Archivio Itinerari Archivio Articoli Forum Gallery Cerca nel Sito:      

Home Page
Appennino Ligure
Alpi Apuane
Alpi Liguri
Alpi Marittime
Alpi Cozie
Articoli

Forum
Gallery
Vecchia Gallery
Rivista
FAQ
Link
Vecchio Sito
Contatti
News

Area Riservata

User:

Password:











Calvisio vecchia- Ciappo delle Conche
(dani80, 05/12/2007)

Avvertenze
Tipologia itinerario: escursionismo
Area geografica: Alpi Liguri
Valle:
Guida di riferimento:
Luogo di partenza: Calvisio vecchia

E' un itinerario ad anello sull'Altipiano di San Bernardino, nel Finalese,
che ho trovato molto interessante sia per l'ambiente selvaggio sia per i numerosi segni di vita paleolitica che si possono incontrare. Le piu' famose sono propio le incisioni e le pozze scavate nel calcare al Ciappo delle Conche

Posteggiata la macchina sul sagrato della chiesa di San Cipriano, la chiesa di Calvisio vecchia, abbiamo imboccato il sentiero segnato FIE da una linea rossa. La parte iniziale sale per
delle fasce ancora coltivate ad ulivi, per poi entrare in un fitto bosco di lecci. Appena entrati nel bosco seguiamo una brevissima deviazione che ci porta davanti a una grotta, chiusa in parte da un muretto a secco, chiara testimonianza di come le grotte siano state utilizzate come ripari. Vista la grotta che non sembrava continuare in profondita'
ritorniamo sul sentiero principale. Il sentiero e' molto ben segnato, ma bisogna comunque prestare attenzioni ai segni viste le numerose tracce di cinghiale che incrociano il sentiero che possono facilmente sviare dalla retta via. Dopo un tratto in falsopiano si comincia a salire decisamente risalendo una serie di fasce con muretti a secco, alcuni dei quali hanno delle curiose nicchie alte quanto un uomo e profonde un metro, un metro e mezzo che ipotizzo servissero come riparo per gli attrezzi di lavoro. Non avevo mai visto dei simili ripari costruiti dentro un muretto a secco...

Si giunge quindi a dei ruderi (case Vacche' ?) dove si incontra il sentiero segnato con un rombo rosso. Lo seguiamo in salita e, dopo poco, ci ricongiungiamo con un'altro sentiero segnato da un quadrato rosso che prendiamo a destra. Il bosco qui e' un po' meno fitto ed intricato e si hanno begli scorci sulle vallette e falesie sottostanti.
L'aspetto e' quello di un bosco primordiale, a pochi passi da finale si e' completamente immersi nella natura, molto bello.

Proseguendo lungo il sentiero segnato rombo rosso e quadrato rosso giungiamo al Ciappo dei Ceci, prima radura con le caratteristiche incisiuni rupestri sul fondo e poi dopo qualche sali e scendi al piu' grande Ciappo delle Conche. Dalla chiesa abbiamo impiegato un'ora e mezza comprese le soste.

Il Ciappo delle conce e' un roccione di calcare praticamente orizzontale di notevoli dimensioni. Sulla sua superficie sono innumerevoli incisioni, alcune dall'aspetto molto antico, altre piu' moderno. Tra le piu' visibili e' un'incisione di un veliero e una, molto curiosa, il cui aspetto e' simile a un trenino. Sul Ciappo sono inoltre scavate delle conche di forma rettangolare per la raccolta dell'acqua.

Una volta al Ciappo e' interessante andare a visitare una grotta subito a nord di questultimo. Questa e' raggiungibile con un sentierino che si stacca sulla destra del sentiero segnato dal quadrato rosso propio all'uscita del Ciappo. Piu' che una grotta e' una fessura profonda piu' di un metro e alta in alcuni tratti quasi due che e' stata utilizzata in tempi antichi come dimora e riparo. A testimonianza di questo sono sedili scavati nella roccia e rune incise alle pareti.

Finita la visita, torniamo sino alle case Vacche' seguendo il sentiero di andata. Qui invece di ridiscendere per la traccia dell'andata continiamo a seguire il rombo rosso che in breve, scendendo per un fitto bosco ci porta a case Lacrema' e quindi alla chiesa di San Cipriano.

Per finire do' qualche indicazione piu' precisa per raggiungere la chiesa di San Cipriano in macchina, cosa in cui ieri ho incontrato qualche problema. Dall'uscita dell'autostrada di Finale, si scende a Final Pia. Da Final Pia si prendono seguono le indicazioni per Calvisio. Arrivati a Calvisio bisogna fare molta attenzione a imboccare una stretta stradina sulla sinistra. Presa la stradina dopo pochi metri c'e' un bivio, bisogna seguire la deviazione che sale decisamente sulla destra. Dopo breve c'e' un'ulteriore deviazione, qui bisogna continuare a salire sulla destra e dopo una cinquantina di metri ci si trova di fronte alla chiesa. La parte piu' difficile e imboccare la stradina che sale da Calvisio. Per dare un punto di riferimento e' un 300 metri prima del ponte per Verzi.

Il Ciappo delle Conche (foto di Scinty)

Il Ciappo delle Conche (foto di Scinty)

Altre informazioni o foto:
http://www.quotazero.com/gallery/categories.php?cat_id=389&sessionid=fe7a7cceb97e5e55156af532ae857fb7




User:        Password:  

Immagine associata:       Didascalia:  

Album associato:  

Commento:




© QUOTAZERO.COM - E-mail: info@quotazero.com - Avvertenze - sito ottimizzato per risoluzione 1024x768 e superiori