Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è dom ott 20, 2019 2:21

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Palmaria Trail 2018 - 20 Maggio 2018
MessaggioInviato: gio mag 17, 2018 9:27 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
Domenica mi lancio. Solo 10k e 420D+ ma per adesso può bastare.
Concludiamo un anno e mezzo di lavoro e (qualche ma non troppo) sacrificio culinario.

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mag 17, 2018 11:09 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 02, 2008 20:47
Messaggi: 2202
Località: Piemonte
Ma dai !! benissimo, in bocca al lupo : Thumbup :

_________________
“L’acqua esiste per la sopravvivenza del corpo. Il deserto esiste per la sopravvivenza dell’anima”
Proverbio Tuareg


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven mag 18, 2018 5:42 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 04, 2012 21:57
Messaggi: 2603
Località: Genova
Beh in effetti, in bocca al lupo!!!! :uahuah: :uahuah:
Facci sapere!!!

_________________
Ogni vita dovrebbe avere almeno sette gatti!

La vita è una trappola mortale, non ne usciremo vivi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 21, 2018 8:17 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
Andata. Finito discretamente bene e fatto il tempo che mi ero prefissato, nonostante una digressione nel bosco non prevista all'inizio, ma tutto il percorso aveva dei problemi di segnaletica dato che anche ai primi è successo di sbagliare e fare parecchi chilometri in più. Ad un mio collega (che faceva la 30km) è costato il terzo posto assoluto.
Ho patito un pò la salita dalla spiaggia del Pozzale dove in tanti punti si sale mani, piedi e corde fisse. Poi nell'ultimo km ho mollato un filo dato che sentivo il ginocchio "infastidito" e non volevo rischiare più di tanto.
Posto meraviglioso, non ci era mai stato, speriamo che per il prossimo anno migliorino loro la segnaletica e io il fisico, cosi si fa la 20km.


Allegati:
Commento file: Tapascioni fans club
Arrivo_Palmaria_2018.jpg
Arrivo_Palmaria_2018.jpg [ 207.3 KiB | Osservato 1001 volte ]

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 21, 2018 10:33 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
E questo , giusto per prenderla in ridere :-)


Se parafrasiamo che la vita comincia a quarant’anni potremmo anche dire che i trail cominciano a quarant’anni. Ma io me la sono presa comoda e ho aspettato i 55 e mezzo. O meglio a 54 dopo che mi sono accorto di non riuscire a fare le scale dell’ufficio (primo piano…) e a non riuscire a parlare camminando, prendo la decisione fantozziana di iscrivermi in palestra. A settembre, col branco dei pentiti dell’estate che puntualmente affollano le reception delle palestre. Più o meno come le prove costume ad Aprile. Accorcio il racconto, altrimenti si fa notte. Un anno e mezzo di regime alimentare controllato (anche se con dieta fai da tè) mi portano a perdere 22 chili e a raggiungere un discreto stato di forma. Pesi boxe e corsa mixate assieme fanno il loro lavoro, piano piano i chilometri si accumulano e decido di provare ad iscrivermi ad un trail, 10km e 414 D+.
Per essere sicuro provo sui sentieri vicino a casa incrementando via via distanza e dislivello fino a farcela in 1h45’. Ci siamo, posso farcela. Carico di carboidrati il sabato sera,poi controllo zaino con camel bag con maltodestrine, gel con BCAA nel sacco, fischietto, telo, nr di emergenza, occhiali da sole, cappellino, bicchiere di silicone, Comped, bustine di Voltfast, Santino di Padre Pio (scherzo..) e mi addormento tranquillo, potrei fare anche l’UTMB. Al mattino anzichè la solita colazione opto per una barretta di carboidrati a rilascio differenziato. Poi mi viene in mente che è regola d’oro non cambiare mai le le abitudini prima di una gara. Ma ci ragiono sopra e rifletto che QUESTA è la mia PRIMA e UNICA gara, quindi quello che faccio diventerà l’abitudine. Spero.
Bello baldanzoso raggiungo al mattino il banco di registrazione, ritiro il pacco gara, traghetto e a piedi verso la zona di partenza, cambio abbigliamento, riscaldamento con stretching e briefing dell’organizzazione, dopodichè tutti al gonfiabile. A quel punto realizzo di trovarmi in mezzo a un branco di assatanati pronti a scattare, mi rendo conto in che guaio mi sono cacciato ma indietro non si torna (sarebbe una figura di m. colossale) e aspetto lo sparo.
Pronti via e sono ultimo, ecchissenefrega. Io sono un finisher quindi vado per la mia strada sfruttando la scia aerodinamica del gruppone come un’auto in formula 1. Dopo due km di strada pianeggiante inizia il primo strappo, in cui vi è anche un corrimano di corda. Ormai la distanza tra me e gli altri si misura in km… ma continuo. Ad un certo punto ci ritroviamo in due in mezzo ad una lecceta e realizziamo di aver sbagliato percorso. Ravanando risaliamo il pendio e ci ricolleghiamo al sentiero perdendo tempo e forze. Dopo un conciliabolo con il soccorso alpino arriviamo al cronometraggio e ristoro che salto a piè pari e comincio 180 mt di discesa a scalini verso una spiaggia dove qualsiasi persona sana di cervello si sarebbe tolta maglietta e scarpe per tuffarsi in un’acqua azzurra e invitante. Ma stiamo parlando di una persona normale quindi non sono chiamato in causa. Da li altro strappo in salita che affronto baldanzoso. Ma la baldanza dura poco, è da fare mani, piedi e corde fisse. E qui, che siamo neanche a metà percorso, comincia ad avere le visioni. Il sole brucia come una fiamma ossidrica, la lingua assume la consistenza del cartone e mi attacco ai gel come se fosse la mitica Bomba fantozziana.
Più avanti vedo uno che corre e penso che allora non sono messo poi così male, potrei anche non finire ultimo, praticamente un sogno proibito. Poi realizzo che è Gesu Cristo che mi aspetta e mi incita dicendo “Lasciate che i tapascioni vengano a me” Accetto l’invito e lo uso come pacer, mal che vada in caso di infarto avrò un accesso facilitato al momento di sbrigare le pratiche di accettazione. Arrivo in quota e vedo il ristoro dove penso di eleggere domicilo. La discesa e un buon reintegro mi ridanno un po' di forze mentre vengo doppiato da chi fa la 20 o 30km, pazienza. Gesù mi lancia dicendo che troverò sua madre ad aspettarmi al gonfiabile, cosa di cui non dubito. Inizio la lunga discesa e comincio a guardare il cronomentro. In fin dei conti non sembrerebbe neanche tanto male, sono a un’ora di corsa e non manca molto. Tra scalini scivolosi, radici di traverso e infide foglie secche, vedo che la costa si avvicina, e dopo poco appare il gonfiabile con la Madonna travestita da assistente alla gara certifica la mia fine gara.
Bel crono (per mè) 1ora e 38 minuti, un pò meglio delle attese. Telefono alla moglie per dirle che non è ancora vedova e di disdire l’appuntamento con l’avvocato e il commercialista per la sucessione, quindi doccione galattico e pasta party. Traghetto, 20 minuti di strada in salita sotto il sole per recuperare l’auto al parcheggio e a casa a fare il fenomeno con il mio 1 e 38 e medaglia. Stappo di bottiglia commemorativa, con brindisi finale e ancora complimenti per aver completato la gara (leggi non esser morto o recuperato dal soccorso alpino). Non le dico però che la gara era in realta 8,2 km e non 10… in fondo io sono un finisher! 😊

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 21, 2018 10:59 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6839
Località: Genova Rivarolo
Brookite ha scritto:
E questo , giusto per prenderla in ridere :-)


Se parafrasiamo che la vita comincia a quarant’anni potremmo anche dire che i trail cominciano a quarant’anni. Ma io me la sono presa comoda e ho aspettato i 55 e mezzo. O meglio a 54 dopo che mi sono accorto di non riuscire a fare le scale dell’ufficio (primo piano…) e a non riuscire a parlare camminando, prendo la decisione fantozziana di iscrivermi in palestra. A settembre, col branco dei pentiti dell’estate che puntualmente affollano le reception delle palestre. Più o meno come le prove costume ad Aprile. Accorcio il racconto, altrimenti si fa notte. Un anno e mezzo di regime alimentare controllato (anche se con dieta fai da tè) mi portano a perdere 22 chili e a raggiungere un discreto stato di forma. Pesi boxe e corsa mixate assieme fanno il loro lavoro, piano piano i chilometri si accumulano e decido di provare ad iscrivermi ad un trail, 10km e 414 D+.
Per essere sicuro provo sui sentieri vicino a casa incrementando via via distanza e dislivello fino a farcela in 1h45’. Ci siamo, posso farcela. Carico di carboidrati il sabato sera,poi controllo zaino con camel bag con maltodestrine, gel con BCAA nel sacco, fischietto, telo, nr di emergenza, occhiali da sole, cappellino, bicchiere di silicone, Comped, bustine di Voltfast, Santino di Padre Pio (scherzo..) e mi addormento tranquillo, potrei fare anche l’UTMB. Al mattino anzichè la solita colazione opto per una barretta di carboidrati a rilascio differenziato. Poi mi viene in mente che è regola d’oro non cambiare mai le le abitudini prima di una gara. Ma ci ragiono sopra e rifletto che QUESTA è la mia PRIMA e UNICA gara, quindi quello che faccio diventerà l’abitudine. Spero.
Bello baldanzoso raggiungo al mattino il banco di registrazione, ritiro il pacco gara, traghetto e a piedi verso la zona di partenza, cambio abbigliamento, riscaldamento con stretching e briefing dell’organizzazione, dopodichè tutti al gonfiabile. A quel punto realizzo di trovarmi in mezzo a un branco di assatanati pronti a scattare, mi rendo conto in che guaio mi sono cacciato ma indietro non si torna (sarebbe una figura di m. colossale) e aspetto lo sparo.
Pronti via e sono ultimo, ecchissenefrega. Io sono un finisher quindi vado per la mia strada sfruttando la scia aerodinamica del gruppone come un’auto in formula 1. Dopo due km di strada pianeggiante inizia il primo strappo, in cui vi è anche un corrimano di corda. Ormai la distanza tra me e gli altri si misura in km… ma continuo. Ad un certo punto ci ritroviamo in due in mezzo ad una lecceta e realizziamo di aver sbagliato percorso. Ravanando risaliamo il pendio e ci ricolleghiamo al sentiero perdendo tempo e forze. Dopo un conciliabolo con il soccorso alpino arriviamo al cronometraggio e ristoro che salto a piè pari e comincio 180 mt di discesa a scalini verso una spiaggia dove qualsiasi persona sana di cervello si sarebbe tolta maglietta e scarpe per tuffarsi in un’acqua azzurra e invitante. Ma stiamo parlando di una persona normale quindi non sono chiamato in causa. Da li altro strappo in salita che affronto baldanzoso. Ma la baldanza dura poco, è da fare mani, piedi e corde fisse. E qui, che siamo neanche a metà percorso, comincia ad avere le visioni. Il sole brucia come una fiamma ossidrica, la lingua assume la consistenza del cartone e mi attacco ai gel come se fosse la mitica Bomba fantozziana.
Più avanti vedo uno che corre e penso che allora non sono messo poi così male, potrei anche non finire ultimo, praticamente un sogno proibito. Poi realizzo che è Gesu Cristo che mi aspetta e mi incita dicendo “Lasciate che i tapascioni vengano a me” Accetto l’invito e lo uso come pacer, mal che vada in caso di infarto avrò un accesso facilitato al momento di sbrigare le pratiche di accettazione. Arrivo in quota e vedo il ristoro dove penso di eleggere domicilo. La discesa e un buon reintegro mi ridanno un po' di forze mentre vengo doppiato da chi fa la 20 o 30km, pazienza. Gesù mi lancia dicendo che troverò sua madre ad aspettarmi al gonfiabile, cosa di cui non dubito. Inizio la lunga discesa e comincio a guardare il cronomentro. In fin dei conti non sembrerebbe neanche tanto male, sono a un’ora di corsa e non manca molto. Tra scalini scivolosi, radici di traverso e infide foglie secche, vedo che la costa si avvicina, e dopo poco appare il gonfiabile con la Madonna travestita da assistente alla gara certifica la mia fine gara.
Bel crono (per mè) 1ora e 38 minuti, un pò meglio delle attese. Telefono alla moglie per dirle che non è ancora vedova e di disdire l’appuntamento con l’avvocato e il commercialista per la sucessione, quindi doccione galattico e pasta party. Traghetto, 20 minuti di strada in salita sotto il sole per recuperare l’auto al parcheggio e a casa a fare il fenomeno con il mio 1 e 38 e medaglia. Stappo di bottiglia commemorativa, con brindisi finale e ancora complimenti per aver completato la gara (leggi non esser morto o recuperato dal soccorso alpino). Non le dico però che la gara era in realta 8,2 km e non 10… in fondo io sono un finisher! 😊



Bravo! Complimenti!
Io potrei replicare più o meno lo stesso racconto...
Solo che non ero di corsa in quanto sono temporaneamente impossibilitata.
Nuotavo.
In mare.
5 km :ahah: :ahah:
A me Gesù Cristo è apparso su di una tavola con un remo in mano.....in mezzo alle onde alte dietro all'Isola Gallinara......

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 21, 2018 13:22 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 04, 2012 21:57
Messaggi: 2603
Località: Genova
Bravo!! Ricordo in effetti le prime gare in cui non avevo idea di che cosa mi aspettava e non sapevo neanche bene come comportarmi. Bel percorso per arrivarci comunque (dico i 22 KG persi), complimenti!!!!

_________________
Ogni vita dovrebbe avere almeno sette gatti!

La vita è una trappola mortale, non ne usciremo vivi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 21, 2018 14:10 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
argento ha scritto:
Bravo!! Ricordo in effetti le prime gare in cui non avevo idea di che cosa mi aspettava e non sapevo neanche bene come comportarmi. Bel percorso per arrivarci comunque (dico i 22 KG persi), complimenti!!!!

Grazie, ora si prosegue, ne ho ancora sul gobbo 8/10 che devo levarmi di lì.
Se riesco proverò a fare l'Andersen Trail a ottobre, si corre sulle colline di casa !

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun mag 21, 2018 14:37 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 02, 2008 20:47
Messaggi: 2202
Località: Piemonte
Complimentoni !!! è sempre bello essere finisher, che sia del giro di piazza nel giorno di mercato oppure dell'ultra infinito.
Avanti !! Ognuno per le proprie forze e capacità.

_________________
“L’acqua esiste per la sopravvivenza del corpo. Il deserto esiste per la sopravvivenza dell’anima”
Proverbio Tuareg


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar mag 22, 2018 10:26 
Non connesso
Utente di Quotazero

Iscritto il: mar lug 25, 2017 20:27
Messaggi: 79
E bravo, di sicuro ti sei divertito ed è forse la cosa più bella!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar mag 22, 2018 10:32 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
Conte Ugolino 1 ha scritto:
E bravo, di sicuro ti sei divertito ed è forse la cosa più bella!


Grazie Conte, certamente, il divertirsi è il primo comandamento: divertirsi, non stare male, arrivare in fondo, in quest'ordine (è una citazione arrangiata ma non ricordo di chi...)

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 23, 2018 19:49 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: sab ott 31, 2015 10:22
Messaggi: 320
: Thumbup : :risata: sei un grande Brookite, credimi!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 23, 2018 21:01 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 07, 2011 12:58
Messaggi: 562
Località: S. Simone (Righi)
Brookite ha scritto:
argento ha scritto:
Bravo!! Ricordo in effetti le prime gare in cui non avevo idea di che cosa mi aspettava e non sapevo neanche bene come comportarmi. Bel percorso per arrivarci comunque (dico i 22 KG persi), complimenti!!!!

Grazie, ora si prosegue, ne ho ancora sul gobbo 8/10 che devo levarmi di lì.
Se riesco proverò a fare l'Andersen Trail a ottobre, si corre sulle colline di casa !


Bravo, grande conquista, grande soddisfazione e, al tempo stesso, punto di partenza per nuove imprese.
Tua moglie andrà dall’avvocato anche se sopravvivi: per metterti fuori di casa ..
Ma imparerai a resistere.
Come avrai notato, qui siamo tutti disagiati, artigiani e certamente un tantino abballinati (chi più, chi meno ...).
Siamo buoni a dare consigli sulle osterie, solo uno (e non sono io) può darne sui trail o la corsa.
Però ci tengo a dirti un mio pensiero. Puoi rifare tutto come lo hai fatto, adeguare qualche cosetta, se ti pare, ma butta nel gabinetto le buste di antinfiammatorio. Se stai bene corri, altrimenti no (sia pure con tristezza). Abbi grande rispetto del tuo fisico.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 23, 2018 21:24 
Non connesso
Utente di Quotazero

Iscritto il: mar lug 25, 2017 20:27
Messaggi: 79
geo ha scritto:
Brookite ha scritto:
argento ha scritto:
Bravo!! Ricordo in effetti le prime gare in cui non avevo idea di che cosa mi aspettava e non sapevo neanche bene come comportarmi. Bel percorso per arrivarci comunque (dico i 22 KG persi), complimenti!!!!

Grazie, ora si prosegue, ne ho ancora sul gobbo 8/10 che devo levarmi di lì.
Se riesco proverò a fare l'Andersen Trail a ottobre, si corre sulle colline di casa !


Bravo, grande conquista, grande soddisfazione e, al tempo stesso, punto di partenza per nuove imprese.
Tua moglie andrà dall’avvocato anche se sopravvivi: per metterti fuori di casa ..
Ma imparerai a resistere.
Come avrai notato, qui siamo tutti disagiati, artigiani e certamente un tantino abballinati (chi più, chi meno ...).
Siamo buoni a dare consigli sulle osterie, solo uno (e non sono io) può darne sui trail o la corsa.
Però ci tengo a dirti un mio pensiero. Puoi rifare tutto come lo hai fatto, adeguare qualche cosetta, se ti pare, ma butta nel gabinetto le buste di antinfiammatorio. Se stai bene corri, altrimenti no (sia pure con tristezza). Abbi grande rispetto del tuo fisico.

Di avvocati da corsa ce ne sono sin troppi e caso strano viaggiano pure, indi non ti fare pubblicità :risata: meno male che Brook non è un avvocato.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mag 24, 2018 8:19 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
geo ha scritto:
...
Come avrai notato, qui siamo tutti disagiati, artigiani e certamente un tantino abballinati (chi più, chi meno ...).
Siamo buoni a dare consigli sulle osterie, solo uno (e non sono io) può darne sui trail o la corsa.
Però ci tengo a dirti un mio pensiero. Puoi rifare tutto come lo hai fatto, adeguare qualche cosetta, se ti pare, ma butta nel gabinetto le buste di antinfiammatorio. Se stai bene corri, altrimenti no (sia pure con tristezza). Abbi grande rispetto del tuo fisico.


Questo certo, l'argomento sta un pò scivolando off topic, poi i mod si incazzano :-) !. Fondamentalmente l'unica cosa che seguo con molta attenzione è l'alimentazione, come qualità, quantità e integrazione. Poi di tabelle o altro per il momento lascio perdere, magari verranno, forse, anche perche a 55 anni dopo 20 e passa di inattività non è che mi posso mettere a fare il fenomeno. Sugli antiinfiammatori mi sarà capitato di usarli 4/5 volte in un anno, e se devo dire più per la boxe che per la corsa.
E se aprissimo un topic apposta per questi argomenti ?

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mag 24, 2018 10:16 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 04, 2012 21:57
Messaggi: 2603
Località: Genova
Brookite ha scritto:
geo ha scritto:
...
Come avrai notato, qui siamo tutti disagiati, artigiani e certamente un tantino abballinati (chi più, chi meno ...).
Siamo buoni a dare consigli sulle osterie, solo uno (e non sono io) può darne sui trail o la corsa.
Però ci tengo a dirti un mio pensiero. Puoi rifare tutto come lo hai fatto, adeguare qualche cosetta, se ti pare, ma butta nel gabinetto le buste di antinfiammatorio. Se stai bene corri, altrimenti no (sia pure con tristezza). Abbi grande rispetto del tuo fisico.


Questo certo, l'argomento sta un pò scivolando off topic, poi i mod si incazzano :-) !. Fondamentalmente l'unica cosa che seguo con molta attenzione è l'alimentazione, come qualità, quantità e integrazione. Poi di tabelle o altro per il momento lascio perdere, magari verranno, forse, anche perche a 55 anni dopo 20 e passa di inattività non è che mi posso mettere a fare il fenomeno. Sugli antiinfiammatori mi sarà capitato di usarli 4/5 volte in un anno, e se devo dire più per la boxe che per la corsa.
E se aprissimo un topic apposta per questi argomenti ?



Tranquillo che l'anarchia qui regna almeno finchè si è in spirito pro-positivo :)

Se volete aprire un 3D apposito benissimo!!!

_________________
Ogni vita dovrebbe avere almeno sette gatti!

La vita è una trappola mortale, non ne usciremo vivi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun giu 04, 2018 20:18 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 21, 2013 15:17
Messaggi: 294
Super propositivo. Da rileggerselo tutto prima di ogni gara o preparazione della stessa. Grande!!!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun giu 04, 2018 21:20 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 16, 2006 8:55
Messaggi: 3059
Località: Leivi
Coppetti ha scritto:
Super propositivo. Da rileggerselo tutto prima di ogni gara o preparazione della stessa. Grande!!!

Grazie!!

_________________
E poi la neve bianca, gli alberi gli abeti, l'abbraccio del silenzio, colmarmi tutti i sensi
sentirsi solo e vivo, tra le montagne grandi, e i grandi spazi immensi. (R.Cocciante)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it