Grotta del Caudano

Moderators: Moderatori, Moderatori di sezione (Arrampicata sportiva), Moderatori di sezione (Speleo)

Post Reply
User avatar
soundofsilence
Riesploratore
Posts: 6799
Joined: Wed Aug 29, 2007 12:42
Location: genova - marassi
Contact:

Grotta del Caudano

Post by soundofsilence »

Sul mio sito le foto con didascalia e la traccia GPS:https://www.luoghidasogno.altervista.or ... el+Caudano

Grotta del Caudano

Sabato 9 Marzo 2024:Parcheggio (705) – Grotta del Caudano (775) - Parcheggio (705)
Partecipanti: Gruppo Speleologico Val Tanaro, Stella Polare, Antonia e soundofsilence.
Lunghezza: 1 Km. circa + il percorso in grotta, almeno altrettanto.
Dislivello: 70 m. circa.
Difficoltà: il percorso fuori dalla grotta è E, per escursionisti medi, il percorso all’interno della grotta può essere paragonato ad un EE, per escursionisti esperti, ma naturalmente necessita dell’attrezzatura speleo minima: lampada, casco e, possibilmente, tuta e guanti, con pile e lampada di riserva.
Percorso in macchina: da Genova in autostrada fino al casello di Niella Tanaro e quindi si prende per San Michele Mondovì, da dove si prosegue verso Frabosa. Arrivati a Frabosa Sottana la attraversiamo e continuiamo per meno di un km. sulla SP237 in direzione di Artesina, per parcheggiare quindi in un grande spiazzo sulla destra, in corrispondenza delle indicazioni per la grotta.
Percorso a piedi: dal parcheggio si continua paralleli alla strada per 150 metri circa, quindi, passato un ponte, si volta a sinistra, iniziando a salire verso la grotta, con l’ultimo tratto costituito da una ripida scalinata che porta all’ingresso chiuso da un cancello. Per quanto riguarda il percorso in grotta, posso dire che si segue il percorso turistico, che comunque presenta qualche variante, alcune che comunque, pur attrezzate, richiedono un po’ di agilità in più rispetto ai tradizionali percorsi turistici appunto. Per quanto riguarda i pezzi non turistici, mi pare di ricordarne 3, uno a cui si accede con una scaletta a pioli di ferro, che da accesso ad una cengia un po’ esposta, con la quale si percorre poi un piano superiore della grotta, volendo in due direzioni, un altro a cui si accede tramite una galleria posizionata tra due scale in ferro a gradini, ed il terzo a cui si accede con uno stretto passaggio tra colonne. Il ritorno avviene naturalmente per la stessa via.
Conclusioni: si tratterebbe di una grotta turistica, ma noi l’abbiamo visitata in stile speleo, cioè senza illuminazione esterna, ma solo con le nostre lampade, facendo anche qualche pezzo al di fuori dal percorso turistico e, indubbiamente, in questo modo ci si gode molto di più il percorso. Per quanto riguarda la grotta è sicuramente molto bella, con molte concrezioni e forse proprio il tratto non turistico visitato è il più bello.

Image
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.
Imagine there's no countries.
http://luoghidasogno.altervista.org" onclick="window.open(this.href);return false;
http://digilander.libero.it/davidepitto ... ml#gallery" onclick="window.open(this.href);return false;
Post Reply

Return to “Grotte e uscite speleo”