Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è gio ott 21, 2021 12:51

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: gio mar 31, 2016 22:03 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12250
Località: Genova
Credevo ci fosse già questo topic invece no, perciò sono lieta di risvegliare questa sezione assopita... :D

Bric Boscasso (con aggiunta di Punta Cialme per gli scialpinisti)
Partenza da Preit di Canosio
quota di partenza: 1549 m
quota vetta: 2589 m
dislivello complessivo: 1040 m
difficoltà: BS
Esposizione prevalente S-SE


Dal parcheggio presso la sbarra dopo la borgata Preit si segue la strada per il colle omonimo ed appena prima delle grange Servino (m 1816), nei pressi del Pis del Passet, si svolta a destra per seguire il Vallone Cassin, prima in un rado bosco e poi su pendi aperti fino ad un pianoro (noi ci siamo tenuti sulla destra dove la neve già cedeva il passo all'erba, mentre altri hanno preferito salire più a sinistra dove c'era più neve).

Il vallone piega poi a sinistra, fino alla base dell'evidente canale S sotto le rossastre pareti della Rocca la Verde. Sulla sinistra si nota l'ampio conoide del canale N della Cima Est del Monte Cassorso, meta di un bellissimo e sconosciuto itinerario di sci ripido.
Si rimonta il canale che porta all'ampia cresta spartiacque col Vallone di Unerzio, da dove sbuca uno degli itinerari da Chialvetta. Si risale verso destra il costone che diventa sempre più stretto in prossimità della piccola vetta del Bric Boscasso.

Variante di discesa OS: dal colletto subito sotto la vetta si può scendere direttemente per il versante E nel vallone Inchiaus da cui si può scendere fino a Case Gerbino e poi per strada fino alla Casa Corte; altrimenti arrivati sul primo pianoro del Vallone Inchiaus si risale a un colletto a O di punta Cialme e da lì si scende nuovamente nel Vallone Cassin.

[Itinerario per Punta Cialme, 2463 m, consigliabile agli scialpinisti per aggiungere una bella discesa alla gita: dal pianoro del Vallone Cassin si svolta a destra e si sale il ripido pendio O fino in vetta. La vetta di per sè non è di grande interesse ed è ripida nell'ultimo pezzo per questo non la consiglio con le ciaspole anche perchè con questo mezzo la gita è già bella fin sul Boscasso].

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Dopo tre giorni a casa per il brutto tempo e la ricorrenza di Pasqua, martedì sera Alec dice che il giorno dopo sarebbe andato in gita, mentre stavo preparando per entrambi il pranzo per il giorno dopo al lavoro... "caspita è vero me lo avevi detto e non mi ricordavo!". "Vado sulla Punta Cialme e sul Bric Boscasso". <<<Val Maira... Bric Boscasso... potrei andare anche io ma... :roll: >>>

"E se venissi anche io...?" Alec si illumina e mi prega di andare con lui, che avrebbe più piacere se lo accompagnassi, perchè ultimamente si è molto impigrito... la sveglia presto e la sfacchinata in macchina da solo sono sempre meno allettanti... ma io tentenno "ho lasciato del lavoro in sospeso..." <<<scuse... sono solo scuse...>>>

Alla fine mi convinco e scrivo alla mia "socia" in ufficio per un paio di cose veloci, non ho preso ferie mai nè a Natale nè a Pasqua e adesso ho proprio bisogno di staccare un momento dalla quotidianità... poi sento anche una vocina <<<sciintyyy, scinty...>>> non posso non sentire il richiamo... della Val Maira :lol:! Invogliata da una giornata in quei posti meravigliosi e dai successivi acquisti gastronomici... accetto di buon grado (beh, più o meno...) la sveglia alle 4:00, anzi un pelo prima.

A Dronero l'immancabile colazione al Caffè Commercio, io otpo per una classica brioche mentre Alec si butta su una focaccia farcita prosciutto e formaggio :lol:... gli dico che non è molto normale iniziare la giornata alle 6:30 con una focaccia farcita, ma lui giustamente ribatte: "si infatti hai rifiutato con sdegno i due generosi morsi che ti ho offerto" :smt044 :oops:

Ed eccoci infine al Preit, uno dei posti più belli della Valle e paradiso degli scialpinisti! :o

Dal parcheggio della sbarra dopo la borgata ci incamminiamo lungo tutta la strada innevata fino a intraprendere il percorso per il Vallone Cassin in cima al quale, nel pianoro, Alec ed io ci dividiamo. Lui sale sulla Punta Cialme mentre io mi dirigo verso il Bric Boscasso dove mi raggiungerà. Ha provato a insistere perchè lo seguissi ma sono qui per divertirmi e vado... dove mi porta il cuore. Finchè mi va salgo, se non mi va più mi godo la natura circostante... che è splendida, come sempre. Ho con me i ramponi nel caso in cui il pendio canale sia troppo ripido per me con le ciaspole ma, come spesso accade, man mano che mi avvicino il canale mi sembra meno lungo e meno ripido... così salgo abbastanza diretta (anche perchè trovarmi di traverso con le ciaspole mi infastidisce abbastanza); in cima il pendio diventa un po' più ripido, ma è proprio l'ultimo pezzo e a quel punto diventa un po' scomodo cambiarmi, così sfrutto i ramponcini delle ciaspole. Voltandomi (non troppo :lol:) decido che scenderò sicuramente con i ramponi, le ciaspole mi vincolano troppo e non mi fanno sentire in equilibrio.

Il canale gira appena verso destra e vedo delle peste che traversano, verso quello che spero sarà un approdo sicuro: <<<coraggio scinty, è solo un breve pezzo>>> sono quei casi nei quali penso che proprio per un pelo potrei scivolare... e troppo ottimismo mi sa di auto-gufata :mrgreen: ... procedo ancora con i ramponcini e finalmente con un sospiro di sollievo mi trovo su un bel pianoro, che è l'ampia cresta dalla quale in breve si raggiunge la vetta :D . Ora non mi resta che aspettare Alec, mi sistemo e mi cambio le ciaspole con i ramponi, ma c'è vento e non ne vuol sapere di cessare, torno un pezzo indietro e sto immobile con le mani (e due paia di guanti) sotto le ascelle a braccia incrociate... che barba chissà quando arriva Alec che non essendo allenato è molto più lento.. sento dei rumori e delle voci, è una coppia che mi seguiva e chiedo loro se hanno visto un tipo dietro, mi confermano che non è molto lontano, ma starò ancora un po' lì a congelare mentre loro beati raggiungono la vetta insieme ad altra gente che nel frattempo giunge da Chialvetta. Finalmente ecco spuntare la granitica testa... certo che, penso, questi momenti servono davvero a distrarre la mente dai pensieri, nel bene e nel male: prima il bellissimo pianoro con radi piccoli larici, circondato da vette, che ti fa stare a bocca aperta per l'incanto, adesso il vento incessante che mi disturba e mi fa richiudere a riccio perchè non c'è il minimo angolino dove andarmi a riparare. Ancora un po' di pazienza e non appena Alec mi raggiunge saliamo insieme sulla bella ed esile vetta.

Dopo poco ci tocca nuovamente separarci perchè lui scende dalla diretta E, mentre io ritornerò dall'itinerario di salita...
Taglierò tutta la parte che riguarda il mancato incontro a casa Corte, essendo scesa abbastanza velocemente (lui continuava a dire che era impossibile che ci avessi messo così poco :roll: ) ho aspettato a mangiare il panino nella speranza di pranzare insieme davanti alla casa (simbolo per noi della magistrale architettura di un tempo, è una sofferenza vederla andare giù poco alla volta...); ma giunta sul luogo, del granitico non c'è traccia. Aveva provato a raggiungermi risalendo al colletto per tornare nel vallone Cassin invece di scendere fino a lì direttamente, ma io ero già passata perciò abbiamo avuto un contrattempo che mi ha fatto andare su tutte le furie, per fortuna abbiamo perso solo una mezz'ora... ma non abbiamo mangiato insieme perchè lui si era già riempito la pancia in mia assenza :evil: :evil: :evil:
'Sti uomini... :smt011

In conclusione bellissima gita e bella neve con una giornata luminosa mentre a Genova era brutto :mrgreen:

In fondo al Vallone Cassin, al cospetto della Rocca la Verde
Immagine

la punta Cialme è quella rotonda bianca più a destra mentre a sinistra di Rocca la Verde si vede il pendio per salire sul Bric Boscasso
Immagine

la vetta (la bellissima foto che mi ha fatto Alec ](*,) )
Immagine

maestose solitudini..
Immagine

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 01, 2016 7:20 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6044
Località: Arenzano
Immagine

:uahuah: :uahuah:

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 01, 2016 15:30 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 1092
Località: Pieve Ligure
Bravi tutti e due! Sfruttato molto bene la giornata, considerando il meteo a Genova :| ...

Ago ha scritto:
Immagine

:uahuah: :uahuah:

Ma qui sei nella classica posizione ad Y di "richiesta di eli-soccorso" :risata: :risata: scommetto che stavi congelando...

Cita:
Taglierò tutta la parte che riguarda il mancato incontro a casa Corte, essendo scesa abbastanza velocemente (lui continuava a dire che era impossibile che ci avessi messo così poco :roll: ) ho aspettato a mangiare il panino nella speranza di pranzare insieme davanti alla casa (simbolo per noi della magistrale architettura di un tempo, è una sofferenza vederla andare giù poco alla volta...); ma giunta sul luogo, del granitico non c'è traccia. Aveva provato a raggiungermi risalendo al colletto per tornare nel vallone Cassin invece di scendere fino a lì direttamente, ma io ero già passata perciò abbiamo avuto un contrattempo che mi ha fatto andare su tutte le furie, per fortuna abbiamo perso solo una mezz'ora... ma non abbiamo mangiato insieme perchè lui si era già riempito la pancia in mia assenza :evil: :evil: :evil:
'Sti uomini... :smt011

Beh ma qui un po' lo capisco Alec... con gli sci uno fa maggiore fatica sui muscoli quadricipiti delle cosce, indi si bruciano più in fretta le calorie, e si ha una senzazione maggiore di fame, che talvolta capita improvvisamente e che non lascia scampo :mrgreen: :mrgreen:

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 01, 2016 18:19 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1343
Località: Arenzano
Emmenomale che la ciaspolata alla Pigna doveva essere l'ultima (e la prima) di stagione! :risataGrassa:
Ma avete fatto benissimo a prendervi 'sto mercoledì da leoni sulla neve: il lavoro può "sempre" aspettare, e lo possono fare gli altri.
La montagna non può aspettare, e se ci vanno gli altri al posto nostro non va bene.
La Val Maira poi .... ma scherziamo davvero?

Molto bello, bravi! : Thumbup :

Valloni di Marmora e Preit paradiso skialp e ciaspole. :uahuah:

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven apr 01, 2016 23:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12250
Località: Genova
Ago ha scritto:
:uahuah: :uahuah:


:smt058

teo-85 ha scritto:
Ma qui sei nella classica posizione ad Y di "richiesta di eli-soccorso" :risata: :risata: scommetto che stavi congelando...
si mi ero incriccata in quella posizione con una folata di vento :risata:


teo-85 ha scritto:
Beh ma qui un po' lo capisco Alec... con gli sci uno fa maggiore fatica sui muscoli quadricipiti delle cosce, indi si bruciano più in fretta le calorie, e si ha una senzazione maggiore di fame, che talvolta capita improvvisamente e che non lascia scampo :mrgreen: :mrgreen:


mi rimetto a questa dotta spiegazione tecnica :smt081 :smt082

Littletino ha scritto:
il lavoro può "sempre" aspettare, e lo possono fare gli altri.
La montagna non può aspettare, e se ci vanno gli altri al posto nostro non va bene.


mi piace questo passaggio :mrgreen:

Little, sono stata a casa tre giorni e martedì ero più stanca di venerdì :lol: ... mentre alla fine di questa giornata, nonostante la sveglia alle 4 e i mille metri di dislivello più la corsa alla ricerca di Alec... mi sentivo rigenerata!! : Thumbup :

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab apr 02, 2016 10:12 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4778
Località: genova marassi
Che bello : WohoW :
Me lo segno :strizzaOcchio::

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it