Archivio Itinerari Archivio Articoli Forum Gallery Cerca nel Sito:      

Home Page
Appennino Ligure
Alpi Apuane
Alpi Liguri
Alpi Marittime
Alpi Cozie
Articoli

Forum
Gallery
Vecchia Gallery
Rivista
FAQ
Link
Vecchio Sito
Contatti
News

Area Riservata

User:

Password:











Alta Via 5 Terre (Madonna di Soviore-Colle di Velva)
(terralba, 18/04/2009)

Avvertenze
Tipologia itinerario: escursionismo
Area geografica: Appennino Ligure
Valle: Crinale Riviera Di Levante-Val Di Vara
Guida di riferimento: Alta via dei monti liguri di A. Parodi - Carta sentieri Cinque Terre
Luogo di partenza: Santuario Madonna di Soviore

Si arriva a Soviore la mulattiera segnalata Cai (sentiero 9)che parte dalla stazione ferroviaria di Monterosso. Tracciato ben definito, in alcuni tratti rovinato dalle acque meteoriche; prestare attenzione a un bivio non segnalato, caratterizzato dalla presenza di una barca rovesciata. Si deve andare a destra sulla strada cementata e dopo circa trenta metri riprendere la mulattiera.

Dal santuario si va a destra sulla strada per Pignone e poi a sinistra seguendo l'indicazione Bardellone. Importante sapere che gran parte di questa traversata avviene su asfalto, ma si tratta di un itinerario di crinale, praticamente senza traffico, e quindi assolutamente silenzioso, su un tracciato molto panoramico che alterna viste sul mare e sulla Val di Vara; del tutto piacevole, dunque. Si passa dalla Foce di Bardellone e da quella di Montale, dove è stato allestito un percorso ginnico. Sempre su asfalto si scende alla Foce di Dosso dove scompare la bandierina biancorossa Cai e il sentiero successivo è pressoché privo di segnalazioni. Si sale sulla carrareccia immediatamente a destra della chiesetta-rifugio di Foce di Dosso in mezzo ai pini: inizio ripido, poi falsopiano, quindi discesa sino alla Foce di Lavaggiorosso, dove si ignora la freccia Cai per questa località e si procede in salita sulla sterrata. All'uscita da una bocchetta (all'altezza di uno spazio per legna tagliata, indicato con un cartello col numero 3, che naturalmente non credo sia permanente) la si lascia e si prende immediatamente a sinistra per sentiero. E' infrascato, con molti tronchi abbattuti, vegetazione infestante: a un certo punto diventa assolutamente impercorribile. Consiglio di salire per una cinquantina di metri sul costone di sinistra, tra i rovi, per poi ridiscendere sul sentiero principale. Arrivati sul crinale ci si trova davanti a una serie di bolli rossi su cartoncini: è un itinerario motocrossistico, che si segue fino alla sella di Monte Guaitarola. Qui c'è un crocevia dove rispuntano le indicazioni Cai da non seguire, però, perchè portano in cima al monte. Si va invece diritti, tra i pini, prima in piano e poi in discesa sino alla Foce di Vaggi, dove si ritrova l'asfalto della strada Levanto-Aurelia. Dal bivio per Deiva altri tre chilometri sino alla località La Baracca, poi a sinistra verso il Bracco per 400 metri, quindi a destra, oltre un cancello dove inizia, indicata da un cartello, la strada per Monte San Nicolao. Tutta una serie di tornanti (un paio sotto la vetta c'è una fonte), mentre all'ultima curva si prende a destra per sterrata. Lì inizia il sentiero Fie due quadrati rossi vuoti che scende a Colle di Velva, da poco risistemato dai volontari del luogo (presenti anche alcune panche in punti panoramici, che rapidamente scende al Colle dove passa la strada che dalla riviera porta in Val di Vara (Varese Ligure, Tavarone, Maissana, Carro...). Davanti al santuario fermata o capolinea del bus Atp per Sestri Levante (cambio a Missano); regolarsi per l'itinerario con gli orari di Trenitalia e di Atp.

Tempistica.
Accesso Monterosso-Santuario Soviore 1h5'
Soviore-Poggio Bardellone 1h
Poggio Bardellone-Foce di Dosso 55'
Foce di Dosso - Foce di Vaggi 1h 55'
Foce di Vaggi - La Baracca 35'
La Baracca - Monte S. Nicolao 38'
Monte S. Nicolao - Colle di Velva 1h 25'
_________________

Nessuna immagine associata

Altre informazioni o foto:





User:        Password:  

Immagine associata:       Didascalia:  

Album associato:  

Commento:




© QUOTAZERO.COM - E-mail: info@quotazero.com - Avvertenze - sito ottimizzato per risoluzione 1024x768 e superiori