Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mer ott 16, 2019 6:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 204 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun ott 31, 2016 18:24 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Oggi, come sentiero di rientro dal ripasso del segnavia "croce gialla", siamo passati per il cerchio giallo barrato, nel tratto che collega Piancassina a Chiappa. Ecco alcuni aggiornamenti: purtroppo un grosso albero è stato spezzato (probabilmente a causa del mal tempo delle scorse settimane) ed è ricaduto sul sentiero. Con un po' di "sano" ravamento si riesce a passare :risataGrassa:
Nelle vicinanze di Chiappa sono stati collocati due grandi tronchi per guadare un piccolo rio: con la dovuta attenzione si riesce a passare.
Scorrendo più volte questo topic, ho letto che alcune persone si chiedevano che cosa fosse l'uguale blu che spesso troviamo sbiadito ad accompagnare il cerchio giallo barrato, come in questo caso:
Allegato:
WP_20161031_16_32_34_Pro.jpg
WP_20161031_16_32_34_Pro.jpg [ 1.82 MiB | Osservato 6109 volte ]

Anche io non ne capivo il senso, pensavo si riferisse ad segno per indicare qualche acquedotto di paese o comunale.
Per caso, nei giorni scorsi, ho ritrovato una vecchia guida dedicata alle escursioni in valle Scrivia, risalente probabilmente all'inizio degli anni '80, dove è indicato un itinerario escursionistico contrassegnato dall'allora Pro Loco proprio con un uguale blu, che univa Nenno a Chiappa, antecedente alla segnatura FIE: insomma l'antenato del cerchio giallo barrato! :risata:

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven dic 30, 2016 9:30 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Torno a scrivere sugli ultimi aggiornamenti sul possibile sentiero ad anello della Val Brevenna, e ne scrivo sempre qui, poiché buona parte dovrebbe passare proprio su questo itinerario, che ha visto Quotazero protagonista del suo recupero.
Nella giornata di Mercoledì 28 Dicembre, è stata promossa una riunione aperta tra i vari rappresentanti delle frazioni e altri interessati, per provare a ragionare sulle possibilità di collegamenti che i numerosi sentieri offrono.
Rispetto a quanto qui fin ora pensato, ossia unire il cerchio barrato giallo al doppio quadrato giallo, sono state proposte interessanti variazioni ( ad esempio collegare Chiappa a Lavazzuoli passando sul + giallo, sentiero molto più largo nonché dal fondo migliore rispetto al cerchio giallo barrato, in previsione di creare un percorso agevole anche per le mtb). Il tutto, però, resta ancora in divenire.
Speriamo che col nuovo anno questo interessamento possa crescere sempre più, fino a trasformare il progetto in una bella realtà.
Nel caso, non mancherò di aggiornarvi : Thumbup :
A presto!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom feb 26, 2017 20:25 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
grazie alla collaborazione con gli amici del Consorzio rurale di Clavarezza siamo intervenuti per risolvere il problema del tracciato assai scivoloso e stretto appena superate le corde, dopo il primo rio che si incontra, provenendo da Caserza,oltre il rio della Scabbia.
Il nuovo tracciato permette di aggirare comodamente il tratto insidioso. Infatti, appena giunti dalle corde, va seguita la traccia che sale, si supera una salita poco impegnativa e si giunge nei pressi di una lunga fascia, che, dopo il lavoro di pulizia svolto, permette un collegamento totalmente in piano e assai largo ( lo scrivo per i numerosi biker che so che seguono l'argomento) per sbucare proprio nei pressi dei due grandi alberi di mele sul pianoro, dove terralba ha posto i segnavia tabellari.
In realtà, durante l'attività di pulizia ci siamo accorti che questa traccia fu in origine utilizzata dai primi segnalatori della Fie, poichè ancora al giorno d'oggi si possono vedere gli ormai sbiaditi segni gialli.
Al momento non abbiamo operato la correzione della segnaletica, cosa che spero di fare a breve; lo stesso vale per la collocazione nuova delle corde. Perciò al momento si hanno due opzioni: proseguire lungo il tracciato originale o seguire la nuova variante, leggermente più lunga, ma senz'altro più comoda.
Qui sotto ci sono alcune foto delle operazioni:
Allegato:
variante cerchio giallo barrato.jpg
variante cerchio giallo barrato.jpg [ 2.52 MiB | Osservato 4680 volte ]

Allegato:
variante 1.jpg
variante 1.jpg [ 3.57 MiB | Osservato 4680 volte ]

Allegato:
variante 2.jpg
variante 2.jpg [ 3.29 MiB | Osservato 4680 volte ]

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun feb 27, 2017 11:13 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Benissimo. Grazie Paolo e grazie ai tuoi amici.
senz'altro una traccia più comoda è importante e risolve ulteriormente il passaggio di quel punto critico.Se ti occuperai di aggiornare la segnalazione dopo aver messo la nuova (su fondo bianco per renderla più visibile ed evidenziare la avvenuta rettifica) dovresti togliere la vecchia che è quasi tutta su corteccia d'albero ed eliminarla dalle pietre con raschietto, come peraltro puoi vedere dalla normativa che ti hoinviato. Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun feb 27, 2017 11:40 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 11, 2006 22:00
Messaggi: 5466
terralba ha scritto:
Benissimo. Grazie Paolo e grazie ai tuoi amici.
senz'altro una traccia più comoda è importante e risolve ulteriormente il passaggio di quel punto critico.Se ti occuperai di aggiornare la segnalazione dopo aver messo la nuova (su fondo bianco per renderla più visibile ed evidenziare la avvenuta rettifica) dovresti togliere la vecchia che è quasi tutta su corteccia d'albero ed eliminarla dalle pietre con raschietto, come peraltro puoi vedere dalla normativa che ti hoinviato. Ciao

dalle pietre con raschietto ci impazzisci, usa la bocciarda.

_________________
http://trailsantacroce.com

Se l'è fassile m'angusciu, se l'è diffisile tribullu!
"Ogni civetta ha la sua casa l'albero, ma il barbagianni invece no" Punkreas Paranoia e potere


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun feb 27, 2017 12:23 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Ok Michele. Grazie del suggerimento. Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun feb 27, 2017 14:55 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ok provvederò.
Grazie ad entrambi per i suggerimenti : Thumbup :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mar 12, 2017 20:18 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
con il lavoro svolto stamattina, sempre grazie alla collaborazione con il consorzio rurale di Clavarezza, si può tranquillamente considerare chiuso il discorso sulla precaria praticabilità del famoso tratto subito dopo il secondo ruscello oltrepassato il rio della Scabbia. Siamo infatti intervenuti deviando il percorso dall'originale, che correva su roccette spesso umide, costruendo una scalinata ( adatta anche per i bikers) e rinforzando la traccia tramite palificazioni e terrapieni.
Appena le recupero metterò qualche foto.
In realtà stamattina, essendo un nutrito gruppo di persone, ci siamo suddivisi in un due squadrette, per operare la riapertura di un altro sentiero, parallelo al cerchio barrato giallo nella zona del bosco della Scabbia. Riporto quanto fatto su questo secondo itinerario sul topic del sentiero Qz3, poiché lo interseca.
A presto...e gambe in spalla!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom mar 12, 2017 22:20 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 630
Località: La Spezia
Ottimo! : Thanks :

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio mar 16, 2017 19:33 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Come promesso, ecco le foto dei lavori svolti la scorsa Domenica.
Provenendo da Nenno, superato il rio, non si sale più lungo le scivolose roccette, ma si passa più a sinistra, su un primo terrapieno. Superato quest'ultimo, si procede sui nuovi scalini:
Allegato:
Scalini.jpg
Scalini.jpg [ 3.33 MiB | Osservato 4598 volte ]

Allegato:
Scalini 2.jpg
Scalini 2.jpg [ 3.13 MiB | Osservato 4598 volte ]

per poi arrivare alla nuova collocazione delle corde, dove inizia il nuovo tracciato, passando su un ulteriore terrapieno:
Allegato:
Terrapieno.jpg
Terrapieno.jpg [ 3.34 MiB | Osservato 4598 volte ]

Capitolo segnavia: la prima parte della nuova variante, ossia dal pianoro con i grandi meli, a ritroso, fino terrapieno dell'ultima foto, è stata già ripassata; rimane solamente l'ultima parte, ossia quella degli scalini fino al ruscelletto, che conto di fare al più presto.
Ciao a tutti!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 04, 2017 20:25 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Buonasera a tutti,
scrivo per comunicare due notizie inerenti a questo sentiero, una buona ed una cattiva.
Iniziamo da quella positiva. E' stato appena pubblicato il bando on line per l'assegnazione della manutenzione della rete sentieristica del parco Antola, valido per il triennio 2017-2020, e questo sentiero è interessato per un lungo tratto,precisamente (se non ho capito male) da Casareggio fino alla Cappeletta dei Bucci, punto di fine sentiero.
Veniamo a quella negativa: nel bando non mi pare di aver visto compreso il tratto centrale Porcile-Caselline-Pareto, al momento quindi escluso dalla manutenzione ordinaria.

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar apr 04, 2017 23:40 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Vorrà dire che alla percorribilita del restante itinerario e per tutti i segnavia continueremo a pensarci noi.

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom apr 16, 2017 19:47 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Buona Pasqua a tutti, anche se oramai siamo agli scogioli :risata:
Oggi, giusto per smaltire il pranzo, con sbr abbiamo fatto un giro di ricognizione lungo il tratto compreso tra il bivio del Tu (dove il qz3 incrocia il cerchio giallo barrato, poco sopra Cerreta) e la nuova scalinata realizzata insieme agli amici di Clavarezza per aggirare il famoso tratto franato.
Abbiamo quindi approfittato per completare la segnaletica della variante, cancellando quella vecchia.

Allegato:
Cerchio giallo barrato variante.jpg
Cerchio giallo barrato variante.jpg [ 3.61 MiB | Osservato 4492 volte ]


Essendo una zona dove si incontrano diversi ruscelli, per agevolare gli escursionisti che non conoscono la zona, abbiamo deciso di indicare con una apposita scritta quello della Scabbia; lo stesso faremo in proposito di quello della Lisca:

Allegato:
Rio della Scabbia.jpg
Rio della Scabbia.jpg [ 2.88 MiB | Osservato 4492 volte ]


Inoltre siamo riusciti a completare un lavoro che portiamo avanti da questo inverno, ossil il recupero di una vecchia cascina utilizzata per la fienagione, che si trova sempre al bivio del Tu, dove tempo indietro avevamo collocato le frecce direzionali, in cui al suo interno abbiamo collocato un quaderno di passaggio per i viandanti, intitolato a Quotazero.com.
Accanto alla cascina abbiamo realizzato anche una panchina, debitamente dipinta oggi da sbr:
Allegato:
Cascina del Tu.jpg
Cascina del Tu.jpg [ 3.13 MiB | Osservato 4492 volte ]

Allegato:
Panchina del tu.jpg
Panchina del tu.jpg [ 2.86 MiB | Osservato 4492 volte ]


Per ora è tutto, gambe in spalla!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom apr 16, 2017 20:15 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Bravissimi. Sapete quanto tengo a questo itinerario. State facendo cose che non avrei mai sperato. Grazie

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom apr 16, 2017 22:46 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 21, 2008 19:10
Messaggi: 918
Località: Pieve Ligure
=D> =D> =D> Non c'è altro da aggiungere per un lavoro del genere!

_________________
"Un uomo va al di là di ciò che può afferrare" (N. Tesla)
"De gustibus non disputandum est"
La montagna non uccide... è l'uomo che sottovaluta i pericoli...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer lug 05, 2017 20:59 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
Nella giornata di oggi sono venuto a conoscenza di una buona notizia.
Tino, il signore di Casareggio che ha provveduto alla pulizia e riapertura del sentiero Casareggio-Tassaie, e' intervenuto assieme ad un suo conoscente lungo il tratto del cerchio giallo barrato che corre tra Casareggio e Pian dei Curli, garantendo così il passaggio anche in questi mesi di massima rigogliosità della vegetazione. : Thumbup :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio lug 06, 2017 6:20 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Tino è persona dj parola. L'avevo incontrato un mese fa e mi aveva assicurato che avrebbe provveduto. Detto, fatto. Grazie

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer ott 11, 2017 7:45 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
nella giornata di ieri sono ripassato con il decespugliatore nel solito tratto che abbisogna di una pulizia annuale, ossia nel famoso pianoro poco prima di Clavarezza ( località detta Canneviedde), e lungo la rettificata deviazione effettuata la scorsa primavera.
In realtà, da un lato a causa della (purtroppo) perdurante siccità che ha impedito e sta impedendo la crescita dell'erba e degli arbusti, dall'altro dalla costante manutenzione annuale fatta da tre anni a questa parte, questo tratto di sentiero inizia ad essere "addomesticato".
Detto ciò, cari quotazerini e non, transitate pure: il tratto è completamente aperto, pulito e fruibile ( informazione valida anche per chi fosse interessato a raggiungere il raduno con il cerchio barrato giallo : Thumbup : ).
Allegato:
Canneviedde.jpg
Canneviedde.jpg [ 2.94 MiB | Osservato 4105 volte ]

Allegato:
deviazione.jpg
deviazione.jpg [ 2.97 MiB | Osservato 4105 volte ]

Allegato:
Canneviedde (2).jpg
Canneviedde (2).jpg [ 2.27 MiB | Osservato 4105 volte ]

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom ott 15, 2017 19:34 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
La percorribilità del tratto che congiunge Pareto al valico del monte Pareto purtroppo è peggiorata.
Con la dovuta attenzione il passaggio è comunque garantito, però alcuni alberi sono caduti lungo il tragitto, sopratutto uno avvolto di vitalba e rovi ha quasi del tutto sbarrato la mulattiera.
A detta della gestrice del b&b di Pareto, forse la squadra di cacciatori locali dovrebbe intervenire per la pulizia, in previsione della prossima giornata della Camminantola, prevista per il 5 Novembre prossimo.
Se ciò non accadesse urgerebbe provvedere...se qualche volontario avesse voglia e tempo, ci si potrebbe mettere d'accordo per un'intervento : Thanks :
Terrò comunque aggiornata la situazione : Thumbup :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ott 16, 2017 18:28 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Il solito tratto quando si piega a destra un 2-300 metri dopo Pareto? Non possiamo dargliela vinta! Ma il tronco è spostabile oppure bisognerebbe dotarsi di potente motosega pe tagliarlo? O, al limite, eliminata la vegetazione infestante lo si può lasciar lì perchè può essere aggirato/superato facilmente?

Altra ipotesi: rettificare eventualmente e definitivamente il tracciato salendo sul Monte Pareto sulle tracce gialle Enel e da lì lungo il crinale scendendo al valico?

Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ott 16, 2017 19:04 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
terralba ha scritto:
Il solito tratto quando si piega a destra un 2-300 metri dopo Pareto? Non possiamo dargliela vinta! Ma il tronco è spostabile oppure bisognerebbe dotarsi di potente motosega pe tagliarlo? O, al limite, eliminata la vegetazione infestante lo si può lasciar lì perchè può essere aggirato/superato facilmente?

Altra ipotesi: rettificare eventualmente e definitivamente il tracciato salendo sul Monte Pareto sulle tracce gialle Enel e da lì lungo il crinale scendendo al valico?

Ciao


Ciao Francesco,
Hai fotografato appieno la situazione.
Si tratta di un grosso albero ( un ciliegio selvatico mi pare), avvolto da vitalba e spine, che spezzandosi si è inclinato sul sentiero sbarrandone il passaggio. Non è crollato a terra perchè il groviglio di liane lo ha tenuto in piedi.
Viste le dimensioni, il tronco va tagliato per essere spostato ma per quello come sai non c'è problema; anzi altri due - tre alberi sono caduti lungo il sentiero e quindi una passata con la motosega andrebbe comunque fatta.
Detto ciò è un lavoro fattibile, anche se occorrerebbero braccia.

Purtroppo è l'intero tracciato, tra Pareto e il valico, che in generale mi sembra più mal messo del solito, forse perchè passando nel bosco che solitamente si presenta umido, il terreno dove corre il sentiero mi è sembrato molto accidentato, reso secco e duro causa della siccità, e non più morbido.
Da qui la mia proposta: si potrebbe deviare integralmente questo tratto lungo la mulattiera lastricata che da Pareto si diparte e aggirando il monte Pareto arriva alle Tassaie e da li raggiungere Casareggio lungo il sentiero che ha aperto e manutiene Tino?
Anche se notevolmente più lungo, si abbatterebbe il dislivello e al momento si presenta in buone/ottime condizioni.
Che ne pensi?

Mentre ci ragioniamo attendiamo sviluppi su eventuali interventi altrui.

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ott 16, 2017 20:00 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Ciao Paolo. Idea validissima ma mi dispiacerebbe tagliar fuori la discesa su Pian dei Curli. Se si potesse vedrei di mantenerla in qualche modo passando appunto dalla cima del monte Pareto e creando lallacciamento Pareto-Tassaie-Casareggio come nei piani iniziali.Ovviamente dovremmo parlarne con la Fie

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio ott 26, 2017 22:03 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Dopo la necessaria perlustrazione fatta con terralba, siamo arrivati alla decisione di mantenere la traccia originaria lungo la salita al valico del Monte Pareto.
Interverremo eliminando quanti rovi possibili e tagliando l'albero in bilico che minaccia di sbarrare il passaggio.

Troppo lunga sarebbe diventata la deviazione che dal sentiero per Tassaie avrebbe raggiungo il valico lungo il crinale meridionale del Monte Pareto, nonché passante tra erba lunga, muretti franati e i continui interventi di taglio che gli operatori che manutengono la linea dell'alta tensione effettuano sul lato meridionale del versante, rendendo difficile e vana l'operazione di posa dei pittogrammi sugli alberi.

Già che eravamo di passaggio, dal valico fino quasi a Pian dei Curli, abbiamo tolto tutti i vari tronchi che erano caduti sul sentiero posizionando i più lunghi e diritti a mo di cordolo, così da meglio evidenziare il tracciato del sentiero.

Per ora è tutto, vi terremo aggiornati come sempre sui futuri sviluppi.

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom feb 25, 2018 11:56 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
probabilmente le giornate di forte vento dello scorso autunno hanno causato la caduta di un grosso albero avvolto dall'edera lungo il tratto in discesa che si incontra poco prima del rio della Scabbia, procedendo da Caserza verso Clavarezza.

Al momento il passaggio e' garantito a piedi, qualche difficoltà invece potrebbero incontrarla i bikers ( so che leggono) proprio a causa delle dimensioni del tronco avvolto da una foltissima edera.
Quando le condizioni meteo lo permetterano, mi adopererò per ripristinare il tratto sbarrato.

A presto!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom apr 29, 2018 20:21 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Come promesso questo inverno, finalmente oggi ci siano adoperati per tagliare e spostare il grosso albero caduto dopo il mal tempo di questo inverno, poco prima del rio della Scabbia in direzione Clavarezza.
Il tracciato ora e' di nuovo del tutto sgombro e aperto, riportato nella sua originale ampiezza.
Buone gite a tutti : Thumbup :

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab mag 19, 2018 23:12 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Essendo il più lungo tra i sentieri intorno all'Antola e attraversando zone particolarmente esposte è necessario intervenire per ravvivare e migliorare i segnavia. E così abbiamo dedicato una giornata a migliorare o aggiungere pittogrammi, a partire dal tratto compreso tra il Rio della Scabbia e Clavarezza
Allegato:
Clavarezza.jpg
Clavarezza.jpg [ 5.63 MiB | Osservato 2841 volte ]


proseguendo lungo i 2km di asfalto che portano a Porcile. dove per un breve tratto il cerchio giallo barrato viaggia in parallelo con l'allacciamento Madonna dell'Acqua-Passo dell'Incisa
Allegato:
Porcile.jpg
Porcile.jpg [ 3.74 MiB | Osservato 2841 volte ]
.

Qualche ritocchino anche a Pareto
Allegato:
pareto.jpg
pareto.jpg [ 4.33 MiB | Osservato 2841 volte ]


per poi effettuare un intervento deciso negli ultimi 2 km di itinerario, tra Piancassina e il Colletto. In particolare abbiamo ripassato tutti i pittogrammi comprese le indicazioni per il guado del Rio dell'Orso
Allegato:
Rioorso.jpg
Rioorso.jpg [ 6.55 MiB | Osservato 2841 volte ]


infittendo i segnali correnti nel tratto "tormentato" che lo segue poco dopo
Allegato:
Se dopo Orso.jpg
Se dopo Orso.jpg [ 7.75 MiB | Osservato 2841 volte ]


e aggiungendo indicazioni lungo il tratto che porta verso la Costa della Gallina, in particolare ai bivi
Allegato:
Bivio dopo Orso.jpg
Bivio dopo Orso.jpg [ 7.01 MiB | Osservato 2841 volte ]


Notoriamente i segnavia proprio nell'ultimo tratto di cresta erano piuttosto radi e sbiaditi. Per questo abbiamo rinvigorito i vecchi pittogrammi all'uscita dal bosco, migliorandone soprattutto la visibilità per chi segue l'itinerario provenendo dall'alto
Allegato:
Precolletto.jpg
Precolletto.jpg [ 7.74 MiB | Osservato 2841 volte ]


e infine sistemando dei preziosi segnali correnti nell'ultimo tratto che porta alla meta della Cappelletta dei Bucci
Allegato:
Colletto.jpg
Colletto.jpg [ 5.05 MiB | Osservato 2841 volte ]


Gambe in spalla!

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ago 13, 2018 10:21 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
ciao a tutti,
sempre nell'ottica di rendere il più fruibile possibile questo sentiero, nello scorso fine settimana, insieme a sbr e a mio fratello abbiamo collocato un tavolone all'interno della cascina dove si trova il quaderno di passaggio con le relative panche, per offrire a chi di passaggio un pratico e comodo punto di sosta.

Allegato:
cascina del Tu 2.jpg
cascina del Tu 2.jpg [ 13.73 MiB | Osservato 2581 volte ]

Allegato:
cascina del Tu.jpg
cascina del Tu.jpg [ 243.7 KiB | Osservato 2581 volte ]


A breve, con l'aiuto degli amici di Clavarezza, opereremo il solito annuale sfalcio dell'erba nel tratto più critico del sentiero, ossia oltre il solito pianoro poco prima di Clavarezza e lungo la nuova deviazione.

A presto!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun set 17, 2018 20:46 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Buonasera a tutti,
il solito tratto che tende ad infrascarsi tra il rio della Scabbia e Clavarezza, in direzione Cappelletta dei Colletti, risulta regolarmente sfalciato e ripulito.
Inoltre nel tratto attrezzato con le corde siamo intervenuti allargando e facilitando ulteriormente il passaggio.

Gambe in spalla!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun dic 31, 2018 12:19 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Aggiornamento di fine anno. Come segnalatomi da paolocerreta, subito dopo l'inizio della discesa nel tratto che da Caselline porta a Pareto, una piccola parte di sentiero è soggetta a uno smottamento e si passa sul resto della traccia, strettissima, ancora disponibile
Allegato:
caselline2.jpg
caselline2.jpg [ 314.32 KiB | Osservato 1576 volte ]


Come ben dice Paolo il rischio è che una futura pioggia porti via anche il selciato rimanente. Sperando che così non accada, appena possibile farò un salto lì per vedere se è possibile tracciare un'alternativa a monte, cosa abbastanza ardua visto il terreno. Se poi le cose si mettessero male, considerando che dopo il guado successivo c'è anche il tratto di sentiero umido e spesso costellato da rigogliosa vegetazione, e soprattutto tenendo conto che, come mi hanno confermato dai vertici, il Parco Antola non interverrà (purtroppo concentrandosi solo sui soliti sentieri intorno alla cima) e che gli abitanti della zona sono ben poco interessati (avete mai visto la passerella provvisoria che avrebbero dovuto sistemare da anni sul guado prima di Caselline?) eventualmente ci rassegneremo a rettificare il tracciato portando il segnavia sulla strada asfaltata che congiunge Caselline a Pareto, purtroppo ben più noiosa del sentiero diretto... Vi faremo avere notizie. Ciao

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun dic 31, 2018 13:27 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Confermo le parole di Francesco.
il mio sopralluogo risale alla vigilia di Natale e quel tratto di sentiero è davvero mal messo. Il brandello rimasto è già segnatamente staccato dalla parete, tanto è vero che ben si nota una vistosa crepa che lo taglia parallelamente al costone.
Immagino che con le prossime piogge primaverili in tutto crollerà.
Peccato perchè il collegamento era davvero bello, poichè scendeva fino al greto del rio Pareto, dove vi sono degli interessanti laghetti.
Ma come ha sottolineato Terralba, da un lato vi è il totale disinteresse degli abitanti di Pareto e Caselline ( sia residenti che estivi) per una ordinaria pulizia annuale del tratto ( mezzo pomeriggio all'anno...?) dall'altro l'incomprensibile decisione del Parco, il quale ha tolto questo breve tratto dal bando triennale per la pulizia e la manutenzione, consegnandolo definitivamente all'abbandono.
Caro Francesco, mi dispiace ma se vogliamo mantenere in piedi questo itinerario, purtroppo non ci rimane che la noiosissima strada asfaltata... l'intero tratto tra Clavarezza e Pareto.
Buon anno a tutti!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab feb 23, 2019 21:48 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 630
Località: La Spezia
Buonasera a tutti,

vorrei chiedere qual è lo stato attuale, a vostra conoscenza, dei sentieri di questa zona.

Come ho scritto poco fa in separato topic, la zona del Monte Maggio è un groviglio di alberi crollati, pare piuttosto di recente.

Grazie in anticipo.

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom feb 24, 2019 16:32 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao,
Ne rientro proprio da una ricognizione dell'anello Clavarezza-Cerreta-Clavarezza.
La parte del percorso che coincide con il cerchio giallo barrato (tra Caserza e Clavarezza appunto) qualche piccolo problema di transito lo presenta:diversi alberi piegati e spezzati rendono il passaggio poco agevole, ma comunque si passa. Non sono a conoscenza della situazione di altre zone, ma so per certo che la galaverna ha colpito pesantemente le zone attorno a Clavarezza e quelle di Carsi-Cerviasca in alta Valle.
Altro non ti so dire al momento... Cercherò di aggiornarmi e scrivere qui appena so qualcosa!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven mar 29, 2019 19:36 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
Oggi ho effettuato un giro di controllo sul cerchio giallo barrato, tra Caserza e Clavarezza... Tutto ok, nessun ulteriore danno rispetto a quelli prima segnalati, tra l'altro già sistemati nel frattempo.
Gambe in spalla!! :risata:

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer apr 03, 2019 17:56 
Non connesso
Quotazerino

Iscritto il: dom dic 16, 2007 10:04
Messaggi: 630
Località: La Spezia
Ciao, ottima notizia.

_________________
«Fratell', il piano originale era in tre punti. Primo punto: rovinare le nuove generazioni, rincoglionirle con la televisione, facendoli puntare soltanto sui suord' e a fess' e il calcio finché non sono belli bolliti. Primo punto: acquisito!»


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab ago 03, 2019 14:30 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Buongiorno a tutti. Su segnalazione di paolocerreta riporto questa importante immagine: gente di Caselline ha finalmente sistemato una passerella sul primo rio che si incontra scendendo da Porcile verso Caselline, là dove fino a qualche anno fa c'era un ponticello poi portato via da una piena. Si passava comunque scendendo e risalendo brevemente sulle due sponde ma ovviamente la nuova struttura è comodissima. Speriamo sempre che le stesse persone artefici dell'intervento si impegnino a mantenere percorribile anche il tratto successivo a Caselline prima di arrivare a Pareto, dove una polla d'acqua e vegetazione rigogliosa sono sempre presenti. In autunno daremo un'occhiata di persona anche dal punto di vista dei segnavia.

Allegato:
caselline.jpg
caselline.jpg [ 211.7 KiB | Osservato 723 volte ]

_________________
pace e bene


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab ago 03, 2019 14:38 
Non connesso
Rianimatrice del forum
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 22, 2009 15:16
Messaggi: 2943
Località: sanremo
: Thumbup :

_________________
Facebook


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab ago 24, 2019 12:43 
Non connesso
Utente Molto Attivo
Avatar utente

Iscritto il: sab ott 31, 2015 10:22
Messaggi: 320
grandissimi

Sent from my moto g(7) power using Tapatalk


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio set 12, 2019 20:56 
Non connesso
Quotazerino
Avatar utente

Iscritto il: lun feb 02, 2015 22:05
Messaggi: 680
Località: Valbrevenna
Ciao a tutti,
Anche quest'anno il tratto che più tende ad infrascarsi ossia quello che, provenendo Nenno precede Clavarezza, è interamente sfalciato e percorribile : Thumbup :
Gambe in spalla!

_________________
"Dagli gli alberi ho capito il significato della pazienza. Dall'erba ho imparato ad apprezzare la persistenza."
[Hal Borland]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio set 12, 2019 22:49 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 08, 2013 17:44
Messaggi: 2205
Località: Genova / Imperia
: Thanks : In autunno vedrò di passarci anche perchè è un sentiero che mi manca ... : Thumbup :
:smt006

_________________
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato.I ricchi comprano rumore. L’animo umano si diletta nel silenzio della natura,che si rivela solo a chi lo cerca.[Charlie Chaplin]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ott 07, 2019 22:37 
Non connesso
Quotazerino doc
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 28, 2007 17:35
Messaggi: 1451
Località: genova
Bentrovati tutti. Ancora una volta siamo tornati a migliorare la situazione su questo nostro caro sentiero. Vi aggiorniamo quindi con quanto fatto in due punti particolari. Cominciamo dal tratto Rio della Scabbia-Clavarezza. Intanto abbiamo ripitturato il segnavia laddove mani ignote (e, soprattutto, che hanno operato senza un perché se non il nuocere ai camminatori) lo avevano cancellato.
Allegato:
1.jpg
1.jpg [ 501.93 KiB | Osservato 144 volte ]


Poi abbiamo rinforzato i pittogrammi lungo la salita dopo il guado dove gli amici di Clavarezza hanno sistemato da tempo scalini e corde, con una freccia presso una curva a gomito
Allegato:
2.jpg
2.jpg [ 507.76 KiB | Osservato 144 volte ]

e con alcuni segnali correnti sugli alberi
Allegato:
3.jpg
3.jpg [ 640.1 KiB | Osservato 144 volte ]


Successivamente ecco l'intervento lungo la discesa che da Caselline porta al guado del Rio Pareto (km 8,300 da Nenno) laddove Paolocerreta aveva segnalato lo smottamento. Il tracciato non è ancora ceduto del tutto, è ancora percorribile ma con difficoltà ed è evidente che prima o poi andrà giù. Ecco com'è oggi:
Allegato:
4.jpg
4.jpg [ 582.93 KiB | Osservato 144 volte ]


Prima di trovarci di fronte al fatto compiuto, la soluzione: una comoda brevissima rettifica di tracciato, passando a monte del tratto che sta franando e dove alberi ben radicati garantiscono la stabilità futura. Provenendo da Caselline, una freccia annuncia la deviazione
Allegato:
5.jpg
5.jpg [ 647.8 KiB | Osservato 144 volte ]


Subito dopo si sale a sinistra lungo una traccetta ben evidenziata da segnali correnti
Allegato:
6.jpg
6.jpg [ 676.78 KiB | Osservato 144 volte ]


e percorsa una ventina di metri si riscende sulla mulattiera originale
Allegato:
7.jpg
7.jpg [ 562.5 KiB | Osservato 144 volte ]


In senso inverso, per indicare la deviazione abbiamo corredato il segnavia presente su una pietra con un segnale direzionale
Allegato:
8.jpg
8.jpg [ 578.48 KiB | Osservato 144 volte ]


Allegati:
5.jpg
5.jpg [ 647.8 KiB | Osservato 144 volte ]
4.jpg
4.jpg [ 582.93 KiB | Osservato 144 volte ]

_________________
pace e bene


Ultima modifica di terralba il mar ott 08, 2019 10:13, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 204 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it