Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mar feb 19, 2019 14:26

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 10:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
Avviso ai lettori, qui inizia un lungo tema, la relazione vera e propria della gita è in fondo dopo le foto. Fate voi! :wink:

Magica Ubaye...
Non amo (per adesso) la Francia, tuttavia questa valle è riuscita a farmi innamorare la prima volta tanto da desiderare fortemente di tornarci una seconda volta... e spero di tornare ancora in questa bellissima vallata, nonostante il lungo viaggio in macchina necessario per raggiungerla, attraverso il Colle della Maddalena in Valle Stura. E’ la risposta francese alla Val Maira, che in fondo tanto distante non è. :mrgreen:

Senza pensarci troppo (e per sfuggire come sempre ad altre proposte meno allettanti) anche questa volta aderisco al progetto di Alec “Vette dimenticate”, non del tutto ignara di quanto mi aspetta (e questo potrebbe costituire un'aggravante ](*,) ) dal momento che del Pic des Houerts la guida CAI – TCI fa solo cenno per renderne nota l'esistenza, le uniche due relazioni che abbiamo per le mani sono poche scarne righe di due solitari alpinisti francesi, uno arrivato in vetta e l'altro no, che avevano seguito fino a pochi metri sotto la cima la stessa via di salita, della quale entrambi sono però avari di descrizioni.

Partiamo senza fretta sabato mattina per dedicare un po' di tempo alla visita della valle, nonché per una pausa ristoratrice in quel di Demonte, delizioso paesino che amo sempre di più, per questo l'ho eletto (così come ho già fatto per Dronero, in Val Maira) paese della pace, per le sensazioni che mi regala quando mi ci trovo. Dico sempre ad Alec che una volta tanto però vorrei arrivare a Demonte priva di preoccupazioni, completamente libera da pensieri. Ma adesso la giornata è lunga e i pensieri possono attendere, mi godo a fondo quel momento come una perfetta turista. Prima di questo fine settimana l'unica visita al paese consisteva nell'alzare il sedere dal sedile dell'auto, entrare nella pasticceria Agnello, fare rifornimento di panetti e dolcetti, ritornare all'auto. Ma in questa occasione sono riuscita a fare due passi sotto i bassi portici per curiosare un po' le simpatiche bottegucce, dal tabaccaio-libreria ai negozietti di souvenir tipicamente montanari, al forno dove ho acquistato gli originali biscotti con fiori di lavanda! Alec era più attratto invece dalla vetrina del ristorante che esponeva un cesto di porcini freschi e non farete fatica a immaginare cosa proponeva per pranzo... ma noi ci accontenteremo dei nostri panini e di quelli di Agnello ovviamente, dove torneremo per provare il gelato, che si merita un dieci (e forse anche con lode) per essere così buono e soprattutto per ricordarmi i genuini sapori di una volta, mi ricorda infatti il gelato che mangiavo tanti tanti anni fa in vacanza a Fontanigorda...

Arrivati nella Valle dell'Ubaye ci fermiamo per vedere il paesino di Saint Paul-sur-Ubaye dove si trova un museo che merita la visita, con esposti dei pezzi molto belli e interessanti, sulle antiche attività contadine.

Con i francesi mi faccio capire a gesti come una troglodita, non conosco una sola parola se non “bonjour” “merci” “au revoir”.

Il tempo stringe purtroppo, la giornata è volata, tante cose le vedremo un'altra volta, vorrei fermarmi a ogni angolo, ma se ritardiamo alla locanda ci danno per dispersi... scendiamo ancora una volta dalla macchina per osservare il suggestivo ponte di pietra sospeso sui 108 metri di una strettissima gola, sul quale tuttora passa la strada per Fouillouse; finito di costruire nel 1882, pensate che è stato bombardato nel 1944 e non è crollato!

Arriviamo infine a Maljasset, favolosa borgata che ci ospita presso il caldo e accogliente rifugio La Cure.

Altro che rifugio, è una casa meravigliosa, con il piano terra tutto a volte, curato nei minimi dettagli, pavimenti e scale di legno, tendine e cuscini con i tipici disegni di cuoricini, camosci, cervi, nella stanza col camino ci sono i tavoli già apparecchiati con raffinatezza.

Oltre a questa locanda si trovano anche il Rifugio Maljasset (CAF) e una specie di piccolo alberghetto dal prezzo un po' più alto (45 euro mezza pensione) che dispone però anche di almeno una camera doppia.

Tutte e tre le strutture hanno un buon numero di avventori. Italiani non ne incontriamo, ma tutto sommato i francesi da queste parti non sono così male.

Facciamo due brevi passi e ci mettiamo a tavola, i giovani gestori stanno chiamando i clienti anche con l'ausilio di una campana!

La cena, per non essere in Italia, non è poi così male! Dopo zuppa (vellutata di patate), arrosto con contorno di zucchine e gnocchi, ci portano un tagliere con 6 tipi di formaggi! Abbiate pazienza se parlo sempre di mangiare... ma è più forte di me! :D

Dopo cena facciamo una passeggiata fino alla cappella del Maurin, ma prima chiediamo al gestore consiglio per arrivare sul Pic des Houerts, poiché al telefono ad Alec aveva detto “very nice”! :shock:

Prende la cartina e prova a spiegarci un po' in francese un po' in inglese, indica col dito, gesticola per farci capire che il primo tratto di sentiero è molto ripido, poi indicando il sentiero che attraversa il vallone “beautiful, beautiful” e ci fa vedere soddisfatto che siamo arrivati! Il problema è che sta indicando il Pic d'Escrins! :| Alec sconsolato sposta il dito sul Pic des Houerts “dobbiamo arrivare qui”. Il volto del gestore si fa buio... “ah, io qui non so” e poi si allontana un po' scocciato per il fatto di non voler parlare altre lingue e per il fatto di non poterci aiutare, con la tipica triste battuta da francese “siamo in Francia, si parla francese” (detto in francese ovviamente) #-o . Certi luoghi comuni sono così veri! Una bionda lì accanto se la ride. Io me la lego al dito e durante la passeggiata medito su qualcosa da dire al ritorno. Tutto sommato al rifugio siamo stati proprio bene, se solo non fosse scivolato su questa buccia di banana... la signora del bar di Grande Serenne al pomeriggio era stata più umile (forse l'unica francese umile per ammettere una simile cosa?): “French are bad for foreign languages”. Se passate di lì, lei e suo marito lavorano il legno e hanno una bella esposizione lì, presso l'Atelier de la Marmotte!

Beh, fatto sta che prima di andare a dormire, andiamo a pagare mentre già assaporo la mia vendetta morale. Lui non c'è, ma non posso starmene zitta come se niente fosse. Però c'è la biondina, che prima era tanto divertita, “me la prendo” con lei in attesa che arrivi lui, così da dirgli che quando verrà in Italia mi aspetto che parli italiano! Esordisco con uno studiatissimo, sicuramente sbagliato (non so da dove l'ho tirato fuori!): “Je suis désolé si je ne parle francais” lei mi pare un po' confusa e poco dopo mi dice in inglese “Ah beh, non c'è problema io sono australiana!”. :shock: :twisted: Resto senza parole! Il mio orgoglio italiano si spegne, non mi viene più nulla da dire! La moglie del gestore francese è australiana! Ma pensa te... allora che c…’avrà da ride! :twisted:

Andiamo a dormire in stanza con una coppia della Normandia che ci avvisa, si sveglieranno molto presto, “non c'è problema, anche noi”. Ci alzeremo insieme, meglio di così! Ho dormito benissimo, ma l'ora è giunta!

Partiamo, non fa freddo, le pecore di Maljasset sono tutte ancora a nanna, spaparanzate sui prati, tranne alcune che ci seguono con lo sguardo.

Scendiamo 3 km con la macchina e parcheggiamo davanti al cartello per il Col des Houerts. Pochi minuti dopo le 6. Il sentiero è davvero ripido come ci diceva l'amico francese, ma procediamo lenti e regolari per non affaticarci. Si salgono diversi tornanti in una bella pineta, si costeggia una cascata e si sbuca in cima nel meraviglioso vallone caratterizzato da prati con enormi massi qui e là, dove scorre silenzioso un ruscello che ha trovato la sua strada in mezzo all'erba. Siamo sorvegliati dalle maestose pareti rosa de Le Sommet Rouge.

Sul nostro cammino vediamo una pietra incisa con il nome di un pastore (berge) datata 1903.

Il sentiero è unico e non ci si può sbagliare. Arrivati però al bivio, dopo circa 3 ore di cammino, si tralascia il sentiero per il Col des Houerts sulla destra e si sale a sinistra verso il Lac Vert (nessun cartello).

Poco sopra difatti si scorge la conca con il lago. Adesso abbiamo la conferma che la montagna che ci si para davanti è lui, il Pic!

La relazione dice di risalire un canale. Dal colletto sul quale ci troviamo, traversiamo piuttosto comodamente, salendo verso il canale del quale percorreremo solo l'ultimo tratto.

Arrivati sul crinale, nel versante opposto la montagna degrada più dolcemente in un vallone detritico. Uno stambecco cammina lentamente sui ghiaioni e alcuni camosci scappano più a valle.

Percorriamo il crinale fino ad arrivare poco dopo alla base delle prime rocce, dove lascio i bastoncini. Inizia l'avventura. Devo subito sottolineare che quello che mi ha provocato più tensione di tutta la gita è stato forse l'ignoto.

Avevo una vaga tranquillità che per quanto possa essere forte, avevamo per le mani la relazione di uno che è arrivato in vetta da solo (certo sarebbe sempre meglio capire di chi si tratta...). Parlava di roccia “pourrie et très instable” (chissà come mai questo l'ho capito) e diceva che sarebbe stato meglio andare con qualcuno... tuttavia io mi sento sempre così piccola quando mi trovo sui monti imbragata e legata (ancora di più se non lo sono e se non mi trovo su un sentiero), voglio dire, bisogna sempre prestare la massima attenzione! I passaggi di per se non mi sembravano difficili, però si staccava quasi tutto... Risalite le prime rocce, dove abbiamo fatto due tiri, si percorre facilmente (camminando) una cresta di sfasciumi, si traversa lungamente prima sul versante nord e poi, scavalcata una forcellina, sul versante sud, fino a raggiungere la base della parete. Ma per questo vi rimando più sotto alla relazione vera e propria.

Alec sull'ultima placca (che, per esclusione, abbiamo pensato fosse la via da seguire, ma i dubbi aleggiano) ha traversato mettendo un chiodo, ma poi mi ha recuperato facendomi salire dritta senza traversare. In questo punto abbiamo messo le scarpette. Personalmente non ricordo molto il timore di salire quella placca innanzitutto perchè Ale mi ha aiutata e poi perchè l'ho fatta tutta d'un fiato per “levarmi il dente” e non pensarci più.

Non avrei più creduto di arrivare in vetta, né vedendo la parete avvicinarsi, né negli ultimi minuti di fronte alla placca (i miei incoraggiamenti al compagno di cordata sono sempre del tipo “possiamo anche tornare indietro!”) e invece eccoci qui... con Alec al settimo cielo ed io che mi faccio scattare la foto di vetta abbracciata al mio scarpone (dopo un tot di fatica si comincia a dare i numeri), che vagava da quelle parti fuori dallo zaino.

Non c'è tempo da perdere però, dopo aver osservato e commentato i vari monti in lontananza ci prepariamo a fare la prima doppia (e intanto io penso a quello che è venuto qui da solo... ma sarà salito e sceso proprio da qui?).

La discesa è lunga e facciamo sempre attenzione, sono in apprensione come al solito, ma in questo caso mi aiuta il fatto che non ci sia una grossa esposizione intorno.

Dopo le ultime tragiche doppie oblique (una cosa terrificante! Che in genere le doppie non mi dispiacciono… per fortuna Alec mi teneva la corda dal basso), ci ritroviamo al colle in cima al canale. Sono le 17! Ci abbiamo messo tantissimo a scendere! I posti sono splendidi ma voglio arrivare presto alla macchina per avvisare a casa!

Scendiamo dal canale, traversiamo nuovamente sopra al Lac Vert, ripercorriamo il lungo vallone con i suoi tratti ripidi e sdrucciolevoli!

Nella pineta ho accelerato perchè desideravo che il torrente che vedevo lontano si avvicinasse rapidamente! Sapevo che pochi metri al di sopra del corso d'acqua mi aspettava l'auto con dentro le infradito!

Finalmente alla macchina! Sono le 19:30... le canoniche 12 – 13 ore di gita...! Ci cambiamo velocemente mentre delle goccioline iniziano a caderci addosso, chiudiamo le portiere e inizia a diluviare! Cosa dire in questi casi? Che cu.lo!!! :D

Prima di lasciare la valle ci parcheggiamo a Grande Serenne per mangiare i panini che non siamo riusciti a buttar giù in tutta la giornata... il viaggio sarà lungo lungo (riusciremo pure a trovare coda alle 23:30 a Varazze) e siamo davvero stanchi, ma ancora una volta ne è valsa davvero la pena!

Scusate se sono così prolissa ma per me la montagna non è solo la vetta, è anche tutto il contesto e mi fa sempre piacere condivere con voi! :D

Un fiume giallo nella Valle dell’Ubaye
Immagine

I colori, soprattutto il blu e il celeste, sono usati spesso e in maniera armoniosa in queste zone
Immagine

Arnie sul terrazzo di una vecchia casa
Immagine

L’impressionante Pont du Chatelet
Immagine

Gite Auberge La Cure, Maljasset
Immagine

Cappella del Maurin, risalente al XIII secolo
Immagine

Pic des Houerts
Immagine

Immagine

Un bellissimo “castello” che ci è apparso davanti durante la traversata sul lato nord
Immagine

In vetta
Immagine

La seconda doppia
Immagine

Sto scavalcando la forcellina alla base della piccola guglia, il mio… didietro è rivolto verso la via del ritorno.
Immagine

In discesa
Immagine

Lac Vert
Immagine

Pic des Houerts in controluce
Immagine

Il vallone
Immagine

Immagine


PIC DES HOUERTS

Il Pic des Houerts, detto anche Pointe Jean Rostand, è un isolato ed elegante picco di aspetto dolomitico. E’ la vetta più alta della costiera che partendo dal Pic de la Font Sancte separa la Valle del Maurin dalla Val d’Escreins.

La vetta è bifida, la più elevata è la cima est (3235 m) mentre la ovest è più bassa di due metri.

La prima salita è stata compiuta nel 1881 dall’onnipresente reverendo Coolidge. Sulla guida CAI-TCI non è riportata alcuna relazione, è scritto solo che la prima salita è stata compiuta per il detritico versante ovest. Osservato in foto tale versante appare tutt’altro che detritico ma bensì molto roccioso. Non si sa inoltre se Coolidge abbia raggiunto la vera vetta (cima est) o la cima ovest.

La salita alla vetta è lunga e molto delicata per la qualità della roccia e per alcuni passaggi impegnativi.

Si parte da La Blachiere (1724 m), nella Valle del Maurin, 2.5 km prima del paese di La Barge. Si posteggia in una piazzola dove vi è il cartello che indica il sentiero per il Col des Houerts.

Si segue il sentiero che sale molto ripido nel bosco. Si sale quindi nel bel vallone, si transita affianco alla diruta Cabane des Houerts (circa 2300 m), si supera una ripida balza e giunti sul pianoro superiore, sottostante il Col des Houerts, si abbandona il sentiero principale per prendere la diramazione di sinistra (non segnata) che porta sul costone che domina il bel Lac Vert.

Si segue tale costone, si perde qualche metro poi si traversa a sinistra su pietraia per raggiungere un evidente ghiaione che si risale fino ad un colle (circa 2800 m) alla base della cresta NE del Pic des Houerts.

Si risalgono dei gradoni, ci si sposta a sinistra e si risale un canale-camino (attenzione ad un grosso blocco instabile!) fino ad uno spuntone con ometto. Si sale quindi la cresta e superata una paretina si esce su terreno più facile.
Si sale in prossimità del filo di cresta su detriti, si evitano alcuni salti sempre a destra fino a raggiungere la sommità di una spalla detritica.
Si scende qualche metro quindi si traversa, sempre sul versante destro (nord), tenendosi appena sotto alle rocce, fino ad una breccia alla base di una piccola guglia.
Si passa quindi sul versante sinistro (sud) e si sale per cengie e saltini di roccia pessima in direzione di un colletto alla base del grande salto sottostante la cima.
Si sale sul filo una paretina di roccia buona ma notevolmente esposta fino ad un evidente cordone bianco. Si traversa decisamente a destra, in orizzontale, in direzione del colletto tra le due cime, che presenta un bellissimo arco (la cima più alta è quella di sinistra). Appena possibile si risale per gradoni in direzione di un terrazzo detritico alla base della placca sottostante la vetta. E’ possibile risalire direttamente la placca fino in vetta oppure, dopo un paio di metri, traversare a destra (eventualmente aiutandosi con un chiodo, da noi messo e poi tolto) per prendere uno spigoletto che porta in cima. In entrambi i casi il passaggio è impegnativo ed è il tratto chiave della salita.

In discesa si effettua una doppia dalla vetta fino al terrazzo detritico (lasciato un cordone), una seconda doppia sfruttando il cordone bianco, ed altre due doppie per tornare al colletto alla base della cresta (lasciati due cordoni).

Da valutare la possibilità di evitare la prima parte di cresta seguendo un canalone che dovrebbe portare alla breccia alla base della piccola guglia. Tale canalone, osservato dal lago, appare però interrotto da alcuni salti rocciosi.

Le pochissime informazioni reperite in rete (in francese) parrebbero suggerire di superare il tratto sottostante la vetta sul versante sud e non sul versante nord come fatto da noi. Da un esame dal basso tale versante ci è sembrato decisamente poco abbordabile, verticale e notevolmente esposto.

In definitiva si tratta di una salita di enorme soddisfazione per il raggiungimento di una vetta veramente dimenticata ma imponente ed ardita, in un contesto assai selvaggio e “pionieristico”.

Occorre saggiare con grande cura ogni appiglio ed appoggio, la roccia in molti punti è friabile e con molti blocchi instabili a causa della frequentazione nulla. Obbligatorio l’uso del casco, consiglio due corde da 30 metri per poter sfruttare le doppie, e anche qualche chiodo e molte fettucce e cordini, oltre che molta molta prudenza.

_________________
Immagine


Ultima modifica di scinty il mar lug 12, 2011 11:15, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 10:46 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
...per leggermi tutto devo prendere un'ora di permesso :risata:

complimenti innanzitutto per l'originalità dei percorsi ....... riuscite sempre a trovare cose nuove e poco conosciute ... bravi!!!

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 10:58 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
scinty ha scritto:
non del tutto ignara di quanto mi aspetta (e questo potrebbe costituire un'aggravante ](*,) )


il morbo sta attecchendo bene :risataGrassa:

Che dire, molti miei commenti li ho inseriti nella relazione. E' stata un'enorme soddisfazione arrivare in vetta, alla partenza non ero sicuro che ce l'avremmo fatta viste le pochissime informazioni disponibili, e ancora più dubbi mi sono sorti quando abbiamo visto il Pic così roccioso e ardito, con un grande salto roccioso proprio sulla cresta che dovevamo seguire!

La salita la consiglio ma occorre molta prudenza e un po' di abitudine a muoversi su questi terreni.

Soddisfazione amplificata dal fatto di essere con la Scinty, che è stata un'eccellente compagna di cordata e si è mossa con sicurezza e attenzione. Mi fa un'enorme piacere che commenti

scinty ha scritto:
ancora una volta ne è valsa davvero la pena!


:D

I posti sono meravigliosi e da vedere assolutamente, dallo stesso vallone si può salire più facilmente (EE) sul Pic de Panestrel.

Alla prossima :D

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 11:05 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4747
Località: genova marassi
:shock: Letto tutto :smt101 :risata:

Non ho parole....siete dei miti =D> =D> =D> =D> =D>

scinty ha scritto:
Con i francesi mi faccio capire a gesti come una troglodita, non conosco una sola parola se non “bonjour” “merci” “au revoir”.

Non dirmelo a me....due settimane in viaggio di nozze in giro per la Francia sapendo più o meno le stesse parole che sai dire te : WallBash : ...meno male che avevo dietro il dizionario italiano-francese che ogni tanto mi ha salvato (soprattutto con i menu')

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 11:28 
Non connesso
Cintura nera di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 16:32
Messaggi: 5735
Località: Genova
: Thumbup :

_________________
Ji ta kyo ei
Amicizia e mutua prosperità


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 12:03 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
serena ha scritto:
...per leggermi tutto devo prendere un'ora di permesso :risata:

Maury76 ha scritto:
:shock: Letto tutto :smt101 :risata:


: Oops : in effetti c'è voluto più tempo a scrivere tutto che a fare la gita :lol:

: Thanks :

Alec ha scritto:
Alla prossima :D


calma calma... :mrgreen: sto diventando troppo "matura" per queste cose :lol:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 12:21 
Non connesso
dags1972 di quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 08, 2006 15:19
Messaggi: 4689
bellissima relazione e foto

complimenti

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 12:25 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer giu 04, 2008 12:44
Messaggi: 1285
Località: Ovada
Bravi!
...il tema me lo leggo poi con comodo! :risataGrassa:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 14:08 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1202
Località: Arenzano
pria ha scritto:
Bravi!
...il tema me lo leggo poi con comodo! :risataGrassa:


D'accordissimo! : Thumbup :

Innanzitutto bravissimi! =D>

Poi il testo me lo leggo :shock: e le foto me le guardo :smt119 con calma stasera quando torno a casa, tardi, con nessuno che mi rompe le scatole... :mrgreen:

: Thanks : Grazie per le belle relazioni e le belle foto, ogni volta ci portate con voi. : Thanks :

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 14:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
Littletino ha scritto:
pria ha scritto:
Bravi!
...il tema me lo leggo poi con comodo! :risataGrassa:


D'accordissimo! : Thumbup :

Innanzitutto bravissimi! =D>

Poi il testo me lo leggo :shock: e le foto me le guardo :smt119 con calma stasera quando torno a casa, tardi, con nessuno che mi rompe le scatole... :mrgreen:

: Thanks : Grazie per le belle relazioni e le belle foto, ogni volta ci portate con voi. : Thanks :


:imbarazzo: ehm, avete ragione, non sono riuscita a trattenermi.. pensate che mentre cammino o sono lì che tribolo sugli sfasciumi penso già a quello che potrei scrivere! :lol: E' una specie di "dovere", di "lavoro", come se tenessi un diario e difatti è un modo per tenere traccia di tutte le avventure, ma soprattutto c'è il piacere di condividere queste sensazioni con voi! Anche se spesso prima di postare mi domando se è il caso di farlo o no, alla fine con internet siamo tanto abituati a rendere - quasi - tutto pubblico, tuttavia a volte mi sembra di mettere i miei affari in piazza, ma la mera descrizione del percorso non fa per me :oops:
Poi c'è sempre il discorso che a volte si teme di far la figura degli "sboroni", a volte ci penso e apprezzo la gente che va in montagna e poi se lo tiene per se (e magari fa cose pazzesche), ma non è un discorso di vanità (anche perchè noi non siamo "forti"), ma da quando mi sono iscritta a questo forum non ne posso fare a meno e sono contenta di contribuire a farlo crescere insieme a voi... :roll: insomma tutto questo per dire: sono logorroica ma non mi sono ancora stufata di ubriacarvi con le mie parole :mrgreen:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 14:58 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
scinty ha scritto:
Littletino ha scritto:
pria ha scritto:
Bravi!
...il tema me lo leggo poi con comodo! :risataGrassa:


D'accordissimo! : Thumbup :

Innanzitutto bravissimi! =D>

Poi il testo me lo leggo :shock: e le foto me le guardo :smt119 con calma stasera quando torno a casa, tardi, con nessuno che mi rompe le scatole... :mrgreen:

: Thanks : Grazie per le belle relazioni e le belle foto, ogni volta ci portate con voi. : Thanks :


:imbarazzo: ehm, avete ragione, non sono riuscita a trattenermi.. pensate che mentre cammino o sono lì che tribolo sugli sfasciumi penso già a quello che potrei scrivere! :lol: E' una specie di "dovere", di "lavoro", come se tenessi un diario e difatti è un modo per tenere traccia di tutte le avventure, ma soprattutto c'è il piacere di condividere queste sensazioni con voi! Anche se spesso prima di postare mi domando se è il caso di farlo o no, alla fine con internet siamo tanto abituati a rendere - quasi - tutto pubblico, tuttavia a volte mi sembra di mettere i miei affari in piazza, ma la mera descrizione del percorso non fa per me :oops:
Poi c'è sempre il discorso che a volte si teme di far la figura degli "sboroni", a volte ci penso e apprezzo la gente che va in montagna e poi se lo tiene per se (e magari fa cose pazzesche), ma non è un discorso di vanità (anche perchè noi non siamo "forti"), ma da quando mi sono iscritta a questo forum non ne posso fare a meno e sono contenta di contribuire a farlo crescere insieme a voi... :roll: insomma tutto questo per dire: sono logorroica ma non mi sono ancora stufata di ubriacarvi con le mie parole :mrgreen:


sono d'accordo, anche per me i topic sono prima di tutto una specie di diario personale che spesso rileggo con piacere per ricordare belle giornate passate sui monti; è poi bello condividere impressioni, relazioni, condizioni, soprattutto su gite poco frequentate.

P.S. ma la foto con lo scarpone?? :mrgreen:

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 15:09 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4747
Località: genova marassi
scinty ha scritto:
a volte ci penso e apprezzo la gente che va in montagna e poi se lo tiene per se (e magari fa cose pazzesche)


Io no ,apprezzo di più chi condivide le proprie esperienze, per essere utile e dare uno spunto a chi vuol fare gite in montagna....secondo me non e' una questione di essere "sboroni" , e' più un essere "altruisti" e voler condividere con gli altri :strizzaOcchio:: infatti apprezzo questa tua frase verso il forum :freccia: "sono contenta di contribuire a farlo crescere insieme a voi..."

scinty ha scritto:
insomma tutto questo per dire: sono logorroica ma non mi sono ancora stufata di ubriacarvi con le mie parole :mrgreen:


Menomale, son così piacevoli i tuoi racconti, continua continua..... : Thumbup :

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 15:13 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
..una volta scrivevo molto di più, ero molto più descrittiva.....
ora ...boh ...ho perso l'ispirazione....
sono diventata decisamente sintetica...

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 15:26 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
Alec ha scritto:
P.S. ma la foto con lo scarpone?? :mrgreen:


:roll: :-"

serena ha scritto:
..una volta scrivevo molto di più, ero molto più descrittiva.....
ora ...boh ...ho perso l'ispirazione....
sono diventata decisamente sintetica...


Ma no magari ritrovi l'ispirazione, anche a me a volte è successo :wink:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 15:53 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
scinty ha scritto:
Alec ha scritto:
P.S. ma la foto con lo scarpone?? :mrgreen:


:roll: :-"

serena ha scritto:
..una volta scrivevo molto di più, ero molto più descrittiva.....
ora ...boh ...ho perso l'ispirazione....
sono diventata decisamente sintetica...


Ma no magari ritrovi l'ispirazione, anche a me a volte è successo :wink:



la prossima gita che facciamo provo ad applicarmi un pò di più ....
poi in effetti è bello andare a rileggersi i resoconti delle vecchie gite....
tu sei bravissima ..... ci sembra di essere tutti lì con te (cioé...con voi..)

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 16:12 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven set 14, 2007 14:29
Messaggi: 1597
Località: IMPERIA
=D> =D> Chapeau bas! : Thumbup :

_________________
"Perché con uno (occhio) tu guardi il mondo, con l'altro guardi in te stesso".

Amedeo Modigliani


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 20:12 
Non connesso
Sherpani di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar giu 08, 2010 20:40
Messaggi: 7602
Località: Valle del Kumbu
figeaux ve veuggiu tantu ben (ragazzi vi vogliotanto bene) , ma pe lesive devu piggià aspettativa sensa assegnu!!!!!!!!!!!! :feliceModerato: (ma per leggervi devo prendere aspettativa senza assegno) le palanche, ho guardato solo le foto: bei posti : Thumbup :
(però vi penso e vi voglio bene) : Thumbup :

_________________
Namaste
"Non esiste una via per la pace, la Pace è la Via"
Tenzin Gyatso (Dalai Lama)

Tibet libero!!!
"...ognuno di noi, da qualche parte ha il suo Everest da scalare, qualunque nome esso porti (Wanda Rutkiewicz)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 20:27 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11716
Località: Savona
Ubaye mon amour!! :smt050 :smt050 A settembre mi ci fiondo per una settimana (spero!!!)

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 20:48 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
scinty ha scritto:
calma calma... :mrgreen: sto diventando troppo "matura" per queste cose :lol:



non so quanti anni tu abbia ma dalle foto si direbbe anche meno di me quindi .....non puoi diventare troppo "matura" per queste cose.... se no finisce che mi sento in dovere morale di maturare anche io e non ci penso proprio :risata: :risata:
anzi ...io ultimamente ogni anno che passa mi sento più giovane :ahah: :ahah: ........ e la lista delle cose da fare si allunga sempre di più (io "purtroppo" lavoro su svariati fronti ...non è facile :risataGrassa: )
(questo potrebbe anche essere un primo sintomo dell'Alzheimer ma speriamo di no...)

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 21:25 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 10, 2008 22:44
Messaggi: 3435
Località: Genova
Complimenti vivissimi per lo splendido racconto e l'originalissima gita! =D> =D> =D> =D> =D>

Ascendere e vivere l'essenza di rilievi come il Pic des Houerts è, per usare un gioco di parole, il top del trad!!!

Trovo sia bellissimo, soprattutto in quest'epoca, vivere al di fuori di un ambiente conosciuto assaporando il gusto dell'esplorazione...

...Lo spirito alpinistico che anima queste salite e che comincia con le emozioni dei preparativi a casa, continua lungo il cammino su prati e sentieri in luoghi ameni e sconosciuti, sino all'esplosione di gioia nel raggiungere la cima di quel picco che da ore di lontananza gli occhi hanno osservato pieni di eccitazione e mistero, abbraccia davvero quello pionieristico degli albori, fatto di coraggio, determinazione, un "pizzico" di pazzia e tanto desiderio di scoperta.

Uno dei pensieri lasciati in eredità da Emilio Comici recita:

"Sulla montagna sentiamo la gioia di vivere, la commozione di sentirsi buoni ed il sollievo di dimenticare le miserie terrene. Tutto questo perchè siamo vicini al cielo."

E vicini al cielo lo si è davvero su vette come il Pic des Houerts, dove, nonostante la modesta altezza, quello che ci porta in alto è lo spirito con il quale si affronta la salita, l'intimità e l'amore che ci legano al compagno e la consapevolezza che quello che stiamo compiendo sia in perfetta armonia con la natura! :)

_________________
“La Primavera sembra portare dentro di sé un ricordo che poi, in estate, racconterà al mondo intero fin quando non sarà divenuta più saggia nel grande autunnale silenzio con cui si confida soltanto ai solitari.”


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mar lug 12, 2011 22:01 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 02, 2008 20:47
Messaggi: 2172
Località: Piemonte
: Thumbup :
Non aggiungo altro, avete già scritto tutto voi............
: Thumbup :

_________________
“L’acqua esiste per la sopravvivenza del corpo. Il deserto esiste per la sopravvivenza dell’anima”
Proverbio Tuareg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 7:14 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar lug 28, 2009 12:40
Messaggi: 1216
Località: Vicoforte (CN)
Al pari delle imprese alpinistiche più dure e difficili, questi racconti hanno la possibilità di farti sognare...
E' come viverlo in prima persona pur essendo solo dall'altra parte di un monitor...

Un racconto da leggere in una sera di mezza estate, libero dai pensieri, cercando di seguirvi con lo sguardo lungo il sentiero di salita, assoporare la stessa aria, accarezzare la stessa roccia..

La citazione di Ale è molto bella, l'avevo già sentita da qualche parte...a me piace molto anche qusta ed un po' si avvicina anche al vostro racconto:

Ho imparato che tutti, al mondo,
vogliono vivere in cima alla montagna
senza sapere che la vera felicità sta in come si sale la china.

Gabriel Garcia Marquez


Grazie...

_________________
Immagine

La farfalla non conta gli anni, ma gli istanti. Per questo il suo breve tempo le basta..
Profilo Instagram: keiji76


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 7:16 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
keiji1976 ha scritto:
Ho imparato che tutti, al mondo,
vogliono vivere in cima alla montagna
senza sapere che la vera felicità sta in come si sale la china.

Gabriel Garcia Marquez





bellissima !!! : Thumbup :

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 7:33 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
:smt089 mi fate commuovere! Grazie a voi :D

serena ha scritto:
non so quanti anni tu abbia


guarda il mio profilo (l'età di una donna non si dice però si può leggere :mrgreen: )

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 7:48 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
scinty ha scritto:
:smt089 mi fate commuovere! Grazie a voi :D

serena ha scritto:
non so quanti anni tu abbia


guarda il mio profilo (l'età di una donna non si dice però si può leggere :mrgreen: )



sei (e - quindi- siamo !!) giovani come l'acqua!!

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 8:26 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar lug 28, 2009 12:40
Messaggi: 1216
Località: Vicoforte (CN)
OTMi sento più in forma adesso che a 20 anni, all'epoca altro che pensare alla montagna e tutto ciò che ci sta intorno!!!!!! : WallBash :bisognerebbe poter tornare a quegli anni con la testa di oggi... :risataGrassa:

_________________
Immagine

La farfalla non conta gli anni, ma gli istanti. Per questo il suo breve tempo le basta..
Profilo Instagram: keiji76


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 8:46 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
keiji1976 ha scritto:
OTMi sento più in forma adesso che a 20 anni, all'epoca altro che pensare alla montagna e tutto ciò che ci sta intorno!!!!!! : WallBash :bisognerebbe poter tornare a quegli anni con la testa di oggi... :risataGrassa:



OT....hai perfettamente interpretato il mio pensiero!!!!

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 8:49 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15140
Località: Genova Sestri
Bellissimo topic, bellissima gita, il tutto infarcito da due splendide citazioni.

Che dire, la montagna è tutto questo. Grandi :wink:

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 10:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
Grazie sommo Pazz! :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: mer lug 13, 2011 14:46 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 825
Località: Pieve Ligure
Visto solo adesso.... grandissimi ragazzi!!!! Una bella sudata questa cima, le preoccupazioni credo che erano rivolte più al soggiorno e alla trasferta che alla gita in sè.... poi con questa cosa che in Francia si parla solo il francese... bah... io se incontro qua un turista straniero cerco di spiaccicare qualche parola nella sua lingua (a meno che non sia cinese o giapponese :risataGrassa:, in tal caso avrei qualche problema...)

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: gio lug 14, 2011 7:31 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
teo-85 ha scritto:
io se incontro qua un turista straniero cerco di spiaccicare qualche parola nella sua lingua (a meno che non sia cinese o giapponese :risataGrassa:, in tal caso avrei qualche problema...)


Altra mentalità... poi dicono che i genovesi sono chiusi... :strizzaOcchio::

Grazie Teo :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: gio lug 14, 2011 20:16 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1890
Località: Genova
Complimenti, la zona è bellissima.
Avrei intenzione di andarci prima o poi, magari salendo alla Mortice che dovrebbe essere accessibile anche dal vallone da cui siete saliti voi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: ven lug 15, 2011 8:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
em ha scritto:
Complimenti, la zona è bellissima.
Avrei intenzione di andarci prima o poi, magari salendo alla Mortice che dovrebbe essere accessibile anche dal vallone da cui siete saliti voi.


Uhm, ora come ora non ti so dire, da quelle parti c'è, l'abbiamo visto sulla cartina del rifugio, però il sentiero che abbiamo seguito pareva portare solo al Col des Houerts...

Ale tu che dici?

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: ven lug 15, 2011 8:35 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
em ha scritto:
Complimenti, la zona è bellissima.
Avrei intenzione di andarci prima o poi, magari salendo alla Mortice che dovrebbe essere accessibile anche dal vallone da cui siete saliti voi.


La Mortice è sicuramente accessibile da Grande Serenne per il vallone parallelo a quello che abbiamo percorso noi.

Forse anche dal Lac Vert, salendo per ghiaioni sulla sinistra...

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: ven lug 15, 2011 8:55 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6831
Località: Genova Rivarolo
Alec ha scritto:
em ha scritto:
Complimenti, la zona è bellissima.
Avrei intenzione di andarci prima o poi, magari salendo alla Mortice che dovrebbe essere accessibile anche dal vallone da cui siete saliti voi.


La Mortice è sicuramente accessibile da Grande Serenne per il vallone parallelo a quello che abbiamo percorso noi.

Forse anche dal Lac Vert, salendo per ghiaioni sulla sinistra...



OTaccidenti ..... le sa tutte.......

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: ven lug 15, 2011 13:11 
Non connesso
mus musculus januensis mont.
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 10, 2007 13:46
Messaggi: 3595
Località: qui
onguno ha il suo stile... ma se siete in cerca di ispirazioni

prendete esempio !!

=D>
ottima relazione, foto e bel racconto per una salita di gran gusto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: ven lug 15, 2011 13:22 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
serena ha scritto:
OTaccidenti ..... le sa tutte.......


E' un secchione! :mrgreen:

topo ha scritto:
onguno ha il suo stile... ma se siete in cerca di ispirazioni

prendete esempio !!

=D>
ottima relazione, foto e bel racconto per una salita di gran gusto!


Troppo buono! :D

Beh queste salite fuori moda hanno sempre il loro fascino! :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: ven lug 15, 2011 13:49 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 16, 2007 15:04
Messaggi: 1649
Località: Bergeggi (SV)
Alec ha scritto:
em ha scritto:
Complimenti, la zona è bellissima.
Avrei intenzione di andarci prima o poi, magari salendo alla Mortice che dovrebbe essere accessibile anche dal vallone da cui siete saliti voi.


La Mortice è sicuramente accessibile da Grande Serenne per il vallone parallelo a quello che abbiamo percorso noi.

Forse anche dal Lac Vert, salendo per ghiaioni sulla sinistra...

per la Mortice conviene salire proprio per il Vallon de Serenne. Il sentiero parte nei pressi del Col du Serenne (poco dopo il bivio che a destra porta a Fouillouse), in corrispondenza di un vecchio forno ristrutturato (parcheggio). Il sentiero è segnalato con segnavia color ocra e oppone una prima ora assai ripida per poi continuare per un bellissimo vallone ove son presenti degli stupefacenti enormi massi di calcare rosa. Nella zona Serenne e Mortice per chi arrampica , son presenti decine di vie, molte nuove di zecca che saranno relazionate nella guida in uscita nel 2012 (info autori). Anche su per il Vallone di Houerts per chi volesse farci una capatina arrampicatoria, son presenti sulla parete NE del Sommet Rouge alcune tra le vie più lunghe e difficili dell'Ubaye e un paio più moderne e attrezzate a fix. Recentemente è stata aperta una via più plaisir, per la quale spero di avere prossimamente info un po più precise. Le possibilità invece classiche sono molteplici anche se spesso lungo rocce meno sicure. Posti veramente fuori dal mondo, come tutta l'Ubaye, e per questo, almeno per me , tra i più amati e frequentati.

_________________
Why, why can we never be sure till we die


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: lun lug 18, 2011 18:58 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 11, 2009 19:25
Messaggi: 337
Località: Savona
Mamma mia che impresa! Complimenti vivissimi! =D>

_________________
"Io intanto salgo, poi si vedrà ..."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pic des Houerts - Valle Ubaye
MessaggioInviato: lun lug 18, 2011 20:57 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12050
Località: Genova
gambeinspalla ha scritto:
Mamma mia che impresa! Complimenti vivissimi! =D>


grazie amico! :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it