Località: Cuneo, Alpi Marittime
Fed7 ha scritto:
Vivaldi ha scritto:
b)secondo voi la fessura della bonelli è praticabile o sarà ancora intasata di neve (dalla rocca non si vedeva un gran che...)


se dici che c'è tutta sta neve sul lato ovest ... boh? .. il versante della Bonelli prende soloe .... però ... hai fatto delle foto?


Forse qualche foto l'ha fatta il mio socio, ma come giornata non è stata delle più positive, per cui di foto non ne abbiam fatte molte!! Hai bisogno di info in particolare? Del concatenamento che ho in mente io cosa mi sai dire?

_________________
A. Vivaldi :-({|=
Immagine
Homo Alpinus Maritimus


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 13:25 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5932
Località: Genova
Vivaldi ha scritto:
a)è vero che le difficoltà della cresta figari non superano mai il III+?

...

c)ci sono delle calate che dalla vetta della provenzale immettono sulla cresta figari? Se non sbaglio il salto dalla provenzale alla cresta figari è netto e verticale, se non ci sono calate già attrezzate c'è la possibilità di fare soste sicure in loco per una doppia?


a luglio ho percorso la cresta nord della rocca provenzale, dalla forcella provenzale (attraverso la punta figari).

http://www.quotazero.com/forum/viewtopi ... provenzale

la discesa dalla rocca provenzale alla forcella ribaldone (alla base della punta figari) penso che sia piuttosto laboriosa. Non ci sono soste ed è una cresta articolata, non si può scendere integralmente in doppia.

Invece dalla forcella ribaldone alla punta figari non ci sono grosse difficoltà, direi sul III.

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 198 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it