Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mar dic 11, 2018 19:18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Nolitudine
MessaggioInviato: mar dic 04, 2018 21:57 
Non connesso
Utente di Quotazero

Iscritto il: mar apr 08, 2008 15:58
Messaggi: 79
Località: Genova
Domenica il tempo non è granché, nuvoloso, decidiamo di fare un salto al settore Nolitudine. Io e Silvana non ci siamo mai andati e Roberto e Nadia è da tanto che non capitano da quelle parti. Posteggiamo e ci caliamo da un ancoraggio della rete di protezione contro la caduta di pietre. Finita la calata, dopo venti o trenta metri in piano su un sentierino lungo la scogliera, si raggiunge lo spigolo da cui parte un traverso, attrezzato con una corda fissa, che dà l’accesso al settore. E’ meglio avere già scarpette, imbrago e rinvii e proteggersi autonomamente, senza affidarsi alla corda fissa che è in uno stato pietoso.
L’ambiente, anche per noi abituati al Finalese, è davvero bello! Il mare sotto di noi è calmo, qualche canoa passa nelle vicinanze, scortata dagli uccelli marini che volano a pelo d’acqua. La roccia offre un colpo d’occhio formidabile: le forme più articolate sono davanti a noi, il colore rosa la fa somigliare alle scogliere di granito della Sardegna. Alcune pozze d’acqua, probabile residuo delle mareggiate recenti, ci impongono qualche contorsionismo per evitare di bagnare troppo le corde, ma non sempre abbiamo successo…
Arrampichiamo sulla via “Classica” e su un altro tiro a destra della classica, entrambi molto facili, ma utili a prendere confidenza con la roccia. La chiodatura è a fittoni, a distanza non ascellare, ma la difficoltà è fortunatamente modesta, le soste a volte datate; la via a destra della classica non è presente nella guida (almeno noi non l’abbiamo trovata). Dopo questo assaggio, è la volta del primo tiro di “Purpurangu” (6a), che ha un passaggio ostico verso la metà e un’uscita tutt’altro che semplice su una piastra spiovente e un po’ viscida. Concludiamo con “Buga sbursa” un bel 6c (o 6b+, a seconda delle “scuole di pensiero”…), continuo, con passaggi delicati e ancoraggi non proprio a portata di mano: raggiungere la catena è una soddisfazione…
Le poche ore di luce e lo stato terrificante della fissa che dovrebbe condurre agli altri tiri ci consigliano di tornare indietro. Ripercorriamo il traverso a ritroso e terminiamo arrampicandoci laddove ci eravamo calati in doppia, tiretto facile e protetto a resinati.
Nel complesso, bei tiri, meno scivolosi del previsto, anche se ovviamente non c’è una grande scelta, in un ambiente unico.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Nolitudine
MessaggioInviato: gio dic 06, 2018 10:07 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: mer ott 17, 2012 18:43
Messaggi: 118
piero ha scritto:
Domenica il tempo non è granché, nuvoloso, decidiamo di fare un salto al settore Nolitudine. Io e Silvana non ci siamo mai andati e Roberto e Nadia è da tanto che non capitano da quelle parti. Posteggiamo e ci caliamo da un ancoraggio della rete di protezione contro la caduta di pietre. Finita la calata, dopo venti o trenta metri in piano su un sentierino lungo la scogliera, si raggiunge lo spigolo da cui parte un traverso, attrezzato con una corda fissa, che dà l’accesso al settore. E’ meglio avere già scarpette, imbrago e rinvii e proteggersi autonomamente, senza affidarsi alla corda fissa che è in uno stato pietoso.
L’ambiente, anche per noi abituati al Finalese, è davvero bello! Il mare sotto di noi è calmo, qualche canoa passa nelle vicinanze, scortata dagli uccelli marini che volano a pelo d’acqua. La roccia offre un colpo d’occhio formidabile: le forme più articolate sono davanti a noi, il colore rosa la fa somigliare alle scogliere di granito della Sardegna. Alcune pozze d’acqua, probabile residuo delle mareggiate recenti, ci impongono qualche contorsionismo per evitare di bagnare troppo le corde, ma non sempre abbiamo successo…
Arrampichiamo sulla via “Classica” e su un altro tiro a destra della classica, entrambi molto facili, ma utili a prendere confidenza con la roccia. La chiodatura è a fittoni, a distanza non ascellare, ma la difficoltà è fortunatamente modesta, le soste a volte datate; la via a destra della classica non è presente nella guida (almeno noi non l’abbiamo trovata). Dopo questo assaggio, è la volta del primo tiro di “Purpurangu” (6a), che ha un passaggio ostico verso la metà e un’uscita tutt’altro che semplice su una piastra spiovente e un po’ viscida. Concludiamo con “Buga sbursa” un bel 6c (o 6b+, a seconda delle “scuole di pensiero”…), continuo, con passaggi delicati e ancoraggi non proprio a portata di mano: raggiungere la catena è una soddisfazione…
Le poche ore di luce e lo stato terrificante della fissa che dovrebbe condurre agli altri tiri ci consigliano di tornare indietro. Ripercorriamo il traverso a ritroso e terminiamo arrampicandoci laddove ci eravamo calati in doppia, tiretto facile e protetto a resinati.
Nel complesso, bei tiri, meno scivolosi del previsto, anche se ovviamente non c’è una grande scelta, in un ambiente unico.

La falesia di nolitudine è fra le più suggestive del finalese ed è quasi doveroso tornarci ogni tanto anche solo per godere della bellezza del luogo che con i suoi colori ed il suo silenzio propone una arrampicata di puro piacere! La prima volta c'ero stato una 20ina di anni fa' con Marcin, un ragazzo polacco con il quale arrampicavo spesso nella zona della scogliera. Con Naddy era una vita che non arampicavamo qui ma domenica assieme a Piero e Silvana ci siamo regalati una bella giornata verticale di roccia e mare. Tiri fatti pochi ma tutti significativi e di gran respiro, un po' meno il traverso del rientro: lì proprio devi trattenere il fiato e pregare che il cordame sbrindellato al quale sei aggrappato regga ancora un po'...

_________________
...e non voglio sentire la parola blocca (cit)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it