Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è ven ott 18, 2019 13:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom apr 11, 2010 23:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Il Giro di Punta Martin
Un viaggio per valli selvagge e torrenti incontaminati attorno al monte simbolo dell'Appennino Genovese


Premessa

Punta Martin è un monte alto circa 1000 metri, molto frequentato e amato dagli escursionisti.
I percorsi che portano alla vetta offrendo uno stretto contatto con questo monte si concentrano fondamentalmente nella zona Acquasanta - Giutte (da Pegli, Prà, Praglia e Turchino lo si raggiunge con bei percorsi escursionistici ma senza un vero e proprio contatto con il monte, se non negli ultimi metri) ed in particolare è molto ripetuta la classica via normale che parte da Acquasanta e percorre la cresta sud-ovest del monte che sale ripida e a tratti impervia fino in vetta, offrendo una vista grandiosa del complesso roccioso della Baiarda, che assieme a Punta Martin delimita appunto la selvaggia valle del rio Baiardetta.
Altra interessante possibilità di salita è quella che parte da località Giutte e, addentrandosi nella valle del rio Martino e guadando successivamente il rio Giazzi, sale per il "sentiero dei giassi" fin sui crinali erbosi in zona Pennello-Martin da dove in pochi minuti si raggiunge la vetta.
Questi due percorsi a mio parere sono quelli più significativi in quanto danno la possibilità di venire a stretto contatto (visivo e/o fisico) con la valle del rio baiardetta e la principale cresta del monte (nel primo caso) e con la valle del rio martino/giazzi e un antico percorso ricco di segni dell'antica presenza dell'uomo (nel secondo caso).
Pur essendo le due possibilità di salita a mio parere più significative per conoscere Punta Martin da varie prospettive e sentirne il "cuore pulsante" ... ritengo però abbiano diverse lacune, se così possiamo definirle.
:freccia: La via normale guada il rio baiardetta nella sua parte bassa e poi sale sulla cresta: ampia vista sulla rocciosa Baiarda ma scarso/nullo contatto con il mondo selvaggio del rio baiardetta che non si riesce ne a toccare con mano ne a vedere un granchè.
:freccia: La via dei Giassi offre ampia possibilità di vedere il selvaggio (e a mio parere grandioso) versante ovest ma di fatto non consente alcun contatto con esso lasciandosi il rio Martino laggiù in basso e guadando solo più in alto il rio Giazzi (offre però, prima del guado, un buon contatto con il versante nord-ovest).
:freccia: Infine i km di strada asfaltata che separano Acquasanta da Giutte rappresentano un grosso limite per tutti coloro che conoscono questi due percorsi (parto dall'idea che essendo entrambe queste via descritte su guide siano alla portata di tutti gli interessati) e vorrebbero concatenarli per realizzare un anello intorno al monte, alla scoperta dei suoi versanti e delle sua valli selvagge.

Propongo quindi qui un percorso ad anello (e possibili varianti) che consente in un'unica escursione di girare intorno a Punta Martin osservandone quindi i vari versanti e percorrendo sentieri in alcuni casi già molto noti e segnalati e in altri casi meno.

:freccia: Si parte da località Giutte e si segue il percorso che (segnavia C4) si addentra nella valle del rio Martino [presenza fonte] e poi porta al rio Giazzi. Questo tratto direi sia quantificabile in 1 ora di percorso in leggera salita. [1 ora]
Dopo pochi minuti di percorso si lascia sulla destra un sentiero che va in discesa verso il rio Martino: sarà il punto in cui al ritorno si chiuderà l'anello!
Inizialmente il percorso offre una magnifica vista sul versante ovest di Punta Martin: ampio, selvaggio, tagliato dal sentiero che si percorrerà al ritorno. Il rio Martino resta in basso e dopo poco il sentiero piega a destra inoltrandosi di fronte al versante nord-ovest del monte. Avanzando il percorso si fa sempre più vicino al torrente ricco di cascate e laghetti e l'ambiente si fa sempre più selvaggio...e alzando la testa la vetta rocciosa del monte domina incontrastata al di sopra di un mondo di boschi, rocce franate e ripidi corsi d'acqua. Si arriva al guado del rio Giazzi.


:freccia: Guadato il rio Giazzi si comincia la risalita della strada dei giassi, un bel percorso che in modo assai tortuoso risale i pendii del monte lasciandosi la vetta sempre più a destra e puntando ai crinali erbosi in cui passa l'alta via dei monti liguri poco prima di arrivare al colle Gandolfi e Monte Pennello. [1 ora] [bivacco sul Pennello]
Il percorso dei Giassi (sempre C4) si sviluppa prima nel bosco e successivamente in ambiente più aperto. Si ha quindi la possibilità di salire inizialmente con la vetta rocciosa sopra la testa per poi lasciarsela in parte sulla destra e alle spalle nella parte alta. Nell'ultimo tratto è possibile andare a collegarsi all'alta via oppure (cartello in legno) puntare maggiormente verso la Punta Martin per raggiungerne la vetta per prati. Si gode comunque di una nuova prospettiva del monte, questa volta resa più dolce dai prati e dalla forma arrotondata.

:freccia: Arrivati al Pennello ci si aggancia al percorso che sale a punta martin da pegli e lo si segue a scendere fino al fontanino [presenza fonte]. Da qui si prende a destra il sentiero 3 tondi rossi che scende alla Baiarda. [45 min]
Scendendo dal Pennello verso il fontanino la vetta della Punta si mostra arrotondata, poi la ripida discesa verso la Baiarda offre un panorama spettacolare sul versante sud del monte, con la famosa via Federici e il suo "Corno Stella" (oltre che una bella vista della Baiarda e della sua cappellina). Si avvicina il momento di addentrarsi nel selvaggio e suggestivo mondo del rio baiardetta.

:freccia: Arrivati alla sella erbosa della Baiarda si raggiunge il cartello metallico del percorso Frassati e si piega a destra per scendere nella valle del rio baiardetta tramite l'impervio percorso a tratti ferrato (EE, segnavia bianco/rosso). Si raggiunge così il masso Ferrante e il rio Baiardetta. [30 min]
Dalla sella erbosa si discende lasciandosi sulla sinistra il mitico diedro Gozzini e seguendo l'esposto sentiero di scende rapidamente tra le pareti rocciose della baiarda con magnifica vista sul versante sud della Punta Martin e sulla parte alta del torrente, sempre più rumoroso.

:freccia: Dal masso Ferrante si segue ancora il percorso Frassati che scende verso Acquasanta fino ad incontrare il sentiero della normale di Punta Martin (tratto-punto rosso) che si segue a destra fino ad incontrare dopo pochissimo il rio baiardetta. [30 min]
Lasciato il masso ferrante si discende abbandonando l'alta valle del baiardetta e presto si vede, sul versante opposto, svilupparsi la prima parte della via normale a Punta Martin, che successivamente si percorrerà, in piccola parte.

:freccia: Si segue la via normale di punta martin che sale ripida fino a raggiungere la cresta ovest e poi, seguendola, arriva dopo una decina di minuti ad un colletto tra i pini (presenza di ometto). [30 min]
Guadato il rio baiardetta si abbandona il torrente e la sua presenza si fa sempre più distante. Il sentiero raggiunge quindi il crinale e la vista si apre sul lato opposto (quello delle giutte). Percorrere la cresta della Punta Martin offre la possibilità di un'ampia vista sul complesso della baiarda e in particolare sulla zona della cava abbandonata e della Pietralunga.

:freccia: Dal colletto si abbandona il sentiero della normale di punta martin per proseguire sulla sinistra in piano/discesa per qualche metro (ometti). Il sentiero poi scende ripido tra i pini fin quando poi termina di scendere e gira a destra: inizia la traversata del versante ovest di Punta Martin. [15 min]
Seguendo qualche ometto e la traccia di sentiero ricoperta di aghi di pino si scende per il fianco ovest, in mezzo agli alberi. Inizia un percorso privo di segnavia (che comunque successivamente diventerà molto ben battuto) che ci porta nel cuore del versante ovest osservato inizialmente dalla zona delle giutte da cui è iniziato il giro.

:freccia: Si segue il bel sentiero che in modo più o meno pianeggiante attraversa tutto il versante ovest di Punta Martin fin quando lo abbandona incontrando il Rio Martino. [30 min]
Il fianco ovest è ricco di vegetazione e di corsi d'acqua che tagliano il nostro sentiero in vari punti. Diversi muretti a secco, segni della presenza dell'uomo nei tempi passati. E' un percorso piacevole ed è facile incontrare caprioli qua dove il passaggio dell'uomo è meno frequente.

:freccia: Guadato il rio Martino si segue il sentiero che "torna indietro" in salita e in breve sbuca all'inizio del percorso dell'andata, a pochi minuti dalle Giutte. [20 min]
Salutato anche il rio Martino non resta che percorrere il sentiero che ci riporta verso le giutte offrendoci qualche ultimo colpo d'occhio sul versante ovest appena attraversato. Il viaggio giunge al termine...

NOTE: il percorso proposto in buona parte consiste di sentieri già descritti su guide e sul forum. Questa proposta base è chiaramente personalizzabile/accorciabile (oltre che percorribile in senso inverso) e successivamente proporrò qualche alternativa. Quella descritta è comunque a mio parere la proposta più completa per un logico anello alla scoperta dei vari "mondi selvaggi" che caratterizzano Punta Martin :strizzaOcchio::

Foto:
Allegato:
Commento file: La parte superiore della Valle del rio Martino vista dal sentiero.
image003.jpg
image003.jpg [ 328.38 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Sul rio Martino incombe la vetta rocciosa della Punta Martin
image007.jpg
image007.jpg [ 238.18 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Il guado del rio Giazzi
image009.jpg
image009.jpg [ 358.5 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: La via dei giassi sale con vari tornanti in mezzo al bosco
image021.jpg
image021.jpg [ 374.47 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: La primavera sulla strada dei giassi
image022.jpg
image022.jpg [ 142.96 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Segnavia C4
image023.jpg
image023.jpg [ 363.24 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Lungo la strada dei giassi si incrociano alcuni corsi d'acqua minori, acqua limpidissima
image026.jpg
image026.jpg [ 329.25 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Salendo per la strada dei giassi si lascia sulla destra la vetta rocciosa della Punta Martin
image027.jpg
image027.jpg [ 282.13 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: La primavera sulla strada dei giassi
image030.jpg
image030.jpg [ 428.46 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Punta Martin scendendo dal pennello verso il fontanino...la prospettiva cambia.
image035.jpg
image035.jpg [ 221.31 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Il versante sud di Punta Martin
image038.jpg
image038.jpg [ 324.5 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Scendendo per il frassati giù sul rio baiardetta
image040.jpg
image040.jpg [ 352.86 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Scendendo per il frassati giù sul rio baiardetta
image041.jpg
image041.jpg [ 340.66 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: La valle del rio baiardetta - parte superiore
image043.jpg
image043.jpg [ 324.43 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: La baiarda vista dal rio baiardetta
image044.jpg
image044.jpg [ 308.58 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Ultimo guado del rio baiardetta, seguendo la normale di punta martin
image047.jpg
image047.jpg [ 336.01 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: La baiarda e in particolare pietralunga visti dal colletto prima di abbandonare la via normale per addentrarsi sul versante ovest
image053.jpg
image053.jpg [ 305.11 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Percorrendo il versante ovest
image059.jpg
image059.jpg [ 331.83 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Il versante ovest è tagliato da diversi corsi d'acqua
image061.jpg
image061.jpg [ 360.59 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Un ultima sosta al guado del rio Martino
image065.jpg
image065.jpg [ 302.76 KiB | Osservato 2185 volte ]
Allegato:
Commento file: Il versante ovest di Punta Martin tagliato sulla parte bassa dal sentiero del ritorno
image070.jpg
image070.jpg [ 289.83 KiB | Osservato 2185 volte ]

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 7:16 
Non connesso
Il Sognatore
Avatar utente

Iscritto il: dom apr 08, 2007 18:14
Messaggi: 6034
Località: Arenzano
Magnifico :esclamativo: : Groupwave :

_________________
Sento il tuo passo sincrono col mio

http://ik1ype.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 7:24 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15168
Località: Genova Sestri
Grande... era un po' che ti ronzava in testa sta cosa vero? ben fatto! : Ok :

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 8:32 
Connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer set 06, 2006 17:18
Messaggi: 6992
Località: Genova
E' uscito dal tunnel del Bric del Dente : Ok :

Molto interessante

_________________
Paesi Abbandonati


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 8:33 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 12151
Località: Genova
delorenzi ha scritto:
E' uscito dal tunnel del Bric del Dente : Ok :

Molto interessante


:risata: quoto, bel giro! :strizzaOcchio::

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 8:37 
Non connesso
Cintura nera di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 16:32
Messaggi: 5735
Località: Genova
delorenzi ha scritto:
E' uscito dal tunnel del Bric del Dente : Ok :

Molto interessante

:risataGrassa:
: Thumbup :


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 9:07 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 02, 2006 12:48
Messaggi: 2631
Località: Genova Quarto
delorenzi ha scritto:
E' uscito dal tunnel del Bric del Dente : Ok :

Molto interessante


:ahah: :ahah: :ahah:

_________________
Un vero capo comincia col disobbedire (Tinlè, nel film: "Hymalaya")

http://www.cicarudeclan.com


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 9:45 
Non connesso
Top Runner
Avatar utente

Iscritto il: mar lug 24, 2007 16:13
Messaggi: 1790
Località: Genova
Bravissimo, bella proposta, è proprio il tipo di giri che mi piace fare e lo proverò sicuramente.

=D>

_________________
destination unknown


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 10:25 
Non connesso
Fotomodello delle vette
Avatar utente

Iscritto il: mar set 16, 2008 16:51
Messaggi: 4776
Località: genova marassi
Belin che giro : Thumbup :

_________________
Immagine

http://www.finoincima.altervista.org

https://www.facebook.com/finoincima


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 11:43 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 22, 2006 14:04
Messaggi: 5930
Località: Genova
belin grande BEID, sei un vero estimatore e profondo conoscitore della zona : Thumbup :

mi è piaciuto molto il tuo racconto/relazione, in autunno/inverno ripeteremo sicuramente il tuo giro : Thumbup :

_________________
Io credetti e credo la lotta con l'Alpe utile come il lavoro, nobile come un'arte, bella come una fede.

Meglio un fesso felice che un granitico scontento.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 12:10 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 19, 2007 10:27
Messaggi: 609
Località: Genova
Veramente notevole!
Ma quando sei andato a farlo?
poi, ieri, visto il tempo, con il nostro gruppo non abbiamo più percorso il giro da Giutte e con una comitiva molto ristretta siamo andati (ma solo nel pomeriggio) a fare una breve scappata sul monte di Portofino...
ciao


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 18:13 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Ho aggiunto qualche informazione sulle tempistiche a mio parere attribuibili ad un escursionista medio.
Quando poi qualcuno percorrerà il giro con un gps potremo aggiungere la traccia e qualche dato sul dislivello, che comunque io stimo possa essere circa sui 900 mt in totale. :strizzaOcchio:: Lo sviluppo non è poco però, c'è da tenerne conto.

Ho anche specificato meglio dove si può trovare una fonte. Non ho certo indicato come fonti i vari corsi d'acqua che si incontrano anche se in alcuni casi ho già avuto modo di bere la loro acqua limpida.

Per quanto riguarda le foto ... ho inserito immagini scattate sabato scorso, poi successivamente intendo aggiungerne qualche altra scattata in tempi addietro.. :strizzaOcchio::

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 20:56 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 21, 2008 9:56
Messaggi: 1234
Località: GENOVA Molassana
Veramente notevole ed approfondita descrizione di tutte le varie alternative attorno alla vetta più nota del ponente genovese.

Bravo Bade, direi che tu sia uno dei maggiori conoscitori della zona : Thumbup : , sicuramente quello che la apprezza di più e che riesce a descriverla in modo più veritiero!

Giorgio

_________________
Giorgio Mazzarello
GEOMAZ
http://www.mappeliguria.com
http://www.webalice.it/giorgio.mazzarello/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 21:11 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Bello..............lo proverò.............
Ciao.

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 21:44 
Non connesso
Sub-Titano Valdostano
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 09, 2008 0:05
Messaggi: 5346
Località: Alta Valle Scrivia / bassa val di Vara
Ago ha scritto:
Magnifico :esclamativo: : Groupwave :


: WohoW : : WohoW :

_________________
"narratemi la regione dalla quale il figlio della montagna è sempre attratto, dove la forza dell'uomo convive con la mente aperta, dove riposano le ceneri dei padri liberi fedelmente vegliate dai figli liberi" Homines Dicti Walser


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 12, 2010 22:26 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
granpasso ha scritto:
Bello..............lo proverò.............
Ciao.


...eh si, ne esce fuori un anello di corsa mica male.. :wink:

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 13, 2010 13:08 
Non connesso
Top Runner
Avatar utente

Iscritto il: mar lug 24, 2007 16:13
Messaggi: 1790
Località: Genova
granpasso ha scritto:
Bello..............lo proverò.............
Ciao.


Se hai voglia di aspettarmi... quando vai avverti. :wink:

_________________
destination unknown


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab apr 17, 2010 13:34 
Non connesso
Il Duca
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 30, 2006 14:18
Messaggi: 3295
Località: Celle L. (SV)
Ago ha scritto:
Magnifico :esclamativo: : Groupwave :



Cita:
Il Giro di Punta Martin
Un viaggio per valli selvagge e torrenti incontaminati attorno al monte simbolo dell'Appennino Genovese



:smt031 ..... =D>

_________________
"E®ne" ...VECCHIA BELINA DOC.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 26, 2010 8:30 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: gio nov 08, 2007 12:43
Messaggi: 184
Località: Tortona
Qualcuno sa dirmi se Sabato 1 Maggio 2010 al Monte Pennello, ci sarà la Messa come l'anno scorso?

_________________
Gianluigi di Tortona Blog: http://blog.libero.it/swann1000
SIMPLEX SIGILLUM VERI


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun apr 26, 2010 18:48 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
swann1000 ha scritto:
Qualcuno sa dirmi se Sabato 1 Maggio 2010 al Monte Pennello, ci sarà la Messa come l'anno scorso?



Ciao swann, vedo di informarmi e ti faccio sapere via mp. :strizzaOcchio::
Questo topic meglio lasciarlo per il giro .. :strizzaOcchio::

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab mag 29, 2010 21:50 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6235
Località: Genova-San Teodoro
Oggi ho fatto una parte del giro............Normale alla croce, discesa verso la Baiarda, sentiero Frassati, Ferrante e rientro.......
La scorsa settimana invece con Bade abbiamo fatto una bella esplorazione (ma questa è un'altra storia).
Vabbè......Comincia a fare troppo caldo anche partendo alla sera tardi e il sentiro è decisamente infrascato, sopratutto nelle parte bassa. Zecche presenti OKKIO !!!!!
In ogni caso
Cita:
Si segue la via normale di punta martin che sale ripida fino a raggiungere la cresta ovest e poi, seguendola, arriva dopo una decina di minuti ad un colletto tra i pini (presenza di ometto). [30 min]
Guadato il rio baiardetta si abbandona il torrente e la sua presenza si fa sempre più distante. Il sentiero raggiunge quindi il crinale e la vista si apre sul lato opposto (quello delle giutte). Percorrere la cresta della Punta Martin offre la possibilità di un'ampia vista sul complesso della baiarda e in particolare sulla zona della cava abbandonata e della Pietralunga.

Questo crocevia che rappresenta uno dei punti cardine del giro è magnificamente segnato da un bell'ometto esattamente dove cominciano i primi grandi pini !!!!!!........
Nessun problema di reperimento traccia quindi : Thumbup : ..........
Al prossimo anno oramai............

Ciao.

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mag 30, 2010 9:47 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
...grande, quel percorso di collegamento è fondamentale per qualsiasi anello che veda P.Martin come protagonista : Thumbup :


p.s.
Già, ormai le zecche dettano legge.. :lol: .. nell'ultima esplorazione ne ho portate 3 a casa.. :roll:

_________________
Ieri è storia, domani è mistero, ma oggi è un dono ed è per questo che si chiama presente (maestro-tartaruga di Kung Fu Panda)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar mag 01, 2018 14:54 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1154
Località: Lemuria
Ciao a tutti, riporto in auge questo vecchierrimo topic perchè è quello che ha ispirato la mia passeggiata di domenica (oddio, in effetti l'ho mischiato un po' con questo di locontim, credo : viewtopic.php?f=17&t=8068&hilit=punta+martin)

Infatti io sono partito da Giutte, arrivando da Masone (ma quella galleria chiusa subito prima della svolta, cosa mi rappresenta?), ma invece di girare per "I Giazzi", sono andato oltre per dare un'occhiata alla Pietra Issell e al Long Cairn, situazioni pseudopreistoriche che mi appassionano,

Pietra dell'Issel
Immagine

Long Cairn
Immagine

Long Cairn di lato
Immagine

interno del Long Cairn
Immagine

nei pressi di queste situazioni, alla confluenza di due piccoli rii, ho notato pure una grande roccia con una spaccatura centrale, che, avvicinandovisi, si nota ricoperta con lastre da mano umana.... :-k

Immagine

Immagine

tutto molto affascinante, e luogo ameno, che pare aver goduto di maggior considerazione tempo addietro... :roll:

Dopo di che ho proseguito in salita, sino a raggiungere l'Alta Via, sino al Monte Pennello e di lì in cima alla Punta

dalla cima
Immagine

Salendo alla cima ho addentato una mela, che si è improvvisamente rivelata come la mela più buona mai mangiata in vita mia ! :shock: d'ora innazi, più mele sulle cime ! :uahuah: :lol:

Dalla cima, abbastanza affollata, così come il rifugio al Pennello, sono poi sceso verso la Baiarda (non ho però notato la fonte con panche e tavoli di cui mi pareva aver letto... 8-[ ), giunto nei pressi della Cappelletta,

Immagine

incontro un pastore con cui scambio due chiacchere.......a qs. punto il mio programma prevederebbe la discesa attraverso quello che, come mi conferma il pastore, è un tratto attrezzato con cavi...(penso abbastanza facile, ma non ho avuto modo di vedere foto o immagini per farmene un'idea...) a fianco però noto un cartello indicante "Masso Ferrante" secondo un famigerato sentiero "Carlo Poggio", che scende nel Rio Baiardetta e aggira la faccenda sbucando più a valle...........la presenza di dolce fresche acque confermatami dal pastore mi convince coniglisticamente ad optare per questa soluzione, che ai roditori come me offre però il vantaggio di vedere più da vicino le creste e i canaloni che conducono alla cima della Punta, e pure di avere una bella visione d'insieme del gruppo della Baiarda (oh, noi conigli ce la raccontiamo così... 8) )

Immagine

Immagine

molto bello comunque tutto questo vallone !

Immagine

giunto in fondo, traverso sul guado nei pressi di una bella cascata e risalgo sulla cresta di quella che mi pare di aver capito essere la via "normale" (e che quindi mi son ben guardato dal percorrere salendo :roll: ); qui, giunti ad un colletto, dove già ero stato avvertito da qs. topic [-( , nel giro di breve in effetti perdo la traccia, e, seguendo l'intelligenza del gps :roll: , mi ritrovo in breve tempo perso nel nulla giù da una riva tra i rovi, parecchio stanco (sono tipo le 18) e col gps che smette definitivamente di funzionare..........confesso che mi stavo facendo prendere dal panico, e la prospettiva di tornare sui miei passi per dirigermi verso Acquasanta mi pareva terribile :shock: , ma per fortuna riuscivo a raccogliere un po' di forze e un po' di calma per risalire con fatica la riva, in cima alla quale magicamente (proprio così, si è materializzato all'improvviso ! :D ) ritrovo il sentiero e riavvio il gps che mi conferma che sono sulla via giusta, non mi resta che proseguire facendo finta di nulla (tranne quando un rapace notturno non meglio identificato decolla di colpo al mio passaggio) sino al guado del Rio Martino, bellissimo,

Immagine

e di qui a Giutte e alla macchina.

Giro devo dire bellissimo, anche se alla fine ero parecchio stanco, pure trattandosi di 15 km e 930 ml. di dislivello, quindi non così estremo, ma tant'è........pure la giornata non era male, peccato per la foschia, ma alla fine un misto di sole e nuvole piacevole..............se penso che solo 2 anni fa nemmeno sospettavo l'esistenza di questi posti, direi che devo ringraziare sicuramente il Bade per il post (e per l'esistenza stessa del forum, mi par di capire...) e pure locontim, senza il post del quale non so se avrei trovato la Pietra Issel, per non parlare di tutti gli altri forumisti, dei quali sto leggendo i messaggi a posteriori (io sono così, i post li leggo quando torno, per capire dove ****** sono stato... :roll: 8) )
Ora non mi resta che tornarci percorrendo la via normale all'andata e scendendo per il tratto attrezzato del sentiero Frassati 8)
Avrei però alcune domande, alle quali mi risponderò anche da solo, probabilmente, ma se c'è qualcuno che vuole aiutarmi...

1) cos'è il "Giovo Piatto" ?
2) il Lago du Manzo che posto è?
3) cos'è il "Giardin da Scaggia" ?
3) dove diamine è sto fontanino con tavoli nei pressi del Pennello ?
4) nel Baiardetta, come nel Martino, d'estate trovo acqua?

ma soprattutto, perchè il pastore non aveva nemmeno una formaggetta ? :angry1: :diavoletto:

Aloha : Indian:

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar mag 01, 2018 15:42 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 2214
Località: Genova / Imperia
Belin , psico , che escursione avventurosa , sembravi sulle orme di Peter Kolosimo con tutte quelle coppelle e quelle costruzioni ancestrali e misteriose... :risataGrassa: e poi ti stavi quasi perdendo , facendoti prendere dal panico :imbarazzo: , quasi come capita a volte a me ... :risata: Belle anche le foto , invitanti : Thumbup : !
Il Giovo Piatto ( detto anche Passo del Veleno ) è un piccolo valico a quota 657 mt . tra il Bric Marino ed Bric Prato Ermo , sull' Alta Via , circa 3 km ad ovest del Monte Penello .
Per il Lago du Manzu , se mi ricordo bene , mi pare che il Conte Ugolino abbia già detto tutto in un recente apposito topic. : Thumbup :
Per le altre domande , specialmente quella sul pastore , non ho risposte ... :pensoso:

:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar mag 01, 2018 19:51 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1154
Località: Lemuria
daniele64 ha scritto:
Belin , psico , che escursione avventurosa , sembravi sulle orme di Peter Kolosimo con tutte quelle coppelle e quelle costruzioni ancestrali e misteriose... :risataGrassa:


ohmmioddio....Peter Kolosimo ! Immagine :risataGrassa:

...si vede che siam quasi di leva..... mi piacerebbe sapere quanti sul forum lo conoscono...... :roll: e comunque Peter Kolosimo non è mai esistito, è tutto un complotto alieno.. Immagine

daniele64 ha scritto:
il Lago du Manzu , se mi ricordo bene , mi pare che il Conte Ugolino abbia già detto tutto in un recente apposito topic. : Thumbup :

oh, belin ! è vero ! è quel lago del manzu? urge sopralluogo ! Immagine
in realtà mi sembra d'averne letto ad opera del conte ma da un'altra parte... (edit: ah, no, ecco anche qui : viewtopic.php?f=5&t=13835&hilit=manzo).........ma dal cartello sull'Alta Via di cui sopra qualcuno sa indicarmi quanto su per giù si impiega ad arrivarci ? (riedit, forse è meglio che lo chiedo di là?)

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 8:52 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: gio set 25, 2008 18:28
Messaggi: 1838
Località: GE - Pianderlino
psiconauta ha scritto:
Ora non mi resta che tornarci percorrendo la via normale all'andata e scendendo per il tratto attrezzato del sentiero Frassati

Ciao,
io il Frassati, come la maggioranza dei sentieri attrezzati, preferisco farlo in salita. Non per una questione di vertigini o pericolosità ma per godere meglio della vista.

Dal Giovo piatto (o Passo del Veleno) dovresti esserci passato. Il luogo è piuttosto anonimo a dispetto dei nomi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 9:22 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: mar feb 09, 2010 12:01
Messaggi: 288
Località: Genova
psiconauta ha scritto:
ohmmioddio....Peter Kolosimo !

...si vede che siam quasi di leva..... mi piacerebbe sapere quanti sul forum lo conoscono......
Guarda, io non so quale sia l'età media degli utenti di QZ ma per me lo conoscono in molti.
I millenials non frequentano i forum ma Instagram...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 9:54 
Non connesso
Iron woman
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 12, 2006 21:21
Messaggi: 6839
Località: Genova Rivarolo
cortomaltese ha scritto:
psiconauta ha scritto:
ohmmioddio....Peter Kolosimo !

...si vede che siam quasi di leva..... mi piacerebbe sapere quanti sul forum lo conoscono......
Guarda, io non so quale sia l'età media degli utenti di QZ ma per me lo conoscono in molti.
I millenials non frequentano i forum ma Instagram...




io non lo conosco :imbarazzo: :imbarazzo: :imbarazzo:

_________________
Sono un viandante, un valicatore di monti.
Non amo le pianure e sembra che non possa stare a lungo in un luogo.
Qualunque cosa mi riservi il fato o l'esperienza,sempre dovrò camminare ed ascendere monti.
Non si può vivere che da come si è.
F. NIETZSCHE


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 10:57 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1219
Località: Arenzano
cortomaltese ha scritto:
psiconauta ha scritto:
ohmmioddio....Peter Kolosimo !

...si vede che siam quasi di leva..... mi piacerebbe sapere quanti sul forum lo conoscono......
Guarda, io non so quale sia l'età media degli utenti di QZ ma per me lo conoscono in molti.
I millenials non frequentano i forum ma Instagram...


Allegato:
P. Kolosimo.jpg
P. Kolosimo.jpg [ 136.09 KiB | Osservato 1230 volte ]
8)
Una pietra miliare degli adolescenti born in the '60s. :risataGrassa:

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 11:01 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1219
Località: Arenzano
Tornando ai nostri tempi,

sarebbe utile reperire una traccetta gpx di questo bel giro ... :roll:

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 11:20 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 29, 2008 15:41
Messaggi: 1219
Località: Arenzano
Comunque direi che il giro potrebbe essere questo.

Allegato:
Giro Punta Martin.PNG
Giro Punta Martin.PNG [ 2.95 MiB | Osservato 1225 volte ]


Allegato:
Giro Punta Martin Earth.PNG
Giro Punta Martin Earth.PNG [ 3.26 MiB | Osservato 1225 volte ]

_________________
"Non importa quanto vai piano ... l'importante è che non ti fermi".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 11:43 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1154
Località: Lemuria
Lusciandro ha scritto:
psiconauta ha scritto:
Ora non mi resta che tornarci percorrendo la via normale all'andata e scendendo per il tratto attrezzato del sentiero Frassati

Ciao,
io il Frassati, come la maggioranza dei sentieri attrezzati, preferisco farlo in salita. Non per una questione di vertigini o pericolosità ma per godere meglio della vista.

...in effetti, sei già il secondo che me lo dice, e anch'io, a dire il vero, penso che catene e cavi, potendo, sempre meglio in salita...
Lusciandro ha scritto:
Dal Giovo piatto (o Passo del Veleno) dovresti esserci passato. Il luogo è piuttosto anonimo a dispetto dei nomi.

sì, sulla traccia il punto dove ho incrociato l'Alta Via è indicato come Passo del Veleno, ma in loco mi pare ci fosse un palo che indicava i sentieri nelle varie direzioni e basta, mentre poco più in là c'era un cartello "fai da te" che indicava a sx "Giovo Piatto"............il luogo è sì abbastanza anonimo, ma mi è stato fatto notare che l'etimologia deriverebbe da Belenus, non mi stupirei quindi di trovare qualche altra strana vestigia in zona, magari con una più attenta perlustrazione.... :-k

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !


Ultima modifica di psiconauta il mer mag 02, 2018 11:51, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer mag 02, 2018 11:49 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: mar mar 31, 2015 19:27
Messaggi: 1154
Località: Lemuria
Littletino ha scritto:
Comunque direi che il giro potrebbe essere questo.

sì, all'incirca è quello, comunque ti allego la variante Kolosimo/Konigliesca che ho seguito io, con Pietra Issel e deviazione dalla Cappelletta della Baiarda.. :risataGrassa:


Allegati:
Giro dei versanti di Punta Martin.gpx [100.46 KiB]
Scaricato 21 volte

_________________
Immagine


...........non seguitemi, mi sono perso anch'io !
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it