Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mer ott 21, 2020 20:00

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: gio ago 13, 2020 13:32 
Non connesso
Matricola

Iscritto il: gio ago 13, 2020 12:54
Messaggi: 1
Buongiorno!

Vorrei chiedervi consigli su come tutelarsi per eventuali spese mediche dovute ad infortuni in montagna.

Fino ad un paio di mesi fa facevo escursioni in montagna (su percorsi facili) senza avere particolare preoccupazione su eventualità che potessero capitare. Con l'attrezzatura da escursione mi sentivo sicuro che non potesse succedere nulla.

Purtroppo però ho avuto un'infortunio, non in montagna, che mi ha portato a riconsiderare la facilità di farsi male ed i conseguenti costi che ne derivano. Tra gesso (mutua) e riabilitazione ho avuto diversi disagi, primo fra tutti le spese mediche.
Fortunatamente la mia assicurazione lavorativa, SAN.ARTI che copre i metalmeccanici artigianato e si appoggia ad UniSalute, è estesa anche per eventuali infortuni fuori dal luogo di lavoro. Questo però mi ha fatto pensare ed arrivare a delle conclusioni non scontate. La prima considerazione è quella che accennavo prima, mi sono detto "se mi sono fatto male per strada semplicemente camminando, cosa potrebbe succedere in montagna se battessi un ginocchio o inciampassi? Le probabilità sono effettivamente più alte."
Le altre considerazioni sono legate all'assicurazione:
- I costi tra specialisti e riabilitazione sono ammontate a 900 euro circa con a mio carico un 50 euro.
Mi sono detto "meno male" che avevo l'assicurazione, anche se non era una cosa voluta ma "appioppata" dal mio contratto di lavoro. Nonostante l'infortunio sia stato lieve, non sono rimasto spelato dalle spese mediche. Vero che potevo evitare visite specialistiche e fisioterapia, ma mi sarei tenuto un handicap che avrebbe pesato comunque nel corso della vita.
- Ho scoperto le Policy delle assicurazioni (in specifico la mia), dove in alcune è specificato chiaro e tondo che non sono coperti certi tipi di infortunio, come escursioni, trekking, sport estremi etc..
In questo caso se l'infortunio fosse successo in montagna e sicuramente certificato dal pronto soccorso come infortunio all'aria aperta dovuto ad attività sportiva, l'assicurazione non mi avrebbe rimborsato un centesimo.
- Ho scoperto le "sottigliezze" delle franchige
Non il caso della mia, ma in molte è dichiarato ad esempio 1000 euro di tutela spese mediche, dove in realtà sono 500 euro senza ricovero, dove in realtà sono 400 per fisioterapia, dove in realtà devi pagare di tasca tua 100 euro come franchigia se vai in un CDC invece dell'ospedale.
- Ho scoperto le assicurazioni "deboli", dove l'ammontare del rimborso rispetto al premio sembra vantaggioso, ma si scopre che il capitale dell'azienda è talmente basso che procrastinano il rimborso all'infinito.

Quindi, fatta la somma di queste cose sono arrivato alla conclusione che un'assicurazione sia indispensabile se si svolge un certo tipo di attività. Allo stesso tempo l'assicurazione deve essere "testata" per essere sicuri dell'efficacia in breve termine ed offrire copertura per quelle attività che si andranno a fare. Infine deve avere senso, quindi se la faccio per gli infortuni ed in specifico quelli sportivi deve coprirmi il recupero sotto quest'aspetto, non sotto forma di ricoveri, rischio di morte o consulenza, ma da quei "piccoli" infortuni dove ti mandano subito a casa, ma ci metti mesi a recuperare. Quindi non me ne faccio niente ad esempio di diaria o ricovero gratuito, quando ho un tutore e devo riabilitare la gamba. Questo per arrivare a dire che 200 euro di premio all'anno, dove sono coperti solo 400 euro di fisioterapia, è una presa in giro.

Quindi, a parte SAN.ARTI ed UniSalute che sono assicurazioni solide ma legate al mondo del lavoro o giornaliero, secondo la vostra esperienza e sopratutto da eventi che vi sono capitati dove l'assicurazione vi ha soddisfatto, cosa mi consigliereste per questo tipo di attività sportiva?

Attualmente AXA, MedLife, Allianz, Reale Mutua sono come quelle che ho descritto. Sono solide ma giocano molto su diaria ed eventualità di morte, mentre hanno lacune su fisioterapia, elisoccorso etc.
Mentre ci sono assicurazioni sportive, ma purtroppo non so a quale affidarmi e se, nel caso, effettivamente sono presenti oppure scompaiono/fanno storie sui rimborsi o coperture.

Ringrazio in anticipo per chiunque mi dia dei consigli!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it