Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è dom nov 28, 2021 21:52

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Torrentismo nel ponente genovese
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 15:11 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Ci sono posti tra Pegli e Varazze dove si può fare torrentismo? :?:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 17:24 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
beliscimu se ce ne sono:
in oridne di interesse: prialunga, lerca, cu du mundu, rio leone e poi rio secco, rio della gava, (tutti nel beigua) e poi rio gandolfi in val varenna.
di molti trovi le schede sul sito del cica rude clan, del gandolfi su openspeleo.org
e poi ci sono il nervi ed il poggio (a bogliasco) e poi il creverino a ronco scrivia (appena riarmato). schede sempre sul sito del clan.
Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 17:26 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Mooolto bene! :D
Questo mi dà decisamente motivazioni in più...
Ora vado a vedere un pò bene nei siti.. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 17:33 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
...dimenticavo il branega, a nervi. come prima esperienza poco acquatica potrebbe essere l'ideale, così come il Nervi che forse è la migliore opzione.

Certo i torrenti veri sono un'altra cosa ma il Lerca ed il Prialunga e quelli del Beigua ora come ora sono parecchio carichi e se non li conosci e meglio se li eviti.

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 17:41 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
questo inverno mediterò e poi spero in primaver di aver modo di far qualche prova.. :wink:

Grazie delle dritte, ciao! :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 19:07 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 7051
Località: Genova
Il Rio Cu du Mundu (un nome un programma), può anche essere risalito lungo la "Via Goretti".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 02, 2006 19:19 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
beh anche il Rio gias delle Vacche con la via omonima del compianto "guru".
ma il torrentismo si fa in discesa :smt043
Okkio che se ci sente lo Skeno :smt075

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ott 03, 2006 7:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...comunque anche l'idea di risalire i corsi d'acqua tra ciotoli e margini...a me attira. Chiaro che poi il torrentismo è un altra cosa e va valutata per quello che è ...e mi pare debba essere anche parecchio divertente.. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ott 03, 2006 21:19 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Gole, orridi e forre sono ambienti di montagna con caratteristiche del tutto particolari.
Certo, talvolta è anche possibile risalirli sino a quando non si incontra un ostacolo insuperabile.
Così come la spelo è la pratica che ci porta a conoscere le grotte il torrentismo con le sue tecniche ci permette di scoprire dei veri tesori nascosti tra le rughe delle montagne.

A parer mio si tratta della pratica di montagna più moderna.

A voi curiosi di tutte le montagne le forre vi aspettano................

P.S.
Il Giasse delle Vacche l'ho sceso un tot di anni fa.
In pratica si tratta di uno vari affluenti del lerone che scendono dall'Argentea.
In sequenza abbiamo. Rio l'Erbin, Giasse delle Vacche, Cu du Mundu.
I primi due presentano scorrimento solo dopo abbondanti piogge.
Il Cu du Mundu è sempre bel alimentato.
Sono ben visibli dal sentiero basso in riva sx orografica del Lerone che porta al ponte Negrone.
Il sentiero del'ingegnere li interseca tutti.
In questi giorni dovrebbero essere tutti con abbondante scorriemento.
Il Giasse dele Vacche ha una calata di circa trenta metri che porta ad un piccolissimo restringimento e poi più nulla.
Non merita.

Esiste invece una cascata di oltre quaranta metri...........................


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ott 03, 2006 21:39 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...dove? :?:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ott 03, 2006 22:00 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Si tratta delle "caite".
Sono tre/quattro profonde spaccature sul versante meridionale del Reixia, lungo il vallone del Rio secco in riva sx.
Si notano bene facendo la strada della Canellona oppure lungo l'autostrada salendo per Masone.
La spaccatura centrale è alimentata a monte da un rivolo affluente del rio Secco.
Dopo abbondanti piogge nasce una grande cascata.
Negli altri periodi dell'anno è secco o con scorriemento minimo.
Mi ci sono avvicinato qualche annno fa risalendo il vallone del rio Secco.
Mi sono portato a monte del salto risalendo la spaccatura successiva con facili tratti di arrampicata.
L'altezza stimata compresa dei risalti iniziali è di 40 mt. o più.
Non ha nessun interesse torrentistico.
Fateci caso se passate da quelle parti.

P.S.
per quella cascatella che hai notato salendo all'Acquasanta, se è quello che penso si tratta di una piccola spaccatura in riva sx del torrente.
secca in estate.
non può avere nessun interesse torrentistico visto che a monte non c'è praticamente nulla.

ciao,ciao.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ott 04, 2006 7:56 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 7051
Località: Genova
Il rio Secco di cui parli è quello che passa a valle dell' abitato di Sambuco ???


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ott 04, 2006 8:17 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 19, 2006 9:56
Messaggi: 1897
Località: Genova
delorenzi ha scritto:
Il rio Secco di cui parli è quello che passa a valle dell' abitato di Sambuco ???

Dovrebbe essere il vallone subito a Nord rispetto a quello di Sambuco, lo si attraversa percorrendo la strada per Sambuco.
Da Sambuco passa il Rio Gava.


Ultima modifica di em il mer ott 04, 2006 8:20, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ott 04, 2006 8:19 
Non connesso
dags1972 di quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 08, 2006 15:19
Messaggi: 4689
ti dico solo una cosa

l'AIC ....associazioni italiana canoying è nata , ha avuto atto costituitivo vicino a Varazze....quindi roba ne trovi

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ott 04, 2006 19:11 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
e Del rio de L'ase Mortu a Brusinetti sa niente (di preciso intendo) nessuno perchè con Skeno avrei qualche idea bellicosa ( per me), per lui non credo :lol:

oh ma sembra che tra voltrese e arenzanese ci siano un sacco di persone che conoscano e che sono interessate chissà perché :roll:

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer ott 04, 2006 19:40 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Beh, il massiccio del Beigua è un bel posto. E' vicinissimo a Genova e ci si possono fare un sacco di attività.
Il suo punto forte è che propone dislivelli notevoli ad un passo dal mare, cioè da casa nostra.

Ma torniamo un passo indietro.......................
Già, all'oramai lontano 1998, anno di fondazione dell'Associazione Italiana Canyoning.
Ebbene si, l'atto costitutivo venne redatto proprio alla Fonda durante un piovoso weekend autunnale.
Presente il mitico Skeno e diversi altri genovesi (io come semplice spettatore).

In effetti la Liguria vanta una tradizione torrentistica di tutto rispetto, questo più per ragioni storico-geografiche che ambientali.
In sostanza la Liguria ha beneficiato per anni della vicinanza con la Francia, vera patria di questo sport.
Negli ultimi anni il torrentismo ha conosciuto una evoluzione pazzesca ed oggi gli orizzonti sono spostati lungo tutto l'arco alpino dove il potenziale torrentistico è ancora ENORME !
Quanto alle forre liguri direi che stanno a quelle alpine come il Penna stà ai tremila delle nostre Marittime.

Ciao.

P.S. Sull'asino morto ho già fatto qualche pensierino anche io.
attenzione perchè ha scorrimento debole.
andrebbe visitato in questi giorni, ma mi restano comunque dei dubbi.
fateci sapere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab ott 07, 2006 21:00 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
oggi ho fatto un giro e sono passato vicino al rio condotti, zona acquasanta. Ho visto un tratto con diversi salti e cascatelle.. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab ott 07, 2006 22:18 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
si è il Condotti ma è meglio non andarci sennò i contadini che ci prelevano la'acqua a valle si inka... parecchio

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab ott 07, 2006 22:21 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
granpasso ha scritto:
P.S. Sull'asino morto ho già fatto qualche pensierino anche io.
attenzione perchè ha scorrimento debole.
andrebbe visitato in questi giorni, ma mi restano comunque dei dubbi.
fateci sapere.


Io ci ho sempre visto acqua anche nelle estati più torride e intendo dire perlomeno come il Rio della Gava quasi come il Leone.
adesso è strapieno ( venti giorni fa rumoreggiava di brutto)

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 08, 2006 20:51 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Sul rientro dalla corsa siamo passati dalla "pietra lunga" per poi attraversare un torrentello.
E' forse il rio Condotti ?
Bel torrentello ma ninte a che vedere con un percorso torrentistico :cry:
ciao.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 08, 2006 21:44 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
Exactly è il Condotti, va bene per farci qualche bagnetto ( ma come detto i contadini si inca...) per il torrentismo non credo proprio cioè non ha senso.

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 09, 2006 11:16 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
ho messo nella gallery alcune foto del rio secco in val carusa.
Non conoscevo la valle, è veramente bella!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 09, 2006 11:38 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Che belle foto! :D

Ma esattamente come si raggiunge questo rio secco? :?:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 09, 2006 11:59 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Entro pochi giorni metto la scheda completa sul sito del clan.

L'avvicinamento è un po' "a naso", comunque per farla breve devi raggiungere Case Soggi (ci si arriva dal fondo valle fra Fabbriche e Fiorino, dopo il bivio per Sambuco). Da lì si attraversa un pascolo in salita, uscendo dal cancello in alto a sx (ce ne è uno anche a dx). Poi da un palchetto di caccia in mezzo ad una rada pineta si prende in diagonale a sx (ripido) fino a raggiungere un piccolo colletto a quota 610.
Da lì si taglia a mezza costa, prima su una cengia a secco, poi per tracce (molto tracce..) di sentiero fino al Giasse da Rua a quota 650, unica cascina col tetto parzialmente in piedi, inconfondibile ma invisibile da lontano.

Ciao
Skeno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun ott 09, 2006 12:03 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
:smt023


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 20, 2007 11:11 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Riporto il link al forum dell'AIC in cui descrivo una piccola scoperta di una decina di giorni fa. E grazie a delorenzi che mi diede l'ispirazione tempo fa!!!

http://www.canyoning.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=690

ed il link al sito CRC con la relativa scheda

http://www.cicarudeclan.com/ita/a5_malanottegava.htm

Ciao
Skeno

_________________
Un vero capo comincia col disobbedire (Tinlè, nel film: "Hymalaya")

http://www.cicarudeclan.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 20, 2007 11:18 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
sono andato a vedere la scheda che hai inserito...belle foto.

Ma senti, quando si scende scivolando sul letto della cascata (non so come si dice) non c'è il rischio che rilievi della roccia creino incidenti?
Probabilmente è una domanda stupida ma sono totalemente inesperto...o meglio ignorante al 100%.. :oops:

Ritornando al luogo...è possibile costeggiare fuori dal corso d'acqua o sono punti raggiungibili solo in quel modo?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 20, 2007 11:56 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 7051
Località: Genova
Si può risalire al contrario

Io lo ho fatto sabato mattina :D

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 20, 2007 11:56 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
Ovviamente si scivola (si dice anche "fare il toboga") solo quando lo scivolo è perfettamente liscio. Prima di scivolare si controlla lo scivolo, così come prima di tuffare si controlla il fondale.
Se no si rischia di perdere la verginità anale o, peggio, l'uso delle gambe.
(Lo scivolo nella foto comunque è lo stesso inserito dal conte nel suo libro, visto che è nel punto più accessibile di tutto il percorso)

Le foto che hai visto si riferiscono ai punti più stretti della valle.
Questo percorso è quasi interamente "costeggiabile" sui lati. Infatti non è una vera forra.
Volendo fare un parallelo con l'alpinismo, diciamo che è un po' come fare una via di III in appennino, da cui puoi uscire tutte le volte che vuoi.

Resta il fatto che con molta acqua alcune calate possono essere un po' infide.

_________________
Un vero capo comincia col disobbedire (Tinlè, nel film: "Hymalaya")

http://www.cicarudeclan.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 20, 2007 21:19 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
E bravo Skeno...............
M'hai fregato sui tempi perchè pensavo anche io di farci un salto.
La calata è nel Malanotte, si vede benissimo dal sentiero che scende dal passo di Tardie.
Il toboga è già nel rio della Gava.
Praticamente non c'è altro.
Siamo ai limiti del torrentismo. Chessò come fare la via del Nonno al Rama.
E così ti sminusicpo un pò l'impresa 8). Tiè.
Da fare con molta acqua.

Ciao.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 21, 2007 0:08 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2637
Località: Genova Quarto
granpasso ha scritto:
Praticamente non c'è altro.
Siamo ai limiti del torrentismo. Chessò come fare la via del Nonno al Rama.
E così ti sminusico un pò l'impresa 8). Tiè.


Se è per quello mi ero già sminuito da solo con analogo paragone alpinistico!
:D

Comunque dopo il toboga c'è una bella sequenza di due calate di 15 e 8 metri con pozza pensile (e salto possibile di 7 metri) e verso la fine la bella calata finale di circa 18 metri. E nel Malanotte oltre alla cascata più alta ci sono altre tre calate, di cui una bella.
Per i neofiti e per chi si accontenta ce n'è d'avanzo.

_________________
Un vero capo comincia col disobbedire (Tinlè, nel film: "Hymalaya")

http://www.cicarudeclan.com


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it