Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Montagna a 360 gradi: pensieri, notizie, meteo...

Moderator: Moderatori

Post Reply
User avatar
awretus
Utente Molto Attivo
Posts: 467
Joined: Wed Jan 04, 2017 21:35
Location: Regno del Prete Gianni
Contact:

Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by awretus »

La Figura debati Castri Delphini è un disegno che raffigura l'adrech e l'ubac di Casteldefino nel 1422. E raffigurato l'Alevè com'era allora e ci sono molti dei toponimi attuali

È riprodotta nel libro Les hommes et la montagne en Dauphinè au XIII siecle, di Henri Falque-Vert (che ho preso in prestito dalla biblioteca CAI).

In rete ne trovate un'analisi in francese nel sito
https://grandehistoirealpages.fr/images ... ve-siecle/
«Vai finché sei giovane, perché da vecchio puoi solo andare al ricovero» (Saggezza occitana)
User avatar
Littletino
Quotazerino doc
Posts: 1433
Joined: Tue Jan 29, 2008 15:41
Location: Arenzano

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by Littletino »

Molto interessante, grazie della segnalazione. : Thumbup :

Peccato che sul web non abbia trovato la mappa: solo un particolare di essa, di difficile lettura.
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".
User avatar
awretus
Utente Molto Attivo
Posts: 467
Joined: Wed Jan 04, 2017 21:35
Location: Regno del Prete Gianni
Contact:

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by awretus »

Ecco qui una scansione a risoluzione maggiore e una nota con i toponimi trascritti
varaita-1422.jpeg
varaita-1422-note.jpeg
«Vai finché sei giovane, perché da vecchio puoi solo andare al ricovero» (Saggezza occitana)
User avatar
Littletino
Quotazerino doc
Posts: 1433
Joined: Tue Jan 29, 2008 15:41
Location: Arenzano

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by Littletino »

Molto più chiara questa immagine, che meglio rende la bellezza della mappa.
E molto utile la trascrizione dei toponimi, che ho provato a rintracciare e confrontare con quelli attuali.

Qualcosa degli antichi nomi è rimasto, ma molti sono per me oscuri.
Ad esempio la strada è denominata come "strada pubblica che da Casteldelfino (Villa Sancti Eusebii) porta verso il Colle di Luca (passum Enlucam)", ma poi è disegnata transitare per un Collis de Raya (?) che potrebbe essere il colle di Cervetto (oltretutto più basso rispetto a quello di Luca di 200m e che immette verso lo sbocco della valle Po a Paesana anziché scendere a Oncino).

L'analisi di questa interessante mappa mi ha consentito inoltre di scoprire l'esistenza della millenaria chiesa di Sant'Eusebio che, a causa della sua posizione defilata rispetto alla viabilità automobilistica, mi era sconosciuta. Alla prossima occasione in zona non mancherò di andarla a visitare.
Oltretutto da quella chiesetta parte il sentiero denominato U7 che sale al colle Terziere, del quale avevi postato una relazione qualche tempo fa.

Vecchie carte portano idee per nuove camminate.
Grazie per questi interessanti spunti.


mappa Varaita 1300 su OSM con nomi.png
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".
User avatar
awretus
Utente Molto Attivo
Posts: 467
Joined: Wed Jan 04, 2017 21:35
Location: Regno del Prete Gianni
Contact:

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by awretus »

La strada penso vada verso il colle di Luca, un vecchio di Bertines con cui parlai la chiamò “strada di san Chiaffredo”, fino allla croce di ciampagna è ben visibile la costruzione con i muri per delimitarla. Però non è citata dal Casalis, né per Casteldelfino, né per Oncino

La rupis ruffa è la roccio russo, la rupis racacia è il monte reisasso, la croce di ciampagna esiste ancora, la rupis eyglier penso sia dove c'è la croce di Alie (sotto c'è un dirupo), le cumbe sono i vari canaloni che si superano per arrivarci dalle grange auriol, il clotus magna lapis è il chiot (però 'sto grande masso erratico non l'ho mai visto, chiedo a Bertines la prossima volta che vado nel bosco a fare foto di nebbia). Il resto non è riportato sulle carte attuali. Rupis jaz del crau o rochasium berni potrebbe essere cima delle Lobbie, una delle pochissime cime secondarie del Viso ad avere un nome dato dai locali anziché dal Valbusa
«Vai finché sei giovane, perché da vecchio puoi solo andare al ricovero» (Saggezza occitana)
User avatar
Littletino
Quotazerino doc
Posts: 1433
Joined: Tue Jan 29, 2008 15:41
Location: Arenzano

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by Littletino »

Per la posizione con la quale sono state rappresentate sulla carta rispetto al colle di Luca e al resto dei toponimi riconoscibili azzarderei:
Rupis jaz del crau = Cima delle Lobbie
Rochasium berni = Punta delle Guglie

Sarebbe molto interessante sapere i nomi delle vette intorno al Monviso in epoca pre-Valbusa.
Immagino esistano mappe francesi della zona, considerati i loro interessi in zona e l'amicizia con il marchesato di Saluzzo dai tempi del Buco di Viso.
E anche i Savoia avranno ben mappato a scopo militare, senza aspettare l'Ubaldo furioso. :risata:
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".
User avatar
awretus
Utente Molto Attivo
Posts: 467
Joined: Wed Jan 04, 2017 21:35
Location: Regno del Prete Gianni
Contact:

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by awretus »

Purtroppo le cartine francesi precedenti riportano solo le vie di transito e i paesi. Vale per quella del generale Bourcet citata in altro topic, quella seicentesca di Jean de Beins e pure per quella napoleonica di Raymond, che per qualche ragione imperscrutabile trovi sul sito dell'università di Vienna

https://goobi-viewer.univie.ac.at/viewe ... 10150/1/-/

(guarda il foglio Briancon)

Invece quella degli Stati Sardi (metà Ottocento) la chiama già cima delle Lobbie. Questa la trovi sulla carta tecnica regionale piemontese, attivando la cartografia storica, ed evitando di usare una scala troppo piccola, altrimenti scompare (Servizi regionali -> BDTRE ->Cartografia Storica -> Stati Sardi)

https://www.geoportale.piemonte.it/visregpigo/
«Vai finché sei giovane, perché da vecchio puoi solo andare al ricovero» (Saggezza occitana)
User avatar
Littletino
Quotazerino doc
Posts: 1433
Joined: Tue Jan 29, 2008 15:41
Location: Arenzano

Re: Una cartina ancora più fantastica della val Varaita

Post by Littletino »

Grazie per la segnalazione dei due siti dove trovare mappe storiche.

Il primo, quello cioè dell'università di Vienna, è davvero ben fatto e da questo ho facilmente scaricato una ventina di mappe di epoche diverse riguardanti l'Italia e l' Europa. Fantastico. : Thumbup :

Il secondo, Geoportale piemonte, nonostante le tue chiare istruzioni per ora non mi ha dato molta soddisfazione. Come tanti i siti di mappe italiani (almeno quelli che ho provato ad utilizzare) l'ho trovato lento e inutilmente cervellotico. :evil1:

Tornando alle mie domande sulla strada da Casteldelfino alla valle Po la mappa Briancon del 1820 sembra confermare che questa passasse per il più alto colle di Luca, lasciando a oriente la Guglia (Cima) di Crosa, per scendere verosimilmente ad Oncino.

dettaglio strada colle Luca.png
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".
Post Reply

Return to “Mondo Montagna”