Quotazero.com

Escursionismo e Alpinismo nell'Appennino Ligure e nelle Alpi Occidentali

Home Page Sito    La Rivista    Gallery    Vecchia Gallery


-> ISCRIVITI AL FORUM <-


Quotazero su FaceBook

Oggi è mar set 26, 2017 4:35

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: cresta E M.te Tugello e rio Argiun
MessaggioInviato: mar apr 28, 2009 14:25 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: lun lug 02, 2007 13:25
Messaggi: 149
Premessa
Si tratta di una gita in cui bisogna avere una certa passione per il ravanare. La cresta non presenta particolari difficoltà (massimo II grado), comunque sempre aggirabili.

Partenza

Il punto di riferimento è la colla degli Eremiti; da qui si prosegue qualche centinaio di metri verso Capanne di Marcarolo fino ad incrociare il sentiero FIE che porta ai laghi della Lavagnina. Si lascia la macchina (spiazzo) e si segue il sentiero che scende lungo il rio Eremiti (doppia barra verticale gialla).

Immagine
Il monte Tugello con parte della cresta E dal rio Eremiti

Lo si segue fino ad arrivare al Gorzente: in questo punto il Gorzente fa un ansa in cui affonda la cresta E del Tugello (30 min). Alla base della cresta si trova una paretina piatta in cui si nota un chiodo a circa metà altezza, mentre sulla sommità (non visibile dal basso) è stata attrezzata una sosta. Pochi metri più a valle è possibile iniziare la salita su difficoltà decisamente più basse.

Immagine
Inizio della cresta E del Tugello in corrispondenza dell’immissione del rio Eremiti nel Gorzente; in basso a destra si nota la paretina piatta.

Immagine
Attacco della cresta

Immagine
Subito sopra il primo risalto roccioso

Immagine
A metà della cresta guardando verso il basso…

Immagine
…e verso l’alto

Immagine
Fine della cresta; in basso sulla destra si nota l'ansa del Gorzente da cui si è partiti

Immagine
La vetta del M.te Tugello poco distante

Salendo con andatura moderata si impiega circa 1h per percorrere l’intero tratto roccioso della cresta; per arrivare in cima al monte occorrono circa altri 10 min. Purtroppo il M.te Tugello si trova piuttosto vicino, in linea d’aria, con il M.te Tobbio che lo sovrasta in altezza di circa 200m, togliendo un po’ di respiro al panorama.

Immagine
M.te Tobbio dalla vetta del M.te Tugello (848 m)

Ritorno
Per il ritorno ho deciso di ravanare ulteriormente, andando a discendere il corso del sottostante rio Argiun.

Immagine
Vista della valletta del rio Argiun dal monte Tugello

Immagine
Uno dei laghetti lungo il rio Argiun

In genere è possibile discendere questo rio senza difficoltà seguendone il percorso che talvolta forma limpidi laghetti; ad un certo punto però si incontra una balza rocciosa, alta qualche decina di m, piuttosto ripida che è necessario aggirare sulla destra.

Immagine
A metà della balza rocciosa lungo il rio Argiun

Immagine
Verso la confluenza del rio Argiun nel Gorzente

Immagine
Zona della confluenza del rio Argiun nel Gorzente

Per tornare alla macchina è possibile quindi prendere il sentiero, oppure, se se ne ha ancora voglia, risalire lungo il letto del Gorzente; in quest’ultimo caso sarà possibile passare presso la sorgente sulfurea del Tugello, facilmente individuabile per le incrostazioni ocracee.

Immagine
Sorgente sulfurea del Tugello lungo il corso del Gorzente

Dalla vetta del Tugello, scendendo lungo il rio omonimo, fino ad arrivare nuovamente all’attacco della cresta, ci vorrà circa 1h - 1h 30m (avendo fatto un po’ di deviazioni e soste non saprei dire con esattezza). Da qui si riprende il sentiero e si ritorna alla macchina in circa 30-40m, a meno che non si voglia anche risalire il rio Eremiti…

Immagine
Laghetto lungo il rio Eremiti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar apr 28, 2009 20:32 
Non connesso
Uomo di pietra
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 02, 2006 21:41
Messaggi: 6234
Località: Genova-San Teodoro
Mi sembra un bel giro "esploroso" molto interessante. In perfetto stile "ravanagequotazerino".
Da tener presente.
Ciao.

_________________
Belin !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar apr 28, 2009 21:22 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 15:45
Messaggi: 16145
Località: Genova
Spettacolo, questi topic per me sono il massimo :D
Bel racconto Plata...e belle foto.
La prima parte segue quindi quel sentiero segnato con cartello in legno sulla strada asfaltata poco prima del valico (arrivando da capanne) ?
L'ho sempre visto ma mai percorso.. :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 12:09 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 09, 2007 9:23
Messaggi: 15117
Località: Genova Sestri
Bello!! :D

_________________
"Se non fosse unta, non fosse focaccia." Ignota


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 12:25 
Non connesso
Utente Attivo

Iscritto il: lun lug 02, 2007 13:25
Messaggi: 149
mi fa piacere che la gita abbia ricevuto apprezzamenti; in genere quando propongo di andare ad esplorare qualche valletta luvega et similia non raccolgo molti consensi...

bade ha scritto:
La prima parte segue quindi quel sentiero segnato con cartello in legno sulla strada asfaltata poco prima del valico (arrivando da capanne) ?


esatto. arrivando da Capanne in corrispondenza del cartello c'è uno spiazzo sulla destra. si attraversa la strada e si prende il sentiero (all'inizio si sovrappone ad una pista forestale) che scende verso il rio.

al momento non è possibile invece arrivare alla colla degli Eremiti da Voltaggio perchè la strada è chiusa, causa lavori su uno dei ponti sul rio Morsone.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 13:40 
Non connesso
Titano di Quotazero
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 10, 2008 22:44
Messaggi: 3435
Località: Genova
:D Belle foto e bella esplorazione. Interessante rivalutazione delle cime minori, dalle quali è altrettanto possibile godere di un bel panorama e trarne soddisfazione durante la salita. :wink:

_________________
“La Primavera sembra portare dentro di sé un ricordo che poi, in estate, racconterà al mondo intero fin quando non sarà divenuta più saggia nel grande autunnale silenzio con cui si confida soltanto ai solitari.”


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 14:15 
Non connesso
Moderatore di Sezione
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 30, 2008 17:51
Messaggi: 11704
Località: Savona
Complimenti per lo spirito d'avventura e per le foto dei laghetti :wink:

_________________
Il silenzio non si trova sulla cima delle montagne e il rumore non sta nei mercati delle città: ambedue sono nel cuore dell'uomo.
Lao Tse (VI sec a.C.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 18:00 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: lun apr 30, 2007 20:42
Messaggi: 11891
Località: Genova
gecko ha scritto:
Complimenti per lo spirito d'avventura e per le foto dei laghetti :wink:


quoto, divertenti queste gite! :D

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio ott 31, 2013 9:36 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer mar 28, 2012 19:35
Messaggi: 218
Salve.
Ho rispolverato l'argomento Tugello perchè volevo sapere se i sentier che salgono uno dal guado e l'altro dai laghi (con vecchi segnavia 2 linee gialle) sono "facilmente" individuabili dalla cima del Tugello; in quanto ero intenzionato a compiere un anello passante per il Gorzente con salita al Tugello o in alternativa, avendo due macchine, una più breve traversata per cresta E con discesa al guado.
P.S.
X Plata
Se frequenti la zona è possibile di essersi incrociati sul Tobbio magari. :wink:

Ste


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun dic 16, 2013 17:05 
Non connesso
Utente Attivo
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 03, 2013 16:18
Messaggi: 125
Località:
Stefs ha scritto:
Salve.
Ho rispolverato l'argomento Tugello perchè volevo sapere se i sentier che salgono uno dal guado e l'altro dai laghi (con vecchi segnavia 2 linee gialle) sono "facilmente" individuabili dalla cima del Tugello; in quanto ero intenzionato a compiere un anello passante per il Gorzente con salita al Tugello o in alternativa, avendo due macchine, una più breve traversata per cresta E con discesa al guado.
Ciao; percorso ieri il tratto da Laghi Lavagnina (per la precisione, dalla fine del sentiero natura, guado sul Gorzente senza bagnarsi) fino al Tugello. Sentiero molto rovinato, specie nel primo tratto, con segnavia (le due linee gialle verticali) sbiadito ma ancora visibile. Nella parte finale ci sono solo ometti di pietra.
Il bivio per scendere al guado, da seguire anche solo per raggiungere la cima, me lo sono inizialmente perso; è poco visibile, e non c'è nessuna indicazione.
Non so com'è il tratto dal guado, ma dall'alto sembrava, almeno inizialmente, facilmente individuabile.
PS ti consiglio anche il tratto dal Tugello fino allo sterrato Cirimilla-Capanne di Marcarolo, tutto in mezzo ad una stupenda pineta.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar dic 17, 2013 17:09 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer mar 28, 2012 19:35
Messaggi: 218
Ciao.
Circa un mese fa sono salito dal guado.
A parte la difficolta nel reperire il segnavia attraversato il Gorzente basta seguire la traccia indicata dagli ometti e dalle due linee gialle (abbastanza evidenti). Superato un vecchio bivio il sentiero segue leggermente in costa per poi salire più deciso verso la fine e raggiungere una sella (trivio); sulla destra si segue la cresta fino in cima, sulla sinistra una traccia in costa evidente ma poco battuta e la cresta che porta verso il bric Arpescella; dritto dovrebbe essere il sentiro di cui parli che scende vereso il rio per finire alla cascina Moglioni. Dalla cartina il sentiero che porta ai laghi dovrebbe immettersi sulla cresta poco più a monte del trivio ma non è in alcun modo segnalato.
Comunque dalla cima si vedono delle traccie scendere nella valletta che suppongo essere il sentiero che sale dai laghi.
Purtroppo adesso sono in convalescenza dopo un operazione ](*,) ritornerò l'anno prossimo.

Grazie


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab mar 29, 2014 19:23 
Non connesso
Utente Molto Attivo

Iscritto il: mer mar 28, 2012 19:35
Messaggi: 218
Bel giro fatto oggi.
Giornata partita non proprio bene; i programmi ieri sera erano di salire la "Grignetta" domenica, ma questa mattina non sono partito, vabbeh.
Ho deciso allora, partito sul tardi, di farmi ungiro sul Tugello.
La cresta ha alcuni tratti di arrampicata (sul II°), i tratti più insidiosi sono però i passaggi sull'erba e la terra proprio per aggirare le rocce; un pò di attenzione a dove si mettono piedi e mani.
Sono poi sceso verso i laghi seguendo le tracce del vecchio sentiero due linee gialle (ormai sbiadite), passando per i ruderi della cascina Tugello e tornando sui miei passi un paio di volte perchè avevo perso il sentiro. Dal "lago delle vergini" (toponimo dato da mio zio partigiano, dunque no sò se giusto!) guado del Gorzente e ritorno agli eremiti.
Luoghi che ancora rivivono nei racconti di chi si nascondeva o vi ha combattuto durante la guerra.
Ste


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it