Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è gio ott 17, 2019 6:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: ven giu 24, 2016 11:38 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 2210
Località: Genova / Imperia
TIPO DI ITINERARIO : Escursionistico
DISLIVELLO TOTALE : Circa 700 Metri
DIFFICOLTA' : E
LOCALITA' DI PARTENZA : Genova Marassi
ESPOSIZIONE : Sud
TEMPISTICA E LUNGHEZZA : circa 5 ore per circa 15 chilometri
TOPIC DI RIFERIMENTO : viewtopic.php?f=5&t=13122
COME ARRIVARE : Da Marassi si può salire Via Fereggiano sino in Largo Merlo , dove ci sono diversi parcheggi bianchi .


SVOLGIMENTO : Dalla parte bassa di Largo Merlo si imbocca la stretta salitina di Via del Capriolo sino all'incrocio con Via Centurione Bracelli . Sulla destra c'è uno slargo da cui inizia una via scalinata , Salita dei Gerbidi . In cima si innesta su di una strada più ampia e pianeggiante che si segue per poco , sino ad imboccare a sinistra una malconcia e stretta mattonata senza nome ( ma è Vico Fontanini ). Ormai si abbandona la parte urbanizzata del percorso e ci si addentra in aperta campagna seguendo il lungo percorso semicircolare del viottolo sino alle case di Via dell'Olmo. Salendo lungo questa scalinata ci si inserisce nella carrabile Via delle Rocche , che sale sino al crinale con ampi panorami su Genova . Qui con una breve digressione si può raggiungere il Forte Quezzi ( 285 metri ) , molto malridotto e non visitabile, i cui prati circostanti sono ridotti a pascolo di ovine ed equini .Tornando indietro su asfalto si arriva brevemente all'evidente Torre di Quezzi ( 318 metri ) ,anch'essa malconcia , ma visitabile ( a proprio rischio ) in quanto non c'è la porta ... Gli interni sono in rovina ma molto affascinanti e panoramici . Poi continuando sul sentiero di crinale ( o sulla strada contigua ) si giunge poco dopo al Colletto Leamara , con la sua Cappelletta dei Cacciatori , dove si incrocia la carrareccia che sale da Sant' Eusebio . Si imbocca allora l'evidente sentiero di crinale seguendo le tante tacche blu prima tra la macchia e poi nel bosco e con qualche bel tratto di faticosa salita ( c'è pure un percorso per mountain bike ) si arriva al gigantesco Forte Ratti costruito a 564 metri di altezza . Ci si gira attorno apprezzando l'enorme volumetria della fortezza , per giungere quindi all'ingresso posto sul lato est .Mancando il portone , l'interno è facilmente accessibile ( a proprio rischio ) ed ovviamente amplissimo , tra cortili , accasermamenti , corridoi e bastioni panoramicissimi . La discesa inizia sul crinale davanti all'ingresso e conduce facilmente alla sottostante grande cava abbandonata . Da qui seguendo la carrareccia oppure il soprastante crinale boscoso , si arriva al bel Forte Richelieu ( 415 metri ) , sempre chiuso .Continuando la discesa sulla strada si torna nell'area urbanizzata dal Villaggio Don Orione , si scende in Via Berghini sino ad un tornante cco parco giochi , subito dopo il quale si imbocca a sinistra una strada in discesa ( Via Camaldoli ) che conduce rapidamente al bel Forte di Santa Tecla ( 161 metri ) . Anche questa fortezza è chiusa al pubblico ( pare sia sede di associazioni di volontariato ) ma è percorribile un camminamento all'interno del fossato , dotato di due belle garitte in rovina . Scendendo poi in Via Forte di Santa Tecla si torna in Via Berghini , che si risale sino ad un grosso slargo a sinistra , il quale va attraversato per imboccare la discesa di Via Polverara , prima asfaltata poi ridotta ad una lunga mattonata nel boschetto . Questa porta ad un'altra scalinata che scende infine a Largo Merlo , dove eravamo partiti .
E' un giro molto divertente e panoramico , da fare nelle stagion meno calde , che permette di vedere da vicino e di visitare alcune delle affascinanti fortificazioni che difendevano Genova da Levante .

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it